NEWS

Montezemolo: l'Alfa Romeo non si tocca

15 dicembre 2009

Il presidente del gruppo Fiat smentisce le indiscrezioni di questi giorni. L'Alfa non è in vendita e la Fiat non è in trattativa con i cinesi per Termini Imerese.

SMENTITE LE INDISCREZIONI - Dopo giorni tumultuosi di indiscrezioni sui piani della Fiat, dalla possibile cessione dell'Alfa Romeo in caso di scarsi risultati (leggi qui la news) all'interessamento del gruppo cinese Chery per l'impianto di Termini Imerese (leggi qui per saperne di più), arrivano le parole di Luca Cordero di Montezemolo (foto in alto) a calmare le acque, durante un'intervista rilasciata all'agenzia di stampa Reuters.

Il presidente del gruppo Fiat mette in chiaro che ora tutti gli sforzi sono per rilanciare il Biscione con il debutto della Giulietta. Un modello fondamentale, come lo sarà la Chrysler 300C dalla quale saranno derivate le ammiraglie Lancia e Alfa Romeo. L'obiettivo sembra chiaro: rinfrescare l'immagine delle auto del gruppo Fiat-Chrysler e poi “invadere” il mercato con tutti i nuovi modelli che nasceranno dalla collaborazione tra le due Case, dalle 4x4 (Jeep) alle prossime utilitarie, passando per le monovolume.

NIENTE PARTNER CINESI - Un matrimonio solido, quello con gli americani, al punto da non prevedere ulteriori collaborazioni con altri Costruttori, “per non correre il rischio di fare indigestione”. I recenti accordi che legano la  Volkswagen con la Suzuki (leggi qui la news) e il gruppo Peugeot-Citroën con la Mitsubishi (leggi qui la news) non preoccupano la Fiat. Ovvero, la Casa torinese non starebbe cercando altri partner, chiaro il riferimento ai cinesi di Chery tirati in ballo ieri da indiscrezioni apparse sugli organi di stampa (leggi qui la news).

A riguardo dello stabilimento siciliano, Montezemolo ricorda che non è nei piani Fiat chiuderlo, ma riqualificarlo quando cesserà la produzione della Lancia Ypsilon, perché “tutte le cose che abbiamo detto le abbiamo sempre fatte. Così, dateci un attimo di tempo e lo faremo”. Per scoprire se alle parole seguiranno i fatti, non ci resta che dare tempo al tempo.



Aggiungi un commento
Ritratto di Peppe
15 dicembre 2009 - 15:51
la prima è che non vedrò ancora più cinesi in Sicilia di quanti già ce ne sono, la cattiva è che purtroppo la fiat terrà l'Alfa e la vedremo sempe più affondare...
Ritratto di Tony83
15 dicembre 2009 - 15:52
6
Meglio così! L'importante è che continui lo sviluppo. Mi aspetto grandi cose
Ritratto di alex887
15 dicembre 2009 - 16:00
Ottima notizia, sono sicuro che l'alfa farà un successone con la giulietta con la quale potrà riprendersi. Bravo Montezemolo
Ritratto di Francesco T
15 dicembre 2009 - 16:04
ALTRO CHE ALFA ALLA VW.........SOLO C.......TE.. COME PENSAVO......
Ritratto di badman200
15 dicembre 2009 - 16:04
non credo che un'auto che ha una base da 22000 euro come la giulietta farà tali vendite da bastare a risanare i conti dell'alfa...come estetica a me piace abbastanza, l'unica cosa è che la qualità dovrà essere all'altezza del prezzo...
Ritratto di FED 88
15 dicembre 2009 - 16:44
Spero di vedere risorgere almeno il marchio Alfa con l'aiuto di VW invece la sanguisuga Fiat nn la vuole lasciare..... a questo punto spero che gulietta venda molto....
Ritratto di Immanu_El
15 dicembre 2009 - 16:58
Hanno abbandonato la trazione posteriore. Hanno esasperato due macchine valide come GT e 147 portandole al limite della corriera di mercato. Hanno puntato tutto su un auto pesante e goffa come la 159 - che nulla ha a che fare con l'idea di velocità e agilità di un' Alfa vera. Ora ci offrono per buone la Punto (Mito) e Bravo (Giulietta) col vestito buono (come fa Volkswagen con Skoda ...) e noi dovremmo entusiasmarci? No, io non ci stò. Avrei preferito Volkswagen: almeno loro hanno a cuore la tradizione dei marchi italiani e sono capaci di rimetterli in utile - Bugatti e Lamborghini docet.
Ritratto di ste85gangy
15 dicembre 2009 - 19:35
parole sante sono d'accordissomo con te hai pienamente ragione sono contenti che lì'alfa rimane con fiat la 159 è un pomone altro che alfa e cuore sportivo di sportivo l'alfa ha solo la linea la mito in pista fa i tempi del transit ma su.. la 159 pesa un accidenti e monta motori poco potenti per il peso.. spotiva l'alfa?? una volta si..come l'alfa 33 900 kg e un 1.7 da 130 cv quelle si che erano macchine o l'alfa 75.. leggere e potenti..
Ritratto di Immanu_El
16 dicembre 2009 - 00:54
E' proprio questo che l'alfa ha perso!! Mio padre aveva un' alfa 75 1.6: i cavalli non erano troppi, ma ci si divertiva come un matto e io adoravo quel sound! Diceva sempre che alla guida si aveva la sensazione di guidare un bolide snello piantato su strada. Allora le bmw erano dei trabiccoli ignoranti in fatto di tenuta di strada e le audi non potevano permettersi un confronto decente con una lancia. Quanta acqua sotto i ponti è passata ... oggi le bmw hanno prestazioni da brivido e le audi sono il punto di riferimento in fatto di qualità e confort. Così anche mio padre con gli anni è passato a bmw - perché dopo una Giulietta (quella vera a tre volumi) e una 75, non poteva passare a una 155 fiat - ... ma per la verità, non si diverte più tanto.
Ritratto di FedeBG
15 dicembre 2009 - 17:18
E bravo Montezemolo, oggi quando avevo letto la notizia della possibile vendita dell' Alfa non ci potevo credere, meglio così... sicuramente x risanare i conti dovrà costruire modelli di automobili sportive e allo stesso tempo eleganti (come del resto è il marchio del Biscione ) ma sopratutto modelli che dovranno Affascinare i possibili clienti con forme aggressive (Es. Brera, 159 ecc.) e motori come si deve. Allora è così ke potrà "sfondare" la concorrenza
Pagine