PRIMO CONTATTO

Hyundai Santa Fe: spaziosa, fluida, a volte dura

Con la riedizione della maxi suv Hyundai Santa Fe debutta la meccanica ibrida da 230 CV, che favorisce una guida rilassata. Sulle buche, però, l’auto trasmette qualche scossone. Ampi gli interni a sette posti.
Pubblicato 04 febbraio 2021
  • Prezzo (al momento del test)

    € 57.600
  • Consumo medio (dichiarato)

    14,5 km/l
  • Emissioni di CO2 (dichiarate)

    132 grammi/km
  • Euro

    6d
Hyundai Santa Fe
Hyundai Santa Fe 1.6 T-GDI HEV 20th Anniversary 4WD
Un “macchinone"

Lunga 479 centimetri, la Hyundai Santa Fe è la più grande delle suv della casa coreana (la Tucson si “ferma” a 450 cm) e l’unica a sette posti, di serie. In questa edizione profondamente aggiornata mantiene le stesse proporzioni e le linee delle fiancate irrobustite da marcate nervature, ma si distingue per il diverso frontale. Presenta una mascherina in formato maxi e fari su due livelli, idealmente uniti dall’originale “T” luminosa formata dalle luci diurne. Diversa anche la parte posteriore, più filante, con i fanali a led collegati da una striscia rossa. La novità più importante è la piattaforma su cui è costruita l’auto, progettata per ospitare la meccanica full hybrid. 

Soltanto ibrida

Il sistema ibrido della Hyundai Santa Fe si compone di un 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina con 180 cavalli (abbinato a un cambio automatico a sei marce), che lavora con un’unità elettrica da 60 CV: come e in tutte le ibride full, dà una mano in accelerazione per contenere i consumi di benzina, mentre nelle decelerazioni ricarica la batteria ai polimeri di litio (1,49 kWh) che lo alimenta. Per non rubare spazio, l’accumulatore è sotto il sedile del passeggero anteriore. La potenza combinata dei due motori è di 230 cavalli. Di tipo tradizionale il sistema di trazione integrale: anziché da un  ulteriore motore elettrico dedicato come per alcune rivali, il moto al retrotreno è trasmesso dal classico albero di trasmissione. 

Già in vendita, la nuova Hyundai Santa Fe è proposta soltanto nella versione 1.6 T-GDi HEV 4WD 20th Anniversary, celebrativa dei vent’anni dalla nascita di questo modello. Costa 57.600 euro e ha una dotazione di serie davvero completa: oltre a un ricco corredo di sistemi di sicurezza, fra cui quello che mantiene l’auto al centro della corsia, il monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori e il dispositivo che avvisa se ci si dimentica i bambini seduti sul divano, include i sedili in pelle, in navigatore e il tetto apribile panoramico. Nella seconda metà del 2021 si aggiungerà la variante ibrida plug-in da 265 CV.

Spazio a volontà

L’abitacolo della Hyundai Santa Fe si conferma ampio e accogliente. Fra le novità c’è il cruscotto digitale di 12,3”: riproduce gli strumenti analogici circolari, che cambiano colore in base alla modalità di guida selezionata, e fornisce molte informazioni. Però, non mostra la mappa del navigatore a tutto schermo. Rivisto l’impianto multimediale, con un generoso schermo tattile di 10,3” ben visibile sopra la plancia. Diversa anche la consolle, che è sospesa per dare spazio al portaoggetti sottostante (per la verità, non dei più accessibili), e con tutti i comandi in bell’ordine. Fra questi, i tasti per il cambio automatico e la manopola per le modalità di guida, che intervengono sulla ripartizione della trazione fra i due assi, oltre che sulla risposta di motore, cambio e aiuti elettronici. Sono sei: Eco, Sport e Smart (adatta il comportamento dell’auto in base allo stile di guida) per gli spostamenti quotidiani, oltre alle tre impostazioni per affrontare rispettivamente fondi innevati, fangosi o sabbiosi.

Passeggeri coccolati

La posizione di guida alta della Hyundai Santa Fe si conferma comoda e la poltrona imbottita a dovere è riscaldabile e con regolazioni elettriche. Il divano piatto (al pari del pavimento), scorrevole e con lo schienale reclinabile, è accogliente anche per tre. I due strapuntini che fuoriescono (tirando due pratiche fettucce in tessuto) dal fondo del baule possono accogliere abbastanza bene persone non più alte di 170 cm, ma a patto che la seconda fila non sia “tutta indietro”. Più che soddisfacente la disponibilità di portaoggetti, però le tasche nelle porte sono strette e non molto capienti. Niente male le finiture anche se, considerato il prezzo dell’auto, alcuni dettagli in plastica dura sono sottotono. Quanto al baule, con le prime due file di sedili in uso è capiente come ci si aspetta da una suv di queste dimensioni e con sette passeggeri resta comunque spazio per un paio di trolley. 

Rilassante ma le buche...

Il funzionamento  omogeneo del sistema ibrido, con l’unità elettrica che interviene per dare più prontezza quando si preme sull’acceleratore, suggerisce una guida rilassata. Vellutati i passaggi di marcia del cambio e lo sterzo, non eccessivamente leggero, ha una precisione soddisfacente. A parte una risposta leggermente più vigorosa dei motori, la modalità Sport non aggiunge molto alla guida, anche perché il peso elevato della Hyundai Santa Fe e l'accentuato rollio non si prestano ad andature brillanti. Comunque, la Hyundai Santa Fe non è impacciata e si mantiene ben salda sulle ruote di 19 pollici. Una misura generosa, che non aiuta a incassare al meglio le sconnessioni più marcate della strada. Si tratta, questo, dell’unico appunto in fatto di comfort, per il resto elevato anche grazie all’efficace insonorizzazione. Altra comodità, il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori: oltre all’allarme di segnalazione dei veicoli che sopraggiungono o appena superati, mostra nel quadrante del cruscotto sul lato in cui si sta per spostarsi (attivando le “frecce”) le immagini riprese dalle retrocamere inserite negli specchietti. Per concludere, una nota sul consumo che nel test, per metà svolto nel traffico, secondo il computer di bordo si è attestato sui 10 km/l.

Secondo noi

Pregi
> Dotazione. Certo, l’auto non è regalata, ma di serie ha davvero tutto.
> “Frecce”. Quando si attivano, il cruscotto mostra le immagini di quanto accade dietro l’auto sul lato in cui si sta svoltando.
> Spazio. L’abitacolo e il baule sono grandi.

Difetti
> Comfort sulle buche. Non sempre le sconnessioni sono incassate a dovere dalle sospensioni.
> Finiture. Alcuni particolari in plastica rigida non sono all’altezza del prezzo dell’auto.
> Tasche. Quelle nelle porte sono strette.

SCHEDA TECNICA

Motore termico  
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 133 (180)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 265/1500-4500
   
Motore elettrico  
Potenza massima kW (CV)/giri 44 (60)/n.d.
Coppia max Nm/giri n.d.
   
Potenza massima compessiva kW (CV)/giri 170 (230)/n.d.
Coppia max complessiva Nm/giri 350/n.d.
   
Emissione di CO2 grammi/km 132*
No rapporti del cambio 6 (automatico) + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 187
Accelerazione 0-100 km/h (s) 9,1
Consumo medio (km/l) 14,5*
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 479/190/171
Passo cm 277
Peso in ordine di marcia kg 1917
Capacità bagagliaio litri n.d./571 - 782/2041
Pneumatici (di serie) 235/55 R19

 

*In base al ciclo WLTP

VIDEO

Hyundai Santa Fe
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
17
4
17
19
32
VOTO MEDIO
2,5
2.49438
89


Aggiungi un commento
Ritratto di toyotta
4 febbraio 2021 - 21:44
Chi è che spenderebbe 60k per una Hyundai?
Ritratto di GS ADV
5 febbraio 2021 - 21:29
4
Anche qua??????? Non basta FB????
Ritratto di emergency
8 febbraio 2021 - 09:10
Io personalmente non spenderei mai 60Kilojoule non solo per questa, ma anche per altre auto o Suv
Ritratto di slvrkt
5 febbraio 2021 - 18:56
4
sono pianali da berlina rialzati, sono trazioni integrali fasulle, sono sospensioni basate su compromessi per non farle ribaltare, sono mezzi esclusivamente da asfalto questi.
Ritratto di Giuliopedrali
4 febbraio 2021 - 19:25
Se la MG dell'altro articolo di categoria inferiore ha lo sterzo rigido questa più blasonata ha le sospensioni dure, allegria!
Ritratto di Andre_a
4 febbraio 2021 - 20:08
9
Dalla recensione sembrerebbe piuttosto un problema dei cerchi troppo grandi, e quindi una cosa molto semplice da risolvere. Se avesse le sospensioni dure non soffrirebbe di un accentuato rollio
Ritratto di Giuliopedrali
4 febbraio 2021 - 21:03
Si e chi è che vuole metterci dei cerchi più piccoli...
Ritratto di Andre_a
4 febbraio 2021 - 21:06
9
Io no, perché non la comprerei mai, ma su altre auto è una cosa che ho fatto spesso. Trovo che una buona parte dei cerchi moderni sia troppo grande, scomoda e brutta.
Ritratto di Pintun
5 febbraio 2021 - 10:23
Concordo, la gran parte delle auto ha cerchi troppo grandi e ruote troppo larghe. In alcuni casi, ho scartato alcune auto anche solo per quel motivo.
Ritratto di giocchan
5 febbraio 2021 - 15:17
Idem. Per me sulle utilitarie il massimo dovrebbero essere 15-16", su auto tipo Golf non dovrebbero superare i 17". Qualunque cosa più grande non ha senso (e non mi piace nemmeno esteticamente)
Pagine