Pubblicato il 28 febbraio 2011

Listino prezzi Abarth Grande Punto non disponibile

Qualità prezzo
5
Dotazione
3
Posizione di guida
3
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
4
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.0833333333333
Perché l'ho comprata o provata
Comprare una Abarth nera, per di piu`senza le classiche strisce laterali, e` un po’ come comprare una Ferrari gialla (prezzo a parte, s’intende). Questo colore, non essendo quello classico della Casa, dona alla macchina un’aria alternativa, quasi esclusiva oserei dire, ed in questo caso secondo me anche piu` aggressiva. Colore a parte, le cose da dire su questa Abarthona sono molte. La GrandePunto Abarth (GPA per gli appassionati), sebbene come e` noto, abbia meno cavalli della Golf GTI, della Clio RS ecc., e` una hot hatch alimentata a cattiveria: le prime tre marce catapultano la Abarth da zero a cento in meno di 8 secondi (testati personalmente). Qui si` che siamo -quasi- in territorio GTI, avendo pero` a disposizione “solo” 160 cv. A prima vista, la Abarth puo` sembrare una Punto Sport qualsiasi. A guardar meglio, risaltano i bellissimi stemmi dello Scorpione (ne ho contati ben 12 qua e la` per l’auto), i cerchi simil-cromati che richiamano chele di scorpione stilizzate, le pinze Brembo rosse sviluppate appositamente per quest’auto, l’estrattore posteriore che lavora perfettamente in simbiosi con lo spoiler, le minigonne in plastica nera, i passaruota allargati e il doppio scarico cromato. Insomma, fa la sua bella figura per strada. Questi accorgimenti estetici di soft tuning, infatti, oltre a sottolineare il carattere giovane e sportivo della GPA, richiamano direttamente lo stile classico della casa che grazie a Carlo Abarth ha realizzato preparazioni sportive per oltre cinquant’anni e che ha rivisto la luce nel 2007. L'ho comprata perche` volevo un hot hatch ITALIANA con un buon rapporto prezzo/prestazioni e con almeno 150cv.
Gli interni
Dando uno sguardo all’interno, il design e` semplice ma molto racing. Spiccano di nuovo i numerosi loghi della Abarth con tanto di bandierine italiane (adoro questo patriottismo!), il volante piu` sportivo di quella della Punto by Fiat, le cuciture rosse in contrasto su cambio e volante e la scritta Abarth che appare sul cruscotto non appena si apre la portiera, cruscotto che e` molto completo e bello da vedere, segnalando anche la pressione del turbo digitalmente. Piccola nota di disappunto e` la scarsa qualita` delle plastiche che la Fiat e` solita usare soprattutto nella parte bassa della plancia, come ad esempio la levetta per aprire il cofano che funziona solo quando le pare. Male! Designers della Fiat: non perdetevi in un bicchier d’acqua dai! Tuttavia, abbiamo dei sedili in stoffa e alcantara con poggiatesta integrato (e logo, ovviamente) in stile Alfa Brera davvero belli. In piu` sono anche comodi nei lunghi viaggi, e questo ci piace! Il tema del cruscotto e della plancia centrale richiama una bandiera a scacchi, mentre la plastica riprende il colore esterno della macchina. Molto bella anche la pedaliera in alluminio abbinata ai battitacchi, ovviamente (indovinate un po?!?), con il logo Abarth. Inoltre, l’ampio tetto Skydome illumina piacevolmente l’abitacolo anche per i passeggeri dei sedili posteriori, mentre non ci si puo` lamentare di un generoso bagagliaio da 275 litri. A completare l’insieme, la sicurezza gioca un punto a suo favore: 5 stelle all’Euro NCAP e ben 7 airbag.
Alla guida
Ma vediamo com’e` la guida una volta al volante di questa GPA. Appena la si accende, si puo` apprezzare l’entusiasmante borbottio del motore, che sembra quello di una piccola auto da rally. In realta`, in citta` si guida come una qualsiasi utilitaria, ma la fluidita` del cambio diventa un tantino scomoda nella guida sportiva, essendo la leva e la corsa abbastanza lunghe. Buona l’elasticita` delle marce. Tirando, si possono raggiungere gli 80/90 km/h in seconda, ma si puo` anche viaggiare tranquillamente in sesta alla stessa velocita`. Oltre i 130, pero`, si inizia a sentire il rumore dell’impatto con l’aria che puo` diventare un po’ fastidioso. L’assetto rigido e sportivo non ti distrugge le ossa nelle buche. Cio` avviene proprio perche` e` stato messo a punto anche per una guida quotidiana e, difatti, al limite si percepisce un po’ di rollio in appoggio sulle ruote esterne, ma niente di drammatico. Acceleratore e freno ragionevolmente vicini rendono il punta-tacco alla portata di tutti. Poi pero` si nota un vistoso tasto al centro della plancia, “sport boost” (mi sarei aspettato di trovare un tasto “eco” o “city”, considerando che e` stata concepita gia` per una modalita` sportiva). E la prima cosa che viene in mente e`: “che faccio lo premo?” Ma certo che si! Senza girarci molto intorno, in modalita` sport la GPA e` completamente un’altra auto. Da semplice utilitaria, a hot hatch mangia-asfalto. Eccellente! Eccone i motivi: in primo luogo, si resta colpiti dalla prontezza dello sterzo e dell’acceleratore. Sono molto piu` pronti e reattivi. Di conseguenza, il volante si indurisce e la brutalita` con cui si scarica la potenza a terra fa sembrare che la Punto abbia almeno 200 “puledri” sotto il cofano, anche se non e` cosi`. Questo perche` vengono modificati alcuni parametri del motore che fanno arrivare il 1.4 t-jet a ben 230 nm di coppia e permette una velocita` di 220 km/h. Davvero niente male. Il feeling con la strada viene trasmesso al pilota in modo impeccabile, quasi come su un’auto da rally, e percepisci subito che quest’auto ti sta stuzzicando, ti vuole indurre ad andare forte, perche` e` con una guida estremamente sportiva che da` il meglio di se`. Inutile dire che il 100% del divertimento lo si trova nello sfruttamento al limite delle prime tre marce (specialmente su strade di montagna), trasmettendo le emozioni che ci si aspetta da una Abarth. Inoltre, il rombo diventa piu` profondo e -come dichiara la Abarth- “i consumi aumentano sensibilmente”. Non e` vero: i consumi raddoppiano! In questa modalita` si rimane tra gli 8 e i 4 km/l ogni volta che si tocca l’acceleratore. E` consigliabile non disattivare l’ASR, perche` con tutta quella ripresa le ruote pattinerebbero ogni cambio di marcia fino alla terza. L’ESP invece non si puo` disinserire, ma credo sia giusto cosi`, anche perche` agisce puntualmente ma senza mai essere troppo invadente. I freni da 305mm all’anteriore, sempre prontissimi, reagiscono molto bene alla massa della vettura quasi senza ombra di fading da surriscaldamento e l’aderenza di queste Pirelli PZero Nero 215/45 R17” e` molto generosa, tanto che si ha l’impressione di guidare un grosso go-kart. Ma, come si suol dire, non e` oro tutto quello che brilla. Per quanto riguarda i piccolo difetti che ho riscontrato, a parte qualche plastica interna cui ho gia` accennato, il primo e` senza dubbio il consumo di benzina. Nonostante i 14,5 km/l ufficiali, la GPA “beve” molto di piu`. I consumi da me rilevati nella guida day-by-day sono: 12,5 km/l in autostrada, 7 km/l in citta` e 9-10 km/l su strade di campagna/montagna. Altra nota negativa: spesso mi sento dire: “la Punto Abarth? Ma no dai e` troppo tamarra!”. No, cari, non lo e`. Specialmente tra le hot hatch odierne, c’e` una linea sottile tra sportivita` e “tamarraggine” e non credo proprio che la Abarth l’abbia superata divagando nel volgare. E` un piccola sportiva tutto pepe, giovane e brillante. Non la voglio elogiare come se fosse una Audi TTS, perche` chiaramente non lo e`, ma posso assicurare che non appena ci si prende confidenza si dimenticano i suoi piccoli difetti. Per non parlare dell’ottimo rapporto qualita`/prezzo/prestazioni piu` unico che raro.
La comprerei o ricomprerei?
La GrandePunto Abarth offre tutto questo intorno ai 22 mila euro. Tuttavia e` ormai fuori produzione da qualche mese. Con 10/12 mila euro se ne trovano usate con pochi chilometri, ma, se la si vuole nuova, adesso si deve puntare sulla EVO, con 10 cavalli in piu` e qualche modifica estetica che la rende piu` muscolosa per giustificarne il facelift. Ad esempio i loghi laterali sono piu` in basso, l’estrattore e’ piu` pronunciato e adesso il nuovo paraurti posteriore incorpora prese d’aria. Manca solo lo scorpioncino sulla plancia lato passeggero a cui sono tanto affezionato.La ricomprerei senza pensarci mezza volta.
Abarth Grande Punto 1.4 16V T-Jet
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
0
1
0
0
VOTO MEDIO
4,5
4.5
4
Aggiungi un commento
Ritratto di lollo76
8 marzo 2011 - 18:58
1
E` consigliabile non disattivare l’ASR, perche` con tutta quella ripresa le ruote pattinerebbero ogni cambio di marcia fino alla terza. . ma va.....pattinamento fino in terza?!?!?...QUESTE COSE LE FACEVA LA UNO TURBO E LA PUNTO GT!!!! che pesavano meno di 900kg non come questa che ne pesa quasi 1200kg! . per carita' e una bella macchina anche io sono possessore fiat.... . SU INTERNET CI SONO MOLTI PARERI DISCORDANTI SU QUESTA MACCHINA MOLTI DICONO CHE' MOLTO L'ENTA ALTRI NO....... . POI NON PUOI FARE IL PARAGONE CON LA GOLF GTI CHE HA UN 2000CC turbo SOTTO IL COFANO.......non la vedi nemmeno..... . ultima cosa quanti km fara' questo piccolo 1.4 cosi pompato 200.000 ma......?!?!? . CMQ BELLA MACCHINA DI UN'ANNO O 2 LA TROVI ALLA META..... ma con 20000km l'anno non era meglio diesel?????? . P.S UN CONSIGLIO RIMAPPA LA CENTRALINA E METTI UN BEL FILTRO SPORTIVO CON 3\400 EURO LA PORTI A MINIMO 180CV E LA SI CHE E' TUTTA UN'ALTRA STORIA.....
Ritratto di lljfla
8 marzo 2011 - 20:59
Togli l'asr metti il tasto sport e poi dimmi se le ruote non pattinano :-) ps ho detto QUASI gti...ciao!
Ritratto di lljfla
8 marzo 2011 - 21:12
Pps se volevo un'auto a diesel la prendevo a diesel grazie del consiglio ma non ti preoccupare se ho preso l'abarth non mi interessa risparmiare sulla benzina.
Ritratto di fogliato giancarlo
27 marzo 2011 - 21:17
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di fogliato giancarlo
27 marzo 2011 - 21:17
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di fogliato giancarlo
27 marzo 2011 - 21:17
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di fogliato giancarlo
27 marzo 2011 - 21:17
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Motorsport
30 novembre 2012 - 03:58
.
Ritratto di Claus90
8 marzo 2011 - 19:04
comunque la grande punto abarth è di gran lunga più bella della evo abarth però un' abarth deve essere grigio campovolo secondo me l'unico colore esclusivo del gruppo fiat perchè viene prodotto solo per l'abarth poi 160 cv comunque fanno divertire.
Ritratto di carloleader
8 marzo 2011 - 21:35
Per l'acquisto e per la prova.La Gpa è davvero una bella macchina... Sono molto d'accordo con te sul fatto che venga considerata un auto tamarra....purtroppo questa gente non sa nemmeno cosa significhi essere tamarri, perché non capiscono la differenza tra auto tamarra e auto sportiva (la Gpa sembra un auto da rally, specialmente ss)... Un paio di settimane fa sono andato ad un rally, e la Punto evo Abarth faceva l'apripista per la tappa, e devo dire che si camuffava molto bene alle auto del gruppo N
Pagine
listino
Le Abarth
  • Abarth 500
    Abarth 500
    da € 20.250 a € 30.350
  • Abarth 124 Spider
    Abarth 124 Spider
    da € 36.000 a € 44.500
  • Abarth 500C
    Abarth 500C
    da € 22.750 a € 32.350

LE ABARTH PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE ABARTH

  • La casa dello Scorpione ha presentato a Palermo, in occasione della Targa Florio Storica le nuove versioni 2019 del suo modello. Qui per saperne di più.

  • Le novità estetiche per la nuova Abarth 595 non sono eclatanti. E anche i motori hanno guadagnato giusto qualche cavallo. Ma questa Gran Turismo in miniatura resta tra le auto più divertenti.

  • In pista è un bolide, specie col cambio a innesti frontali. Ma può anche circolare in città. Ecco la 695 Biposto, la più corsaiola tra le Abarth: velocissima e divertente, quanto costosa.