NEWS

Lancia Ypsilon: anche per lei l’ibrido leggero

Pubblicato 04 marzo 2020

La Lancia Ypsilon Hybrid monta lo stesso motore ibrido leggero di Fiat 500 e Panda, un nuovo 3 cilindri 1.0 da 70 CV abbinato a un motore elettrico.

Lancia Ypsilon: anche per lei l’ibrido leggero

A MACCHIA D’OLIO - Utili per ridurre consumi ed emissioni, senza essere allo stesso tempo troppo costosi, i sistemi ibridi leggeri si stanno diffondendo rapidamente anche fra le citycar. E così, dopo Fiat 500 e Panda Hybrid (qui e qui per saperne di più), l’ibrido mild arriva anche per l’altra piccola della FCA, la Lancia Ypsilon: come riporta il configuratore della casa, i prezzi partono da 14.450 euro, ma fino al 31 marzo si può usufruire del prezzo promozionale di 10.350 euro. Già ordinabile, le prime consegne sono questione di poche settimane. 

NUOVO ANCHE IL 1.0 - La Lancia Ypsilon Hybrid adotta lo stesso motore di 500 e Panda, con le quali condivide il pianale. È costituito dal moto-generatore elettrico (BSG, Belt Starter Generator) collegato al motore termico con una cinghia e integrato alla rete elettrica a 12 Volt. Il motore elettrico funziona da generatore nelle frenate e recupera l’energia che altrimenti verrebbe dispersa, alimentando una batteria supplementare agli ioni di litio da 0,13 kWh. Il motore elettrico fornisce 3,6 kW (cioè 5 CV) nelle accelerazioni e riavvia il motore termico dopo il suo spegnimento automatico mentre l’auto rallenta: al di sotto dei 30 km/h, con la marcia in folle (un indicatore nel cruscotto suggerisce quando farlo), il motore a benzina si spegne e la Lancia Ypsilon Hybrid “veleggia” sfruttando l’abbrivio.  Il motore termico è un nuovo tre cilindri aspirato, con due valvole per cilindro, 999 cm3 di cilindrata, 70 CV a 6.000 giri e 92 Nm di coppia a 3.500 giri. Ad esso si abbina un nuovo cambio manuale a 6 marce. 

DUE ALLESTIMENTI - Con l’arrivo della Lancia Ypsilon Hybrid, il costruttore ha riorganizzato l’offerta della Ypsilon: gli altri motori sono il 4 cilindri 1.2 da 69 CV a benzina e Gpl, venduto a partire da 16.200 euro, e il 2 cilindri turbo 0.9 a benzina e metano da 70 CV, al prezzo di 17.950 euro. Due gli allestimenti: il Silver, con il “clima” manuale, coppe ruote di 15” in nero opaco e volante multifunzione; e il Gold, più costoso di 1.300 euro a parità di motore, che aggiunge le ruote di 15”, i fari fendinebbia, il volante e il pomello del cambio in pelle e lo schermo di 5” nella consolle, abbinato al sistema multimediale Uconnect.

Lancia Ypsilon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
139
81
85
96
176
VOTO MEDIO
2,8
2.845755
577


Aggiungi un commento
Ritratto di remor
4 marzo 2020 - 11:20
Questa notizia ha dell'incredibile; cioè la Ypsilon con l'ibrido mentre la Polo no?!?!
Ritratto di Er sentenza
4 marzo 2020 - 13:08
La Y e' talmente moderna,proiettata nel futuro, leader mondiale di vendite nel suo segmento che non si poteva non dotarla di un ibrido rivoluzionario che dara' vantaggi stratosferici nell' abbassamento dei consumi. Volkswagen come puo' competere con tanta maestosita'?...poverini, il mild Hybrid FCA e' tecnologia aliena x qualunque altro costruttore. P.s. spero si capisca l'ironia
Ritratto di Jenna2007
4 marzo 2020 - 14:47
Ti do ragione nessuno può superare VW nel taroccare i motori diesel ,sono all' avanguardia in quel senso. E taroccano pure il peso delle auto per vendere motori più potenti per neopatentati. Vedi polo baracca
Ritratto di remor
4 marzo 2020 - 15:38
Non penso Polo la tema in particolare la Ypsilon (anche se in assenza di Ypsilon presumo in Italia si venderebbero soprattutto fra la clientela femminile tante altre Polo). Però è anche vero che se cedi un po' di mercato a una ed un po' all'altra avversaria, più o meno degna che sia come avversaria.... Non vorrei ricordare male, per dire, ma qui in Italia una volta era spesso proprio Polo a insidiare più da vicino l'utilitaria italica più venduta; da tempo questa cosa non accade più e magari una volta è la Clio, una volta la Sandero, una volta la C3, e mentre la Polo non fa più capolino in testa alla classifica di vendita nostrana.
Ritratto di Ale767
4 marzo 2020 - 17:51
1
Ma giusto per capire, perché la Polo dovrebbe montare un sistema ibrido?
Ritratto di remor
4 marzo 2020 - 19:26
Perché quando c'è qualcosa di nuovo in ambito tecnologico (gli ibridi leggeri se non erro hanno esordito già da un po' sulle PREMIUM tedesche di ben altri segmenti), allora teoricamente (a leggere i più) se ci è arrivata FINANCHE fifiat, tutti gli altri dovrebbero avercelo almeno già da qualche anno. Nel senso che mi sarei aspettato una tale domanda se si ci fosse riferiti alla Sandero, non di certo a una tedesca quasi premium
Ritratto di Ale767
4 marzo 2020 - 19:49
1
Riformulo la domanda per essere più chiaro, altrimenti non la capisci come al solito. Se la Polo vende bene e soddisfa la propria clientela con la gamma attuale perché mai dovrebbe cambiare ricetta? L'ibrido leggero il gruppo lo offre su parecchie auto così come offre parecchie ibride plug-in ed elettriche, se sulla Polo non c'è è perché ai clienti della Polo non interessa averlo, semplice. Quando l'interesse del pubblico ci sarà lo metteranno anche sulla Polo visto che c'è l'hanno già su parecchie auto del gruppo.
Ritratto di remor
4 marzo 2020 - 20:19
Anche la Panda, riprendendo pari pari il ragionamento, soddisf(er)a la propria cliente che continua a comprarla in massa (è la citycar più venduta in Europa, oltre che forse assieme alla Maruti l'unica citycar in top 100 delle auto più vendute al mondo). Eppure altro non le si chiede di aggiornarsi in sicurezza e infotainment ecc.ecc. E ciò nonostante (continuando nell'analogia) di auto del gruppo che abbiano preso da poco 5 stelle euroncap ce ne sono. Probabilmente ai clienti Panda le 5 stelle euroncap non interessano, pur tuttavia la cosa delle scarse stelle in sicurezza viene ripetutamente (e imho anche giustamente) ogni volta evidenziata quando la Panda è l'oggetto del 3D o viene comunque (per affinità con l'articolo) tiràta in ballo. Spero che con l'esempio parallelo, il tutto risulti più "acchiappabile"
Ritratto di Ale767
4 marzo 2020 - 20:24
1
Ma infatti va benissimo così. Se ai clienti Panda piace viaggiare su un auto con zero stelle euroncap chi siamo noi per impedirglielo? La teoria di Darwin poi farà il resto quando qualcuno di questi avrà un incidente serio.
Ritratto di remor
4 marzo 2020 - 20:41
Spesso quando si fanno considerazioni del genere penso ci si dimentichi di tutto il mercato delle auto usato (e dei relativi standard di sicurezza, vincolati al proprio anno di produzione). Nel senso che, non penso che se uno si prende una M3 (per dirne una) o una RS6 ad esempio del 2010 (con relativi datati livelli di sicurezza) qualcuno gli faccia discorsi sulla selezione Darwiniana; anzi secondo me ci scappa piuttosto un "complimenti per l'acquisto".
Pagine