NEWS

La UE ora ha il potere di richiamare e sanzionare

Pubblicato 03 settembre 2020

Da oggi la Commissione Europea può agire direttamente su veicoli trovati non conformi, richiamandoli o revocando l’omologazione stessa.

La UE ora ha il potere di richiamare e sanzionare

CAMBIA TUTTO - Lo scandalo Dieselgate, che coinvolto il Gruppo Volkswagen a causa delle emissioni di alcuni suoi modelli che non erano conformi a quelle omologate, non ha fatto che accelerare un processo in atto sin dal 2013. Da allora l’Unione Europea sta cercando di avocare a sé la possibilità di intervenire direttamente su vetture che dovessero non rispettare le norme. Peculiarità che era attribuita solo ai singoli stati responsabili di aver rilasciato l’omologazione e questo ha reso le procedure lunghe ed inefficienti.

INTERVENGONO DIRETTAMENTE - Da oggi le cose potrebbero cambiare visto che è entrata in vigore una nuova legge per cui la Commissione Europea può intervenire direttamente su veicoli che dovessero essere trovati a violare le normative nei 27 Stati membri. In caso di emissioni non conformi o problemi legati alla sicurezza la Commissione può ordinare un richiamo, sanzionare il costruttore o anche sospendere l’omologazione.

I CONTROLLI - L’atteggiamento nei confronti della questione è pro-attivo, visto che la Commissione inizierà a condurre direttamente i controlli sui veicoli, utilizzando due laboratori di prova che sono stati costruiti grazie a un investimento di 7 milioni di euro.





Aggiungi un commento
Ritratto di Al Volant
3 settembre 2020 - 17:12
Tutto bello, se non ci fosse il sospetto, legittimo, che certi controlli possano essere dirottati su automobili non tedesche/europee. In pratica le cinesi..
Ritratto di Cancello92
3 settembre 2020 - 17:49
Io spero che siano controllate tutte detto questo però è assurdo sospenderne l'omologazione rilasciata dalla motorizzazione, non può e non deve rimetterci il consumatore se una casa costruttrice fa "la furba" e l'ente statale che omologa non se ne accorge.
Ritratto di marcoluga
28 ottobre 2020 - 12:30
Le cinesi non dovrebbero nemmeno arrivarci, in europa.
Ritratto di PONKIO 78
3 settembre 2020 - 20:06
Mi può andare bene, in giro ci sono dei polmoni inquinanti esagerati... ma devono dare conto è provvedere ad auto conformi a poco prezzo andate a tutti.... dai 5000 euro in su.
Ritratto di Asburgico
3 settembre 2020 - 21:26
Io darei la caccia a chi rimuove il fap
Ritratto di deutsch
7 settembre 2020 - 01:24
4
aggiungiamo egr e centralina rimappata
Ritratto di Miti
3 settembre 2020 - 22:44
1
Che macchina sarà nella foto ? Una Dacia ? 1,5 dci ?
Ritratto di Al Volant
6 settembre 2020 - 17:26
No.. sicuramente una city car orientale.. ( Targa in alto ) e doppio scarico! Sarà una Tata, una mitshubishi.. Qualcosa del genere..
Ritratto di Miti
3 settembre 2020 - 23:07
1
Ma l'Europa conta ancora nella panorama auto mondiale ? Cosa hanno fatto nello scandalo vw con i clienti della casa che sono stati raggirati spudoratamente cambiando la scatola del filtro d'aria e dicendo che adesso tutto è a posto ? Perché non hanno preso tutti i motori diesel è testarli sia sul banco che sulla strada ? Di tutte le case ? Che di tempo ne è passato. Cosa fa l'Europa per incoraggiare l'elettrico ? Ogni giorno questo mischio di paesi totalmente inadatti di stare insieme che non perdono un momento di prendersi a ...nel sedere , che si sput...no ad ogni mega congresso Europeo con dei politici che prendono due stipendi sua nel paese d'origine che al consiglio Europeo per non fare assolutamente nulla , con un'organizzazione militare che in caso di una crisi militare (che quello la su ci salvi) , con un industria che ha sgombrato l'area anni fa, con deforestazioni peggio della foresta del Amazon, messa in ginocchio di un bruttissimo virus senza che è stata capace di dare nemmeno i presidi medici agli ospedali ? Parliamo della stessa Europa ? Con paradisi fiscali dentro se stessa ? Con la metà del est che fa da discarica auto euro 1,2,3 ? Che non ha avuto una sola parola nello scandalo del nordafrica ? Dalla prima guerra del Golfo ? Ma conta ancora nella panorama politico militare industriale culturale o di qualsiasi cosa in questo mondo ? Non ditemi della sua storia. Io parlo di cose fatte adesso . Nei nostri anni. Hanno fatto prima il caro senza contare i cavali. Senza sapere ? O sapendo ? Sarà per sempre un mistero.
Ritratto di Oxygenerator
4 settembre 2020 - 11:11
@ Miti L’europa, come tante cose, nasce con un intento meraviglioso. Il problema sono i governi degli stati membri, che non vogliono perdere il loro, anche piccolo potere. Questo è un problema relativo all’essere umano in generale e al politico, in particolare. Ci vuole molto tempo, e l’abitudine, per stare insieme e per fidarsi. Io spero che nel tempo, abitudi e consuetudini, creino la fiducia che serve per costituire, un vero stato europeo e sopratutto un governo europeo che renda omogenea la linea politica e che si occupi dei cittadini, tutti. E il “sogno” europeo, si potrà realizzare.
Pagine