NEWS

BMW: estate 2019, tempo di novità

18 maggio 2019

Da luglio 2019 arrivano nuovi motori per le Serie 3, Serie 5, X5, Serie 8 e Z4, oltre a 19 CV in più per la sportiva M4.

BMW: estate 2019, tempo di novità

NOVITÀ PER TUTTE - L’estate è come sempre un periodo di aggiornamenti per la gamma della BMW, che in questo periodo è solita introdurre nuovi motori e inedite dotazioni per alcuni fra i suoi modelli. Ciò avviene anche nel 2019, perché da luglio la berlina media BMW Serie 3 riceve i nuovi colori metallizzati nero Citrine, grigio Oxide, grigio scuro Frozen e bianco Brillant. Arrivano inoltre le sospensioni sportive M Sport e quelle adattative, mentre la trazione integrale xDrive si può abbinare alle versioni 320i, 330i e 330d. Fra i motori debutta il 6 cilindri turbo di 3.0 litri della BMW M340i xDrive, che scatta sullo ‘0-100’ in soli 4,4 secondi grazie ai 374 CV di potenza. Da luglio è ordinabile anche l’ibrida con batterie ricaricabili BMW 330e (foto qui sopra), dotata del motore a benzina 4 cilindri turbo 2.0 e di un motore elettrico a supporto, che sviluppano una potenza combinata di 292 CV. Lo ‘0-100’ è di 6,0 secondi, ma la 330e percorre fino a 66 km ad emissioni zero e percorre circa 50 km con un litro di benzina. 

SPORTIVA O “RISPARMIOSA” - A luglio sono attese novità anche per la berlina grande BMW Serie 5, ordinabile nella grintosa versione M550i xDrive (foto qui sopra), dotata del rinnovato motore a benzina V8 turbo di 4.4 litri da 530 CV, che aveva esordito sulla Serie 8: ha un basamento rivisto e il turbo fra la V dei cilindri, soluzione che ha permesso di aumentare le dimensioni della turbina senza far aumentare gli ingombri del motore. È votata all’efficienza invece la BMW 530e, che abbina un motore elettrico al 4 cilindri turbo di 2.0 litri: la potenza complessiva è di 252 CV e le percorrenze sfiorano i 50 km/l. Oltre a queste due versioni arrivano dall’estate nuove personalizzazioni ed i fari laser, più efficaci di quelli a led, tanto è vero che secondo la casa tedesca possono illuminare fino a 650 metri di strada. Possono averli però solo le costose M550i xDrive e M550d xDrive. 

UN 6 CILINDRI PER LE SERIE 8 - Anche le granturismo BMW Serie 8 Coupé e Serie 8 Cabrio ricevono un nuovo motore: è il benzina 6 cilindri turbo di 3.0 delle versioni 840i, che eroga una potenza di 340 CV e si può abbinare alla trazione posteriore o integrale. A luglio arrivano inoltre nuovi colori per i sedili in pelle, rifiniture in fibra di carbonio o nero lucido per l’interno e undici vernici inedite per la carrozzeria. 

FARI INTELLIGENTI - Dall’estate 2019 la suv compatta BMW X2 ha compresi nel prezzo nuovi fari a led, in grado di modulare il fascio luminoso per illuminare meglio la strada quando si guida a bassa velocità (anche in curva). A richiesta sono disponibili cinque nuovi tipi di cerchi in lega di 18” e 19”, due tessuti per l’interno ed i freni sportivi M Sport (riservati fino alla brillante BMW X2 M35i, foto qui sopra), mentre il sistema multimediale riceve schermi tattili maggiorati: il display da 6,5” viene sostituito da quello di 8,8”, mentre il più grande raggiunge la superficie di 10,25”. Le suv medie BMW X3 e X4 ricevono i sedili M Sport con fianchetti pronunciati e l’allestimento M Sport Individual, che comprende i cerchi di 21”, i rivestimenti in pregiata pelle Merino e le rifiniture in nero lucido.

L’IBRIDO PER LA X5 - Le novità per la suv grande BMW X5 è rappresentata dalle versioni X5 xDrive25d e X5 xDrive45e: la prima ha il 4 cilindri 2.0 da 231 CV, la seconda un sistema ibrido composto dal benzina 6 cilindri turbo 3.0 e da un motore elettrico, che insieme erogano 394 CV di potenza. La xDrive45e è assai veloce, perché completa lo ‘0-100’ in 5,6 secondi, ma percorre fino a 80 chilometri ad emissioni zero e sfiora i 18 km con un litro di benzina. La BMW X5 riceve il nuovo colore metallizzato Manhattan, i cerchi di 22” e rivestimenti all’interno bianchi o grigi.

INIEZIONE DI CV PER LA M4 - La casa tedesca riserva alcune novità anche per la spider BMW Z4 (foto qui sopra), che ottiene il motore a benzina 4 cilindri turbo di 2.0: ha 197 CV e si abbina al cambio manuale a 6 marce o all’automatico a 8. Da luglio le BMW M4 Coupé e Cabrio adottano di serie il pacchetto M Competition, che porta a 450 CV la potenza del motore 6 cilindri turbo di 3.0 litri (19 CV in più) e prevede anche le sospensioni adattative, una modalità d’intervento ancora più sportiva del controllo di stabilità, lo scarico sportivo M Sport, cerchi alleggeriti di 20” e sedili specifici.

PER LE STRADE DA NON DIMENTICARE - Per le ibride BMW Active Tourer 225xe , 330e, 530e e X5 xDrive45e arriva infine un avvisatore sonoro, che mette all’erta i pedoni quando le auto si spostano con il motore elettrico (che non emette rumori). Le Serie 3, Serie 7, Serie 8, X5 e X7 ricevono il sistema Drive Recorder, che permette di sfruttare le camere degli aiuti alla guida per riprendere fino a 40 secondi di guida, da rivedere in seguito oppure esportare tramite la presa usb e salvare su una chiavetta, magari dopo aver percorso un suggestivo tratto di strada che non si vuole dimenticare. Per far partire la registrazione bisogna entrare nel menù del sistema multimediale.

BMW Serie 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
271
212
149
38
78
VOTO MEDIO
3,7
3.748665
748


Aggiungi un commento
Ritratto di The Krieg
18 maggio 2019 - 18:30
Di primo impatto la sr3 nella foto mi è sembrata una Lexus. Impressionante come si sia ribaltata la situazione
Ritratto di Gwent
18 maggio 2019 - 19:55
2
La differenza sta nel fatto che la IS ha preso 5 stelle in comportamento dinamico mentre questa Serie 3 pare tornata all'handling della E30 guadagnando sole tre stelle a causa del fatto che, cito testualmente "Nella guida al limite il retrotreno non infonde fiducia perché fatica a trovare un solido appoggio". E ancora "l'ESP sul bagnato nei cambi di direzione, frena troppo l'anteriore, inficiando sulla direzionalita'". Poi, gasatissimo mi son detto "siamo tornati al 1982? Lo sguardo mi è scivolato a piè di pagina e la data mi ha riportato ai giorni nostri "Aprile 2019". Che bello esistano ancora o meglio, di nuovo, berline scorbutiche e garibaldine, persino la E36 del 91 vantava un comportamento perfettino sia sull'asciutto che sul bagnato. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di remor
18 maggio 2019 - 20:39
Una volta certe auto soprattutto di certi marchi, se anche comunque delle berline da portarci all'occorrenza la famiglia, non erano proprio per tutti ma era richiesto il famoso mànico.
Ritratto di Gwent
18 maggio 2019 - 23:54
2
Infatti come dicevo, è assolutamente da premiare il fatto che una berlina sportiva uscita adesso richieda il manic0 che richiedevano la 320iS E30 del 1988 o la 75 3.0V6 per essere guidate al limite. Personalmente lo trovo un atout non da poco. 5 volanti pieni per me.
Ritratto di zero
19 maggio 2019 - 08:54
11
Insomma... Fino ad un certo punto. Le Alfa, anche guidate al limite, hanno sempre avuto il grandissimo pregio di essere tutto tranne che scorbutiche. Discorso che vale in pieno anche per quelle con meccanica Alfetta: non è un caso che le bmw, prima dello sbarco in forze dei controlli elettronici venivano unanimamente considerate difficilissime e instabilissime sul bagnato, mentre le Alfa assolutamente no. Quel retrotreno De Dion con il Watt era molto rassicurante. Personalmente, non considero affatto un pregio avere su una berlina sportiva un retrotreno come quello di quelle bmw e come quello di questa nuovissima bmw... Non solo perché sono berline che vanno in strada e non in pista, ma anche e soprattutto perché l'equivalenza tra sportività e instabilità (QUESTO tipo di instabilità) è un'assurdità immane! Una sportiva deve essere AGILE ma stabile, non instabile!!
Ritratto di vittobra
21 maggio 2019 - 14:08
Confermo che la 320 anni 80 era una saponetta bagnata, l'ho venduta per salvarmi la pelle... Ho definitivamente chiuso con BMW!!!
Ritratto di remor
18 maggio 2019 - 21:06
Fra l'altro con tutti questi nuovi aggeggi elettronici ora in voga, anche dal punto di vista economico potrebbero non essere più proprio per tutti nel momento in cui non si vuole fare rinuncia alle potenzialitá offribili. Per una -semplice- diesel 190 cavalli si può arrivare a circa 70 mila euro, come infatti allestita in quella prova. Ho per curiosità sfogliato un AlVolante del 2012, quindi nemmeno tanto tempo fa, con 74 mila euro veniva via la Mercedes C 63 Amg 457 cavalli. La Lancia-Chrysler Thema 3.6 V6 286 cavalli costava di listino meno di 47 mila euro *( Per entrambe non penso ci fosse ancora da integrare per sentirsi fra le mani un macchinone già completo e soddisfacente
Ritratto di luperk
20 maggio 2019 - 15:05
Devi comunque aggiustare il prezzo in base ai 7 anni di inflazione.
Ritratto di remor
20 maggio 2019 - 15:20
Per fare una battuta: la Panda in vero costa meno oggi che allora, probabilmente allora ci sarà stata deflazione :)
Ritratto di Demon_v8
18 maggio 2019 - 22:29
Gwent dove hai letto queste cose?
Pagine