Lamborghini Gallardo Coupé 5.2 V10 LP 570-4 Superleggera

Pubblicato il 22 maggio 2014

Listino prezzi Lamborghini Gallardo Coupé non disponibile

Ritratto di Delicious
alVolante di una
Nissan Note 1.5 dCi Acenta
Lamborghini Gallardo Coupé
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
5
Visibilità
3
Confort
4
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.5
Perché l'ho comprata o provata
Dopo aver provato la LP560-4 ad Adria ed esserne rimasto leggermente deluso per alcuni difetti, oltre alla mia (allora) relativa inesperienza, ho deciso di provare la versione Superleggera in strada. Ho avuto la possibilità di guidarla per un'ora intera così da poterla capire un po' più a fondo. Nella prima mezz'ora ho potuto provare al massimo il motore mentre, nella seconda parte, è stata la maneggevolezza a farla da padrone. Sul piano estetico la già splendida Gallardo assume connotati ancora più aggressivi con spoiler e appendici aerodinamiche in carbonio, fa già capire le sue intenzioni ad una prima occhiata.
Gli interni
A differenza della LP560 qua regna la semplicità: niente pelle, solo alcantara e fibra di carbonio. La strumentazione, unica cosa presa di peso da Audi, è rimasta pressoché invariata se non per il colore dello sfondo passato da nero a bianco. I sedili sono incredibilmente comodi anche se non lasciano molto spazio alla personalizzazione della postura, se siete troppo alti non ci entrerete. Le cinture sono a quattro punti da gara e, sebbene siano leggermente scomode da indossare, non creano alcun fastidio una volta in movimento. L'odore non è quello di una supercar pregiata, ma piuttosto di un animale da corsa pronto a farti provare la guidata della tua vita. Come per la versione standard il posto di guida è bassissimo e c'è poca visibilità, però il volante è ben proporzionato e tutti gli indicatori sono chiari e leggibili. Peccato per le leve del cambio, abbastanza piccole e in alcuni frangenti un po' scomode. Questa comunque non è solo una versione più estrema, è una macchina che non rinuncia a nulla di funzionale per i tragitti più lunghi. Infatti, pur abbassando il peso, tutti i comfort essenziali (climatizzatore, navigatore e alzacristalli elettrici) sono rimasti. Ottima cosa visto che mi aspetta un'ora intera di guida.
Alla guida
Inutile perdersi eccessivamente in dettagli tecnici che ormai conoscono tutti: rispetto alla LP560, la Superleggera ha 10 cv in più e quasi 100 kg in meno oltre ad una serie di migliorie a sospensioni e aerodinamica. Si gira la chiave e l'ormai classico V10 prende vita con un ruggito molto controllato, sarà l'unica cosa controllata che sentirete in questo veicolo. Ovviamente imposto la modalità manuale e parto tranquillamente, lo sterzo è sensibile alla velocità quindi alle basse andature si alleggerisce facilitando le manovre. Molto comodo il sistema che scala automaticamente da 2° a 1° quando ci si ferma, sarà già uno standard da tanti anni ma per noi comuni mortali non è così scontato. Dopo nemmeno 5 minuti mi si presenta l'occasione di accelerare su una strada praticamente libera e vengo travolto da quella che è una bestia mitologica più che un motore.... Seconda, terza, quarta, quinta... non ci si rende nemmeno conto delle velocità che si raggiungono perché la progressione sembra non finire mai. La pressione contro il sedile è talmente forte oltre i 6000 giri che mi si tappano le orecchie, ma questo non mi impedisce di sentire le urla del mostro alle mie spalle. Gli interni sono invasi da un suono assordante e ci si ritrova in un crescendo di emozioni che passano dal terrore all'incredulità per poi colmare nell'eccitazione incontrollata. Finalmente il cambio automatico è stato migliorato rispetto alla versione normale: le cambiate sono velocissime, senza ritardi e si viene sbattuti avanti e indietro con violenza ad ogni marcia, proprio come un toro impazzito. Quello che davvero mi sorprende è la sensazione che restituisce il mezzo. Non è solo il cambio, tutta l'automobile è enormemente più veloce della versione standard in qualunque situazione: è più potente e più leggera, e si sente. Dopo aver incrociato una manciata di LaFerrari e 458 Speciale con ancora le mascherine da collaudo, faccio una pausa per sgranchirmi le gambe e mi preparo alla seconda mezz'ora che si preannuncia impegnativa. Mi aspettano chilometri di strade tortuose e tornanti senza visibilità sopra Maranello: è il luogo dove il Cavallino testa tutte le sue auto stradali e permette di capire i limiti del guidatore o del mezzo. Non c'è un attimo di respiro e devo adattarmi molto rapidamente alla configurazione a motore centrale. Il telaio accoppiato con la trazione integrale è un capolavoro: la macchina dà una sensazione di sicurezza incredibile e dopo 10 minuti inizio ad aumentare progressivamente la velocità di percorrenza. All'inserimento in curva si sente il posteriore agitarsi leggermente per poi essere rimesso in riga dalla trazione che, in un'istante, sposta la potenza all'anteriore e spara il veicolo in uscita come se non fosse successo nulla. E' tutto così inebriante che non mi rendo nemmeno conto della velocità con cui ho affrontato le ultime sezioni e mi viene cortesemente chiesto di abbassare leggermente il ritmo. I freni adesso sono carboceramici di serie e devono davvero lavorare sodo per gestire la maggior esuberanza rispetto al modello base. Devo dire che svolgono un lavoro coi fiocchi: anche effettuando “staccate” all'ultimo secondo la macchina non si scompone e non c'è il minimo segno di cedimento, assolutamente incredibili. Nella vecchia recensione della Gallardo “normale” mi ero lamentato della sensibilità dei freni, nella Superleggera questa è stata leggermente migliorata e permette di dosarli meglio a velocità basse. Mentre mi riavvicino a Maranello riesco già a sentire gli ululati provenienti da Fiorano: è una giornata piena per i collaudatori Ferrari, sento almeno 3-4 V12 dalla pista. Gli ultimi 5 minuti mi riportano alla civiltà mentre scendo dalle colline passando per delle piccole strade urbane. Riesco di nuovo ad apprezzare il fantastico comfort della macchina: assorbe tutte le asperità con estrema calma, quasi non sembra di essere su una supercar. Con la facilità di una utilitaria, parcheggio la Superleggera nella affollata piazzetta da cui sono partito e tutti i presenti si dimenticano delle Ferrari in esposizione precipitandosi su questo lampo verde, come dargli torto...
La comprerei o ricomprerei?
Cosa posso dire che non sia già stato detto? Questa, secondo me, è una delle supercar migliori in assoluto ed è un peccato che la sua sostituta sia così scialba. I lati positivi sono praticamente estesi su qualunque fronte, se proprio devo trovare il pelo nell'uovo posso dire che nelle manovre strette a bassa velocità il differenziale tende a fare qualche rumore, ma questo succede un po' con tutte le macchine a trazione integrale (anche la mia Impreza STI lo faceva). Visto il suo comportamento dinamico, non mi sorprende che riesca ad ottenere risultati praticamente alla pari con la Ferrari 458, sua rivale per eccellenza e punto di riferimento per la categoria. Io consiglio caldamente di provarla a chi può farlo: cambia sensibilmente la concezione che si ha della velocità. La comprerei assolutamente e probabilmente brucerei tutto il patrimonio dal benzinaio passando intere giornate a guidarla. Se mi capitasse un'altra occasione come questa sarei curioso di provare la 458 Spider: sarebbe la prima Ferrari che guido oltre alla prima “scoperta” su cui metto piede. In realtà, però, avrei un'altra intenzione per il futuro e mi informerò accuratamente sulla possibilità future. Dico solo questo: un toro a 12 cilindri. Vedremo...
Lamborghini Gallardo Coupé 5.2 V10 LP 570-4 Superleggera
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
14
3
2
0
1
VOTO MEDIO
4,5
4.45
20
Aggiungi un commento
Ritratto di Delicious
24 maggio 2014 - 19:00
3
Spero che la prova sia di vostro gradimento.
Ritratto di Chromeo
25 maggio 2014 - 00:00
Sono totalmente d'accordo con te, la Huracan la trovo quasi noiosa rispetto alla Gallardo, troppo filtrata, troppo civile, troppo Audi per dirla tutta. Mentre questa è davvero eccezionale, non a caso è anche una delle mie preferite (sopratutto per l'estetica). ma l'hai affitata o te l'hanno prestata? Comunque se come prossimo toro proverai la Murciélago LP 670-4 SV ti faccio un monumento
Ritratto di Delicious
25 maggio 2014 - 12:41
3
Grazie mille. Credo che tecnicamente non sia un noleggio perché comunque ti mettono un istruttore a fianco e ti dice lui che strada seguire, per il resto però ti lascia carta bianca consigliandoti al massimo l'andatura da tenere in certi punti più critici. Come ho già detto mi informerò un po' perché è difficilissimo avere la possibilità di provare una Lambo V12. Per quest'anno comunque ho già dato, se ne riparla a Gennaio. In ogni caso che sia la Murcielago o la Aventador sarò felicissimo lo stesso. Alla fine la Murcielago è quella che mi piace di più esteticamente e la Aventador è quella migliore da guidare. La mia preferita in assoluto sarebbe la Diablo GT ma quello è davvero un sogno impossibile (oltre che pericoloso).
Ritratto di Chromeo
25 maggio 2014 - 16:05
La Diablo GT del 99" è qualcosa di molto molto più in alto della Murcielago, Gallardo e compagnia bella, dovevo fare pure io una prova del genere con una Gallardo ma è saltato tutto :(
Ritratto di PariTheBest93
25 maggio 2014 - 18:05
3
Perché prima non provi a fare prove di altre auto per esercitarti? Se lo fai, io faccio la prova della 918 spyder: appena mi capita di rivedere quei tipi, li caccio fuori dell in stile GTA, ma poi la restituisco promesso ;)
Ritratto di Chromeo
25 maggio 2014 - 20:37
Auto troppo pallose,ma sopratutto auto che ho guidato solo per qualche giorno (o entrambe le cose)
Ritratto di PariTheBest93
27 maggio 2014 - 10:05
3
Ma un'auto "pallosa" non significa una prova pallosa, questo dipende dall'autore, vuoi un esempio? AMG_Performance (al tempo "amoilturbo") ha messo 5 volanti alla mia punto, proprio perché gli è piaciuta la mia prova, il ché è tutto dire vista la sua pessima opinione sulla Fiat!
Ritratto di Chromeo
27 maggio 2014 - 12:49
E che se voglio fare un a prova non la voglio fare di una macchina di cui ce ne sono altre mille, alla fine la faccio per descrivere l'auto
Ritratto di MatteFonta92
25 maggio 2014 - 11:34
3
Beh, che dire, prova assolutamente stupenda e auto fantastica! ;-) Anche a me piacerebbe un giorno provare un bolide del genere, magari una Ferrari 458 Speciale, la mia supercar preferita in assoluto... purtroppo però questi "test drive" spesso li fanno su strada, dove non si riesce a sfruttare tutto il potenziale di queste auto, sarebbe molto meglio provarle in pista e solo dopo fare magari una capatina su strada per vedere come si comportano nella guida "normale". Comunque ancora complimentissimi!!!
Ritratto di Delicious
25 maggio 2014 - 12:56
3
Grazie mille. Si anche secondo me per portare queste macchine davvero al limite bisogna andare in pista, dove al posto di un dirupo c'è una bella trappola di sabbia che ti rallenta se qualcosa va storto. Io stesso, se mai dovessi guidare di nuovo la Superleggera, opterei per il tracciato. Ho incrociato parecchie 458 Speciale quel giorno, erano tutte in fase di collaudo con la carrozzeria non ancora completa.
Pagine
listino
Le Lamborghini
  • Lamborghini Aventador Roadster
    Lamborghini Aventador Roadster
    da € 382.510 a € 382.510
  • Lamborghini Urus
    Lamborghini Urus
    da € 209.143 a € 215.853

LE LAMBORGHINI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE LAMBORGHINI

  • La versione SVJ, pilotata da Marco Mapelli, ha compiuto il giro della Nordschleife in 6’44”97, battendo il record della Porsche 911 GT2. Qui per saperne di più.

  • La Lamborghini ha diffuso un video inedito della Urus, la super suv da 650 cavalli da oltre 200.000 euro. Qui per saperne di più.

  • Al Salone di Ginevra abbiamo toccato con mano la nuova supersuv della Lamborghini, con la sua forma imponente e il suo interno orginale e lussuoso.