PRIMO CONTATTO

BMW Serie 7: offre un gran comfort, ma lesina sugli optional

La Serie 7 si aggiorna, guadagnando motori più puliti e potenti: il sei cilindri a gasolio da 313 CV convince per il tiro e la fluidità. Poche le novità alla carrozzeria, da tradizionale “berlinona”. Bene lo spazio e la cura dei dettagli di questa BMW, mentre la dotazione non è così completa come il prezzo lascerebbe pensare.

25 ottobre 2012
  • Prezzo (al momento del test)

    € 98.900
  • Consumo medio

    17,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    149 grammi/km
  • Euro

    Euro 5
BMW Serie 7
BMW Serie 7 740d Futura
Fuori cambia poco

A quattro anni dal debutto, la grande BMW si aggiorna, anche se lo dà poco a vedere. La Serie 7, in consegna in questi giorni, è stata oggetto di pochi cambiamenti visibili: gli indicatori di direzione ora sono negli specchietti, i paraurti hanno una forma leggermente diversa e la mascherina si è fatta più grande e con i listelli più distanti l’uno dall’altro. Scegliendo i nuovi fari adattivi a led (2.550 euro), cambia poi anche il disegno interno delle luci anteriori: il tradizionale “doppio anello” di luce si fa più schiacciato in alto e in basso. Anche nell'abitacolo gli interventi non hanno stravolto la Serie 7: ci sono un nuovo cruscotto, un navigatore aggiornato e rivestimenti inediti. Le vere novità, però, sono sottopelle: il velocissimo e vellutato cambio automatico a 8 rapporti diventa di serie per tutte le versioni (finora era solo sulle BMW 760i,  740d xDrive e ActiveHybrid 7), mentre i motori guadagnano una manciata di cavalli e, secondo la casa, consumano meno. La versione ibrida ActiveHybrid 7, inoltre, adesso usa una tecnologia radicalmente differente e può marciare anche col solo motore elettrico (per circa 4 km), mentre sul fronte dei diesel debutta il triturbo da 381 cavalli (sulla 750d). Infine, la casa ha lavorato di cesello per aumentare il comfort di marcia, specie sul fronte dell'insonorizzazione.

Comoda ma non enorme

Come è lecito aspettarsi da un'auto da centomila euro, l'abitacolo è curato nei dettagli. Ma le linee un po' austere della plancia sono rimaste molto (troppo?) simili a quelle di modelli, meno costosi, della stessa casa. Con i suoi 508 centimetri di lunghezza, la BMW Serie 7 è una vettura imponente e capace di offrire tanto comfort ai passeggeri. Non si pensi, però, di poter viaggiare quasi come sul divano di casa (per quello c'è la versione “L”, con carrozzeria allungata di 14 cm e offerta unicamente con i motori a benzina e con il 3.0 diesel da 245 cavalli): lo spazio a bordo è tanto, ma non molto più di quanto offerto da vetture meno lunghe. Quattro persone, specie se di alta statura, non riescono infatti a viaggiare con le le gambe distese e la plancia davanti al passeggero anteriore è prominente. Davvero scomodo, inoltre, il posto centrale del divano: la seduta è rialzata (i più alti toccano il soffitto con la testa), ci si siede praticamente sugli attacchi delle cinture di sicurezza e si deve viaggiare a gambe divaricate, a causa del tunnel sul pavimento (alto 22 centimetri e largo altrettanto). In compenso, i sedili multifunzione elettrici (di serie) hanno ampie regolazioni e, con 3.230 euro, è possibile estendere le loro stesse registrazioni anche ai posti posteriori.

Comanda la rotella

A vettura ferma, al posto di guida, ci si trova a fissare un cruscotto vuoto e nero: le tradizionali lancette sono state sostituite da un unico schermo a colori di 10,25 pollici, che si “anima” solo a motore avviato. Ciò permette di variare le informazioni fornite al guidatore a seconda delle condizioni di guida e delle impostazioni selezionate. Lo schermo centrale, invece, mostra non solo le indicazioni del navigatore (di serie), della radio e del “clima”, ma anche il meteo o le ultime notizie o indirizzi utili nella zona. Per queste ultime funzionalità, però, ogni 12 mesi scatta un abbonamento annuale di 252 euro, che comprende anche le chiamate di emergenza in caso di incidente per l'invio dei soccorsi. Tutto il sistema è comandato da una rotella sul tunnel centrale, non molto intuitiva, invece che a voce o mediante uno schermo sensibile al tocco.

Sei cilindri tonici

Le sorprese più piacevoli, comunque, arrivano una volta avviato il 3 litri a gasolio da 313 cavalli. Se da fuori si capisce che è un diesel, dentro si stenta ad avvertirne il suono e le vibrazioni: anche a motore freddo, si potrebbe pensare di essere alla guida di un’auto a benzina. Affondando invece il piede sul pedale destro, a dispetto delle quasi due tonnellate da muovere, il 6 cilindri spinge senza fatica e con molto vigore la vettura, sfoderando anche un non sgradevole suono rauco. I soli 5,5 secondi dichiarati per passare da 0 a 100 km/h e la velocità massima (autolimitata) di 250 km/h sembrano alla portata della BMW 740d. Ben “accordato” al motore, il cambio automatico a otto marce è rapidissimo nell'inserire le marce ma anche molto dolce. Inoltre, la sua taratura permette di trovarsi sempre con la marcia giusta inserita: si possono risparmiare i 350 euro richiesti per le “palette” al volante. Promosse a pieni voti anche le sospensioni a regolazione elettronica: pur non facendo mai coricare troppo l'auto di lato, riescono ad assorbire molto bene le imperfezioni della strada. E ciò, non solo selezionando le funzioni Comfort o Comfort+ (che tarano cambio, motore e sospensioni per favorire la comodità di marcia) ma anche la Sport+ (pensata per “allentare le briglie” all'elettronica e rendere più reattiva l'auto, il tutto sottolineato dal cruscotto che diventa nero e rosso e dà informazioni anche in formato digitale anziché con lancette simulate).

Non fa entrare un fruscio

Ovviamente, fra le curve e a velocità sostenute la mole della vettura si fa sentire ma, grazie anche allo sterzo integrale (agisce anche sulle ruote posteriori), la Serie 7 non è un “barcone” ingovernabile. Difficile, invece, credere ai consumi “ufficiali”, che parlano di 17,5 km/l di media: anche in modalità Eco Pro (che non solo interviene su elettronica, cambio e “clima” per consumare meno ma, in alcuni momenti disaccoppia motore e cambio per far marciare l'auto sull’abbrivio, oltre a dare consigli per ridurre i consumi), nella nostra prima presa di contatto sulle colline umbre siamo sempre rimasti attorno ai 10 km/l di media. In città, le dimensioni possono creare qualche imbarazzo (per 460 euro c'è la telecamera di retromarcia, mentre quelle perimetrali ne costano 800), ma in autostrada la BMW 740d trova il suo ambiente ideale. Anche a velocità sostenute, infatti, l'abitacolo rimane molto ben isolato dai rumori esterni e si possono macinare chilometri senza affaticarsi. Davvero numerosi, infine, gli aiuti elettronici alla guida, anche se quelli di serie non sono molti: se è comprensibile pagare il visore notturno (2.270 euro) o il sistema che proietta i dati sul parabrezza (1.420 euro), non si capisce comel'indicatore di presenza di veicolo nell'angolo cieco o l'avvisatore di superamento involontario della carreggiata con sistema anticollisione non siano di serie (si pagano rispettivamente 710 e 700 euro).

Secondo noi

PREGI
> Comfort. A dispetto dei pneumatici a spalla bassa, buche e dossi vengono “lisciati” con efficacia (anche nella posizione Sport+). Davvero riuscita l'insonorizzazione: a bordo non entra un sibilo.
> Motore. Il sei cilindri, ben supportato dal cambio automatico rapido e vellutato, ha un tiro molto robusto, anche ai bassissimi regimi. Inoltre, ha una voce non sgradevole quando si accelera a fondo.

DIFETTI
> Dotazione. Centomila euro di auto e si devono pagare non solo la telecamera di retromarcia (460 euro) o i comandi del cambio al volante (350 euro), ma anche accessori utili alla sicurezza come l'indicatore di presenza di veicolo nell'angolo cieco (710 euro) e l'avvisatore di superamento involontario della carreggiata con sistema anticollisione (altri 700).
> Intuitività. Lo schermo centrale è prodigo di informazioni, ma i menù non sono sempre intuitivi. Inoltre, tutto è comandato da una poco pratica “rotella” e da tasti.

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2.993
No cilindri e disposizione 6
Potenza massima kW (CV)/giri 230 (313)/4400
Coppia max Nm/giri 630/1500-2500
Emissione di CO2 grammi/km 149
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 8 (automatico sequenziale) + retromarcia
Trazione Posteriore
Freni anteriori Dischi autoventilanti
Freni posteriori Dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 508/190/147
Passo cm 307
Peso in ordine di marcia kg 1865
Capacità bagagliaio litri 500
Pneumatici (di serie) 245/45-275/40 R19
 
Versione Prezzo Alim cm3 CV/kW km/h 0-100 km/l CO2
740i Eletta 88.900 benzina 2.979 320/235 250 5,7 12,7 184
740i Futura 97.000 benzina 2.979 320/235 250 5,7 12,7 184
740i Eccelsa 104.750 benzina 2.979 320/235 250 5,7 12,7 184
740Li Eletta 94.500 benzina 2.979 326/240 250 6,0 10,0 235
740Li Futura 100.400 benzina 2.979 326/240 250 6,0 10,0 235
740Li Eccelsa 109.980 benzina 2.979 326/240 250 6,0 10,0 235
750Li Eletta 107.450 benzina 4.395 408/300 250 5,3 8,8 266
750Li xDrive Eletta 112.400 benzina 4.395 408/300 250 5,1 8,4 278
750Li Futura 112.450 benzina 4.395 408/300 250 5,3 8,8 266
750Li Eccelsa 122.080 benzina 4.395 408/300 250 5,3 8,8 266
750Li xDrive Eccelsa 123.940 benzina 4.395 408/300 250 5,1 8,4 278
750i Eletta 102.900 benzina 4.395 449/330 250 4,8 11,6 199
750i xDrive Eletta 108.800 benzina 4.395 449/330 250 4,6 10,8 217
750i Futura 110.000 benzina 4.395 449/330 250 4,8 11,6 199
750i Eccelsa 117.700 benzina 4.395 449/330 250 4,8 11,6 199
750i xDrive Eccelsa 119.300 benzina 4.395 449/330 250 4,6 10,8 217
760i Eccelsa 142.900 benzina 5.972 544/400 250 4,6 7,8 299
760Li Eccelsa 148.750 benzina 5.972 571/420 250 4,6 7,7 303
730Ld Eletta 89.800 gasolio 2.993 245/180 245 7,3 14,5 180
730Ld Eletta Blue Performance 91.010 gasolio 2.993 245/180 245 7,3 14,5 180
730Ld Futura 95.700 gasolio 2.993 245/180 245 7,3 14,5 180
730Ld Futura Blue Performance 96.910 gasolio 2.993 245/180 245 7,3 14,5 180
730Ld Eccelsa 105.280 gasolio 2.993 245/180 245 7,3 14,5 180
730Ld Eccelsa Blue Performance 106.490 gasolio 2.993 245/180 245 7,3 14,5 180
730d Eletta 84.400 gasolio 2.993 258/190 250 6,1 17,9 148
730d Eletta Blue Performance 85.650 gasolio 2.993 258/190 250 6,1 17,9 148
730d xDrive Eletta 87.800 gasolio 2.993 258/190 250 6,0 16,7 158
730d xDrive Eletta Blue Performance 89.050 gasolio 2.993 258/190 250 6,0 16,7 158
730d Futura 92.500 gasolio 2.993 258/190 250 6,1 17,9 148
730d Futura Blue Performance 93.750 gasolio 2.993 258/190 250 6,1 17,9 148
730d xDrive Futura 94.100 gasolio 2.993 258/190 250 6,0 16,7 158
730d xDrive Futura Blue Performance 95.350 gasolio 2.993 258/190 250 6,0 16,7 158
730d Eccelsa 100.250 gasolio 2.993 258/190 250 6,1 17,9 148
730d Eccelsa Blue Performance 101.500 gasolio 2.993 258/190 250 6,1 17,9 148
730d xDrive Eccelsa 101.800 gasolio 2.993 258/190 250 6,0 16,7 158
730d xDrive Eccelsa Blue Performance 103.050 gasolio 2.993 258/190 250 6,0 16,7 158
740d Eletta 90.800 gasolio 2.993 313/230 250 5,5 16,9 149
740d xDrive Eletta 94.200 gasolio 2.993 313/230 250 5,4 16,7 159
740d Futura 98.900 gasolio 2.993 313/230 250 5,5 17,5 149
740d Eccelsa 106.650 gasolio 2.993 313/230 250 5,5 17,5 149
740d xDrive Eccelsa 108.200 gasolio 2.993 313/230 250 5,4 16,7 159
750d xDrive Eletta 108.800 gasolio 2.993 381/280 250 4,9 15,6 169
750d xDrive Eccelsa 118.000 gasolio 2.993 381/280 250 4,9 15,6 169
ActiveHybrid 7 107.450   4.395 465/342 250 4,9 10,6 219
ActiveHybrid 7 LWB 114.200   4.395 465/342 250 4,9 10,6 219
BMW Serie 7
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
27
17
24
4
9
VOTO MEDIO
3,6
3.60494
81
Aggiungi un commento
Ritratto di marcoveneto
25 ottobre 2012 - 18:14
ma perchè ha la M sul volante?non è l'M7 XD comunque bella,mi piacciono molto sti macchinoni!non saprei neanche io qual'è la piu bella tra s,a8 e questa..sicuramente questa bmw ha il posteriore piu bello
Ritratto di ForzaPisa
25 ottobre 2012 - 19:00
Perché c'è il pacchetto M Sport: cerchi più grandi, paraurti più cattivi e volante a tre razze sportivo... ;)
Ritratto di marcoveneto
25 ottobre 2012 - 19:19
ho capito grazie..immaginavo era una cosa del genere,solo che di solito nella serie uno x esempio mi pare ci sia proprio l'allestimento Msport,qui ho guardato ed era futura x quello mi è venuto il dubbio..grazie del chiarimento :)
Ritratto di juvefc87
25 ottobre 2012 - 23:12
su questa berlinona non ci azzeccano! specie quel volante orribile! quellos arebbe quello sportivo? alla faccia! andate a vedervi quello della mito o delle citroen..
Ritratto di Motorsport
25 ottobre 2012 - 23:26
complimenti alla BMW
Ritratto di Gigrobot
1 novembre 2012 - 14:49
Per me la 7er, insieme alla Lexus LS600h, è l'ammiraglia più bella che c'è, presenta anche alcune analogie con la LS, la linea sportiveggiante con fiancata a cuneo, il carattere dinamico (molto enfatizzato sulla LS 2013, sempre stato presente invece su Serie 7) e la TP. Audi al confronto fa pena, la sua A8 è stata un flop, non vende negli USA (ma li si sapeva) ma neppure in Europa e addirittura neppure in Cina dove, a causa dell'eccessiva somiglianza con l'A4 sotto tutte le angolazioni, le viene preferita l'A4 Long Wheelbase o anche l'A6, insomma hanno troppo toppato con la linea dell'a8 stavolta, il troppo anonimato non ha pagato come al solito. La Classe S boh, non so che dire, la vedo troppo moscia, troppo da vecchi come linea e quel culone cascante verso il basso (molto simile a quello della già poco bella Maybach) nonché i parafangoni anteriori gonfi stile anni 30 non me l'hanno mai fatta apprezzare più di tanto.
Ritratto di Motorsport
1 novembre 2012 - 16:03
L'AUDI A8 fa veramente cag.re come design (soprattuto al esterno) preferisco di la vecchia A8....
Ritratto di Bmw Xdrive
3 novembre 2012 - 17:24
concordo però la classe S è una classe S. ciao
Ritratto di ilovenaples89
25 ottobre 2012 - 18:39
ammiriamo e sogniamo :(
Ritratto di batman999
25 ottobre 2012 - 18:49
Con tutta l'elettronica cha ha avrà un libretto di uso e manutenzione di minimo mille pagine ce ne vuole per capire tutti quei comandi poi è questione d'abitudine, comunque è una bestia di macchina e fà la sua figura
Pagine