PRIMO CONTATTO

Citroën C3: bene il comfort, frizione così così

Aggiornata nell’aspetto, la Citroën C3 ha anche nuovi sedili più imbottiti, e molto comodi. Con il 1.2 turbo a benzina da 110 CV è vispa, ma il pedale della frizione è un po’ pesante da premere.
Pubblicato 30 settembre 2020
  • Prezzo (al momento del test)

    € 20.100
  • Consumo medio (dichiarato)

    17,5 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    100 grammi/km
  • Euro

    6d
Citroën C3
Citroën C3 1.2 PureTech 110 CV Shine Pack
Un volto nuovo

A caratterizzare la rinnovata utilitaria Citroën C3 è il frontale. Il listello lucido nella parte inferiore della mascherina è ricurvo e si prolunga verso i nuovi fari, ora più spigolosi e full led di serie. Diverse anche le fasce protettive nere nelle fiancate (Airbump, di serie per tutte tranne le Live e le Feel): hanno un più sobrio motivo a tre grandi rettangoli, anziché sette di piccole dimensioni. Cresce, infine, la possibilità di personalizzare l’esterno, con 97 combinazioni di colore fra carrozzeria, tetto a contrasto e altri dettagli (fra cui le cornici dei fendinebbia). Prima erano 36.

Soffici soffici

La principale novità nell’abitacolo della Citroën C3 sono i sedili Advanced Comfort (di serie per la Shine Pack, da 200 euro per le altre). La loro base è realizzata con una rete metallica più fitta, che sostiene un’imbottitura con schiume dalla consistenza simile a quelle dei materassi in lattice, a cui si aggiunge un ulteriore strato morbido sotto il rivestimento tessile della seduta. Altra novità, presente nella vettura del test, è l’abbinamento tra la fascia beige dei sedili e la tinta del profilo nella plancia che imita il legno (di serie per la Shine Pack, da 500 euro per le altre): aggiunge un tocco di eleganza e di calore.

Per il resto, l’abitacolo della Citroën C3 è invariato: si conferma piuttosto spazioso per la categoria, originale e con finiture gradevoli nonostante il largo impiego di plastiche rigide al tatto. Mancano, però, le maniglie di appiglio nel soffitto. La posizione di guida, abbastanza alta per un’utilitaria, è confortevole, il cruscotto analogico completo e ben leggibile. Tuttavia, la gestione dei servizi di bordo dal monitor a sbalzo sulla plancia risulta un po’ macchinosa. Per intervenire sul climatizzatore, ad esempio, occorrono più passaggi entrando nel menù: possono distrarre. Al passo con i tempi la connessione con i telefoni, tramite le funzionalità Android Auto e Apple CarPlay, che sono di serie a partire dall’allestimento Feel Pack. Nulla da ridire, poi, sulla generosa disponibilità di portaoggetti, fra cui l’enorme cassetto nella plancia. Discreto il baule della Citroën C3 (300 litri, che salgono a 922 ripiegando il divano) ma scomoda la battuta del portellone distante 20 centimetri dal fondo del vano e 75 centimetri dal suolo.

Da 14.100 euro

La rinnovata Citroën C3 è già in vendita con un’estesa offerta di allestimenti e tre motori: i 1.2 a benzina da 83 o 110 CV (quest’ultimo turbo e proposto anche con il cambio automatico, a 1.500 euro) e il 1.5 diesel con 102 CV. I prezzi partono da 14.100 euro per la 1.2 PureTech Live (83 CV) con di serie l’avviso d’involontario cambio di corsia, il climatizzatore manuale e la radio. La più cara 1.2 PureTech Shine Pack del test (20.100 euro) ha una dotazione completa di: navigatore, retrocamera e frenata automatica d’emergenza in grado di evitare urti anche con i pedoni. 

Ha sprint

Anche se la Citroën C3 è un’auto più attenta al comfort, le prestazioni di queste versione sono brillanti. I 110 cavalli del 1.2 turbo a benzina sono vispi, ma, specie in accelerazione, si fanno sentire e trasmettono qualche vibrazione. Si tratta dell’unico rilievo che ci sentiamo di fare al comfort: i fruscii aerodinamici risultano ben attutiti e le sospensioni morbide assorbono efficacemente buche e tombini. Nonostante questa impostazione, l’agilità non delude affatto e lo sterzo, non troppo leggero, ha un’apprezzabile precisione. Soddisfacente anche la precisione del cambio a sei marce. Peccato che il pedale della frizione sia piuttosto pesante da premere e non sempre facile da modulare: può capitare che, inserendo la seconda e la terza marcia, il rilascio sia brusco. Nel corso del test su strade extraurbane, alternando andature rilassate a quelle briose, il computer di bordo ha calcolato un consumo di 14,7 km/l.  

Secondo noi

Pregi
> Sedili. Così soffici, sono confortevoli.
> Spazio. L’abitacolo è ampio per la categoria, il baule non è male.
> Sprint. I 110 cavalli spingono con brio.

Difetti
> Comandi. Quelli dei comandi secondari non sono d’immediato utilizzo.
> Frizione. Risulta piuttosto pesante da premere e non sempre ben modulabile.
> Rumorosità. Il frullare dei tre cilindri è avvertibile.

SCHEDA TECNICA

Carburante benzina
Cilindrata cm3 1199
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 81 (110)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 230/1750
Emissione di CO2 grammi/km 100
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 189
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,3
Consumo medio (km/l) 17,5
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 400/175/147
Passo cm 254
Peso in ordine di marcia kg 1090
Capacità bagagliaio litri 300/922
Pneumatici (di serie) 205/50 R17

VIDEO

Citroën C3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
83
85
53
42
75
VOTO MEDIO
3,2
3.174555
338


Aggiungi un commento
Ritratto di desmo3
30 settembre 2020 - 17:24
Nel suo segmento è l'unica che si distingue rispetto alla concorrenza per agio e spaziosità. Peccato abbiano tolto dal listino la versione a GPL perché secondo me sbancherebbe.
Ritratto di Viaggatore
30 settembre 2020 - 17:35
Si, è vero: è un peccato non offrire una opzione GPL.
Ritratto di Biondi stefano
30 settembre 2020 - 19:50
Presa a Gpl nel marzo 2018(va benissimo) a luglio del 2018 ľhanno tolta,dissero che aveva problemi con lo start e stop. I difetti come la frizione dura e gli ammortizzatori che fanno saltellare il retro treno,passano dopo i 10000 km. I consumi migliorano e non di poco dopo il primo tagliando,faccio quasi 500 km a pieno senza troppe attenzioni,mia moglie che non supera i 90 km/h arriva a quasi 600 km a pieno.Poi tutto nella norma.
Ritratto di WHITEFISH37
2 ottobre 2020 - 16:39
Per Stefano Biondi: dici che i difetti come la frizione dura e e gli ammortizzatori che fanno saltellare il retrotreno passano dopo i 10000 km. passi per gli ammortizzatori ma la frizione come fa a diventare morbida (o, penso, meno dura) ? Lo puoi spiegare come sia possibile? Vorrei essere veramente sicuro di tale progressivo ammorbidimento perché per me è un difetto molto importante evitare. Grazie. Un saluto.
Ritratto di Biondi stefano
2 ottobre 2020 - 16:59
Non mi intendo di meccanica, ma per un po' era più "dura" di adesso che km ne ha 75000. Per dura non intendo non inutilizzabile dopo poco ma affaticante dopo un utilizzo prolungato,tipo nelle code dove si avanza molto a rilento. Penso che sia normale,un fastidio comune credo.Ultimamente ho guidato una panda di 10 anni,quella era anche troppo soffice e staccava in cima . Insomma alla tua domanda non so rispondere, ma adesso la frizione é più morbida di prima,stacca bene e non stanca più. Magari chiedi un test di prova ad un concessionario. Saluti.
Ritratto di steff69
2 ottobre 2020 - 17:22
Io posseggo una 1200 82 cv Shine benzina e per frizione dura non so esattamente a cosa si riferiscano visto che non è assolutamente così. I difetti che invece ho riscontato io sono la ruvidità di utilizzo nel traffico (il motore tende a ballare parecchio nelle partenze) la tendenza a perdere aderenza sui raccordi dei ponti in curva, il cambio abbastanza impreciso e la mancanza di appigli per i passeggeri sulle parte superiore delle portiere. Per il resto è silenziosa, confortevole su strade lisce e consuma davvero poco.
Ritratto di WHITEFISH37
5 ottobre 2020 - 20:13
Grazie, Stefano. E' proprio quello che dici tu che mi preoccupa: la durezza del pedale che è affaticante nelle file. Bah! E' davvero sconfortante il ritrovarsi ancora di fronte a certi difetti negli anni 2000.
Ritratto di WHITEFISH37
5 ottobre 2020 - 20:15
Chissa' se gli stessi difetti si ritrovano annche nella C3 AIRCROSS...
Ritratto di WHITEFISH37
5 ottobre 2020 - 20:18
Grazie, Stefano. Leggi la ma risposta indirizzata a te che, per sbaglio, è andata da steff69!
Ritratto di Andrea Zorzan
30 settembre 2020 - 17:46
Che prezzo! Sarà anche ben dotata, ma più di 20.000 per una medio-piccola a benzina non ibrida sono esagerati.
Pagine