NEWS

Nuvole all'orizzonte per l'Alfa Romeo?

11 dicembre 2009

Secondo le indiscrezioni apparse sul Financial Times, Sergio Marchionne potrebbe vendere l'Alfa Romeo se nel giro di un paio d'anni non si ottengono risultati. Il miglior candidato all'acquisto? La Volkswagen.

IN MANI TEDESCHE - Semplici speculazioni di analisti finanziari? Forse. Indiscrezioni attendibili di chi ha accesso ad informazioni sconosciute ai più? Può darsi. Sicuramente la “notizia bomba” apparsa sul Financial Times qualche fondamento ce l'ha. Già ad inizio mese erano circolate voci che la Fiat potrebbe “congelare” gli investimenti sull'Alfa Romeo (leggi qui la news); un'azione alla quale potrebbe farne seguito una ancora più drastica: cedere il marchio del Biscione ad un altro Costruttore.

Non è infatti un mistero che Sergio Marchionne per risanare i conti in rosso del gruppo Fiat sarebbe pronto ad "azioni impopolari". A pesare sulle sorti della Alfa Romeo ci sono la difficile situazione finanziaria (negli ultimi 10 anni avrebbe perso tra i 200 e i 400 milioni di euro l'anno) e le vendite della famiglia di modelli 159/Brera e Spider. Inutile aggiungere che sull'ormai prossima Giulietta ci sono grandi aspettative.

UN FUTURO MIGLIORE? - Acquistata nel 1986 dalla Fiat (allora preferita alla Ford), l'Alfa Romeo ha iniziato un lungo e lento declino fino ai giorni nostri, nonostante i ripetuti tentativi di rilancio. Così, adesso, viene da chiedersi se un gruppo come la Volkswagen avrebbe le energie necessarie per ridare linfa a un marchio ancora molto apprezzato e conosciuto in tutto il mondo. Certo, se quella che oggi viene vista per lo più come un auspicio, o un incubo - punti di vista -  si dovesse in futuro concretizzare, per l'Alfa Romeo si aprirebbero nuovi scenari.

Le auto del Biscione potrebbero utilizzare la tecnologia del gruppo tedesco, come le scocche in alluminio, e condividere parte dei motori, compresi i 6 e gli 8 cilindri. Inoltre, potebbero tornare alla trazione posteriore, tanto cara agli alfisti, sfruttando autotelai derivati da quelli della Porsche. Rimarrebbe un dubbio circa la collocazione dell'Alfa Romeo nell'universo della Volkswagen. Un problema del quale, però, potrebbe occuparsi Luca de Meo, ex responabile dei marchi Alfa Romeo, Abarth e capo del marketing del gruppo Fiat, da agosto responsabile marketing della Volkswagen.

 

Alfa Romeo nelle mani della Volkswagen?
Un disastro per l'immagine delle Alfa Romeo
26%
  • Un disastro per l'immagine delle Alfa Romeo
    26%
  • Sarebbe la fortuna del marchio italiano
    23%
  • L'importante è che l'Alfa torni il mito di un tempo
    23%
  • Deve rimanere alla Fiat
    15%
  • Sempre meglio che nelle mani della Fiat
    13%





Aggiungi un commento
Ritratto di Angelo93
11 dicembre 2009 - 15:47
UN DISASTRO!!! =(
Ritratto di giuggio
11 dicembre 2009 - 15:56
vade retro. i tedeschi sono bravissimi, ma l'alfa è tale perché è pensata da italiani. con i suoi pregi e i suoi difetti. e poi ci sono già le seat che sono disegnate facendo il verso alle alfa. Cosa avremo, delle alfa che si rifanno alle seat che si rifanno alle alfa? mi..chia che ridere...
Ritratto di ste85gangy
11 dicembre 2009 - 16:07
si si la dassero alla vw almeno la rimette in sesto e poi finalmente le farà di qualità anto la fiat non riesce a farle bene lo dice anche l'articolo da quando l'ha presa è cadurta a picco perciò ci provassero altri ad alzarla.. la vw ha anche la lamborghini che è italiana..e mi pare che vanno..
Ritratto di mau
11 dicembre 2009 - 16:23
Speriamo lo facciano prima che la Fiat riesca a distruggerla del tutto. Forse dopo potremmo parlare di macchine vere.Ho avuto la sfortuna ultimamente di acquistare una mito e non vedo l'ora di rivenderla un vero flop a partire dalle finiture, dal consumo, e da un abitabilità inferiore a quella della vecchia panda. Vw forse riuscirà a fare ancora delle vetture con qualità e caratteristiche di rispetto come erano le Alfa originali, ricordo ancora la giulia e l'alfetta guidabilità e prestazioni da far invidia a BMW, Mercedes etc
Ritratto di ste85gangy
11 dicembre 2009 - 16:31
ti do pienamente ragione su quello che dici cmq guardando le auto del gruppo vw sono ben fatte io ne possiedo una e sinceramente ha 106000 km ancora non si sente nulla scricchiolare oltre che le plastiche sono montate bene .. cmq l'alfa di una volta davvero era meglio di bmw...erano le auto più veloci invece ora.... seo tra le peggiori della categoria ... speriamo...
Ritratto di Al86
11 dicembre 2009 - 16:39
Visto cosa ha fatto Volkswagen con Lamborghini (rimasta italiana, anche se qualche fiattista dice di no) vedrei bene questa partnership, l'importante è che Alfa Romeo resti italiana e torni ai fasti di un tempo, cosa che Fiat non è riuscita a fare, perchè VW non prende anche Lancia?
Ritratto di FED 88
11 dicembre 2009 - 16:43
Se finisce in mano hai tedeschi el Bocia nn potrà più criticare Alfa XD XD XD
Ritratto di El bocia
11 dicembre 2009 - 17:12
:)
Ritratto di mpresti
12 dicembre 2009 - 10:10
Bene, sinceramente non mi interessa piu' di tanto, se puo' servire a far crescere il marchio senza perdere la sua originalita' e il suo spirito italiano (anche se i padroni sono tedeschi) mi va bene! Saluti
Ritratto di fiatpunto
11 dicembre 2009 - 17:12
Usata e gettata via dalla Fiat, come Autobianchi, Innocenti e, penso, anche Lancia. Omicidi in serie di case automobilistiche italiane una volta concorrenti della Fiat, adesso completamente distrutte o, nel caso citato da ultimo, ridimensionate. Tuttavia, credo che la soluzione non passi per un'ulteriore svendita al gruppo tedesco che ha già Audi-Seat come brand sportivo ed elegante. Sarebbe un'ulteriore sconfitta per l'industria italiana in generale (già fortemente ridimensionata e polverizzata in minuscole micro-imprese). Penso che l'unico rilancio possa essere garantito dalla mano pubblica, sull'esempio della Renault rilanciata con successo dallo Stato Francese prima di essere ceduta ai privati (eventualità che non mi auguro, visto ciò che è successo dopo l'acquisizione da parte di Fiat).
Pagine