NEWS

Torino non vuole più il Salone del Parco Valentino?

Pubblicato 11 luglio 2019

Indiscrezioni del quotidiano La Stampa parlano di una mozione contro la manifestazione da parte dell'ala più ambientalista della Giunta comunale.

Torino non vuole più il Salone del Parco Valentino?

SALONE ALL’APERTO - Giunto alla quinta edizione, il Salone di Torino Parco Valentino è una rassegna dedicata al mondo dei motori apprezzata dal pubblico in quanto coniuga l’esposizione di nuovi modelli, i raduni e lo spettacolo di Formula 1 e supercar. Il tutto all’aperto, nel cortile del Castello del Valentino e fra i viali del Parco (qui nei primi Anni 50 hanno corso anche le Formula 1). Il Salone rischia però di cambiare città, stando a quanto scrive il quotidiano La Stampa, a causa di “disagi logistici e amministrativi” lamentati da Andrea Levy, che di Parco Valentino è il presidente, nel corso di un incontro avvenuto martedì con Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte. Cirio si sarebbe impegnato a far sì che la rassegna non cambi città, trasferendosi come si “mormora” a Milano o Monza.

IL PARTITO SI DIVIDE - Sempre secondo La Stampa, all’origine di questi malumori ci sarebbe una mozione preparata da nove consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, che vogliono chiedere alla sindaca Chiara Appendino di allontanare in modo “progressivo ma definitivo” tutte le manifestazioni fieristiche dal Parco del Valentino. Fra queste c’è anche il Salone, che per cinque giorni l’anno porta stand e postazioni fra i viali del Parco, oltre ad un pubblico di centinaia di migliaia di persone. La mozione arriverebbe dall’ala più ambientalista del Movimento 5 Stelle, e potrebbe portare ad una spaccatura nel partito: il vicesindaco Giulio Montanari si è sempre detto contrario alla rassegna, mentre la sindaca Appendino, come scrive La Repubblica, intende votare contro la mozione.

Aggionamento delle ore 20 - La notizia è stata ufficializzata (qui per saperne di più).



Aggiungi un commento
Ritratto di Luke_66
11 luglio 2019 - 16:07
4
ma si, niente olimpiadi, niente TAV, niente saloni, torniamo a vivere nella jungla, emigriamo in Africa, li si che si sta bene!!! chissa perche' loro vengono qui pero'!
Ritratto di NeroneLanzi
11 luglio 2019 - 16:10
Mi sembra giusto. Quando crei un format che funziona e che viene copiato anche da Parigi, che attira persone e interesse in un momento in cui le case disertano i saloni, quale migliore strategia di allontanarlo? In effetti un evento vivo e partecipato al Parco del Valentino stona, dopo che hanno lavorato intensamente per 3 anni per riuscire a sopprimere il posto e rigettarlo nell’abbandono, senza più un locale aperto. Io anzi per sicurezza vieterei alla gente di uscire di casa il sabato, la domenica e fuori dagli orari lavorativi, così si evita qualsiasi tipo di problema.
Ritratto di Robx58
11 luglio 2019 - 16:15
12
Mah... tra ambientalisti, sinistri, e gente talmente presa dal ruolo affidatogli, si rischia di rimanere "soli", il mondo non aspetta, chi si ferma è perduto, sono gli slogan che sono sempre in auge da molti lustri, il Piemonte si sta allontanando?
Ritratto di DavideK
11 luglio 2019 - 17:11
Gli ecologisti anti auto sono il cancro della società moderna.
Ritratto di NITRO75
11 luglio 2019 - 17:57
Ma sti ambientalisti cominciamo a mandarli a dare via l'organo? Ma che fastidio dà? Già il Lingotto lo hanno devastato e tolto il salone, adesso nemmeno più al parco Valentino. INSOMMA TORINESI, INSORGIAMO!!!!!
Ritratto di Fr4ncesco
11 luglio 2019 - 18:56
2
Gli ambientalisti sono della peggiore specie, d'altronde ciò che finisce in 'ismo" rappresenta la frangia più estrema e gli estremismi non sono mai positivi (vedi comunismo, nazismo, femminismo). Vediamola diversamente. Cosa succederebbe se si insorgesse contro gli alberi, i fiori, i parchi? Inventarei un partito "inquinantista" solo per trollarli.
Ritratto di NeroneLanzi
11 luglio 2019 - 19:23
Arrivato il comunicato ufficiale che conferma: il salone lascia
Ritratto di Gordo88
12 luglio 2019 - 00:34
Niente una città storica per l auto in italia come Torino che vede lasciarsi sfuggire l occasione di ospitare nuovamente un salone che anno dopo anno è sempre più un successo. Così passa a Milano che di eventi ne ha già a bizzeffe. Vabbe un motivo in più per me che sono cesenate di visitarlo ora che é a 3 ore di macchina però se fossi torinese mi incacchierei a bestia!!
Ritratto di DavideK
12 luglio 2019 - 01:55
Torino ha fatto la storia dell'auto italiana, ma l'ideologia di parte di chi vi abita ha distrutto tutto in varie tranche.
Ritratto di GhighenGt
12 luglio 2019 - 16:58
Perchè il negazionismo dei 5 stelle è tutto concentrato a Torino ? Ogni iniziativa che nasce spontaneamente a Torino deve essere bloccata dai grillini. 5 stelle e grillini ci avete rotto il ca@@o! E' questo che avete scritto nel vostro contratto con la lega: togliete a Torino e date a Milano? Ma andate a fare in c§§o tutti quanti!
Pagine