BMW

BMW
X2

da 33.500

Lungh./Largh./Alt.

436/182/153 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

470/1.355 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

È la versione sportiva della X1, col frontale aggressivo, i passaruota bombati, le fiancate alte e la parte posteriore con il taglio da coupé: nel complesso una linea slanciata ed equilibrata, con la giusta dose di muscoli per una suv. Della X1 mantiene la lunghezza del passo (la base e la parte meccanica sono le stesse), ma è più corta di 8 cm (da un paraurti all’altro misura 436 cm) e più bassa di 7. Il frontale della BMW X2 è dominato dal massiccio paraurti con le ampie prese d'aria, dai fari sottili e dalla mascherina, che appare più larga e schiacciata, con i due “reni” di forma quasi trapezoidale. Inedito il logo BMW nel terzo montante posteriore, che ricorda quello che campeggiava nelle coupé di un tempo, la 2000 CS e la 3.0 CLS. L'abitacolo ripete quello della X1 e, sebbene il soffitto sia più basso, offre sufficiente spazio anche per la testa (i finestrini di dimensioni ridotte, però, tolgono un po’ di luce agli interni). Le finiture, i materiali e l'attenzione nell'assemblaggio dei pannelli non deludono; il cruscotto, invece, appare un po' piccolo e non riporta le indicazioni del navigatore satellitare (si può ordinare l'head-up display, che costa 720 euro). Il lunotto piccolo e inclinato penalizza molto la visibilità posteriore e limita un po' anche la capacità del baule, che è di dimensioni inferiori di quello della X1 (perde 35 litri). Potenti i motori a gasolio, abbinati alla trazione anteriore o integrale e al cambio manuale o automatico; la 18i a benzina, con il 1.5 a tre cilindri da 140 CV, c'è solo a trazione anteriore, col cambio manuale o a doppia frizione a 7 marce. Maneggevole in città (lo sterzo è leggero e il cambio automatico è dolce e non affatica), l'auto è divertente alla guida, specie sulle strade tortuose, nelle quali fa valere la sua elevata agilità e l'ottima tenuta di strada (sia la sDrive a trazione anteriore, sia l'ìxDrive, con il collaudato sistema di trazione integrale). Le versioni con l'assetto sportivo sono, però, decisamente rigide sullo sconnesso.

Versione consigliata

La 18d da 150 CV è la più equilibrata, da preferire con la trazione integrale xDrive se si percorrono spesso strade sterrate o con la neve. La 25d per chi apprezza la guida sportiva, magari con le sospensioni a controllo elettronico DDC optional. La Advantage è già ben dotata e aiuta a contenere un po' i costi.

Perché sì

Finiture L'abitacolo è realizzato come si deve, le plastiche morbide della plancia e la pelle dei sedili sono gradevoli al tatto e alla vista e i particolari in alluminio e in legno sono di qualità.

Guida Lo sterzo è preciso, le sospensioni ben tarate, i motori pronti nella risposta: la macchina è divertente e dà un gran senso di sicurezza.

Linea È filante ed equilibrata, specie con i grossi cerchi di 19" e di 20".

Perché no

Divano scorrevole Non è presente: peccato, avrebbe reso più pratici gli interni. E nella X1 è disponibile come optional.

Prezzo È elevato e non comprende accessori come la radio Dab, il cruise control o il lettore di cd (a pagamento per tutti gli allestimenti), gratuiti su macchine meno costose.

Visibilità posteriore Il lunotto piccolo e alto da terra e i larghi montanti dl tetto rendono difficili le manovre in retromarcia: i sensori di distanza posteriori (di serie) non risolvono del tutto il problema.

BMW X2
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
22
34
25
43
VOTO MEDIO
3,0
2.96988
166
Photogallery