PRIMO CONTATTO

Suzuki Swift: convince ma non spinge

La variante 4x4 della Suzuki Swift è ben fatta, spaziosa ma dal baule poco capiente. Ha un sistema di trazione integrale “facile” ma efficace. Unico il motore: un regolare ma poco vispo 1.2 a benzina.

10 ottobre 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 18.100
  • Consumo medio

    20,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    111 grammi/km
  • Euro

    6
Suzuki Swift
Suzuki Swift 1.2 Dualjet B-Top 5 porte 4WD S&S
Viaggia in incognito
 
L'unico modo per riconoscere una Suzuki Swift 4x4 da quelle a trazione anteriore è abbassarsi e cercare un differenziale fra le ruote posteriori. Questa versione, infatti, mantiene lo stesso aspetto simpatico ma discreto delle “sorelle”. Pochissime le rivali: la più accreditata è la Fiat Panda 4x4 (più corta di una quindicina di centimetri) che costa circa la stessa cifra ed è offerta anche con motore a gasolio. Con l'ultimo aggiornamento, il quattro cilindri di 1,2 litri della Swift 4x4 ha ora due iniettori per cilindro (da qui il nome DualJet) e ha perso 4 cavalli, ma la sua coppia massima è cresciuta di 2 Nm (ed è erogata 400 giri più in basso). Inoltre, il consumo medio ufficiale è migliorato parecchio (da 18,9 a 20,8 km/l): dato che, al momento, questo motore non è previsto per le versioni a trazione anteriore, la 4x4 col DualJet è oggi la Swift a benzina meno assetata. Il 1.3 a gasolio rimarrà, invece, solo per le Swift "normali". Completa la dotazione, compresa quella per la sicurezza: Esp e sette airbag sono di serie per tutte le versioni. Assenti, però, i più recenti sistemi di assistenza alla guida come quello di frenata automatica d'emergenza. La versione provata, la B-Top, ha anche il navigatore e il "clima" automatico. La B-Cool (16.500 euro) offre solo quello manuale e i cerchi in lega di 16'', però fa a meno di importanti dispositivi come i freni a disco posteriori (sostituiti da tamburi) e della regolazione in profondità del volante (presenti invece sulla B-Top).
 
Stessi pregi e difetti
 
La carrozzeria e l'abitacolo della Suzuki Swift 4x4 non cambiano rispetto alle versioni a trazione anteriori, così come i pregi e i difetti. Gli interni non brillano per fantasia ma sono rifiniti con cura e i materiali sembrano fatti per durare. Qualche dettaglio di questa Suzuki non convince: la regolazione a scatti piuttosto radi dell'inclinazione dello schienale (meno precisa di quella a rotella) e qualche comando (per gestire il computer di bordo bisogna infilare la mano fra le razze del volante e premere un comando sul "vetro" del cruscotto: poco pratico e potenzialmente pericoloso nella guida). Ok l'abitabilità, a dispetto dei soli 385 cm di lunghezza, mentre il baule è più da citycar che da utilitaria.
 
Fa tutto da sola
 
Il sistema di trazione integrale della Suzuki Swift 4x4 è a inserimento automatico e non è comandato dal guidatore. In caso di slittamento delle ruote anteriore, un giunto viscoso trasmette automaticamente parte della coppia alle ruote posteriori. La presenza dell'albero di trasmissione ha ridotto di 2 litri il serbatoio (40 litri in totale; mentre il baule è rimasto invariato rispetto alle Swift a trazione anteriore): in totale gli organi aggiuntivi hanno fatto crescere il peso di 85 kg: con “soli” 90 CV,  benché leggera (poco sopra alla tonnellata) la Swift 4x4 non è certo vispa nello scatto e (soprattutto) in ripresa. Sterzo e cambio sono invece una piacevole conferma: leggero il primo e preciso negli innesti il secondo. Se, grazie al nuovo motore, questa Suzuki ci è parsa poco assetata (dopo alcune decine di chilometri fra saliscendi collinari, il computer di bordo segnava quasi 16 km/l), in base ai dati ufficiali, lo scatto è peggiorato: lo "0-100" richiede 13,4 secondi, quando la "vecchia" Swift 4x4 era accreditata di 12,3 secondi. D'altra parte, chi si orienta verso questo tipo di vetture difficilmente metterà le prestazioni fra le priorità, privilegiando piuttosto la motricità. A causa della nebbia, non abbiamo potuto "saggiare" le qualità fuoristradistiche nell’itinerario previsto presso le cave di marmo di Carrara, ma abbiamo comunque avuto un convincente assaggio nel percorso al chiuso predisposto presso il vicino 4x4Fest. Fra fuoristrada preparate e 4x4 "toste", la Swift si è fatta onore, arrampicandosi fin su una ripida salita in terra battuta con inclinazione di circa il 25% con tre persone a bordo: un percorso in origine pensato per le più specialistiche Suzuki Jimny.
 
Secondo noi
 
PREGI
> Abitabilità. A dispetto della carrozzeria abbondantemente sotto i quattro metri di lunghezza, lo spazio per le persone non manca.
> Cambio. Ha innesti precisi anche quando lo si “strapazza” e una corsa non lunga.
> Tenuta di strada. È di buon livello, mentre la trazione 4x4 aumenta la motricità sui fondi molto viscidi.
 
DIFETTI
> Baule. La sua capacità è quella delle versioni a trazione anteriore, ma rimane uno dei più piccoli fra le utilitarie.
> Dettagli. Alcuni andrebbero migliorati. Ad esempio i comandi del computer di bordo e la regolazione a scatti piuttosto distanziati dell'inclinazione degli schienali anteriori.
> Gamma. La 4x4 c'è solo con un 1.2 a benzina, che non è un "fulmine".

 

SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1242
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 66 (90)/6000 giri
Coppia max Nm/giri 120/4400
Emissione di CO2 grammi/km 111
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Le prestazioni dichiarate  
Velocità massima (km/h) 165
Accelerazione 0-100 km/h (s) 13,4
Consumo medio (km/l) 20,8
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 385/170/151
Passo cm 243
Peso in ordine di marcia kg 1045
Capacità bagagliaio litri 211/902
Pneumatici (di serie) 185/55 R16

 

Suzuki Swift
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
68
86
57
17
20
VOTO MEDIO
3,7
3.66532
248
Aggiungi un commento
Ritratto di MatteFonta92
10 ottobre 2014 - 19:00
3
Avere in gamma una versione a trazione integrale di una seg. B è sicuramente una cosa positiva, anche perché al giorno d'oggi sono pochissime le Case a proporre versioni simili. Peccato però che questa Swift non sia proprio un'auto che faccia innamorare... sì, è valida, ben fatta, e volendo ha anche una linea particolare, però... non mi convince del tutto, ecco.
Ritratto di supermax63
15 ottobre 2014 - 00:35
che la Swift è una gran macchina fatta molto bene il cui unico neo è il bagagliaio che è veramente troppo piccolo.Devo ammettere che sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla qualità complessiva di gran lunga superiore al segmento di appartenenza e per certi aspetti qualità da segmento superiore;il tutto avendo guidata la Swift acqusitata dai miei a Febbraio
Ritratto di MatteFonta92
15 ottobre 2014 - 16:37
3
Non metto in dubbio che la Swift sia un'ottima vettura, a me però non convincono molto gli interni: trovo che abbiano un design eccessivamente "triste" e poco originale. Ma se a lei quest'auto piace non vedo dove stia il problema, ognuno ha i propri gusti in fatto di estetica.
Ritratto di supermax63
17 ottobre 2014 - 00:36
Le assicuro che provandola e guidandola come ho fatto e faccio Io da quando i miei genitori hanno acquistata una Swift;troverebbe gli interni di ottima qualità e fattura.Concordo con Lei avendo posseduto una Toyota Corolla e tuttora possedendone un'altra che in genere e salvo eccezioni gli interni delle vetture Giapponesi non eccelgono per originalità ed effetti speciali privilegiando la praticità,la concretezza,la sostanza,la durata e la qualità
Ritratto di ilpongo
10 ottobre 2014 - 20:14
5
Come 4x4 nel segmento ha praticamente la Panda come concorrente e, sinceramente sotto praticamente tutti i punti di vista, preferisco l'italiana a quella nipponica. Inoltre non capisco il lasciare il motore 1.3 solo per le trazioni anteriori, altra differenza negativa con la Panda.
Ritratto di acme
3 gennaio 2016 - 20:50
1
Sono due segmenti differenti: Panda seg. A, Swift seg. B. Ci sono 10 cm di passo di differenza con quel che segue in termini di tenuta nei curvoni veloci e di comfort. Alla guida la differenza si sente tutta, soprattutto la cura nell'insonorizzazione.
Ritratto di lucaruddhi
10 ottobre 2014 - 20:55
sono sospensioni indipendenti quelle che vedo?! :) carina cmq,.. anche se una versione piu off non sarebbe male
Ritratto di Flavio Pancione
11 ottobre 2014 - 00:51
7
aumenta un po la sicurezza sul bagnato? Pensiero nobile, per carità. Ma con la normale trazione anteriore e controllo di stabilità di certo non si va vicino al primo palo.. per cui, io, utilità non la trovo. Non è adibita come l'ottima Jimny per il fuoristrada..
Ritratto di acme
3 gennaio 2016 - 20:46
1
Direi un "bel" po'. Praticamente è come guidare sull'asciutto una 2wd (come tenuta non come comportamento). Ma anche se fosse solo "un po'" ... mai lesinare con la sicurezza. Soprattutto se si portano i propri familiari a bordo.
Ritratto di Mattia Bertero
11 ottobre 2014 - 10:08
3
La piccola della Suzuki mi è sempre piaciuta e per lungo tempo è stata una delle possibili candidate quando stavo scegliendo l'auto da comprare circa un anno e mezzo fa. Di buona qualità e con una bella linea su tutti i fronti questa Swift 4x4 non la trovo così utile almeno che non si abiti in qualche stradina sterrata, in ogni caso non avrà una clientela così estesa secondo me.
Pagine