NEWS

I super guadagni dei numeri uno dell'auto

28 giugno 2010

Con oltre 14 milioni di euro guadagnati nell'ultimo anno fiscale, Alan Mulally della Ford, si conferma tra i manager più pagati al mondo con uno stipendio che supera la somma di quelli di Nissan, Honda e Toyota.

OLTRE UN MILIONE AL MESE - La somma degli stipendi dei tre presidenti della Nissan, della Toyota e della Honda è minore del compenso che il numero uno della Ford, Alan Mulally (nella foto), ha gudagnato nell'ultimo anno fiscale terminato a marzo 2010: 17,9 milioni di dollari (14,5 milioni di euro). È quanto riferisce il Detroit Free Press, secondo cui, Akyo Toyoda capo della Toyota, avrebbe incassato "solo" 892.000 euro nell'ultimo anno fiscale. Non è andata molto meglio al presidente della Honda, Takanobu Ito, che nello stesso periodo ha guadagnato 1 milione di euro. Decisamente meglio, ma pur sempre sotto il collega della Ford, lo stipendio di Carlos Ghosn, presidente del gruppo Renault-Nissan, che ha messo in tasca 8,1 milioni di euro.

HONDA E TOYOTA IN CADUTA - Il quotidiano di Detroit riporta dati resi noti dall'agenzia americana Bloomberg secondo la quale Toyoda e Ito hanno visto i loro compensi calare rovinosamente dopo i problemi finanziari che Toyota e Honda hanno dovuto affrontare nel recente passato. Il milione di euro circa dei due dirigenti giapponesi è niente  rispetto alla media da circa 9,7 milioni di chi ha ricoperto la loro carica negli "anni buoni". I primi 38 dirigenti della Toyota nell'ultimo anno fiscale hanno ricevuto in totale “solo” 4,8 milioni di euro (120.000 euro in media), un compenso più basso del 30% rispetto all'anno precedente.

PAGATI ANCHE CON LE AZIONI - Gli stipendi di dirigenti tanto importanti non si misurano solo con il denaro che arriva in busta paga. Secondo Bloomberg, ad esempio, Toyoda possiede circa 131 milioni di euro in azioni. Molto meno dei 294.000 euro di azioni Honda possedute da Ito. In questa speciale classifica vince sicuramente Carlos Ghosn che del gruppo Renault-Nissan possiede azioni per 25 milioni di euro.

E IN ITALIA? - Guardando ai manager italiani, a febbraio la Fiat ha reso pubblici i guadagni dei suoi "top manager": l'amministratore delegato, Sergio Marchionne, e l'ex presidente, Luca di Montezemolo, hanno guadagnato nel 2009 4,7 milioni e 5,1 milioni di euro. A John Elkann, attuale presidente, sono andati invece 631 mila euro. Tutte le cifre sono contenute nel bilancio 2009 della casa torinese.

Aggiungi un commento
Ritratto di alex26
28 giugno 2010 - 19:50
Se avessi anche "solo" un quarto del loro capitale, sarei a posto... eheheh
Ritratto di tomkranick
28 giugno 2010 - 21:02
C'è crisi, grande crisi.Ma allora i 14,5 milioni di euro di Mullay da dove saltano fuori???Non è stato pagato con le azioni!!!
Ritratto di money82
28 giugno 2010 - 21:17
1
quello che mi fa più rabbia è che producono auto mediocri...durano, niente da dire ma dopo 1 anno sono già "vecchie" per scricchiolii vari e rumorini...bha..
Ritratto di apm
29 giugno 2010 - 01:56
e alla faccia della crisi...
Ritratto di mix1977
29 giugno 2010 - 13:33
aiuti e contributi allo stato.... mi chiedo se servano poi a pagare i dirigenti..... (domanda scema lo so...)
Ritratto di salvospak
29 giugno 2010 - 15:07
Purtroppo ho contribuito anke io a fare arricchire a questo!XD
Ritratto di Tony9229
29 giugno 2010 - 23:34
...c'è gente che muore di fame, gente che lavorando in maniera onesta per tutta la vita, non riesce neanche a mettere da parte un quarto di quello che guadagnano loro...