NEWS

Ferrari: Binotto nuovo team principal in F1

7 gennaio 2019

Arrivabene lascia il posto di responsabile della Scuredria Ferrari a poco più di un mese dai primi test per il campionato 2019.

Ferrari: Binotto nuovo team principal in F1

TEMPI STRETTI - Potrebbe aprirsi con una grossa novità il 2019 della Scuderia Ferrari in Formula 1: stando a quanto anticipa La Gazzetta dello Sport, nelle prossime ore il Cavallino dovrebbe sostituire il numero uno Maurizio Arrivabene con Mattia Binotto (nella foto), ingegnere meccanico responsabile da metà 2016 dello sviluppo tecnico delle nuove monoposto. Binotto lascerà quindi un ruolo tecnico per assumere la guida del team, quindi dovrà farsi carico anche delle strategie in gara e dei rapporti con i piloti, che per il 2019 sono Sebastian Vettel e Charles Leclerc. L’avvicendamento arriva quando la Scuderia si sta organizzando in vista del campionato 2019, al via domenica 17 marzo dall’Australia, anche se i primi test sono fissati dal 18 febbraio (la nuova Ferrari sarà presentata il 15 febbraio).

RAPPORTI TESI - Arrivabene paga i risultati sotto le aspettative della Ferrari, che l’anno scorso non è riuscita ad impensierire fino al termine del campionato le Mercedes e ha prolungato un “digiuno” di titoli che dura dal 2008 (l’ultimo a vincere fu Kimi Raikkonen). Questo nonostante una vettura parsa competitiva ad inizio campionato: Sebastian Vettel ha vinto infatti le prime due gare ed è partito dalla pole position tre volte nei primi quattro Gp. La stampa parla inoltre di rapporti “tesi” fra Arrivabene e Binotto, complici alcune dichiarazioni del primo, che in un momento di difficoltà per il team ha puntato il dito contro il mancato sviluppo della monoposto, quindi criticando Binotto e la sua squadra. Binotto, ingegnere meccanico, lavora alla Ferrari dal 1995 e si è occupato a lungo dello sviluppo dei motori da gara, prima di essere promosso nel 2016 a responsabile tecnico.

Aggiornamento del 8/1/2019 - La Ferrari ha confermato ufficialmente la notizia precisando che Binotto manterrà anche la direzione tecnica della Scuderia.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
7 gennaio 2019 - 11:01
Il problema è solo uno: Hamilton. Quando ci sono campioni del genere bisogna aspettare solo la fine del loro ciclo. Quando inizierà a perdere colpi o deciderà di ritirarsi, Ferrari tornerà a vincere, perché non è una questione di auto o organizzativa, ma che l'avversario ha decisamente un fuoriclasse.
Ritratto di Rikolas
7 gennaio 2019 - 11:09
non c'entra nulla Hamiltom, è la Ferrari che è mal gestita. A inizio stagione quando le cose funzionavano Hamilton non era in grado di star dietro alle rosse, poi come al solito la gestione dle team ha cominciato a vacillare fino al distrastro di fine anno. E' la squadra il problema, non è soltanto Vettel (che comunque non è poi questo gran pilota). Ci vuole un ribaltone, fuori tutti. Mi chiedo perchè non hanno pensato a prendere Verstappen, è lui il miglior pilota in questo momento, Hamilton è in gamba ma non è il massimo, ricordiamoci la batosta che si prese da Rosberg...e spesso anche Bottas lo mette in crisi.
Ritratto di flavio84
8 gennaio 2019 - 00:11
Per me hamilton è un gran campione, vettel non lo vedo all altezza, come macchina quest anno ferrari ha dimostrato di essere all altezza fino a meta stagione, poi ha perso punti per colpa del pilota e del team. Paragonando questo cambio al mondo del calcio, non sempre cambiando allenatore si arriva poi allo scudetto. Questo cambio è solo politica, chissa di quale grande ditta diventerà ora presidente arrivabene...
Ritratto di Reallyfly
7 gennaio 2019 - 11:21
ma non diciamo cavolate, se non hai un team e una macchina forti non vinci neanche se vuoi...guarda Alonso che fine ha fatto, Vettel si è mangiato 2 campionati in errori da neofita, che Hamilton da "pilota" (che per me pilota non è, è un calcolatore freddo) non ha commesso
Ritratto di Fr4ncesco
7 gennaio 2019 - 11:57
Che c'entra, Alonso aveva una fetecchia di macchina, non si può paragonare mica a Ferrari. È ovvio che un buon pilota deve avere comunque un'auto all'altezza per fare la differenza e attualmente, non globalmente, il migliore su piazza è Hamilton che non fa evidentemente "errori da neofita" di Vettel.
Ritratto di Rikolas
7 gennaio 2019 - 14:37
Hamilton è un "buon" pilota ma non il migliore, non esageriamo. La Mercedes ha fatto vincere facilmente anche Bottas che non è certo un campione, in più Rosberg a suo tempo ha ampiamente dimostrato che Hamilton non è certo imbattibile, pur non essendo anche lui chissà che pilota. In questo momento il pilota migliore sulla griglia è Verstappen: non ha una macchina in gradi di competere coi migliori ma riesce a infastidire chiunque, senza timori reverenziali. Sorpassa senza problemi, è sfacciato, ha grinta, è "scorretto" al punto giusto come fu a suo tempo Schumacher, lo ricorda davvero per molti dettagli. Date una vettura competitiva a questo ragazzo e non ce n'è per nessuno, Hamilton compreso. Purtroppo la Ferrari sta puntando su 2 piloti sbagliati, Vettel non è un gran che, Le Clerc è insperto, ma almeno Arrivabene si è levato di mezzo, è già un inizio.
Ritratto di Coyote07
7 gennaio 2019 - 16:20
Beh, non saprei... Comunque si scrive Leclerc e non Le Clerc
Ritratto di Gordo88
7 gennaio 2019 - 17:42
Se fossero disponibili entrambi tra Hamilton e Vestappen non avrei alcun dubbio a scegliere il primo... Vestappen è molto aggressivo e fa spettacolo ma ancora non ha dimostrato nulla, ricordiamoci che ad inizio stagione era in crisi nera, andava a sbattere contro qualcono una gara si e l' altra pure e tra un pò rischiava il sedile!! I campioni veri sono altri e per me Hamilton fa parte di questa schiera
Ritratto di Prrrrr
7 gennaio 2019 - 17:38
Hamilton? Guarda che se in Ferrari ci fosse stato Alonso nel 2018 non vinceva Hamilton. Lewis è un Campione, non ci piove, ma la Mercedes in questi Anni è stata troppo superiore a tutti, ciò detto nelle ultime 2 la Ferrari ha alzato l'asticella e nella passata Stagione poteva benissimo vincere, ma se hai un Arrivamale nel Muretto e un Crucco che se scordato come vincere la pressione e tutto il resto, ciao.... Monza ne è l'esempio lampante, dilettanti allo sbaraglio. Per quello ho detto Alonso, con lui sicuramente in alcuni frangenti Arrivabene sarebbe rimasto Muto, e sopratutto il Bollito Finlandese non prendeva iniziativa. Che bisogna aspettare che la Stella di Hamilton si oscuri? Lewis senza macchina non va da nessuna parte e quando la freccia d'argento era un Camion lui voleva andare in Red Bull..... è forte ma è supportato da una gran macchina e Team. Ecco, probabilmente lui avrebbe vinto a parti invertite, quello si, ma con Alonso in Rosso credo che avrebbe vinto Alonso. Ciò detto la Ferrari ha sofferto la dipartita di Marchionne, senza di lui si sono sgretolati, Arrivabene non è adatto, in questa F1 molto lo si vince dal muretto...... tornando ad Alonso, perse a causa del Muretto ad esempio, altrimenti almeno 1/2 Titoli li portava a casa.
Ritratto di Gordo88
9 gennaio 2019 - 01:19
Con i se e i ma non si va molto in là.. con questo ragionamento potremmo dire che senna poteva vincerne 4 p 5 di titoli perché era in assoluto il pilota più forte ma in realtà ne vinse solo 3 ecc. Restiamo seri suvvia
Pagine

NEWS FORMULA 1