NEWS

Audi e Hyundai insieme per lo sviluppo delle fuel cell

20 giugno 2018

I due costruttori uniscono le forze per progettare la tecnologia delle pile a combustibile ad idrogeno per le auto di domani.

Audi e Hyundai insieme per lo sviluppo delle fuel cell

CONDIVISIONE DEI COSTI - Molti costruttori stanno lavorando, in vista del futuro, sulle auto elettriche dotate di pile a combustibile alimentate ad idrogeno. La fuel cell è una pila in grado di erogare corrente generata da una reazione chimica al suo interno, dove si combinano idrogeno ed ossigeno. Tecnologie di questo tipo sono ancora molto costose e hanno bisogno di grossi investimenti prima di arrivare su auto regolarmente in vendita. È per questo motivo che Audi e Hyundai hanno deciso di accordarsi e lavorare insieme per lo sviluppo delle pile a combustibile, nell'ambito di una collaborazione che porterà le due case automobilistiche a scambiarsi brevetti e componentistica, stando a quanto annunciato oggi.


Nel disegno qui sopra le tipiche parti meccaniche di una vettura a fuel cell: l'idrogeno contenuto in forma liquida nei serbatoi va ad alimentare la pila a combustibile, che eroga la corrente immagazzinata in una batteria e utilizzata per il motore elettrico, responsabile della spinta inviata alle ruote.

RESTARE AL PASSO - L'intesa potrebbe segnare un momento di svolta per i due costruttori, che già hanno investito molto in questa tecnologia. La Hyundai è più avanti avendo già realizzato un certo numero di ix35 Fuel Cell e nella seconda metà del 2018 inizierà le consegne ai clienti della sua erede, la Hyundai Nexo. L’Audi ha presentato nel 2014 la A7 Sportback h-tron, che però non ha avuto seguito produttivo. L’accordo dovrebbe consentire alle due case automobilistiche di restare al passo di Toyota e Honda che hanno già due modelli a idrogeno regolarmente in vendita (in alcuni mercati): la Toyota Mirai e la Honda Clarity.

Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
20 giugno 2018 - 19:20
1
Effettivamente nel frontale la nuova Audi A1 appare molto ispirata alla Hyundai i30. Era percepibile una certa collaborazione.
Ritratto di bridge
20 giugno 2018 - 19:26
1
Più che alla nuova i30 alla Kona... Comunque non c'entra nulla la collaborazione per lo sviluppo del fuel cell con questo. P.s. tu che sei un veterano di questo sito, ti chiedo, come mai escono sempre notizie su VAG su ogni minima cosa sia nel bene sia nel male?
Ritratto di Stefano1985
20 giugno 2018 - 19:26
mi sembra uno di quei commenti da parte di gente che non capisce niente di ciò che legge e parzialmente ignorante dell'argomento trattato
Ritratto di Leonal1980
20 giugno 2018 - 22:35
3
Esatto!
Ritratto di FOXBLACK
20 giugno 2018 - 19:57
Sì prega vivamente di leggere attentamente l articolo. ....poi procedere al commento. ....ahahah
Ritratto di Giuliopedrali
20 giugno 2018 - 21:01
Bene speriamo che la sonnacchiosa VAG VW e la quasi disonesta Audi sviluppino l'idrogeno insieme alla più seria Hyundai. Tra l'altro la Nexo è veramente notevole.
Ritratto di Leonal1980
21 giugno 2018 - 01:03
3
Chissà che hyundai non impari a fare un interno...
Ritratto di Giuliopedrali
21 giugno 2018 - 08:38
Be io ho il nuovo Maggiolino e quando sei dentro è talmente BASIC che vorresti vederla solo da fuori... Poi certo la nuova Audi A6 si salva per gli interni, anche perché gli esterni sono sempre quelli.
Ritratto di emergency
21 giugno 2018 - 11:16
Le posso confermare che Hyundai non ha nulla da imparare da altre case automobilistiche sullo stile e sui materiali, al limite sono le altre case che devono stare al passo con Hyundai.Le dico questo Signor Leonal perché sono un felice possessore di Tucson 4wd da 2 anni e con molto piacere posso confermarle che l'interno è ben assemblato e con mille accessori che su qualsiasi altra auto sarebbero optional. Guidabilità ottima insonorizzazione eccellente e non per ultimo il confort lodevole. La saluto
Ritratto di emergency
21 giugno 2018 - 11:11
Finalmente quelli di Audi hanno capito che se vogliono essere nella legalità devono affiancarsi alle case oneste in primis e in secundis se vogliono affidabilità è chiaro che in Corea del Sud la tecnologia molto avanzata non manca.
Pagine