NEWS

La Mitsubishi i-MiEV europea debutta a Parigi

1 settembre 2010

In occasione del Salone di Parigi 2010, la Mitsubishi presenterà la versione europea della i-MiEV, la piccola city car giapponese completamente elettrica, che sarà lanciata anche in Italia a partire da dicembre di quest’anno.

La Mitsubishi i-MiEV europea debutta a Parigi

A BREVE IN TUTTA EUROPA - Oltre che con la nuova crossover ASX, la Mitsubishi si presenterà al Motor Show di Parigi 2010 con la city car elettrica i-MiEV in versione europea, che sarà lanciata in ben 14 paesi già da dicembre di quest’anno, compresi Italia, Inghilterra, Francia e Germania, e poi nel corso del 2011 in tutti gli altri (leggi qui le nostre anticipazioni).
 

Mitsubishi imiev europa 2010 08 1

QUALCHE RITOCCO - La Mitsubishi i-MiEV subirà qualche leggera modifica prima di varcare il confine europeo. Spinta  da un motore elettrico da 63 CV, e con un’autonomia dichiarata di 140 km, la city car elettrica della Mitsubishi rispetto alla versione giapponese monterà un diverso paraurti, sia davanti sia dietro. Gli interni dovrebbero essere più comodi, e la strumentazione nella consolle centrale rivisitata.
 

Mitsubishi imiev europa 2010 08 3

ORA HA L'ESP - Secondo la Mitsubishi, le dotazioni di sicurezza della i-MiEV europea sono state migliorate grazie all’introduzione del controllo di stabilità attivo, e degli airbag laterali a tendina, tutto di serie. A seconda dei mercati il prezzo dovrebbe essere tra i 33.000 e i 35.000 euro.

> iL PRIMO CONTATTO DELLA MITSUBISHI I-MIEV

Mitsubishi i-MiEV
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
5
2
0
14
50
VOTO MEDIO
1,6
1.56338
71
Aggiungi un commento
Ritratto di audi94
1 settembre 2010 - 11:21
1
carina fuori... orrenda dentro...
Ritratto di Al86
1 settembre 2010 - 11:34
L'autonomia scarsina la rende adatta solo ad utilizzo strettamente cittadino, meglio se in città ci sono le torrette di ricarica, la linea esterna non è un gran ché, una normale linea da citycar, gli interni sono un po' meglio, ma comunque rispecchiano gli esterni con un disegno "standard" senza effetti speciali, però il più grave difetto sarà il prezzo elevato che la renderà una citycar di nicchia "riservata" ad un'elite di ricchi ecologisti, però se non si inizia da qualche parte non si inizierà mai.
Ritratto di fede94
1 settembre 2010 - 11:36
carina dentro... orrenda fuori...
Ritratto di Guido S
1 settembre 2010 - 12:12
Comincia l'era dell'elettrico!Il prezzo è alto ma si ripaga con il tempo.Dobbiamo ancora aspettare qualche decennio per comprare le auto elettriche a buon prezzo e per vederne molte passeggiare per le nostre strade.Rimpiangeremo sicuramente i motori benzina ma poi riusciremo ad abituarci ai motori elettrici!
Ritratto di Federal
1 settembre 2010 - 15:13
o peggio ancora non si riuscirà a farne a meno dell'elettrico, il motore a scoppio è destinato a diventare oggetto da museo
Ritratto di Costantinus
2 settembre 2010 - 17:07
Imotori a scoppio non passeranno mai di moda (almeno fino al 2080)
Ritratto di Federal
2 settembre 2010 - 22:47
evviva l'ottimismo