NEWS

Stellantis con LG per una gigafactory negli USA

Pubblicato 18 ottobre 2021

Entro il 2024 sarà costruita una fabbrica di batterie, che assicurerà una produzione annuale di 40 GWh.

Stellantis con LG per una gigafactory negli USA

OPERATIVA NEL 2024 - Durante l’EV Day della scorsa estate il gruppo automobilistico Stellantis ha fissato come obiettivo quello di investire 30 miliardi di euro entro il 2025 nell’elettrificazione e nello sviluppo software. Stellantis nelle scorse ore ha posato il primo tassello della sua strategia elettrica, firmando un memorandum d’intesa con la LG per la costruzione di una fabbrica di batterie negli Stati Uniti. L’accordo prevede l’entrata a regime nel 2024, per assicurare una produttività annuale fino a 40 GWh. La fabbrica, che produrrà accumulatori destinati a ibride plug-in e elettriche per gli stabilimenti di Stati Uniti, Canada e in Messico, aiuterà il gruppo automobilistico a raggiungere la quota del 40% di veicoli elettrificati negli Stati Uniti entro il 2030. La posa della “prima pietra” è prevista nel 2022.

OBIETTIVO EFFICIENZA - La nuova gigafactory dovrebbe anche aiutare Stellantis ad assicurare le dovute sinergie tra i diversi brand e a mantenere il 30% di efficienza rispetto alla media del settore nel rapporto tra la spesa totale di ricerca e sviluppo e il conto capitale rispetto ai ricavi (si tratta di un altro degli obiettivi che è stato fissato nell’EV Day).

TAVARES SODDISFATTO - Soddisfatto il ceo di Stellantis, Carlo Taveres, che ha dichiarato: “Con questa iniziativa abbiamo definito la prossima gigafactory del portfolio Stellantis che ci aiuterà a raggiungere, come minimo, un totale di 260 GWh di capacità entro il 2030. Desidero ringraziare calorosamente tutti coloro che hanno preso parte a questo progetto strategico. Insieme, guideremo l’industria con livelli di efficienza che saranno benchmark di riferimento per il settore, e offriremo veicoli elettrificati che emozioneranno”.





Aggiungi un commento
Ritratto di Miti
18 ottobre 2021 - 23:17
1
E io che stavo leggendo frettolosamente Italy ...
Ritratto di Oxygenerator
19 ottobre 2021 - 08:44
40% di veicoli elettrificati entro 8 anni ? Obiettivo molto ambizioso.
Ritratto di RubenC
19 ottobre 2021 - 10:28
1
Stai scherzando, vero? Che su questo forum non si sa mai.
Ritratto di Oxygenerator
19 ottobre 2021 - 13:52
:-))))))
Ritratto di Alvolantino
19 ottobre 2021 - 10:57
Boom! Addio alle vecchie caldaie termiche. L'unica strada sostenibile é questa!
Ritratto di Quello la
19 ottobre 2021 - 11:48
A me piace il diesel ma non vado in giro a dire che le elettriche sono brutte e cattive. Anzi, più scelta c'è meglio è. Invece chi è... ehm... green, pretende che anche gli altri lo diventino. Mah.
Ritratto di RubenC
19 ottobre 2021 - 12:03
1
E certo, Quello la. Io respiro l'inquinamento che tu fai anche se guido un'auto elettrica, e nella mia concezione se tu guidi un'auto a diesel danneggi anche me. Nella tua concezione invece non ti importa di quello che succede agli altri ed è quindi ovvio che ti sia indifferente quale alimentazione scelgano questi altri.
Ritratto di Quello la
19 ottobre 2021 - 14:01
Mi aspettavo una risposta del genere e... me l'aspettavo da te :-) Non è che a me non frega nulla, solo che sono dell'idea che le cose vadano fatte con gradualità. Pensa se dicessero (cosa vera, peraltro) che gli smartphone e i pc inquinano molto e che fra 3 anni si tornare alle cabine telefoniche (sai che un po' mi piacerebbe?) e alle macchine da scrivere. È un esempio, so che le elettriche sono come le endotermiche, anzi spesso meglio quanto a prestazioni, ma così, tanto per amore di discussione. PS Sei vegano? Non per farmi i fatti tuoi. ma temo quella sarà la prossima frontiera.
Ritratto di RubenC
19 ottobre 2021 - 14:39
1
Beh... Io comunque sono il primo a dire che non tutti possono prendere un'elettrica pura subito. Però: 1) possono molti più di quanto sembri; 2) chi può deve, a mio parere. Ah, e no, non sono vegano, tranquillo.
Ritratto di NITRO75
19 ottobre 2021 - 13:48
Cioè, capiamoci Musk viene a fare le gigafactory in Europa e noi europei le andiamo a fare in America?
Pagine