NEWS

La Lexus punta in alto con nuovi modelli ibridi

29 settembre 2013

Solo vetture più “verdi” nel futuro del marchio Lexus in Italia: per il 2015 l’obiettivo è di triplicare le vendite.

La Lexus punta in alto con nuovi modelli ibridi
ALLA GUIDA CON TRULLI - Tempo di bilanci e di promesse per Lexus, il marchio di lusso della Toyota, che in Italia punta a passare dalle 1150 unità vendute lo scorso anno a 3000 nel 2015. Numeri di nicchia, certo, eppure la crescita percentuale prevista è importante. Per centrare questo obiettivo si guarda con speranza all'ultima nata, la Lexus IS (foto in alto e qui sotto) che dovrebbe “intercettare” quegli automobilisti che finora guardavano solo alle tedesche a gasolio. Per il lancio, la filiale italiana ha realizzato anche un divertente video (che arriverà sugli schermi in molti paesi, non solo europei) con l'ex pilota di Formula 1 Jarno Trulli (vedi in fondo alla news).
 
 
“MINI” MOTORE PER LA GS - La IS, inoltre, fornirà il suo 2.5 a benzina (abbinato a un motore elettrico per una potenza complessiva di 223 cavalli) alla “sorella” maggiore Lexus GS (foto qui sotto) che, finora, poteva contare solamente sul 3.5 V6 montato sulla versione 450h: la GS 300h, questo il nome della nuova versione, sarà nelle concessionarie italiane a partire da fine 2013. Il prezzo non è stato ancora comunicato, ma è verosimile che partirà da poco meno di 50.000 euro.
 
 
NIENTE MOTORI TRADIZIONALI - Il grosso della crescita prevista, comunque, dovrebbe essere merito di un nuovo modello: una crossover compatta lunga circa 460 cm anticipata dalla concept Lexus LF-NX (qui sotto) vista all'ultimo Salone di Francoforte (anche se le sue forme definitive, alla luce delle critiche che il prototipo ha riscosso, potrebbero anche essere meno ardite). Come tutti i più recenti modelli della casa, anche questa crossover sarà ibrida. Alla Lexus lo dicono chiaro: per loro questa tecnologia è il futuro (oggi, una Lexus su quattro venduta nel mondo è ibrida), e in Italia non verranno più importati modelli con motore convenzionale.
 
 
ADDIO SPORTIVE IN ITALIA - Quest'ultima decisione avrà più di una ricaduta: un responsabile della casa, in un colloquio con alVolante, ha infatti escluso che la nuova generazione della berlina sportiva IS-F (la quale, si vocifera, dovrebbe essere mossa da un rabbioso V8 da oltre 450 CV) verrà mai importata in Italia. Stesso discorso per la versione più “pepata” dell'imminente RC, una filante coupé derivata proprio dalla IS, che dovrebbe essere presentata a novembre(qui per saperne di più): “la venderemo solo se la casa madre riuscirà a fornircene una versione ibrida”.
Lexus IS
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
154
128
140
80
89
VOTO MEDIO
3,3
3.301185
591
Aggiungi un commento
Ritratto di fabri99
29 settembre 2013 - 20:43
4
Sinceramente, non sono molto convinto delle strategie Lexus. Una gamma così ben fornita di auto ibride è sicuramente un vantaggio rispetto alle concorrenti tedesche(che però ultimamente si stanno mobilitando per arricchire le loro gamme con modelli...green), ma non capisco perchè importare solo queste in Italia: perchè da noi non importeranno auto a diesel o a benzina? Penso che, dato il loro obbiettivo di raddoppiare le vendite, auto con alimentazioni classiche possano aumentare le vendite e accaparrarsi clienti anche tra chi è scettico su queste nuove alimentazioni ibride. Le auto che producono potrebbero anche avere successo in Italia, ma non se non sono dotate dei motori che la gente sceglierebbe. La IS ad esempio, già parte svantaggiata rispetto alla Serie 3, sia per blasone, sia per quanto riguarda l'auto in generale. Sembrava che questa nuova segmento D giapponese dovesse essere l'auto migliore di questo mondo, invece, a quanto dicono le riviste specializzate, è un'occasione persa per strappare lo scettro ai tedeschi. E' certamente un'ottima auto, con un design molto particolare e piacevole, ma quando si arriva a piacere di guida, questa Lexus non è all'altezza della BMW. E non solo dei tedeschi dovranno preoccuparsi: sembra che l'Italia delle auto di lusso si stia risvegliando, a partire dall'alto con le Maserati, e lo stesso sta facendo Jaguar, che dopo le riuscite XF e XJ, punta alla più piccola XS(probabilmente si chiamerà così l'erede della X-Type). Non manca l'alternativa dall'America, ovvero la piacevole Cadillac ATS e nemmeno a Nord stanno con le mani in mano: i coreani di Hyundai pensano di creare un loro marchio premium, mentre Volvo, forte dei capitali cinesi, ha intenzione di ampliare la gamma, a partire dalla bella concept presentata a Francoforte. Anche Infiniti cerca di emergere, con la nuova Q50 e il prototipo di Q30, perciò Lexus non è sola. Ho un po' paura di questa strategia delle "solo ibride", ma magari funzionerà. Anche il SUV LF-NX dovrebbe riscuotere successo, speriamo però che cambino le esagerate e criticate linee del concept, magari mantenendo quella cattiveria che l'auto aveva. Vedremo se questo marchio nipponico riuscirà finalmente ad imporsi anche in Italia, magari in futuro arriveranno anche una nuova generazione di sportive Lexus, IS-F, RC-F, GS-F, SC-430, LFA... Saluti!
Ritratto di Flavio Pancione
30 settembre 2013 - 10:24
7
se proprio si vuole essere "verdi" almeno il classico benzina l'avrei portato. Inoltre , sbaglio o c'era l'intenzione di rivaleggiare con la Serie 3? Ma di questo passo non credo sia possibile, anzi spero di sbagliarmi perchè Lexus è meglio che continui a perfezionare l'ibrido che ancora non mi convince del tutto, non avrebbe senso rivaleggiare contro BMW. Inoltre il problema del diesel: io sono il primo a criticarlo, ma quando qualcuno fa 30-40 mila km l'anno ( e ci sono queste persone fidatevi) cosa deve fare?? Tra l'acquisto della IS ibrida o l'infiniti col collaudato 2.1 Mercedes.. sceglierei la seconda che è altrettanto bella. Insomma su queste berline viaggiatrici serve il diesel..!
Ritratto di fabri99
30 settembre 2013 - 14:47
4
Se non ricordo male, era proprio la Serie 3 l'obbiettivo di Lexus, non A4, nè C, solo la piacevole Serie 3, il modello da seguire per un'auto veramente piacevole da guidare. Beh, non dico che un'auto ibrida non possa essere divertente, ma sicuramente il fatto di importare solo modelli ibridi non aiuterà le vendite, soprattutto tra gli scettici, già scettici sul marchio Lexus... Ovvero, devono andare con cautela, se già si tende a preferire la concorrenza tedesca, se queste giapponesi non hanno motori adatti per noi, rischiano di essere dei flop. E' anche vero che l'Italia non è un grande mercato per Lexus, però mi sembra davvero una pazzia... Sono d'accordo sul diesel, anche a me non piace per niente, ma se uno deve viaggiare, non ci sono alternative... Comunque, se dovessi scegliere una segmento D oggi, probabilmente prenderei una Serie 3, ancora una volta... I giapponesi, soprattutto Lexus, non mi convincono molto, dall'Italia non arriva mai niente, la Jaguar si fa aspettare, la A4 è la solita noiosa Audi... La Classe C ormai arriva la nuova, mentre la ATS mi piace molto, forse è la concorrente che prenderei più in considerazione, insieme con la Classe C e la Infiniti. La Lexus è stata purtroppo un po' una delusione, la Audi proprio non mi fa nè caldo nè freddo... Ciao!
Ritratto di NelSeprio
30 settembre 2013 - 11:55
Probabilmente lo fanno per mettersi al riparo dalle future norme Euro. Merkel o non Merkel si arriverà ai fatidici 95g/km.
Ritratto di fabri99
30 settembre 2013 - 14:38
4
Anche quello potrebbe essere un motivo, ma comunque perchè non importare anche le benzina in Italia? A me non piace molto l'ibrido e non credo di essere l'unico, perciò non comprerei mai una Lexus, non solo perchè la Serie 3 è chiaramente migliore, ma perchè le importano solo ibride. Non ha senso, anche se dobbiamo tenere conto che per Lexus, l'Italia è una goccia nell'oceano dei loro mercati. Sicuramente con queste norme Euro arriveremo a cose assurde, eppure mi pare strano che nessun costruttore capisca che, piuttosto che mettere motorini mezzi ibridi e cose che non stanno nè in cielo nè in terra per far consumare meno l'auto, non tolgano un po' di quelle inutili diavolerie elettroniche oggi tanto amate, magari creando versioni meno costose e più econome, perchè più leggere. So che ora va di moda tutta questa fissazione per la sicurezza, ma certe cose sono davvero inutili. Ciao!
Ritratto di Ale'96
29 settembre 2013 - 20:52
Per i primi 2/3 la IS è davvero bella, originale e aggressiva, poi... c'è quella orribile nervatura che dal basso crea una continuità con il fascione e i fari (che si estendono anche sulla fiancata). Da dietro mi ricorda la Accord berlina. Elegante ed aggressiva la GS: PROMOSSA!
Ritratto di Flavio Pancione
30 settembre 2013 - 00:12
7
ma in Italia avrei portato anche il tradizionale motore a benzina. Inoltre il nuovo stile Lexus mi piace moltissimo, grintosissima la IS, un po più equilibrata la GS ma comunque mi piace moltissimo.
Ritratto di napolmen
30 settembre 2013 - 13:06
..entro breve le tasse sul CO2 imposte dalla EU arriveranno da noi!!!! nei paesi scandinavi esepio, si arriva anche al 100% di tasse rispetto a noi
Ritratto di Skizzo
30 settembre 2013 - 18:47
vorrei vederla dal vivo, ma già dalle foto sembra una meraviglia! peccato x le sportive solo a benzina: anke se in italia si punta molto al risparmio di carburante, un minimo di persone interessate le si trova sempre. ke le compreranno attraverso gli importatori paralleli!