NEWS

Formula 1: Hamilton vince il settimo titolo mondiale

Pubblicato 15 novembre 2020

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio della Turchia 2020: Hamilton vince gara e campionato. Secondo Perez della Racing Point, terzo Vettel della Ferrari.

Formula 1: Hamilton vince il settimo titolo mondiale

NESSUNO COME LUI - Nel 2011, quando si svolse l’ultima edizione del Gran Premio della Turchia, Lewis Hamilton correva per la McLaren e non era ancora diventato il super campione che oggi conosciamo: finì la gara al quarto posto e il campionato al quinto, il peggior risultato in carriera. Quei ricordi fanno parte del passato, perché oggi Hamilton, dal 2013 alla Mercedes, fa suo il Gp della Turchia 2020 e mette le mani sul sesto titolo negli ultimi sette anni (il quarto consecutivo), il settimo in carriera: come Michael Schumacher, che deteneva il record assoluto. E così il pilota inglese diventa il più vincente in Formula 1, perché ha anche il primato di vittorie, ben 94, e pole position, 97.

TANTI ERRORI - Dopo la forte pioggia caduta nelle qualifiche, le condizioni atmosferiche sono proibitive anche prima della gara e nei suoi giri iniziali, tanto che Giovinazzi dell’Alfa Romeo e Russell della Williams escono di pista nel giro di formazione; entrambi, però, riescono ad iniziare regolarmente il Gp. Al via, Stroll della Racing Point difende la prima posizione e parte bene anche il suo compagno di team, Perez, che sale al 2° posto, mentre Verstappen della Red Bull perde posizioni e Bottas della Mercedes fa “strike”: urta le due Renault e resta attardato. Questa è una buona notizia per Hamilton, che alla partenza passa dalla 6° alla 3° posizione, perché Bottas è l’unico che poteva ancora contendergli il titolo, seppure con scarsissime chance. E’ negativa anche la partenza di Leclerc della Ferrari: scivola al 14° posto.

LECLERC RIMONTA - Al 5° giro, Stroll guida il Gp e ha alle spalle Perez, Vettel della Ferrari, Verstappen e Albon della Red Bull e Hamilton. Due giri dopo, Leclerc si ferma ai box e anticipa gli altri piloti, perché sceglie pneumatici con mescola intermedia (l’asfalto è meno bagnato rispetto al via): il ferrarista indovina la strategia e inizia a macinare giri veloci, che gli permettono di recuperare posizioni mentre i rivali si fermano ai box. E infatti, al 14° giro è già al 9° posto, in zona punti. Le condizioni dell’asfalto non sono ancora ideali e così prima Hamilton commette un errore, facendosi superare da Albon, e poi Verstappen va in testa-coda, venendo superato da tre piloti.

LA ZAMPATA DEL CAMPIONE - A metà gara, le due Racing Point soffrono per l’usura dei pneumatici e alzano i tempi sul giro, vedendo svanire il vantaggio fin lì accumulato. Stroll è il primo dei due a fermarsi ai box, per sostituire le gomme; tuttavia, mentre è in testa Perez, Hamilton sferra la zampata, lo supera e si prende la prima posizione. Poco dopo, Leclerc passa Vettel e prende il quarto posto; il terzo gli arriva dopo la sosta di Verstappen. Nell’ultima fase di gara, Leclerc ha un ritmo migliore di Perez e lo sorpassa poco prima della bandiera a scacchi, ma commette un fatale errore all’ultima curva e viene scavalcato non soltanto da Perez, ma anche da Vettel.





Aggiungi un commento
Ritratto di Quello la
15 novembre 2020 - 17:21
Sono felice per Vettel. Podio meritato. Bene anche Leclerc, giusto che sia finito dietro Seb. Non servono parole per H, campione. Non vorrei essere il team principal della Racing Point, dopo che il figlio di Stroll è finito dietro l'ottimo Perez.
Ritratto di Andre_a
16 novembre 2020 - 10:09
8
Se il Vettel dell'anno prossimo sarà in forma e motivato (e penso che lo sarà) è bene che il "figlio di Stroll" si abitui a fare da seconda guida
Ritratto di Gordo88
17 novembre 2020 - 21:18
È più contento lui di portarsi a casa 40 milioni anche quest anno impegnandosi meno della metà delle sue possibilità dato che a fine anno cambierà scuderia
Ritratto di v8sound
15 novembre 2020 - 17:42
Complimenti a questo campione fenomenale. Peccato che l'uomo sia un pochetto incoerente. Ma il pilota non si discute.
Ritratto di Quello la
15 novembre 2020 - 17:48
In che senso incoerente?
Ritratto di v8sound
15 novembre 2020 - 18:00
Mi riferivo all'intervista in cui dichiarò di non utilizzare più le auto termiche per gli spostamenti, preferendo l'EQC. Capirai, da uno che consuma 300 litri di carburante a week-end e che si sposta 20 volte l'anno da un continente all'altro in aereo... da che pulpito mi vien da dire!
Ritratto di v8sound
15 novembre 2020 - 18:01
Potrebbe essere propedeutico al suo passaggio in FE
Ritratto di Flynn
15 novembre 2020 - 18:46
6
Fossi in lui un altro anno in Mercedes e poi saluti e baci a tutti.
Ritratto di v8sound
15 novembre 2020 - 19:22
Ma probabilmente vorrà battere il record dei titoli iridati e poi si ritirerà da campione e recordman.
Ritratto di pierfra.delsignore
16 novembre 2020 - 14:14
4
Nel caso deve continuare ancora un pochetto gliene mancano ancora 3 per battere il record di Loeb (9 titoli)
Pagine

NEWS FORMULA 1