NEWS

Citroën C4 Cactus e Renault Captur, quale ti offre di più?

Pubblicato 05 giugno 2014

La nuova C4 Cactus arriva sul mercato per sfidare la connazionale Captur: vediamo qual è la più conveniente.

Citroën C4 Cactus e Renault Captur, quale ti offre di più?
UNA GRINTOSA, L'ALTRA ORIGINALE - Nel settore delle piccole crossover arriva la Citroën C4 Cactus, che punta molto sul suo aspetto originale. Dovrà vedersela con modelli affermati, come la Renault Captur, che spicca per lo stile grintoso. Per entrambe abbiamo scelto le versioni a gasolio con una novantina di cavalli e cambio robotizzato. Vediamo, conti alla mano, quale delle due offre di più in rapporto al prezzo
 
DERIVANO DA DUE UTILITARIE - Il nome e le dimensioni (416 cm la lunghezza, 260 il “passo”, ossia la distanza fra il centro delle ruote anteriori e di quelle posteriori) ne suggerirebbero la derivazione dalla berlina media della a Citroën. Non è così: la C4 Cactus è stata sviluppata sulla base meccanica della più piccola e leggera C3, e può legittimamente confrontarsi con la Renault Captur, che deriva dalla Nissan Juke, a sua volta realizzata sulla penultima serie della Clio.  
 
SI ACCONTENTANO DI POCHI CAVALLI - L’offerta di motori, per entrambe, è abbastanza limitata: a benzina abbiamo un 1.2 a tre cilindri per la Citroën C4 Cactus, con potenze di 75 o 82 CV senza sovralimentazione, oppure 110 CV con turbocompressore (1.2 e-THP); invece, la Captur può montare un “900” a tre cilindri da 90 CV o un 1.2 a quattro cilindri da 116 CV, entrambi turbo. Quattro cilindri per i motori a gasolio: 1.5 da 90 CV la Renault, 1.6 da 92 o 99 CV la Citroën.
 
 
SCELTE OBBLIGATE - Scartato il confronto fra le versioni turbo a benzina, giacché nella Captur il motore 1.2 TCe è abbinato al cambio robotizzato (chiamato EDC) mentre il 1.2 e-THP della Citroën C4 Cactus ha il cambio manuale, ci siamo concentrati sui diesel da 90 e 92 CV: quest’ultimo viene offerto nella C4 Cactus soltanto con cambio robotizzato (denominato ETG6), e abbiamo quindi dovuto scegliere il cambio EDC anche per la Renault.  
 
PRESTAZIONI: VINCE LA CACTUS - Scorrendo i numeri delle prestazioni dichiarate, vediamo che i 150 kg abbondanti che la Captur fa segnare in più sulla bilancia rispetto alla Citroën C4 Cactus hanno sicuramente un ruolo nelle prestazioni e nei consumi leggermente peggiori: la Renault è più lenta di di 2,1 secondi nello scatto da 0 a 100 km/h (13,5 contro 11,4) e percorre, in media, 2,2 km in meno con un litro di gasolio (25,6 km contro 27,8). Inoltre, ha una velocità massima dichiarata di 170 km/h a fronte dei 176 di cui è accreditata la rivale. 
 
TRE ALLESTIMENTI – Entrambi i modelli sono proposti con tre livelli di allestimento, ma nel listino Renault Captur il 1.5 dCi con cambio EDC è offerto solo col più ricco Energy R-Link: dobbiamo, quindi, confrontarla con la più costosa versione della Citroën C4 Cactus, la Shine. Anche l’offerta di optional è piuttosto limitata, in particolare per la Captur: la lista di quelli da noi prescelti rappresenta in pratica tutto quanto la Renault mette a disposizione del cliente, ma non è che per la Citroën C4 Cactus ne abbiamo dovuti tralasciare tanti.
 

 

Prezzi di listino delle due auto

Marca e modello

Motore e trasmissione

Allestimento

Prezzo

Citroën C4 Cactus

1.6 diesel e-HDi (92 CV) con cambio ETG6

Shine

21.750

Renault Captur

1.5 diesel dCi (90 CV) con cambio EDC

Energy R-Link

22.300

 

Come partenza, la Citroën fa segnare un risparmio di 550 euro. Vediamo ora quanto dovremmo spendere per equipaggiarle allo stesso modo.
 

Citroën C4 Cactus 1.6 e-HDi ETG6 Shine

 

Renault Captur

1.5 dCi Energy R-Link EDC

21.750

Prezzo di listino dell’auto (chiavi in mano)

22.300

non disponibile

airbag ginocchia guidatore

non disponibile

di serie

airbag laterali anteriori e per la testa anteriori e posteriori

di serie (1)

di serie

assistenza alla partenza in salita

di serie

di serie

barre sul tetto

174 (2)

200 (3)

cerchi in lega di 17 pollici

di serie

di serie

climatizzatore automatico monozona

di serie

di serie

cruise control

di serie

non disponibili

fari allo xeno

non disponibili

di serie (4)

fasce paracolpi laterali

di serie

di serie

fendinebbia con luci di svolta

di serie

di serie

navigatore

di serie

di serie

radio/mp3/Aux/Usb/Bluetooth con 6 altoparlanti

di serie

100

ruotino di scorta

150

400 (5)

sensori di parcheggio anteriori

466 (6)

di serie

telecamera di retromarcia

450 (7)

600

vernice metallizzata

100 (8)

di serie

vetri posteriori scuri

150

23.050

Prezzo finale (chiavi in mano)

23.590

 

Queste dotazioni le ha solo lei

Citroën C4 Cactus 1.6 e-HDi ETG6 Shine

 

Renault Captur

1.5 dCi Energy R-Link EDC

non disponibile

apertura/chiusura porte senza chiave

di serie

800

interni in pelle e tessuto e sedili anteriori riscaldabili

non disponibile

non disponibili

retrovisori ripiegabili elettricamente

450 (7)

150

ricezione radio digitale (DAB)

non disponibile

non disponibile

sedile posteriore frazionato e scorrevole

di serie

non disponibile

sedili sfoderabili

di serie

600

tetto fisso trasparente

non disponibile

 (1) nella Captur c’è un grande airbag laterale anteriore per lato, che protegge fianchi e testa, mentre dietro non c’è nulla;
(2) accessorio da montare in concessionaria, dal costo di 152,23 euro più manodopera (24 minuti previsti dal tempario Renault);
(3) di serie sono di 16 pollici;
(4) gli "Airbump" della Cactus assorbono totalmente gli urti fino a 4 km/h;
(5) comprendono il dispositivo d'assistenza al parcheggio Park Assist;
(6) accessorio da montare in concessionaria, dal costo di 271,28 euro più manodopera (3 ore e 36 minuti previsti dal tempario Renault);
(7) pacchetto City Camera, che comprende la telecamera di retromarcia e i retrovisori esterni ripiegabili elettricamente;
(8) 400 euro se di colore diverso (ma sempre metallizzato) per il tetto e il resto della carrozzeria.

 
CHI VINCE? - Il vantaggio iniziale della Citroën C4 Cactus rimane sostanzialmente immutato alla fine del confronto, anche perché l’auto offre di serie due equipaggiamenti (le barre sul tetto e i vetri posteriori scuri) che nella Renault Captur sono a pagamento. Non si tratta, a ben vedere, di optional indispensabili, e la Renault non ha torto a lasciare al cliente la facoltà di risparmiare 324 euro se non gli interessano. Dal canto suo, l’acquirente della C4 Cactus potrebbe risparmiare 200 euro accontentandosi dei cerchi di serie da 16 pollici, rinunciando ad averli da 17” (come quelli della Captur). La Citroën fa risparmiare qualcosa per il ruotino e i sensori di distanza anteriori rispetto alla Renault, ma quest’ultima recupera abbondantemente chiedendo un modesto contributo di 100 euro per la vernice metallizzata, contro i 600 della rivale.
 
 
FILOSOFIE DIVERSE - Con la Captur abbiamo dato fondo alla lista degli optional disponibili, mentre chi vuole arricchire la Citroën C4 Cactus ha ancora la possibilità di aggiungere il segnale digitale per il sintonizzatore della radio (150 euro), di avere un abitacolo più luminoso grazie al tetto trasparente (600 euro) e di assaporare in inverno i sedili anteriori riscaldati, con l’occasione rivestiti parzialmente in pelle (800 euro). La crossover Renault, da parte sua, mette sul piatto della bilancia tre dotazioni di serie all’insegna della praticità che la Citroën non può avere neppure a pagamento: il suo proprietario può aprire e chiudere la vettura senza maneggiare alcuna chiave, sfoderare i sedili per lavarli con più agio (o addirittura per cambiare “arredamento” a piacere), privilegiare lo spazio disponibile per i bagagli o per i passeggeri posteriori, facendo scorrere il divano e ribaltandone anche parzialmente lo schienale. A stupire è soprattutto la mancanza di quest’ultima possibilità nella nuovissima C4 Cactus, dove si è costretti a viaggiare con un solo passeggero a bordo quando si ha necessità di trasportare oggetti lunghi: d’accordo, così il divano pesa qualcosa di meno, e probabilmente gli esperti del marketing hanno decretato che la crossover Citroën non è un auto per famiglie. Ma neppure tre amici che vanno in montagna con gli sci, o al mare con i surf, rientrano nel loro target di clientela?


Aggiungi un commento
Ritratto di Moreno1999
5 giugno 2014 - 15:31
4
La differenza è che secondo me la Captur è bella ed è votata di più alla famiglia. Percui secondo me vince 2-0 la Renault.
Ritratto di PopArt
5 giugno 2014 - 15:57
Già solo l'aspetto è molto più imponente (la Capture sembra solo una Clio rialzata), molto più originale (sia dentro che fuori) e sicuramente costruita meglio. Qualunque dovesse essere la scelta credo che si farebbe comunque un buon acquisto.
Ritratto di anton79
5 giugno 2014 - 19:00
inventarsi (Renault e citroen) x vendere i pessimi motori che hanno mi riferisco al diesel 1,5 110cv o 1,6 diesel 99 cv citroen .... chi ha 1minimo di praticità e conoscenza .... scaperebe a gambe levate di queste machine ..... xro con il 1,6 diesel 130 cv x renault o 1,6 diesel 120 cv x citroen .... discorso cambia eheee .... e poi la Cactus non ha nemmeno il schienale posteriore sdopiabile ... ma ci prendono in giro ?!? .... la Cactus mi convince il bordo semplice ed funzionale, e l'altezza da terra.... poi x il resto nehh non ci siamo bruta ddavanti , originale il posteriore ..... con il 1,6 diesel versione piu potente ( non solo 99 cv) fara strada ....
Ritratto di Moreno1999
6 giugno 2014 - 14:52
4
Sappi che il 1.5 dci che definisci pessimo (e non hai tutti i torti, lo trovo antiquato soprattutto perché è ancora Euro5 ed è fiacco secondo varie recensioni) è lo stesso dci 110 della Casc-hai che tu tanto elogi ed inviti ad acquistare.
Ritratto di anton79
29 giugno 2014 - 20:00
nehh... se tu guardavi i miei comenti sempre positivix 1,6 /130 cv.... mai parlato bene x 1,5 dci 110 cv.... o ancor meno potenti .... qmq ho 1na buona notizia da darti.... Qq con la nuova uscitanon mi piace xniente .... hanno rovinato un BESTSELLER ... :-(
Ritratto di Moreno1999
29 giugno 2014 - 20:06
4
No dai, è bello e ben rifinito. Però costicchia! Io non lo definirei rovinato!
Ritratto di Dalekit
6 giugno 2014 - 17:56
Senza contare che il 1.5L Diesel Renault è uno dei migliori piccoli a Gasolio in circolazione come rapporto prestazioni consumi.
Ritratto di Sawa
6 giugno 2014 - 13:50
2
..ma quei paracarri neri sulle portiere sembrano un invito a tirare calci o farsi prendere in pieno agli incroci.
Ritratto di PopArt
6 giugno 2014 - 14:37
È la tua opinione e la rispetto ma io trovo invece che siano una soluzione molto intelligente per evitare i piccoli colpi e, dal mio punto di vista, danno carattere all'auto: grigio scuro con air bump chiari è bellissima. È chiaro che parliamo sempre di gusti soggettivi.
Ritratto di dwg
10 giugno 2014 - 11:35
ma dietro con quei cosi gonfi sotto i fari sembra uno che gli hanno gonfiato la faccia a schiaffi, non si può vedere.
Pagine