NEWS

Volkswagen: allo studio fari sempre più intelligenti

18 ottobre 2018

I fari delle automobili diventeranno sempre più elemento attivo di sicurezza perché possono comunicare informazioni utili.

Volkswagen: allo studio fari sempre più intelligenti

VEDONO... E PROVVEDONO - Sono lontani i tempi in cui i fari delle automobili erano composti da una semplice lampadina e una parabola riflettente in grado di ampliare il fascio luminoso. Oggi su molte vetture sono presenti fari a led, dove diodi luminosi possono creare un fascio molto più profondo, intenso e facile da indirizzare rispetto alla lampadine. La Volkswagen è convinta che questa tecnologia abbia ancora grandi margini di sviluppo e nel 2014 ha inaugurato perciò una nuova area di nella fabbrica di Wolfsburg, in Germania, dove si trova un tunnel lungo cento metri e largo quindici dove i tecnici posso effettuare test in condizioni simili a quelle stradali regolando l'illuminazione ambientale. Qui inoltre è possibile capire come pedoni e altri guidatori reagiscono ai nuovi sistemi luminosi (guarda il video qui sotto).

INGOMBRI CHIARI - In questo centro prove la Volkswagen sta mettendo a punto nuove funzionalità per fari e fanali a led, che saranno in grado di “parlare” al guidatore e aiutarlo quando deve effettuare manovre complesse. Un esemplare di prova della Volkswagen Touareg è dotato ad esempio di fari anteriori ad alta definizione a led con migliaia di minuscoli punti luce, che un software gestisce in maniera intelligente per orientare il fascio luminoso: i fari possono illuminare la strada e allo stesso tempo creare due linee sull'asfalto per indicare al guidatore quanto è larga l'auto. Questa funzione, chiamata Optical Lane Assist, è utile a chi traina un rimorchio e deve affrontare un passaggio stretto di notte (o in presenza di lavori in corso). Il sistema Optical Lane Assist funziona anche in curva.

I CARTELLI NEI FANALI - La casa tedesca è al lavoro inoltre per aggiungere un sistema di tipo matrix nei fanali posteriori, che saranno in grado di spegnere ciascun led per svolgere diverse funzioni: in questo modo si potrà ad esempio far comparire un segnale di pericolo all'interno dei fanali quando si è appena verificato un incidente. Il sistema matrix è già stato implementato da tempo nei fari anteriori, dovei singoli led si spengono selettivamente per non abbagliare ad esempio chi guida in senso contrario. Con la funzione Optical Park Assist, invece, i fanali indicano sull'asfalto l'area di parcheggio, aiutando il guidatore nelle “retro” più difficili.

PENSANDO ALLA GUIDA AUTONOMA… - Specifiche luci a led permetteranno anche di far comunicare le auto a guida autonoma con l’esterno, magari per segnalare un pericolo con diodi luminosi abbinati a estese bande in fibra ottica in posizione ben visibile. I test sono in corso… Un veicolo di prova su base Tiguan (foto qui sopra) viene utilizzato anche per verificare l’efficacia di schermi sul frontale e nelle fiancate: servono a segnalare ai pedoni la possibilità di attraversare la strada. L’esigenza nasce dal fatto che nelle auto a guida autonoma non c’è un guidatore con cui il pedone può incrociare lo sguardo per capire di essere stato visto. Un analogo schermo nella zona posteriore può, per esempio, segnalare una coda, un po’ come fanno oggi i pannelli a messaggio variabile sulle autostrade. I tecnici stanno mettendo a punto un linguaggio di simboli comprensibili in tutto il mondo, ma ci vorrà una decina di anni per vederli su strada.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
18 ottobre 2018 - 18:52
Quelli posteriori sono una fesseria, non dovrebbero essere omologabili, perché i segnali luminosi devono essere inequivoci e immediatamente comprensibili, già le frecce che si illuminano non più ad intermittenza ma lateralmente, tipico delle Audi, sono fastidiose. Il segnale universale di panne sono le 4 frecce, basta vedere un'auto con le 4 frecce accese per attirare l'attenzione. Molto meglio che 2 mini triangoli nei fanali.
Ritratto di marcoveneto
19 ottobre 2018 - 15:27
Eppure tante case stanno prendendo spunto dalle frecce che scorrono (vedi Lexus, Toyota e Peugeot). E Io credo siano ben visibili come le altre tradizionali.
Ritratto di Rendi
21 ottobre 2018 - 08:33
Sono completamente d'accordo (anche se non ci ascolteranno...) con Fr4ncesco. Siamo bombardati ogni giorno da milioni di segnali molte volte inutili e dei fanali posteriori che cominciano a scrivere messaggi non fanno che aumentare la confusione. Anche la freccia delle nuove Audi non sono immediate nella comprensione ma danno un attimo di elaborazione del cervello quell attimo che potrebbe essere fondamentale per evitare qualche incidente (chi fa tanta strada ogni giorno lo puo' capire...)
Ritratto di Challenger RT
23 ottobre 2018 - 02:51
Anch'io sono d'accordo sul fatto che non si possono inserire troppe informazioni in dei dispositivi a lettura immediata come i fari posteriori di un autoveicolo. Si rischia solo di creare maggior distrazione e di allungare pericolosamente i tempi di reazione di chi sta dietro. Per quanto riguarda le frecce sequenziali ho spiegato, in una mia risposta ad un altro commento a questo articolo, che effettivamente l'utilizzo dei led in questo caso forse non è il più azzeccato. Preferisco le sequenziali originali americane, non a led e tutte rosse, che distraggono meno forse perché più riposanti non avendo quell'effetto di lampo negli occhi.
Ritratto di Claus90
18 ottobre 2018 - 19:11
Lo studio dei fari è interessante, si parla di dispositivi che possono salvare la vita e migliorare la guida sicuramente, con la tecnologia odierna fanno che scena ed Audi ha fatto il suo marchio di fabbrica da sempre.
Ritratto di napolmen4
18 ottobre 2018 - 20:04
Esistono già dispositivi post aggiuntivi al lunotto!! Nei fari e' una stupidata...
Ritratto di Roomy79
18 ottobre 2018 - 21:23
1
E poi mi chiedo...gianle auto costano fra acquisto, spese di gestione e manutenzione uno sproposito, fino a ieri bruciavi una lampadina e con 10-20 € (perché gia oggi a volte per cambiare ci vuole il meccanico) sistemavi la cosa. Ma questi se danno un problema o li danneggi in una toccata quanto costano? Stiamo perdendo il contatto con la vita reale secondi me. Un mio collega per un faro full led audi A4 normalmente bruciato senza incidenti o toccate fuori garanzia si e sentito sparare 800 €, ma e possibile?
Ritratto di Santhiago
19 ottobre 2018 - 11:31
Non potrei essere più d'accordo
Ritratto di Blueyes
19 ottobre 2018 - 14:49
Totalmente d'accordo con te. Di solito si leggono solo idiozie su questo sito, finalmente un commento intelligente.
Ritratto di Roomy79
19 ottobre 2018 - 15:26
1
Ormai se compri un auto con l’intenzione di tenerla 8-10 anni (io faccio cosi), piu che del prezzo di acquisto ti devi preoccupare del prezzo dei ricambi. Molti pisciano lungo con tedesche e suv presi con 70-80 rate solo per apparire e poi non hanno.i soldi per le gomme o per la manutenzione. Che ignoranza
Pagine