NEWS

E se l’Alfa Romeo Giulietta tornasse così?

Pubblicato 29 dicembre 2022

Il piano di rilancio dell’Alfa Romeo è ancora vago riguardo un’ipotetica erede della Giulietta prodotta dal 2010 al 2020 e ancora molto apprezzata dai tanti alfisti che l’hanno scelta.

E se l’Alfa Romeo Giulietta tornasse così?

DIECI NUOVE ALFA ENTRO IL 2030 - Rimettersi in carreggiata e tornare a correre veloce, come da oltre 110 anni fanno le sue automobili, intrise di un fascino unico. L’Alfa Romeo ha messo a fuoco il suo futuro, e nella Tonale, il primo modello elettrificato del Biscione, spera di aver individuato il propellente ideale per spingere vendite rimaste stagnanti ormai da diversi anni e recuperare terreno nei confronti dei maggiori brand rivali. Il piano di rilancio disegnato dal ceo della casa milanese Jean-Philippe Imparato agisce sulle leve del premium e dell’elettrificazione. E prevede, entro il 2030, il lancio di dieci modelli completamente nuovi, seppur basati su architetture condivise con altri della galassia Stellantis. Data per certa una piccola suv su base Jeep Avenger (e quindi anche al 100% elettrica), la gamma dell’Alfa Romeo si amplierà di qui ai prossimi anni con vetture più “nelle corde” del marchio, vale a dire sportive di carattere, ma dal prezzo relativamente accessibile e, quindi, mediamente inferiore rispetto alle migliori concorrenti tedesche. A questo punto, la domanda che si pongono in tanti, tra gli appassionati del Biscione, rimane una sola: nel piano di rinascita del brand ci sarà spazio anche per una nuova Alfa Romeo Giulietta?

GIULIETTA: SÌ O NO? - Lanciata nel 2010 e rimasta in produzione per ben 11 anni totalizzando circa 480.000 unità, uscendo di scena l’Alfa Romeo Giulietta ha lasciato inevitabilmente un vuoto nell’offerta della casa milanese, per ora limitata alla Giulia berlina e alle suv Stelvio e Tonale. Nell’agenda del Biscione, al momento, ci sono la sopracitata baby-suv, che potrebbe arrivare nel 2024, oltre alle nuove generazioni delle Giulia e Stelvio e, nel 2027, una nuova ammiraglia con un look inedito a metà tra una berlina classica e una crossover. Nel puzzle dei nuovi modelli, quindi, continua a mancare una compatta a due volumi di medie dimensioni, ed è proprio questa la “lacuna” di cui più si discute a proposito del futuro dell’Alfa. Il tema è così “caldo”, nella comunità “alfista”, che molti grafici e designer negli ultimi tempi si sono cimentati nella realizzazione di rendering che provano a “indovinare” quello che potrebbe essere l’aspetto di una vera erede dell’Alfa Romeo Giulietta.


> Qui sopra la Giulietta uscita di produzione nel 2020.

UNA PROPOSTA COERENTE NELLO STILE - Tra le realizzazioni più plausibili, da un mero punto di vista dello stile, qualche giorno prima di Natale è spuntata, rimbalzando di schermo in schermo nel giro di poche ore, quella dell’artista digitale conosciuto su internet con il nickname di Theottle. La proposta di una nuova Alfa Romeo Giulietta firmata da questo designer indipendente “tradisce” una parentela piuttosto evidente, almeno a livello di volumi e proporzioni, con la Peugeot 308 di ultima generazione, sulla cui piattaforma l’erede della Giulietta quasi certamente poggerebbe, qualora mai dovesse scorgere le luci della catena di montaggio. Dai modelli di attuale produzione, amalgamati con un certo gusto, derivano invece gli spunti più classici del linguaggio contemporaneo dell’Alfa Romeo, a cominciare dalla firma luminosa anteriore e posteriore, molto simile a quella della Tonale. E tu, cosa ne pensi? Se la Giulietta dovesse tornare a calcare le nostre strade, la vorresti così?

Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
552
280
178
155
219
VOTO MEDIO
3,6
3.57153
1384


Aggiungi un commento
Ritratto di alveolo
29 dicembre 2022 - 10:15
Praticamente la Tonale
Ritratto di Reallyfly
29 dicembre 2022 - 10:29
la linea ricalca il facelift del momento, questa è bassa però
Ritratto di alveolo
29 dicembre 2022 - 10:36
xReally Vero e aggiungo niente che poi non facciano già pedissequamente gli altri, anche quelli considerati -i migliori-. Solo che per staccarsi dall'effetto gregge che continuerà a seguire all'infinito, e presumibilmente a vuoto, i migliori forse una attimo di differenziazione male non farebbe (siamo sempre nel mondo del teorico, che tanto la prossima Alfa chissà fra quanti anni la vedremo). A me ad esempio piace molto come si sta muovendo HK in tal senso (ma volendo anche diversi giapponesi): auto tutte con una data personalità, certo con diverse caratteristiche di design in comune, ma lontanissime dal concetto della stessa linea estesa dalla seg.B/C e fino all'ammiraglia, suv compresi, quasi esclusivamente stiracchiando / gonfiando e con giusto dei fanali un attimo differenti
Ritratto di alveolo
29 dicembre 2022 - 10:40
Cioè, si è per ciò canzonato per anni Audi, che però almeno si può attestare l'originalità di aver per prima pensato a tale sistema, di essere l'originale, e poi intanto stanno tutti finendo a fare così.
Ritratto di BZ808
29 dicembre 2022 - 11:02
Sarà che ho ammirazione per Sacco e la sua filosofia di design, ma l'operazione dei coreani proprio non la digerisco. Preferisco una continuità di stile, sia in gamma che nel tempo, andando a innovare e rinnovare più che a stravolgere e creare da zero!
Ritratto di alveolo
29 dicembre 2022 - 10:30
Ciò detto, Alfa sarà oramai probabilmente il marchio per eccellenza del Ogni lasciata è persa. Al tempo poteva pure starci come discorso che per darsi un certo tono, notevole tono, si facesse sparire la Giulietta senza darle un seguito, con l'idea di fare dalla Giulia in su. Ma oggi leggendo 480 mila Giuliette vendute, e sommando al discorso che per tanto - tanto tempo solo Giulia e la sua versione suv Stelvio sono rimaste a listino, oltre alla chiosa che poi il tutto per andare a finire sul ricarrozzamento della Compass... Insomma, per rispondere alla teorica domanda dell'articolo (che tanto è un esercizio e null'altro parlarne qui) assolutamente con AR prendersi tutto quello che venisse ipotizzato fosse pure il ricarrozzamento della Ami EV, che appunto ogni lasciata è persa in tal caso e meglio finanche il guscio di un uovo subito, oggi, reale da toccare con mano, che una splendida gallina faraona --promessa-- per chissà quando
Ritratto di Newcomer
30 dicembre 2022 - 13:49
In realtà è la Tonale che vista di lato e da dietro si confonde con la Giulietta
Ritratto di Cancello92
31 dicembre 2022 - 10:12
"Rilancio" se ne parla da tanti anni ad oggi alfa secondo al volante ha 3 modelli a listino, Ferrari 7 e BMW 27....la vedevo male allora e continuo a vederla così adesso. Fossi un dipendente alfa non fare mutui troppo lunghi
Ritratto di BZ808
29 dicembre 2022 - 10:51
Doveva già essere uscita insieme alla Tonale, ma con la "strategia" di marchionne ed eredi si è sempre saltato un giro o più... speriamo ora con PSA le cose stiano cambiando!
Ritratto di PongoII
29 dicembre 2022 - 11:47
7
Effettivamente, parafrasando il Verbo, "non di soli SUV vivrà l'Alfista", nella gamma manca una due volumi da affiancare alla Giulia. Il disegno è accattivante e la familiarità con la Tonale non è nulla di diverso dallo stile/linee del momento che ogni Casa adotta.
Ritratto di Ricci1972
29 dicembre 2022 - 12:10
In effetti non soli SUV, sarebbe auspicabile, almeno per AR. Prima di ricarrozzare una PSA 308, perché alla fine di questo si tratterà, osserverei quale è il destino di certe tipologie di auto, partendo dalla Golf per andare su A3, Serie1, ClasseA oltre alle generaliste Astra,308, Leon ecc..siamo sicuri che siano ancora macchine richieste dal mercato?
Ritratto di Volandr
29 dicembre 2022 - 12:10
Una bella berlina proporzionata, filante e anche comoda. Per 4 volanti.
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:26
Detto 1000 volte ma una bella 33 imola aggiornata al 2023, cioè piuttosto robotica, tutta squadrata com'era, bassa agressiva pur senza curve e con quelle forme assolutamente longilinee che la facevano sembrare lunga il doppio non sarebbe la anti Golf per eccellenza? Ma vaglielo a dire alla dirigenza braccine corte di FCA Stellantis, se ci fossero state 6 o 8 serie della 33 come ci sono state 8 serie della Golf, non penso neanche che oggi ci sarebbe concorrenza: Audi A3 , Mercedes A e BMW 1, sarebbero al massimo in mano a qualche pensionato, e lo stesso varrebbe per la Delta se l'avessero aggiornata costantemente fino al 2023 e oggi ci trovassimo una sesta o ottava serie, e probabilmente anche per la Citroen BX se non fosse stata sostituita ad un certo punto da quella robetta della ZX, Xantia, C4 e altra robaccia; si fa presto a dire "premium", ma nelle compatte l'unico premium esistente erano le Lancia, Alfa Romeo e Citroen, come abbiamo fatto a cascare così in basso e produrre le Citroen che ho citato, le Lancia Delta "pensionato" seconda serie 1993, le Alfa 146, 147 e soprattutto Giulietta 2009 è un mistero, poi sai sono i cinesi che non sanno fare le auto... seeeeee
Ritratto di Flynn
29 dicembre 2022 - 12:30
Bhe in effetti con il 1.2 Peugeot la 33 sarebbe un vero gioiellino.
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:33
Chiaramente sarebbe stato anche da produrre il motore boxer fino ad adesso dove si passava direttamente all'elettrico, ma Fiat Alfa Romeo etc è stata in mano a FCA, Agnelli Exor: quindi qua sono decenni che si sogna un'Alfa che sia un Alfa, una Lancia che sia una Lancia, a si ci hanno regalato la Jeep: Jeep , Jeep , Jeep!
Ritratto di Flynn
29 dicembre 2022 - 12:38
Ovviamente quale costruttore non tiene in produzione una linea di motori esclusiva per un solo modello , dico io ?
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:44
Porsche... E ovviamente quando si parla di 33 il livello era quello, si sarebbe potuto fare dal 1995 ad oggi e BMW o Audi sarebbero solo normali concorrenti non quelle che ti fanno cancellare i modelli...
Ritratto di Flynn
29 dicembre 2022 - 14:55
Ma infatti è risaputo che la 911 rendeva così tanto che Porsche si è buttata sui SUV per pura noia.
Ritratto di Gordo88
29 dicembre 2022 - 12:42
1
Basta giulio con questa 33, ricompratela e non rompere le p@lle!!
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:49
Però è indiscutibile che Lancia può ripartire solo da tutto ciò che rappresentava la Delta, Alfa dalla 33 (almeno nella categoria C) , Citroen da DS, Ami, 2CV, CX e in definitiva BX nella categoria, se no se già si cancella il prossimo anno Focus e forse a catena : Astra, Megane normale etc etc, cosa fanno questi : le belle statuine, i rendering e basta, se vuoi vendere bisogna investire 10 volte i soldi come fanno VW/VAG la triade tedesca, Toyota, i coreani e i cinesi e fare delle besteseller, se non vendono più la Focus e l'Astra che erano auto non solo tedesche, ma europee, figuratevi un'auto che aveva già scarso successo in Italia... Mi sa che andremo avanti a rendering vita natural durante.
Ritratto di Gordo88
29 dicembre 2022 - 13:49
1
No alfa dovrebbe ripartire dalla 147 con design de Silva ed una guidabilità da vera alfa (poi aveva altre pecche sia chiaro.. )
Ritratto di Ilmarchesino
29 dicembre 2022 - 19:26
3
Caro io ho avuto una Alfa 33 1.7 quadrifoglio verde america. Avevo il tachimetro in miglia e paraurti più sporgenti. Rossa con cerchi a raggi oro. Bella macchina ma consumava un botto. Però ti dico che attualmente farebbe concorrenza a tante audi A1 peguot 208 e 308 e focus. Era unica. Poi apprezzo anche la bx. Sostituta indegnamente dal wc ZX. Mentre la xantia era una signora auto.
Ritratto di silvano 103
30 dicembre 2022 - 15:20
La 33 dopo 12 anni (tra 1° e 2° serie) è stata sostituita da un'altra 2 volumi e mezzo: la 146 certamente meno bella della 33 ma con pianale e carrozzeria più moderni e sicuri ma in termini di qualità ed affidabilità non potevano certo competere con le tedesche: chiedere agli ex possessori quanti braccetti delle sospensioni hanno cambiato....
Ritratto di Dario 61
31 dicembre 2022 - 16:15
Mai uno! Io ho avuto la 146, era diesel 1.9. La qualità generale non era un gran che, migliorata leggermente nel corso della sua carriera. Meccanicamente, però, mai un problema, anche perché era su base Fiat Tipo già supercollaudata.
Ritratto di - ELAN -
29 dicembre 2022 - 22:27
1
Per 4 volanti? Ci vogliono otto mani!
Ritratto di Francesco Pinzi
29 dicembre 2022 - 12:21
Sinceramente non mi emoziona come la giulietta 2010 appena uscita. Era qualcosa di più originale. Questa è una tonale abbassata, e la stessa tonale non mi fa impazzire.
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:30
Certo che se ti emozionava la Giulietta del 2009, io solo a pensare che sostituiva (non direttamente) roba come l'Alfasud e la 33: roba all'epoca inarrivabile, sostituita appunto da una macchinaccia che faceva rimpiangere la Bravo Fiat del 2007...
Ritratto di Gordo88
29 dicembre 2022 - 12:45
1
Sostituiva la 147 che in molti rimpiangevano a livello di linea ma soprattutto a livello di guida era una spanna sopra..
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:56
Bè va bè quando guidavi un Alfa all'epoca, quando ero giovanissimo e soprattutto una 33 e poi una Golf , la Golf avevi l'impressione di guidare il camper Westfalia, non era una spanna sopra, era quella : da guidare.
Ritratto di Gianni_m
29 dicembre 2022 - 15:03
Non capisco la gente che dice che la 147 è superiore alla goulietta. Secondo me non l'hanno mai portate entrambe, a parte la gta della 147 reputo superiore la giulietta in tutto. Boh
Ritratto di Francesco Pinzi
29 dicembre 2022 - 16:12
Io sono stato in diverse 147 e ho avuto la giulietta per 10 anni, quindi non parlo a caso. Giulietta superiore e rifinita molto meglio.
Ritratto di Gordo88
29 dicembre 2022 - 17:29
1
Voi le avete guidate andando a spasso e allora la giulietta vi risulta più comoda e tecnologica.. ma se provaste a fare qualche curva allegra verrebbe fuori il reparto sospensivo nettamente migliore della 147 con un' avantreno incollato all' asfalto ed un sterzo più comunicativo rispetto a quello della giulietta, che da questo punto di vista è omologato alle concorrenti anzi secondo me la golf 7 a parità di motorizzazione si guida pure meglio..
Ritratto di Francesco Pinzi
29 dicembre 2022 - 18:20
@Gordo88 sì, non ho guidato le 147 e nemmeno la giulietta "al limite", ma non c'è paragone nella guida che si fa, anche allegra, tra le curve o in autostrada. La 147 è più bassa, quindi immagino che sullo stretto sarà più incisiva, ma avevo su i 18" e ti dico.. non andava così male.
Ritratto di Gordo88
29 dicembre 2022 - 18:53
1
Non è tanto una questione di altezza quanto del quadrilatero alto che la giulietta si sognava, come pure il differenziale q2 montato sulle jtdm versioni restyling, un differenziale meccanico vero non della roba basata sull' elettronica che lo simula soltanto..
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 19:01
Sicuramente era migliore la 147 della Giulietta sotto un pò tutti gli aspetti, e anche nella guida cosa piuttosto importante per un Alfa, pensare che la 147 del 2000 era solo la penultima e la Giulietta era ancora in produzione fino a poco tempo fa, comunque oggi per vendere dovrebbe essere superiore a tutta la concorrenza in tutto, come si conviene ad una vera Alfa: e qui ti voglio! Cioè non che noi italiani non ne siamo capaci, il punto è però che non siamo in mano a Saic o Geely che metterebbero capitali all'infinito ma nelle mani di 4 tirchioni...
Ritratto di Ilmarchesino
29 dicembre 2022 - 19:38
3
Concordo in pieno. Ho guidato entrambi e la 147 era più Alfa mentre la Giulietta era una fiat bravo più rigida e scomoda
Ritratto di Goelectric
29 dicembre 2022 - 12:27
Fosse cosi non sarebbe male
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:39
Che poi nel rendering piuttosto accurato non è male sono d'accordo anch'io, anche perchè per sostituire quell'auto poco auto, pur carina, dell'ultima Giulietta non ci vuole molto, va bene anche una cosa derivata pesantemente dai canoni Stelvio, Tonale, anche se risulterebbe ormai un pò datata, il problema è che intanto fra Tonale e "nuova Giulietta ipotetica 2023" ci si cannibalizzerebbe parecchio, un Alfa Romeo compatta hatchback è entrata definitivamente nel cuore degli italiani: c'è sempre stata anche con le macchinette post 33, e quindi per assurdo sarebbe una cannibalizzazione inversa, probabilmente entrerebbe più nelle grazie la più agile berlina compatta che la SUV Tonale se esistessero in contemporanea, sarebbe l'unico caso in cui la berlina prevarrebbe sulla SUV, però qualcuno ci perderebbe comunque.
Ritratto di Gordo88
29 dicembre 2022 - 12:40
1
Semplicemente la tonale in formato hatchbach e potrebbe già essere la più bella del suo segmento.. eppure dall' Alfa nulla come al solito
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:58
Se questa sarebbe la più bella del segmento, le Delta del 1979, le Alfa e le Citroen compatte di una volta sono opere da MOMA di New York.
Ritratto di Trattoretto
29 dicembre 2022 - 14:47
La vecchia Delta aveva una linea tagliata con l’accetta, simile a un accumulo di casse di birra. Citroen e Alfa di una volta di quella fattura non ne ricordo, erano belle rispetto al periodo, ma inferiori alle auto odierne, e sotto tutti gli aspetti. 40 di progressi tecnologici e stilistici non passano inutilmente.
Ritratto di Gordo88
29 dicembre 2022 - 17:23
1
Tu giulio non capisci mai.. non intendo dire la più bella e iconica seg c di sempre ma, visto il render e e dirette rivali, potrebbe essere la migliore che il mercato propone oggi. E lo dico da golfista, giusto per rammentarlo..
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 19:04
Quelle antiche come design erano 1000 volte superiori alle odierne, le auto le disegno: per passione magari, ma me ne accorgo bene, poi ovvio che tecnologicamente c'è un abisso, ma ora più o meno sono tutte allo stesso livello mancano le vere eccellenze. Anche quella del rendering sarebbe si carina come ho detto ma non superiore ad altre, quando un tempo un Alfa era molto superiore nel settore delle compatte, diciamo che tanto per cominciare riprendere di nuovo il design Stelvio / Tonale la farebbe apparire leggermente datata.
Ritratto di Gordo88
30 dicembre 2022 - 02:02
1
Solita ramanzina che le auto belle in europa erano quelle progettate fino a 30-40 anni fa poi più il nulla.. il know how dello stile è passato all' oriente, con auto dalle linee sempre personali e futuriste mentre quelle della tonale risultano già legg datate.. ok giulio mi hai convinto
Ritratto di Flynn
30 dicembre 2022 - 07:16
@Gordo88: è la mentalità tipica dei boomer, quelli veri , nati negli anni ‘60 e su cui è stato coniato il neologismo . Il passaggio senza soluzione di continuità tra il “‘eh ma ai miei tempi” al “io guardo avanti”‘è li a dimostrarlo, nero su bianco. Il rimpianto del passato mischiato alla negazione dell’imminente vecchiaia. Il maestro è semplicemente un boomer, tutto li.
Ritratto di giulio 2021
30 dicembre 2022 - 08:56
Và bè e allora perchè tanti rendering su come dovrebbe essere la Delta, che deve essere più 1979 possibile, o almeno ricuperare quello spirito, dico semplicemente che c'erano alcune auto che svettavano, magari non tutte, Hyundai o Fiat o Peugeot magari fanno cose migliori oggi, quello che voglio dire è che però in questi casi o si investono i soldi che si investivano un tempo o non so dove si vuol andare a parare, anche fare tutta una gamma in stile Stelvio come la Tonale non so quanto sia conveniente.
Ritratto di Flynn
30 dicembre 2022 - 09:26
La Delta o (il remake della 33 che tu auspichi) e’ roba per vecchi, per rimanere ancorati alla propria gioventù. Allora siate coerenti , delle due una: o avanti con i cinesi o indietro con i remake. Perché ,veramente, così non siete credibili.
Ritratto di Edo-R
29 dicembre 2022 - 12:41
Si potrebbe fare qualsiasi cosa, ma manca proprio la voglia di fare auto nella zucca dei manager fiat. Immobilismo puro.
Ritratto di Volpe bianca
29 dicembre 2022 - 12:46
Con il passo e gli sbalzi giusti potrebbe venir fuori qualcosa di buono. Basta che sia una Giulietta, non una cross-sport-suv Giulietta.
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 12:58
Ma c'è già la Tonale eheheheh.
Ritratto di fastidio
29 dicembre 2022 - 12:56
7
Una Giulia con gli stilemi della Tonale..sarebbe perfetta, magari con il pianale della Giulia (cosa impossibile ora che si devono per forza avere versioni elettrificate.
Ritratto di Check_mate
29 dicembre 2022 - 13:02
Ma magari, come al solito solo ipotesi e zero fatti.
Ritratto di Truman200
29 dicembre 2022 - 13:03
Ancora con ste Alfa, siete patetici cavoli, dovrebbero chiuderla una volta x tutte, sono auto di 30 anni fa
Ritratto di studio75
29 dicembre 2022 - 13:27
5
Non ha senso fare una nuova Giulietta se poi i prezzi devono partire da oltre i 30k.... o pensate che la troverete a KM/0 a 12k?
Ritratto di John V
29 dicembre 2022 - 13:35
Sì e ancora sì. Notevole il C-pillar: bravi, tanto.
Ritratto di Jack mann
29 dicembre 2022 - 14:14
"Alfizzando" un'ottima base come quella della 308, lavorando su assetto, sterzo, montando motori italiani molto performanti e aggressivi e riproponendo le bellissime linee tipicamente Alfa Romeo, da proprietario dell'ultima Giulietta, la comprerei senza esitazioni.
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 19:06
In Italia forse anche la compreremo ma per avere un successo totale devi tornare ai livelli Alfa boxer di 30 / 40 anni fa e con la qualità tedesca / orientale di oggi...
Ritratto di Yuri85zoo
29 dicembre 2022 - 15:06
A parte la firma dei led (impossibile ai tempi) è come avrei voluto che fosse l'impostazione dei fari nel 2010. Sarebbe stato il proseguimento stilistico in eredità dalla 147 restyling e a quanto pare sarebbe proseguito con la Tonale. Maledetto muso attapirato
Ritratto di NITRO75
29 dicembre 2022 - 15:19
Potrebbe anche starci, tanto l'intervento è quasi a costo zero. Prendi una Peugeot 308, gli monti gli interni, il muso ed il posteriore della Tonale, (per il muso eviti quell'aspetto ingrugnito che ha il B-Suv) ed il gioco è fatto, eccoti la nuova Giulietta. La domanda è: ne abbiamo davvero bisogno? Avrebbe un qualche successo commerciale in un mercato in cui anche le utilitarie si atteggiano da suv? Ai posteri l'ardua sentenza......
Ritratto di lovedrive
29 dicembre 2022 - 15:35
già nel 2010 dissi che l'alfa dovevea presentare la giulietta con due frontali diversi. la normale e una versione sportiva con il muso della 159. proprio la giulietta 2010 con il muso 159 sarebbe stato simile a questa e avrebbe sicuramente avuto un buon successo.
Ritratto di Maurino004
29 dicembre 2022 - 17:02
1
Anche fosse, sarebbe una 308 ricarrozzata con motori psa merdosi. Dopo giulia e stelvio l'alfa dovrebbe chiudere i battenti, meglio morire dignitosamente che andare avanti a mo di zombie
Ritratto di lovedrive
30 dicembre 2022 - 13:48
perchè la saab è morta dignitosamente ?? o sei troppo giovane per sapere cos'è la saab?
Ritratto di Maurino004
30 dicembre 2022 - 18:34
1
Non capisco il nesso
Ritratto di Maurino004
30 dicembre 2022 - 18:37
1
Se l alfa morisse a breve non farebbe la fine della saab
Ritratto di lovedrive
31 dicembre 2022 - 16:40
perchè secondo te la saab esiste ancora??? ma in che mondo vivi?? ti auguro un buon 2023 ed un po di cerve.....
Ritratto di Maurino004
1 gennaio 2023 - 22:04
1
Fumati un po di omega3
Ritratto di ziobell0
29 dicembre 2022 - 17:29
Un'operazione del genere andava bene nel 2015, prendere la giulietta, con un frontale e un posteriore non memorabili, e darle una bella rifrescata con un design ALFA senza la faccia da pe_sce lesso
Ritratto di Geffri
29 dicembre 2022 - 17:53
Spero di sbagliarmi, I francesi non mi sembra che lascino tanta inventiva e produttivita di auto nuove al gruppo " Fiat Alfa Lancia" infatti fino ad ora sono usciti molti modelli francesi ma di nuove italiane poche....mi sembra.
Ritratto di Edo-R
29 dicembre 2022 - 18:28
Questo è colpa della parte italiana altro che francese. E menomale per peugeot se adesso hanno la 500e e tanto altro di elettrico.....È fiat che di auto non vuole farne, ma solo servizi finanziari.
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 19:14
Il problema vero e lo dimostra proprio questo interessante rendering, è che fatta così come nel rendering sarebbe piacevole anche se non proprio ultimo grido ma sarebbe la solita auto rivolta essenzialmente al mercato interno, quando perfino la Focus (ben più internazionale) sta per lasciarci (e a sto punto ho paura che non sia l'unica forse anche Astra, Impreza etc etc), cioè se arrivasse a qualche centinaia di migliaia di esemplari: mezzo milione ecco sarebbe già tanto e non so se ne valga la pena in un settore popolare, per avere successo dovrebbe essere un capolavoro a livello di Alfasud / 33 lasciamo stare se a non tutti piacciono e la qualità costruttiva, ma deve essere percepita a quel livello lì... E lasciamo stare all'epoca 1971 era l'auto più rivoluzionaria che esisteva, gli stava dietro solo la pazzesca Citroen DS, proponeva tutto un 5 / 10 / 15 anni prima di tutte le altre, non credo proprio che Stellantis voglia fare un investimento miliardario per sta nuova compatta Alfa Romeo, e quindi teniamoci il solito modello buono al massimo per noi italiani o sognamo guardandoci per altri anni e anni dei rendering...
Ritratto di giulio 2021
29 dicembre 2022 - 19:15
Citroen GS volevo dire.
Ritratto di sargus
29 dicembre 2022 - 23:28
Forse in questo blog non si è ancora capito che la Fiat è stata oramai distrutta dal nuovo management francese: Lingotto venduto, palazzina di Mirafiori svuotata e tutti trasferiti in una zona ex industriale periferica dove al massimo possono stare in ufficio un giorno a settimana. Chi è la Fiat in Italia, quale persona o manager la rappresenta? Il nuovo Country Manager Stellantis? Bravo ragazzo, ma per favore! Anche se volessero i pochi rimasti nulla potrebbero fare, relegati in smart working continuo, senza ufficio, senza punti di riferimento. Aspettano la pensione o di trovare un nuovo posto. Che vergogna.
Ritratto di Edo-R
29 dicembre 2022 - 23:41
@sargus decisioni di fiat, non cerchiamo un caprio espiatorio che da anni è la loro politica di immobilismo. Prima di Stellantis hanno venduto Magneti Marelli. Quindi, davvero, menomale per i francesi che stanno dando una mano.
Ritratto di Geffri
30 dicembre 2022 - 07:42
Si, purtroppo i Francesi stanno dando l'ultimo colpo alle auto Italiane, ormai Lancia non esiste più (vedi quella Y che continuano a tirare avanti da decenni) Alfa solo con 2 auto e Fiat vende 500, ormai è finita, non vedo rivoluzione di auto per cambiare la rotta.Non è che una 500 elettrica voglia significare alta tecnologia e stile di un marchio, vedi Audi Mercedes, BMW e anche le Francesi che si rinnovano di continuo E quanti modelli producono.
Ritratto di Ilmarchesino
29 dicembre 2022 - 19:19
3
Ho da poco comprato una 159td 150 sw. È sono felice di notare che nn è invecchiata tanto considerando che sia la tonale che la futura Giulietta hanno il frontale della 159. Ma chiedo perché nn valutare una sw?? La concorrenza sarebbe solite audi e BMW. Mentre le attuali Passat focus e Astra e Mondeo nn dovrebbero poter competere. Quindi xe non una Giulia sw??
Ritratto di Alfiere
29 dicembre 2022 - 19:22
2
Penso che PSA dovrebbe organizzarsi bene a capire cosa fare con un segmento che oggi è oggettivamente difficile, quello delle C berline. E temo che purtroppo con la presenza della 308 è difficile proporre un altra premium, anche se per meccanica la peugeot è uno schifo il prezzo è quello li.
Ritratto di Emanuele27
29 dicembre 2022 - 19:47
Bhe come design non è niente male, ammettiamolo. Questo tipo ha fatto in gran bel lavoro e grazie al paraurti bombato ha risolto il problema del posteriore bruttino della Tonale. Una nuova auto del segmento della Giulietta o proprio una Giulietta rinnovata (senza trasformazioni in crossover come è successo con Puma) sarebbe bello e proficuo dato che attrae i giovani.
Ritratto di radopal
29 dicembre 2022 - 19:51
fiancata Giulia, il resto Tonale: spero in qualcosa di più personale
Ritratto di Ilmarchesino
29 dicembre 2022 - 19:52
3
Io da un mese ho comprato una 159,TD sw 150cv. È noto che non sia invecchiata tanto poiché sia la tonale che la futura Giulietta hanno il frontale della 159 a distanza di 15 anni. Ma perché fecero la Giulietta con quel frontale orrendo?? E poi c'è nn fare una sw si pianale giula??
Ritratto di gbvalli
29 dicembre 2022 - 21:04
1
Bella così, ma anche se un po' diversa, andrebbe benissimo lo stesso, purché si faccia! Forza Giulietta !
Ritratto di ALBARCA
29 dicembre 2022 - 21:33
1
Sembra ricavata dalla turca Tipo.
Ritratto di - ELAN -
29 dicembre 2022 - 22:26
1
Che noia però.........
Ritratto di Velocissimo
29 dicembre 2022 - 22:33
L’unico modo per rilanciare il marchio è venderlo ai tedeschi
Ritratto di michelebean
29 dicembre 2022 - 22:51
Io non capisco questa passione di dismettere i modelli e riprenderli dopo anni o cambiargli il nome così ...alle generazioni successive... Così da fargli perdere valore di mercato... Ritmo Tipo Bravo Stilo Tipo... Anziché. A3 1 A3 2 A3 3 o Golf 1 Golf 2 Golf 3 o E300 1 E300 2 e così via .. Imparare da BMW,Audi, Mercedes, VW ... Mai ? La Y sono 15 anni che è sempre la stessa, la Giulietta quanto e' stata sul mercato... Ora la Stelvio o la Giulia o le 500 ... Sono auto vecchie...
Ritratto di Scatnpuz
29 dicembre 2022 - 23:00
Basta “che tornasse”………..
Ritratto di - ELAN -
29 dicembre 2022 - 23:27
1
Sì, se tornerebbe fosse meglio.
Ritratto di Scatnpuz
30 dicembre 2022 - 01:31
Lo so Elan, infatti l’ho messo tra virgolette riprendendo il titolo! L’unica cosa importante è che Alfa Romeo si svegli!
Ritratto di nik66
30 dicembre 2022 - 07:29
bella, speriamo che abbia un seguito, magari con motori ibridi, hev oppure phev, potrebbe avere un suo perchè
Ritratto di Santhiago
30 dicembre 2022 - 07:45
No, non la vorrei così. Posteriore e fiancata troppo simili alla precedente (che ha più di 10 anni, ricordiamolo), e frontale che è troppo simile alla tonale e su questa dimensione appesantisce.
Ritratto di erresseste
30 dicembre 2022 - 09:09
Tonnetta
Ritratto di giulio 2021
30 dicembre 2022 - 09:17
Il punto è che il prossimo anno o nei prossimi anni manderanno definitivamente in pensione anche la Focus per dire, e a sto punto non credo sia l'unica, e con sta Giulietta / Tonale del rendering avremmo un prodotto che va si e no per 2 - 3 anni in Italia poi l'oblio, non so non ricuperebbero gli investimenti, e ormai fare una compatta Alfa Romeo a livello di Golf come era un tempo almeno nelle intenzioni ce lo sognamo, queste sono le conseguenze di andare avanti per decenni con auto che al massimo vanno bene ell'interno dei mercati nazionali e senza nessun appeal sui mercati internazionali, si salvano forse Panda e Ypsilon ma non si può più proporre nulla di più elevato perchè ormai la concorrenza straniera, e con l'elettrico molto più ampia, è andata troppo avanti.
Ritratto di Flynn
30 dicembre 2022 - 10:31
In effetti quel 4.2 % di auto BEV in Italia desta preoccupazione.
Ritratto di giulio 2021
30 dicembre 2022 - 19:08
Purtroppo manco più delle medie come la Giulietta non riusciamo più a vendere davvero, ci resta solo il low cost mascherato di Panda, Ypsilon e Tipo, a ovviamente all'interno dei confini nazionali, poi c'è il miracolo Fiat 500 che dimostra quanto più importante sia Fiat rispetto a Jeep.
Ritratto di Flynn
30 dicembre 2022 - 19:53
Talmente importante che sulla 500 il logo Fiat non è nemmeno presente. Giusto
Ritratto di giulio 2021
31 dicembre 2022 - 09:37
Appunto: non so mai se tu e soprattutto alveolo ne sapete qualcosa di auto, di marketing: perchè sulla Mustang cosa vedo davanti: un mitico cavallo Mustang, o un prestigiosissimo marchietto Ford... La 500 si vende come 500 più che come Fiat e infatti davanti c'è scritto 500 ed è un successo, un mega successo europeo, anzi l'unico dell'intera Stellantis con i suoi 3246 marchi, più di Peugeot 208 che è un utilitaria e basta, la 500 è sub premium, mentre Jeep Jeep Jeep si vende solo in Italia.
Ritratto di Flynn
31 dicembre 2022 - 10:12
E io che ho detto ? Di la verità … hai già iniziato a stappare lo spumante, vero ?
Ritratto di Santhiago
16 gennaio 2023 - 17:02
Ed è per questo che si vendono le Mustang con il marchio Mustang e non Ford. E si vendono le 500 con il marchio 500 e non Fiat. E non si vendono le cinesi con i loro marchi sconosciuti
Ritratto di robertor
30 dicembre 2022 - 10:10
sarà che io sono anziano ma a me l'unica Giulietta che amo e che mi piaceva era la prima serie quella lunga per intenderci e quanto amavo il motore bialbero. non ne fanno più di auto così, purtroppo
Ritratto di John V
30 dicembre 2022 - 11:31
Dalla Mito in poi hanno fatto un errore di stile che ha reso i frontali per nulla sportivi e totalmente insulsi. In Italia qualcosa si raccatta sempre con quelle auto "di genere", e in definitiva Giulietta è stata l'ultima ad uscire di produzione, dopo Delta e Bravo, dalla linea di Cassino. La 147 (come la 156) non voleva affatto essere premium. Che la facciano e poi venda poco è solo questione di posizionamento. Il cliente Audi/BMW/MB non la comprerebbe comunque, inutile inseguirlo. La può e la vuole comprare un cliente, chessò, di marchi coreani, giapponesi, francesi, tedeschi non premium, ecc. Uno che ama anche le world car, le americane, le jdm, ecc. Gente così, e ce n'è, e che non vuole pagare più di quello che realmente compra. Uno che lavora, uno che tiene a sé e alle "cose" che importano, uno che mette le "cose-cose" al loro giusto posto, uno che non sbraga, uno pragmatico insomma. Uno che se ne frega del brand così come del premium e che non spenderà mai cifre scriteriate per auto "di genere" liftate alla premium maniera. Perché Alfa non-è-un-brand è un'auto "di genere", appunto, e a prescindere da configurazioni e segmenti. È anche una specie di stigma per certi versi, e tutti lo sanno il perché. Si sa ma non lo si dice; un classicone italiano. Perché è "anche" l'auto cafona e popolana, che poi solo in pochi l'acquistano da nuova, ma "molti" invece d'occasione. Vuoi per vera passione (il fenomeno delle youngtimer su base prettamente tecnica) vuoi per vecchi cliché legati all'auto "brutale", "criminale" e "maschia", che come tale non ammette esattamente quel genere d'affettazioni del tutto necessarie per potersela permettere nuova di fabbrica, per stare su un gradino della scala sociale quantomeno adeguato. E questo solo per quanto riguarda il mercato interno, mentre all'estero è praticamente impossibile avere una percezione chiara del, vabbè, chiamiamolo "brand". Via tutto dunque, se si vuole restare nel mercato di volume. Che sotto ci sia una base CMP con motori Peugeot poco importa, nessuno dei "clienti nuovi" se ne curerà. Quelli "vecchi" sono praticamente morti, ufficializziamolo una volta per tutte, e i nostalgici non contano e possibilmente non comprano. La si renda un'auto finalmente "ordinaria", al passo coi tempi, esattamente come lo fu la 156, in particolare. Paradossalmente, ne è servito di tempo per regredire, eh? Dando retta proprio ai "vecchi" e ai nostalgici, che però poi non si sono fatti vivi, ecco. La "caratterizzazione" ci sta, ma che sia gradevole, aggraziata (come in questo render, come per la Tonale). E si sta sbagliando ancora con la futura "auto immagine" 33 Stradale su base MC20 (un vero double down, un tremendo déjà vu), che trova ragione solo nel voler ammortizzare i costi di quel progetto, ma a scapito della costruzione (non ricostruzione) d'un marchio. Infine, se anche le hatchback di segmento C fanno paura, beh... magari si cambi mestiere.
Ritratto di huskywr240
30 dicembre 2022 - 11:39
Non brutta ma molto peggio della precedente. Manca totalmente di personalita' sembrando il suv abbassato, dietro non mi entusiasma per nulla, pessima la maniglia delle porte posteriori che nel modello precedente era celata facendola sembrare una due porte che rende piu' sportiva la linea. Quando ho preso la golf 2 ai tempi si poteva scegliere tra 2 o 4 porte, ora dilaga la mania delle sole 4 porte che su una sportiva trovo pessime come aspetto, odio quindi le Audi sportive dove per la A3 ci son solo 4 porte e per la A6 solo la station wagon.
Ritratto di silvano 103
30 dicembre 2022 - 15:08
Un peccato averla tolta dal listino, bastava aggiornarla come quella nelle foto e poteva restare ancora qualche anno, ma in Italia non c'è mai stata la mentalità dei tedeschi di continuo aggiornamento e mai stravolgimento, anche nei nomi: vedi Golf, Polo, Passat ecc. ecc.
Ritratto di Donato Ravenna
30 dicembre 2022 - 15:23
1
Per me è stupenda! E' la Tonale? Beh anche quella è stupenda! Io prenderei la sportiva bassa (Giuletta) ma l'età mi dice di prendere la... alta! (Tonale)...
Ritratto di Gabriele 1989
30 dicembre 2022 - 16:43
Io credo sia una buona base ma c'è da lavorarci. Quello che è certo è che una erede della Giulietta (da curare oltre all'estetica, qualità e prestazioni) sia indispensabile per aumentare il volume di affari e la visibilità del marchio. Una buona concorrenza a classe A e serie 1 è quello che i potenziali clienti accoglierebbero con entusiasmo e che soprattutto si aspettano. Io studierei qualcosa di combinato come classe A e GLA che condividono tante componenti piuttosto che sprecare energie con due modelli completamente differenti.
Ritratto di vikingo60
30 dicembre 2022 - 19:05
Troppo "Peugeot " per essere un'Alfa Romeo.
Ritratto di giulio 2021
30 dicembre 2022 - 19:09
Il problema è che ormai i buoi sono scappati.
Ritratto di AZ
30 dicembre 2022 - 21:35
I fanali anteriori e posteriori non mi fanno girare la testa, ma non è male.
Ritratto di giulio 2021
31 dicembre 2022 - 09:45
Posso dire cosa penso e ho sempre pensato della Giulietta 2009 che incredibilmente da noi sarebbe ancora un'auto attuale per molti, come le Padmini Fiat 1100 in India dopo 70 anni... Auto insulsa, non brutta che non eccelleva in niente: spazi interni, design, comfort, fascino, tecnologie, finiture, optional, prestazioni, sicurezza, consumi, handling, affidabilità, aveva dalla sua una certa "italianità" quello si, cioè se guardiamo alle Alfa del passato di cui parlo spesso, avevano anche difetti più gravi per quanto riguarda finiture e affidabilità a volte, ed erano ricavate spesso da vecchie piattaforme che però avevano fascino e diciamo che i pregi di handling, sound, guida, brutalità, spazi, design, a volte anche sicurezza e consumi, facevano dimenticare tutto il resto: ora anche facessimo un'auto perfetta (e quanti soldi ci vorrebbero...) sarebbe comunque un'auto dimenticata dal resto d'Europa, che al massimo si ricorda le Alfa molto più classiche e vecchie che cito sempre anche con le loro magagne, ma allora per ricreare quella magia bisognerebbe sfiorare il capolavoro: non vorrei essere Imparato...
Ritratto di Claudio Little White Fish
31 dicembre 2022 - 11:37
Non ho ancora capito perché hanno smesso di farla, la Giulietta... Bellissima auto! Secondo me all'Alfa hanno spesso le idee un po' confuse (forse vogliono far concorrenza alla Lancia nel fare errori?) prima tolgono la Mito senza rimpiazzarla, poi la Giulietta ... Mah, e del resto se la Fiat ha tolto la Punto, c'è poco da sperare: venti, trent'anni fa le nostre marche italiane avevano tutte una gamma completa di vetture, mentre ora si stanno riducendo sempre di più ... La Lancia è restata con un solo modello! Ottimo nella sua categoria, d'accordo, ma ... uno solo!
Ritratto di giulio 2021
31 dicembre 2022 - 12:17
Mammamia far finta di non capire perchè non sia ancora in produzione la mediocre Giulietta, semplicemente non si può far sembrare pure Alfa Romeo una marca low cost mascherata (cioè che vende auto datate e quindi meno costose) quando ci sono già Lancia e Fiat... Già non era certo un'auto particolarmente moderna quando fu lanciata nel 2009, l'errore fu sempre quella volta nel 1995 quando non si evolse il layout Alfa 33 ma si passo direttamente alla Tipo / 146 piuttosto sfortunata e che allontanò Alfa Romeo dal cuore egli appassionati, poi ci si riprese in parte con la buona 147 ma la Giulietta la trovo decisamente inferiore anche se razionale. Ora ricuperare: sai è proprio facile facile.
Ritratto di John V
31 dicembre 2022 - 14:47
Lascia perdere il prodotto, ormai non conta più, lo spiego sotto il perché. Tanto vale farlo gestire ad altri il prodotto auto, l'auto che sta sotto. Ormai Alfa è un'auto sui generis, un'auto "di genere" (lo dico anche altrove) per la quale conta solo la caratterizzazione estetica e l'affordability (che con la fissa del premium va a farsi benedire). Ma hanno già perso perché perseverano nell'errore. Prendere degli "emigrati" per gestire questa "faccenda" è veramente cosa crudele, lo dico per esperienza personale, perché "quelli" a loro modo ci si buttano davvero, ed è ciò che "loro" vogliono alla fine, ovvero che sia la passione a prevalere sulla ragione, la memoria sul tempo corrente, ecc. Le ultime Alfa che hanno fatto sperare in un rilancio serio e razionale, serio in quanto razionale, sono state quelle dell'italianissimo de Silva: 147 e 156 (più GT di Bertone derivata dalla prima e le versioni GTA per entrambe), proposte a 3 o 5 porte e berlina o wagon rispettivamente. Quando vidi tirar fuori la Giulia da una 3er m'incazzai da morire. Vi fu una foto scattata e sfuggita in rete la sera prima della presentazione ufficiale alla stampa e al pubblico, di tre quarti posteriore, nella penombra dei neon di servizio, coi fanali della Granturismo rimpiccioliti, con la linea sostanzialmente uguale a quella del modello di cui sopra. Non aveva niente, quindi, niente che potesse risultare in linea con le aspettative di chi, dopo la 500, sperava veramente in un recupero, in virtù del nome e del cinquantenario (per quanto mancato, ma di poco), di quella silhouette "ad arco" che fa ora finalmente da base alla Tonale, e ce n'è voluto per arrivarci, e quanto. Andai a letto deluso quel giorno, ma anche deciso: non l'avrei mai comprata. Infatti ho preso una 4er nel '17, pronta consegna e prezzo "stracciato" (pochi maledetti e subito si dice, no?), perché tanto ero certo che una coupé non l'avrebbero mai fatta, ma questo già dal 2015, e perché (posto che delle giustificazioni siano dovute) volevo un'auto "con l'anima" (ossia pensata e costruita da cima a fondo con solo lei in testa; no cheating, no complexes), e tutta manuale, pure (soprattutto?) il freno a mano. Basta, pertanto, per me o si riposizionano o muoiono, nel senso che diventano marginali fino a sfociare nel macchiettismo, ridicolo in sé. Con l'elettrico, con l'elettrico... Sì, ma poi non sei più solo all'Alfa vs. BMW, vai diretto al game level Alfa vs. World. Arrivato lì è inevitabile che tu sparisca, che il "mostro globale" ti distrugga. Sparisci ora allora! ;-) Buon Anno Giulio!
Ritratto di John V
31 dicembre 2022 - 13:12
A prescindere dalla bontà del modello o meno loro ragionano per linee di produzione. Allestiscono una linea dopo aver investito nello sviluppo di uno o più modelli, nella fattispecie Bravo, Delta e Giulietta, la "tirano a sfinimento" in termini di ammortamento dei costi e quindi, se va bene, ce ne mettono un'altra, con calma (tanto ci sono gli ammortizzatori sociali e in Italia ci sono solo loro a far "volumi"). Ora in quello stesso posto c'hanno messo la linea della Giulia-Stelvio-Grecale. Anche lì alla fine, ma alla fine proprio, sono riusciti a mattere assieme una (disperata) tripletta; le benzina infatti sono tutte Q4 e con lo stesso motore su quella linea (con lo step da 250 cv solo sulla Grecale, per dire quanto si coordinano anche rispetto al poco che hanno e quanto badano al cliente italiano). Nemmeno una trazione posteriore su quella linea quindi, a parte i diesel (gotcha!), quella sì coerente con la tradizione Alfa. E sarebbe stata l'ultima termica, ed è un vero peccato, ed è come sputare sulla tomba di qualcuno che comunque ha dato tanto, ed è come non avere un'anima. Stesso discorso per la Croma, se di Cassino vogliamo parlare, una volta ammortizzata la linea, a prodotto ovviamente maturo (le due cose vanno praticamente di pari passo) "spengono le luci", anche letteralmente, e quell'area del capannone rimane inattiva, buia. Loro ragionano così... L'auto non è affatto al centro delle loro considerazioni, loro vogliono solo linee, certificate WCM e frizzi e lazzi. Nel WCM i soldini li mettono, perché è un investimento dal ritorno certo e a breve termine, sotto forma di qualità dell'assemblaggio/riduzione delle difettosità/abbattimento degli interventi in garanzia, ecc. I prodotti che quelle linee sfornano, idealmente, devono essere sempre quelli, al massimo un poco ritoccati solo quando è proprio necessario, specie negli ultimi tempi (preferibilmente senza metter mano a lamierati, paraurti, fanali, plance, ecc.; tutti gli stampi devono restare il più possibile gli stessi insomma). Panda e il Vico sono un altro esempio, però lì è il modello che si è dimostrato maledettamente longevo in termini di volumi produttivi che è in grado di generare e quindi di redditività. La prima Fiat prodotta a Pomigliano d'Arco, tra l'altro; prima solo e sempre Alfa. La linea della 159 ha invece fatto la stessa fine di quella della Croma, e solo ora è stata "riaccesa" con le Tonale-Hornet. Ma, vedi, questo non è più produrre auto e l'auto non è più e da tempo, ribadisco, al centro dei loro interessi. È per questo che ci sono sempre stati così tanti "punti di discontinuità", frutto (marcio) anche di "equilibri" interni ed esterni che con l'auto in senso stretto, ancora, nulla hanno a che fare. E non è affatto difficile capire di cosa si occupino in realtà... Noi Italiani amanti dell'auto non siamo neppure minimamente rappresentati da questi signori, questo è evidente anche a un bambino minimamente dotato. Ci possono essere, di tanto in tanto, delle sovrapposizioni accidentali rispetto alle aspettative di sviluppo, di rilancio, ma in realtà è tutto casuale, sì alla fine diventa casuale. È il caos che governa; assurdo ma è così. La storia, dai '90 in poi specialmente, è lì a dimostrarlo, l'assurda sequenza di modelli pure: semplicemente imbarazzante, per tutti e tre i marchi. Se non c'è concorrenza interna, nella peggiore delle ipotesi e paradossalmente, può succedere anche questo...
Ritratto di giulio 2021
1 gennaio 2023 - 09:10
Buon anno John V e Buon anno a tutti ! Trovo che le Alfa vere siano auto un pò "casuali" ma che alla fine sono state delle vere Alfa mentre dover per forza trovare una linea Alfa Romeo e delle caratterisctiche Alfa Romeo a tutti i costi è ciò che ha distrutto Alfa Romeo, cosa ci sia in comune tra una Giulia 1962, una Alfetta, una Alfasud una spider Duetto, una 33, una 75 o una 164 forse anche, ecco è difficile dire ognuna ha uno stile completamente diverso, hanno una linea molto italiana ma alcune soluzioni anche di scuola americana o austriaca ad esempio, Alfa Romeo poteva essere anche un taxi ma divertente, in quegli anni avevamo dei progettisti che riuscivano a creare quella magia, ora troppo in vitro avremo al massimo 3 Tonale / Stelvio in scala diversa di discreto successo sul mercato interno: cioè quasi il nulla.
Ritratto di pokemon64
31 dicembre 2022 - 12:26
3
L'ho sempre trovata banale come auto, mai guidata quindi forse in strada era fantastica, ma dubito. Se devono per forza farne una nuova serie mi piacerebbe che al posto di scopiazzare modelli già esistenti prendessero un po' di coraggio e riproponessero il design della 2 serie, quello a cuneo, naturalmente aggiornando. In un mondo dove le 2 volumi 1/2 sono praticamente tutte uguali delle linee tese e un po' più squadrate la differenzierebbe dalla massa di auto tondeggianti. Naturalmente poi bisogna vedere che motore ci mettono sotto, magari un bel 1000 cc tre cilindri ;=)
Ritratto di Dario 61
31 dicembre 2022 - 16:22
Mi piacerebbe una nuova Giulietta, anche perché ho un buon ricordo di quella avuta dal 2015 al 2019. Bisogna anche essere realisti, però, andava fatta subito, normale evoluzione di un modello come fanno le altre case automobilistiche… farla ora sarebbe solo un ricarrozzamento della 308 con un bel 1.2 francese da 131 cv, un diesel 1.5 o 1.6 (meglio) e una plug in, prodotta dove? Magari in Polonia… e allora no grazie.
Ritratto di giulio 2021
1 gennaio 2023 - 09:13
Dai delle belle linee slanciate, apparentemente semplici, squadrate, agressive, lineari come la vecchia 33 (ultima serie) e sarebbe l'unica che si noterebbe, la vera anti Golf, anche se oggi saremmo fuori tempo massimo, cioè a parte che la Golf starà sempre su di un altro pianeta come vendite e immagine, non sono neanche più le berlinette o compatte (termiche poi) e tedesche quelle da battere...
Ritratto di erresseste
1 gennaio 2023 - 10:02
Fiat Tipo con fanaleria Tonale, al centro stile Alfa si ammazzano di lavoro...
Ritratto di dkc powered
1 gennaio 2023 - 21:46
è meglio della tonale, costerà meno e venderà meglio, audi a 3 serie 1 e classe A vendono bene.....basta suv ci vogliono sportive compatte accessibili
Ritratto di Oxygenerator
2 gennaio 2023 - 21:06
La tonale senza ammortizzatori, in pratica. Rimane bruttina.
Ritratto di francesco.visentin
13 febbraio 2023 - 14:59
io la comprerei a fionda. a 50 anni vorrei togliermi lo sfizio di avere una AR ttra le mani. non sono tipo da suv o da berlina, e la giulietta fino a qualche anno fa mi stava strettina. ma ora.........