NEWS

Tesla, 90 secondi per il “pieno”

26 giugno 2013

Presentato un nuovo sistema per sostituire le batterie dell'elettrica Model S in poco più di un minuto e mezzo.

Tesla, 90 secondi per il “pieno”
MODEL S BATTE AUDI A8 - Poco più di 90” per la Tesla Model S, oltre 3 minuti per l'Audi A8. Sono i tempi per fare il “pieno” andati in scena durante la presentazione della nuova tecnologia per la sostituzione delle batterie messa a punto da Tesla (vedi il video qui sotto). Si tratta di un sistema automatizzato che da fine anno dovrebbe debuttare in California con l'apertura di apposite aree di servizio, probabilmente adiacenti a quelle per la ricarica rapida (qui per saperne di più). Un accoppiamento che consentirebbe di scegliere se fare il rifornimento gratuito presso gli erogatori Supercharger in circa 20-30 minuti o se pagare l'equivalente di un pieno (circa 70 dollari) per cambiare gli accumulatori in 90” stando comodamente seduti in auto.
 
INCUBO BETTER PLACE - Se la soluzione concepita dall'amministratore delegato di Tesla Elon Musk permetterebbe di eliminare uno dei principali ostacoli alla diffusione delle vetture elettriche, i lunghi tempi di ricarica, il successo della nuova soluzione rimane tutta da verificare. Per la realizzazione della stazione di interscambio degli accumulatori, infatti, sarebbero necessari più di mezzo milione di dollari, fattore che non ne fa presupporre una capillare diffusione in tempi brevi. A consigliare prudenza è pure il recente fallimento dell'altro progetto per la sostituzione delle batterie, il Better Place (qui per saperne di più).

 

VIDEO
Tesla Model S
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
203
54
24
6
19
VOTO MEDIO
4,4
4.359475
306
Aggiungi un commento
Ritratto di blackflame
26 giugno 2013 - 17:00
1
Brava tesla.....economicamente non mi sembra però un super passo: fare il "pieno" costa quasi uguale, anche se in teoria è energia rinnovabile. Per me si dovrebbe lavorare molto di più sul recupero dell'energia in frenata, sviluppo di Kers e simili, tetto a pannelli ecc., secondo me in qualche maniera si riesce anche a raggiungere la completa autonomia nell'utilizzo della vettura. Non lo dico da sognatore, solo che per ora i prezzi risulterebbero ancor più inaccessibili delle auto elettriche ricaricabili...
Ritratto di plantini
26 giugno 2013 - 20:43
Perfetto...e ora puntate ai 1200 km di autonomia con una batteria carica...70 dollari sono pura follia...si lascia al distributore una battreia scarica da ricaricare e da dare al prossimo e così via...a prezzi modici. Io la vedo più semplice così.
Ritratto di osmica
26 giugno 2013 - 22:34
Allora basta che per le vettura a benzina si utilizza tutto il baule come un mega imbuto e ci si versa dentro l'intero barile.... ed in 2 secondi (comodamente seduto all'interno) ho il pieno.
Ritratto di querelle61
27 giugno 2013 - 10:13
specialmente in Italia, ecco che le auto elettriche potrebbero in un futuro diventare realmente convenienti. Senza contare le emissioni zero. Certo, ai prezzi attuali sono improponibili, e la Tesla in fin dei conti è solamente un costosissimo giocattolo ipertecnologico per pochi eletti. Però anche i primi "personal computer" anni '80 costavano una follia, e peggio ancora i cosiddetti "trasportabili". Ora, sono alla portata di tutti. Certo, sono passati 30 anni, e ce ne vorranno ancora anche per l'auto elettrica. Però l'idea di una rapida sostituzione delle batterie al posto della ricarica è sicuramente valida.
Ritratto di andvolante1
27 giugno 2013 - 16:05
il problema è che se fanno pagare 70 dollari ogni sostituzione e la sostituzione la devi fare ogni 400-500km o anche 1000 km il guadagno rispetto alle classiche auto non c'è ed anzi spenderesti molto di piu all'acquisto per avere un auto elettrica senza neanche poterli recuperare in seguito risparmiando sul carburante(va bene l'inquinamento ma la gente prima guarda il portafoglio). Cosi facendo le elettriche non prenderanno mai piede, la sostituzione delle batterie in 2-3 minuti è l'unica valida soluzione oggi xk annulla il problema dell'autonomia ridotta e della ricarica lenta (i 2 piu grossi ostacoli di queste auto) ma deve costare tanto come una ricarica normale alle colonnine altrimenti l'idea è morta ancor prima di partire
Ritratto di osmica
27 giugno 2013 - 23:10
Con il problema di come si pruduce l'elettricità... ps. il mio commento era ironico ;) Ben vengano nuove "innovazioni". Metto le virgolette perchè questa non mi pare una vera innovazione, ma un modo per poter rendere possibili le vetture elettriche anche per chi fa molti km e/o non ha un garage con la spina. Come dici tu, oggi siamo ancora molto lontani, ma come sempre, ci si arriva pian piano.
Ritratto di AyrtonTheMagic
27 giugno 2013 - 11:24
2
ho acquistato 2 samsung S2 identici. Il mio con più applicazioni scaricate e con i giochini che ogni tanto vengono usati da mio figlio. Quello di mia moglie con meno applicazioni e con i giochini da passatempo. Uso dei due componenti leggermente diverso. Risultato: la mia batteria caricata al 100% non dura un giorno, quella di mia moglie dura un giorno e mezzo. Quindi, arrivo dal distributore, pago 70 euro per una ricarica e mi becco una batteria usata da altri, con magari una resa differente... all'atto pratico quale differenza di prestazione posso riscontrare? Come faccio poi a capire se è un problema di batteria o della vettura, il momento che ho un autonomia bassa? boh
Ritratto di Porsche
27 giugno 2013 - 11:54
Quando avranno creato una rete capillare dovranno richiudere tutto perchè le industrie che lavorano sulle batterie avranno abbattuto i tempi di ricarica e renderanno il tutto senza senso. Magari la Tesla vuole anche soldi dei contribuenti USA no ? Non capisco proprio.
Ritratto di andvolante1
27 giugno 2013 - 15:57
non mi sembra un gran passo avanti anzi mi sembra un passo indietro, la soluzione di cambiare le batterie in toto è logica e ragionevole e non ci voleva la tesla per capire che ora come ora è la miglior soluzione, rapida e poco impegnativa da attuare. Il problema è che pagare 70 dollari (52 euro) ogni volta per cambiarle è un controsenso visto che vanno cambiate spesso, se devo spendere ogni volta 52 euro allora uso l'auto a carburante che spendo meno. Le batterie magari durano 300-400km a dir molto quindi spenderei 50 euro a ogni volta per cambiarle, il guadagno rispetto al carburante normale dove sta? caricarle in 20-30 min gratis non ha senso xk nessuno a tempo di stare 30 min dalla stazione di carica ad aspettare.
Ritratto di Porsche
27 giugno 2013 - 16:11
a te sembra normale cambiare le batterie mentre l'industria sta risolvendo il problema ? Senza considerare che ci vorranno tanti anni e tanti soldi per costruire il tutto. A me sembra una cosa molto strana. Tutta questa fretta ?
Pagine