NEWS

A Roma due Nissan Leaf elettriche come taxi

27 settembre 2014

l taxi a emissioni 0 diventano una realtà: la Nissan italia e tassisti a Roma uniti a favore della mobilità pulita.

A Roma due Nissan Leaf elettriche come taxi
VIA COL VERDE - Taxi elettrici a Roma: è solo un primo passo, ma importante. Nissan Italia e Unione radiotaxi d’Italia (10.000 tassisti distribuiti in 43 tra le più importanti città) sono protagonisti di un accordo particolare per la mobilità sostenibile, nell’ambito di un progetto di più ampio respiro che si chiama “Via col verde”. Per la prima volta in Italia, i taxi elettrici Nissan Leaf partiranno alla volta di Roma con la Compagnia 3570 (la più grande cooperativa Radiotaxi in Europa: con 3.700 soci e 9 milioni di servizi taxi l’anno). "La nostra gamma si è ampliata di recente con un’offerta elettrica anche per i veicoli commerciali”, ci ha detto Bruno Mattucci, amministratore delegato di Nissan Italia. Stiamo investendo nell’intera filiera produttiva affinché le opportunità della mobilità a zero emissioni possano creare sinergie e efficienze con altre sfere di business, con aziende pubbliche e private. 
 
COMODATO D’USO - L’intero  sistema paese può essere coinvolto in questa sfida sull’abbattimento dei costi e sul beneficio per l’impatto ambientale”. ”Abbiamo sempre creduto” gli ha fatto eco Loreno Bittarelli, Presidente di Uri e Cooperativa 3570 - nella tecnologia, nell’innovazione e nell’ecomobilità, perché guardiamo al futuro. Siamo attenti alle nuove esigenze del cliente, nel rispetto della sostenibilità ambientale e della qualità della vita, evolvendo di conseguenza la cultura e la professionalità del tassista”. Oltre a due Leaf in comodato gratuito per un anno, l’accordo prevede l’installazione di una colonnina di ricarica rapida Nissan presso il centro HUB della Compagnia Taxi 3570 all’aeroporto di Fiumicino, in grado stando alla casa, di ricaricare i veicoli in meno di 30 minuti da zero all’80%. C’è anche la prima unità mobile di ricarica rapida Taxi in Italia: 100 Kw di energia da fonte rinnovabile a bordo di un Nissan NV400, in grado di ricaricare dal 30% all’80% in soli 15 minuti.
Nissan Leaf
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
31
15
25
25
70
VOTO MEDIO
2,5
2.46988
166
Aggiungi un commento
Ritratto di ilpongo
27 settembre 2014 - 10:35
5
Come spesso ho scritto ben venga ogni iniziativa volta a rendere le nostre città più "respirabili". Se darà buoni risultati e sarà scevra dai soliti intrallazzi e sprechi italiani spero possaessere espeortata anche in altre città. Nota stilistica: fotografare un'auto "verde" davanti ad un fumante cannone non mi sembra una bella pubblicità...
Ritratto di giovi11
27 settembre 2014 - 12:40
3
Ormai accade spesso
Ritratto di 19miki90
28 settembre 2014 - 18:26
2
Dopo due corse quando le batterie sono a terra, il tassista che fa dorme finché si ricarica? Non mi sembra una grande idea utilizzare questo tipo di vettura se fai tutti quei km ogni giorno...
Ritratto di osmica
29 settembre 2014 - 13:10
Basterebbe che nelle aree di sosta per taxi, dove aspettano i clienti, ci sarebbero le colonnine. ps: qual'e' l'autonomia della leaf e quanto km fai in un giorno un tassista?
Ritratto di 19miki90
1 ottobre 2014 - 01:59
2
Non so se basterebbe, visto che ci vogliono ore a caricarla e non stanno fermi troppo tempo (almeno spero per loro, altrimenti arrivare a fine mese diventa difficile), ma bisognerebbe fare i conti. Tuttavia queste colonnine non ci sono, o per lo meno non a sufficienza e non ovunque, per cui non penso proprio arrivino a fine turno senza una ricarica.
Ritratto di gilrabbit
28 settembre 2014 - 18:42
Diciamo subito che a Roma a causa delle politiche scellerate del sindaco Veltroni abbiamo un numero di taxi abnorme tanto che in molti hanno rinunciato alle licenze riconsegnandole. Ci sono ore in cui i taxisti stanno fermi anche un'ora e più ad attendere clienti che non arrivano (vedi piazza mazzini) per poi magari fare una corsa verso il centro da 8/10 euro. Inoltre il comune ha elimitato alcuni rimborsi coem quello della benzina quindi oggi il taxi lo tiene solo un disperato che oramai non saprebbe cosa altro fare. Detto questo le uniche corse produttive per i taxi sono quelle verso e da gli aeroporti con quella di Fiumicino al prezzo fisso di 48 euro il che significa che puoi prendere un cliente ai parioli e fare 50 km per andare in aeroporto. Li scarichi e ti rimetti in una fila mobile per prendere nuovi clienti che non sai dove porterai. Come si fa a farlo con una elettrica. Quindi solo chiacchiere e pubblicità aggratisse coem le macchiene che gli hanno regalato!! In compenso sono molti i taxisti romani che stanno acquistando le Prius e le altre ibride. Certo vanno viste le condizioni con le quali la Toyota le fornisce!!! Dimenticavo di dire che i taxi che vanno in aeroporto non ci vanno a 50 all'ora anzi..........!
Ritratto di osmica
29 settembre 2014 - 13:12
A Trieste per andare all'aeroporto, prendi la stessa cifra... pero' l'aeroporto dista in un altro comune (anche un'altra provincia) e quindi non puoi aspettare i clienti ma devi tornare nel tuo comune per il prox cliente.
Ritratto di roby-
28 settembre 2014 - 19:38
2
no ,ma qui davvero pensano che gli italiani siano tutti cretini, devono finirla di prenderci in giro,mangia soldi a tradimento.1 colonnina all' aereporto hahaha , ma per cortesia.sapete come caricano le altre mentre quest'ultima è occupata? con alcuni furgoni diesel iveco allestiti con generatori .no,dico, vi sembra una cosa intelligente? sindaco Marino pensi all'atac non alle auto elettriche. non siamo a Berlino o a Stoccolma parliamo di Roma dove le auto parcheggiano sotto il colosseo......
Ritratto di gilrabbit
29 settembre 2014 - 05:27
.....mentre stai fermo in carica perdi la fila perchè i taxi a Fiumicino si muovono in fila chiusi tra 2 marciapiedi e appena sali in cima carichi e riparti. Il sindaco Marino, votato a maggioranza da una esigua minoranza di elettori, ha in testa la bicicletta e altre amenità varie dimenticando che una città di miloni di abitanti che si estende su un raggio di oltre 50km non è fatta solo di Colosseo e Fori imperiali che stanno sul gozzo della sinistra cattocomunista da qualdo la buonanima ha avuto l'ardire di costruire la strada più bella di Roma sacrificando qualche rudere. Sempre il sindaco ha annunciato ed è già in atto l'aumento dei parcheggi blu ad 1,50 euro l'ora , eliminazione degli abbonamenti mensili e, notiziola che gira nei meandri del comune, l'interdizione a partire dai prossimi mesi delle 2 ruote dalle ztl. Se facesse questo credo che a Roma scoppierà la rivoluzione perchè dovrà spiegare agli 800 mila possessori di moto e scooter come fare per raggiungere i luoghi di lavoro vista la totale inesistenza e inefficenza dei mezzi pubblici tra l'altro lenti, cari e pieni di gentaglia puzzolente!!!!!
Ritratto di prinz
29 settembre 2014 - 10:01
ma xchè a roma lavora qlcuno oltre a fare shopping durante l orario di lavoro o pagando gli usceri a peso d oro?
Pagine