NEWS

Mini Clubman e Countryman JCW salgono a quota 306 CV

16 maggio 2019

Il nuovo motore 2.0 turbo da 306 CV rende assai brillanti la wagon e la crossover, riviste anche nel telaio e nei freni.

Mini Clubman e Countryman JCW salgono a quota 306 CV

75 CV IN PIÙ - In 60 anni di storia la Mini non aveva mai avuto un motore così potente. A far suo questo primato è il benzina turbo di 2.0 litri già impiegato per la BMW X2 M35i, un 4 cilindri assai vivace che eroga 306 CV di potenza e 450 Nm di coppia, dotato di alcune raffinatezze per migliorare l’efficienza: il turbo è di tipo twin scroll, dove il condotto che porta i gas di scarico nella chiocciola è sdoppiato. Il 2.0 è dotato inoltre del filtro anti-particolato e del sistema per la fasatura variabile, che permette di variare i tempi di apertura e chiusura delle valvole di aspirazione e scarico. Il nuovo motore 2.0 prende il posto del vecchio “due litri”, che non superava i 231 CV per le versioni più sportive delle berline Mini, wagon Mini Clubman e suv Mini Countryman.


Nelle foto qui sopra la Clubman JCW.

TELAIO IRRIGIDITO - Le prime Mini a ricevere il 2.0 da 306 CV sono le rinnovate Clubman JCW e Countryman JCW (il 2.0 arriverà anche per la Mini berlina), che oltre al nuovo 4 cilindri ricevono una serie di aggiornamenti per migliorare le doti di guida: fra queste c’è l’arrivo del differenziale autobloccante anteriore di tipo meccanico, che evita i pattinamenti nelle curve strette su fondi sdrucciolevoli. La casa inglese ha rivisto inoltre il cambio automatico a 8 marce, dotato di palette al volante per cambiare rapporto manualmente, che fa contenti i più sportivi (ha il Launch Control per partenza brucianti) ma anche chi vuole guidare con un filo di gas, perché il software capisce quando si va a “passeggio” e inserisce le marce alte per tagliare i consumi. La Mini ha irrigidito inoltre le molle, modificato il telaio e messo a punto un impianto frenante dalle prestazioni maggiorate.


Qui sopra la Countryman JCW.

SCATTO DA SPORTIVA - Le Mini Clubman JCW e Mini Countryman JCW sono dotate di serie della trazione integrale All4, che attraverso una pompa elettroidraulica trasferisce la coppia del motore alle ruote posteriori. Questo solo in caso di perdite di aderenza, perché su fondi asciutti a muovere le Mini sono le ruote anteriori. Il nuovo motore 2.0 da 306 CV rende assai veloci le rinnovate JCW, che scattano da 0 a 100 km/h in 4,9 e 5,1 secondi e raggiungono la velocità massima autolimitata di 250 km/h. A far compagnia al guidatore delle Clubman JCW e Countryman JCW c’è un rombo più deciso e coinvolgente, emesso dal nuovo scarico sportivo con terminali rotondi di 9,5 cm e 8,5 cm di diametro.

Mini Countryman
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
26
26
29
39
73
VOTO MEDIO
2,4
2.445595
193


Aggiungi un commento
Ritratto di money82
16 maggio 2019 - 11:13
1
La mini è diventata una di quelle auto che senza un minimo di optional risulta povera...cerchi piccoli, tetto in tinta con la carrozzeria, vetri non oscurati e fanali alogeni la fanno sembrare un auto economica e comunque non lo è perchè si parte da 20.000 per una super base. La clubman mi piace ma non certo bianca e rossa...hanno così tanti colori disponibili, perchè rovinarla così? mah...Countryman invece ci sta già meglio. Che dire un gran bel motore dalle premesse.
Ritratto di Scaloppo
16 maggio 2019 - 14:39
Poi è diventata enorme. Di "Mini" ha il nome.
Ritratto di Demon_v8
16 maggio 2019 - 17:42
Esatto, quella uscita nel 2001 aveva le dimensioni giuste. Ma la Rocketman verrà prodotta o tutto é stato abbandonato?
Ritratto di erresseste
16 maggio 2019 - 11:26
Prezzo? e superbollo in Italia poche
Ritratto di studio75
16 maggio 2019 - 11:44
5
Spero solo che con l'introduzione di tutti questi modelli dalla cavalleria pesante lo Stato Italiano ci ripensi a perdere tutti gli introiti IVA per colpa del Superbollo. E' chiaro che l'Italia è un'anomalia rispetto il mercato mondiale dell'auto.
Ritratto di money82
16 maggio 2019 - 11:57
1
se hanno appena messo l' ecotassa per le auto che emettono di più, dubito seriamente che aiutino che vuole l' auto più potente, sarebbe abbastanza contraditorio.
Ritratto di studio75
16 maggio 2019 - 12:34
5
già...non so più chi votare :(
Ritratto di Magnificus
16 maggio 2019 - 12:52
Tranquillo....qualsiasi partito voterai non credo cambierà molto
Ritratto di erresseste
17 maggio 2019 - 08:46
Qualsiasi governo ha sempre fatto cassa sulle auto, quindi vota chi vuoi.
Ritratto di Ivan92
16 maggio 2019 - 13:26
6
@money82 sono due tasse differenti con obbiettivi differenti, l'ecotassa/ecobonus serve per incentivare le persone a comprare veicoli con delle basse emissioni di co2 omologate mentre il superbollo è proprio una tassa "sul lusso" che punisce i veicoli con più di 251,53 cavalli. Ora l'ecotassa/ecobonus è già una legge fatta male perchè per usufruire di un ecobonus "serio" devi per forza acquistare un automobile elettrica, però che costi meno di 54'900 euro (mi pare) quindi di fatto se prendi un auto di fascia medio - alta con emissioni inferiori a 20g/km sei già fuori dal bonus nonostante tu abbia comunque raggiunto lo scopo, cioè ridurre le emissioni di co2 (almeno questo dovrebbe essere l'obbiettivo, non spendere meno di 55'000 euro per l'automobile). Il superbollo invece è una tassa obsoleta che punisce gli appassionati non le automobili "lussuose", per fare un esempio una Maserati Quattroporte 3.0 diesel 250 cv ha un prezzo di partenza di 104'891 € più optional (ci vuole comunque coraggio a spendere certe cifre per un diesel da 250 cv ma questo è un altro discorso) e non è soggetta al superbollo mentre delle automobili con un ottimo rapporto qualità prezzo e non certo destinate al "lusso" come la splendida Honda Civic Type R con 320 cv sono soggette al superbollo. Personalmente sono contrario a qualsiasi tipo di tassa che punisce l'acquirente, se uno può permettersi di mantenere un automobile da 400 cv non deve essere punito per questo, come non deve essere punito quello che spende 120'000 € per una Maserati Quattroporte S, alla fine questa persona se li è guadagnati lavorando e risparmiando perciò perchè deve pagare una tassa aggiuntiva rispetto agli altri? L'unica proposta sensata sarebbe modificare completamente l'attuale bollo togliendo i kw/cv dal calcolo ma mettendoci solo la co2, questo sarebbe un metodo coerente con le intenzioni (cioè ridurre le emissioni) e andrebbe ad aiutare/o colpire tutti indifferentemente dai cavalli o valore dell'automobile (la prima che mi viene in mente come esempio è la Porsche Panamera Turbo S E-Hybrid che pur avendo 680 cv è omologata per soli 69 g/km ma oggi non ha diritto all'ecobonus però deve pagare un mega superbollo pur essendo più ecologica nell'utilizzo quotidiano di molte utilitarie).
Pagine