PROVATE PER VOI

Lancia Ypsilon: un tocco di classe in più

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2007
  • Prezzo (al momento del test)

    € 14.100
  • Consumo medio rilevato

    11,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    155 grammi/km
  • Euro

    4
Lancia Ypsilon
Lancia Ypsilon 1.4 Oro
L'AUTO IN SINTESI

È adatta alla città e confortevole in ogni condizione. Ha una tenuta di strada sicura, ma tende a coricarsi parecchio in curva. Anche nell’allestimento Oro Giallo, quello base, è piuttosto cara, e molti accessori si pagano a parte. I consumi sono superiori alla media.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
2
Average: 2 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Dotazione
2
Average: 2 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
È comoda e ama farsi guardare

Fra le utilitarie, la Lancia Ypsilon è probabilmente la più “chic”, ha dimensioni contenute e una linea elegante e personale. Ben curato l’abitacolo, di cui si apprezza pure l’abitabilità: offre spazio sufficiente per quattro adulti (ma se si vuole il quinto posto, lo si deve pagare a parte). La dotazione, considerato l’impegnativo prezzo di listino, va considerata solo sufficiente: sono infatti a pagamento accessori importanti come l’Esp o gli airbag laterali. Il motore è un 1.4 dalle buone prestazioni: ha 95 CV, un  funzionamento gradevole e fluido, ma risulta rumoroso ai regimi superiori e piuttosto assetato di benzina. Chi ama il comfort apprezzerà la risposta delle morbide sospensioni, davvero efficaci nell’isolare l’abitacolo sui fondi sconnessi, ma anche poco adatte alla guida brillante: in curva la Ypsilon, pur irreprensibile in fatto di tenuta di strada e sicurezza, si corica parecchio di lato.

È nata per la città e ha dimensioni abbastanza contenute (381 cm), ma è molto curata dal punto di vista estetico: è una delle utilitarie più originali ed eleganti sul mercato, e sin dal debutto è piaciuta a chi ama distinguersi. Il lieve restyling che ha interessato principalmente il frontale e le luci posteriori l’ha resa ancora più personale. Anche l’abitacolo è ben realizzato e rifinito, oltre che molto accogliente.

La Lancia Ypsilon ha sospensioni studiate per offrire il massimo comfort: sono morbide e filtrano bene le sconnessioni del fondo stradale. Il rovescio della medaglia è che nelle curve affrontate velocemente la vettura accusa un sensibile rollio (cioè si corica di lato) e, anche se questo non incide sulla sicurezza, il piacere di guida sui percorsi tortuosi ne risente.
 
Le prestazioni della Lancia Ypsilon sono buone, ma la qualità migliore del 1.4 16V a benzina (che ha 95 CV) è l’erogazione, molto fluida e omogenea sin dai regimi più bassi: una caratteristica apprezzabile quando si guida nel traffico intenso; in città convince anche lo sterzo, che è leggerissimo e favorisce le manovre. Peccato che la voce del motore si faccia sentire in misura eccessiva quando si superano i 4000 giri, e che i consumi di carburante siano superiori alla media.

L’Oro Giallo è l’allestimento base, equipaggiato con “clima” manuale e airbag per la testa: un po’ poco, considerato il prezzo di listino. Così, per avere una Lancia Ypsilon con gli airbag laterali anteriori, occorre un esborso extra, e altrettanto vale per l’Esp, altro accessorio importante per la sicurezza. Sono optional anche i fendinebbia, i cerchi in lega e il quinto posto: di serie, l’auto è per quattro. Con un moderato sovrapprezzo si può avere l’allestimento Platino, un po’ più ricco.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Si sta comodi anche dietro

Nell’abitacolo le soluzioni originali non mancano: la strumentazione, per esempio, è posta al centro della plancia, come nelle monovolume. I materiali sono molto gradevoli (soprattutto con il rivestimento in Alcantara, optional), come pure è elevata la cura dell’assemblaggio e delle finiture. Di serie la vettura ha quattro posti (il quinto è optional) e l’abitabilità è davvero soddisfacente: c’è spazio non solo per gli occupanti dei posti anteriori, ma anche per chi sta dietro: il divano può scorrere longitudinalmente e permette di guadagnare spazio per le gambe (ma, ovviamente, quando è in posizione completamente arretrata, la capacità del baule si riduce parecchio).

Plancia e comandi
Strumentazione dal sapore rétro, materiali di qualità, notevole cura dei dettagli e assemblaggi precisi: l’abitacolo della Lancia Ypsilon è lussuoso e ricercato, sopra la media delle rivali, in particolare se dotato di rivestimenti in Alcantara (a richiesta). I comandi sono facilmente individuabili e funzionali, con l’eccezione di quelli del navigatore (sempre optional) che sono troppo piccoli e numerosi; criticabile anche la leggibilità della strumentazione, collocata al centro della plancia e afflitta da fastidiosi riflessi. Ampie le possibilità di personalizzazione a pagamento: per esempio, si può avere il “clima” automatico bizona (quello di serie è manuale), oppure il sistema Blue&Me che permette la connessione con cellulari Bluetooth e dispositivi digitali.

Abitabilità
Le poltrone anteriori della Lancia Ypsilon sono davvero accoglienti, comode quasi quanto quelle di una grande berlina; tuttavia, sono poco sagomate e in curva non hanno gran capacità di contenimento laterale. Non meno rosea l’abitabilità posteriore: di serie l’auto ha quattro posti, e il divano – che può scorrere longitudinalmente di dieci centimetri – ha lo schienale diviso in due parti: ospita comodamente due adulti, che hanno anche sufficiente spazio per le gambe. Nell’esemplare in prova era montato il divano con il terzo posto (optional). Nel tunnel ci sono un portalattina doppio e due fessure per riporre una coppia di tessere magnetiche, mentre il cassettino davanti al passeggero, privo di serratura, non eccelle per capienza.

Bagagliaio
La forma del vano è piuttosto regolare, ma fra la soglia di carico (oltretutto abbastanza distante dal suolo) e il pavimento c’è un dislivello di 19 cm: scomodo. Un altro fastidioso gradino si forma reclinando lo schienale, che nella configurazione con divano a tre posti (optional) non è in due parti abbattibili separatamente come, invece, accade per quello di serie, a due posti. Utile la possibilità di far scorrere il divano avanti e indietro di 10 cm: si può così privilegiare la capacità di carico oppure l’abitabilità per i passeggeri posteriori, a scelta; in quest’ultimo caso lo spazio nel bagagliaio rimane sufficiente per stivare il necessario per una breve vacanza in quattro.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Sul pavè come sul velluto

Sterzo e frizione leggerissimi, posizione di guida rialzata che favorisce la visibilità (anche in manovra), sospensioni morbide che non trasmettono scossoni neppure se si transita sul pavè o sulle rotaie del tram: la Ypsilon è una perfetta “commuter” cittadina, e non difetta neppure di un piacevole brio quando si scatta al semaforo (ma attenzione ai consumi, che sono elevati). Risulta, invece, poco a suo agio sui percorsi extraurbani: a meno di procedere ad andatura turistica, nelle curve la carrozzeria tende a coricarsi parecchio di lato, e anche se questo non compromette la tenuta di strada e la stabilità, toglie piacere alla guida. In autostrada la piccola Lancia si difende bene: in sesta marcia, a 130 km/h, è poco rumorosa, anche se il comfort acustico peggiora se si “tira il collo” al motore.
 

In città
Gli ingombri ridotti e la posizione di guida rialzata della Lancia Ypsilon favoriscono la visibilità: nessun problema in manovra e nei parcheggi. Inoltre, il motore è brioso e ai semafori scatta bene (ma chiede parecchia benzina). Il comfort è molto buono anche sui fondi irregolari, grazie alle sospensioni che filtrano bene le asperità, e a ridurre lo stress nel traffico contribuiscono pure lo sterzo e la frizione, per nulla faticosi da azionare.

Fuori città
Lo sterzo, che grazie al tasto “City” risulta leggerissimo in città, in velocità assume la giusta consistenza e trasmette un buon feeling. Ciononostante, sulle strade con molte curve conviene guidare tranquilli: tenuta di strada e stabilità della Lancia Ypsilon sono buone, ma le sospensioni morbide e il baricentro piuttosto alto fanno sì che se si forza l’andatura il rollio (cioè il coricamento laterale in curva), risulti fastidioso. Altrettanto percettibile l’affondamento del muso in frenata.

In autostrada
In sesta marcia, a 130 km/h, il motore lavora a 3500 giri: un regime in corrispondenza del quale l’insonorizzazione dell’abitacolo della Lancia Ypsilon è ancora efficace. Ma per effettuare sorpassi o rapide riprese conviene scalare in quinta, e in questo caso il motore si fa sentire: sopra i 4000 giri il suo rombo è fastidioso. In ogni caso la Lancia Ypsilon è un’utilitaria con la quale è possibile coprire senza eccessivo stress anche percorrenze considerevoli, accettando, però, consumi non indifferenti.

QUANTO È SICURA
3
Average: 3 (1 vote)
Per quel che costa meriterebbe l’Esp di serie

La nuova Ypsilon non è stata valutata dall’EuroNcap, per cui i risultati dei crah test non sono disponibili. In termini di sicurezza passiva la dotazione è discreta: ci sono gli airbag frontali e quelli per la testa. Tuttavia, quelli anteriori laterali si pagano a parte, e altrettanto dicasi per i controlli della trazione e della stabilità. D’accordo che la tenuta di strada è sicura, ma considerato il prezzo di listino questi dispositivi dovrebbero essere di serie.

In mancanza dei risultati dei crash test dell’EuroNcap (che non ha esaminato l’ultimo modello dell’utilitaria torinese), la valutazione sulla sicurezza passiva della Lancia Ypsilon va fatta sulla base dell’equipaggiamento: in assoluto non è male, dato che prevede la possibilità di avere fino a sei airbag. Peccato, però, che siano di serie solo quelli frontali e per la testa, e che i “cuscini salvavita” laterali anteriori siano relegati nella lista degli optional a pagamento. Malgrado la Lancia Ypsilon non sia una vettura economica, neppure l’Esp e il controllo elettronico della trazione fanno parte della dotazione di serie (vengono proposti soltanto “in pacchetto”). Sempre con un sovrapprezzo la dotazione può essere completata col regolatore elettronico della velocità e i fari fendinebbia.

NE VALE LA PENA?
3
Average: 3 (1 vote)
Chic, ma a che prezzo!

La Ypsilon costa cara, e richiede anche un esborso extra se si desiderano accessori (come l’Esp) che molte rivali offrono di serie. Ma ha una linea che si fa notare, elegante sia fuori, sia dentro, vista la ricercatezza dell’abitacolo. Le frecce al suo arco sono l’abitabilità, il comfort e un buon livello di versatilità; peccato che il piacere di guida fuori città sia inficiato dalle sospensioni morbide (proprio quelle che la rendono così gradevole sui tormentati fondi delle vie del centro) e che i consumi siano elevati.

La “sfiziosa” Ypsilon è la scelta giusta per chi desidera “un’utilitaria di classe superiore”, dall’estetica elegante e personale e con interni rifiniti come quelli di vetture di ben altra categoria. Ma questa esclusività, naturalmente, costa, anche perché nel prezzo di listino non sono compresi accessori ai quali, per motivi estetici, di comfort e ancor più di sicurezza, è difficile rinunciare.

Comoda e pratica in città, la Lancia Ypsilon è a suo agio anche in autostrada; tuttavia, il 1.4 a benzina “beve” parecchio, e chi fa molti chilometri farebbe bene a prendere in considerazione motori più parchi (come per esempio il Multijet a gasolio). Il comfort offerto dalla morbide sospensioni è fra i pregi più spiccati dell’utilitaria torinese, che, per contro, non è una vettura che si presta alla guida brillante: il sensibile coricamento di cui soffre in curva, per quanto non comprometta la sicurezza, consiglia di adottare andature tranquille.

PERCHÉ SÌ

Abitabilità
L’abitacolo è davvero accogliente e sul divano posteriore (che scorre longitudinalmente) stanno comodi anche due adulti, senza dover rinunciare allo spazio per le gambe.

Comfort
In città, il pavé e le rotaie del tram vengono digeriti senza scossoni, e nei lunghi viaggi si apprezza la corretta imbottitura delle poltrone. Inoltre, l’abitacolo è ben realizzato: non si sentono scricchiolii.

Divano
La possibilità di farlo scorrere in avanti e indietro di dieci centimetri è utilissima: a seconda delle necessità si può privilegiare lo spazio per i passeggeri oppure quello destinato ai bagagli.

Linea
L’estetica è quella giusta per chi vuole distinguersi, ma con classe. In alcuni dettagli si rifà ad alcune famose Lancia del passato, e fra le “piccole” è sicuramente una delle più eleganti e personali.

PERCHÉ NO

Baule 
Se il divano è in posizione totalmente arretrata, risulta un po’ sacrificato; inoltre, la soglia di carico non è a filo (19 centimetri di dislivello) e, se si ribalta lo schienale per aumentare la capacità, sul pavimento si forma un gradino.

Dotazione 
La Ypsilon non è certo “regalata”, ed è proprio in considerazione del suo prezzo che accessori importanti, come l’Esp oppure gli airbag laterali, dovrebbero essere compresi nell’equipaggiamento di serie. Invece si pagano a parte.

Guida 
Le sospensioni, tarate per privilegiare il comfort, si rivelano poco adatte alla guida sulle strade tortuose: la sicurezza non viene mai messa in discussione, ma nelle frenate il muso affonda parecchio e nelle curve il rollio è accentuato.

Strumenti
Il cruscotto è in una posizione insolita, al centro della plancia, e non essendo orientato verso il guidatore non è a portata di sguardo. Inoltre sugli strumenti si formano fastidiosi riflessi che ne disturbano la leggibilità.

 

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
    176,6 km/h 175 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,9   10,9 secondi
0-400 metri 17,6 125,0 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,8 154,4 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,7 138,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 37,2 126,3 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 23,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,0 km/litro 11,8 km/litro
Fuori città   13,5 km/litro 18,5 km/litro
In autostrada   10,4 km/litro non dichiarato
Massimo   5,9 km/litro non dichiarato
Medio   11,9 km/litro 15,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   137 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   9,9 metri 9,8
Cilindrata cm3 1368
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 70 (95)/5800
Coppia max Nm/giri 128/4500
Emissione di CO2 grammi/km 155
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 381/170/153
Peso in ordine di marcia kg 980
Capacità bagagliaio litri 215/290/900
Pneumatici (di serie) 185/60 R 14
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
    176,6 km/h 175 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,9   10,9 secondi
0-400 metri 17,6 125,0 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,8 154,4 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,7 138,7 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 37,2 126,3 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 23,4   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   11,0 km/litro 11,8 km/litro
Fuori città   13,5 km/litro 18,5 km/litro
In autostrada   10,4 km/litro non dichiarato
Massimo   5,9 km/litro non dichiarato
Medio   11,9 km/litro 15,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,7 metri non dichiarata
da 130 km/h   66,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   137 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   9,9 metri 9,8
Cilindrata cm3 1368
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 70 (95)/5800
Coppia max Nm/giri 128/4500
Emissione di CO2 grammi/km 155
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 381/170/153
Peso in ordine di marcia kg 980
Capacità bagagliaio litri 215/290/900
Pneumatici (di serie) 185/60 R 14
Lancia Ypsilon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
1
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
3
Aggiungi un commento
Ritratto di bad
26 luglio 2010 - 16:58
sono possesore di una ypsilon platino 1.3 mjt 75 cv diesel comunque a parte il motore gli allestimenti sono cari e poco chiari nelle dotazioni di serie ; mi fate sapere se avete la prova del mio modello grazie
Ritratto di Ryan
5 novembre 2010 - 20:58
solo che, a mio parere, è piuttosto scomodo e sopratutto fastidioso il conta kilometri al centro del cruscotto...
Ritratto di enricodeg
8 giugno 2011 - 07:07
1
Sarebbe un'ottima vettura se non fosse per la una leggera difficoltà di mantenerla in linea sui rettilinei. Su strada, appeno uscito dalla Concessionaria, ha manifestato da subito una certa tendenza ad un andamento altalenante. Pensavo fosse un difetto di gioventù che sarebbe sparito dopo pochi km. Invece permane anche adesso a 1600 km. La porterò in Lancia la settimana prossima per un controllo e registrazione del servosterzo o quant'altro ... e speriamo bene. Vi terrò informati. Per il resto il tetto apribile è fantastico (ma un po caro), la macchina è bellissima e molto comoda. Le rifiniture sono molto buone anche se alcuni allineamenti di carrozzeria, ad es. del paraurti anteriore, non sono perfetti. Poichè l'ho acquistata in offerta speciale non mi lamento del prezzo, che altrimenti sarebbe stato troppo elevato dato che alcune cose fondamentali, come gli airbag laterali, sono optional a pagamento.
Ritratto di gig
27 ottobre 2011 - 19:26
L' hai venduta od è migliorata?