Citroën

Citroën
C4 Cactus

da 18.250

Lungh./Largh./Alt.

417/173/149 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

358/1.170 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati
In sintesi

La Citroën C4 Cactus è stata aggiornata a inizio 2018: ora è meno vistosa, perché gli esclusivi e appariscenti paracolpi posti a riparo di muso, coda e fiancate sono stati molto rimpiccioliti. Lunga 417 cm, questa cinque porte nasce sul pianale della vecchia C3 opportunamente modificato e offre un abitacolo spazioso, con sedili dall'imbottitura molto morbida; notevole anche la capacità del baule, che però non è di facile accesso (la soglia di carico dista ben 80 cm da terra). All'originale cruscotto tutto digitale (povero di informazioni) fa da contrappunto il display tattile centrale di 7 pollici, dal quale si controllano le principali funzioni di bordo (incluso il "clima", cosa che non ne facilita l'azionamento); lo stile è moderno e il cassetto nella plancia molto capiente, ma le plastiche sono tutte economiche. La principale novità tecnica riguarda l'adozione di nuovi ammortizzatori, con smorzatori interni supplementari. Ne deriva un ottimo comfort sullo sconnesso, abbinato però a un rollio e a un beccheggio superiori alla media; meglio andare tranquilli, anche se l'aderenza è buona e i motori tutti vivaci. Bene anche i cambi, sia il manuale sia l'automatico.

 

Versione consigliata

La diesel 1.5 BlueHDi da 102 CV non costa un’esagerazione e abbina prestazioni vivaci a consumi degni di un’utilitaria. Ma chi non fa molti chilometri con la Citroën C4 Cactus e desidera un comportamento più brillante fa meglio a orientarsi sulla più silenziosa ed economica 1.2 turbo a benzina da 110 CV, magari con il riuscito cambio automatico.  

 

Perché sì

Briosità Con tutti i motori, le prestazioni sono apprezzabili. Il 1.2 da 131 CV è fin troppo brioso per il tipo di auto. 

Comfort Le sospensioni riescono a filtrare con grande efficacia lo sconnesso. E l'insonorizzazione è valida. 

Praticità I portaoggetti non mancano, e sono anche capienti.

Spazio In rapporto alle dimensioni della carrozzeria, l’abitabilità è notevole e il baule ampio.

 

 

 

Perché no

Cruscotto Si tratta di un display soggetto a riflessi, povero di informazioni (niente contagiri) e con l'indicatore del livello del carburante microscopico.

Finestrini posteriori Si aprono a compasso: rispetto a quelli discendenti fanno guadagnare spazio, ma possono risultare “opprimenti”.

Finiture I rivestimenti sono economici, e in qualche zona la lamiera è a vista. 

Visibilità I montanti posteriori “a pinna” e il lunotto piccolo compromettono la visuale in retromarcia.

 

Citroën C4 Cactus
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
100
69
64
37
118
VOTO MEDIO
3,0
2.98969
388
Photogallery