Mini Mini Ray G

Pubblicato il 31 ottobre 2018

Listino prezzi Mini Mini non disponibile

Ritratto di DaveGass
alVolante di una
Mini Mini One 55 kW
Mini Mini
Qualità prezzo
3
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
5
Visibilità
3
Confort
4
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
3
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4
Perchè l'ho comprata o provata
Acquistata per il periodo da neopatentato, è stata nel nucleo familiare per 5 anni.
Gli interni
Nulla da dire davvero, interni di ottima qualità, come mamma BMW vuole, nessun difetto e soprattutto nessuna plastica scadente. Magico il tocco Mini con il grosso tachimetro centrale.
Alla guida
La guida su questa Mini, nonostante i pochi cavalli e il cambio un po impreciso (soprattutto da terza a seconda), è molto briosa. Sterzo, assetto e impianto frenante sono ben fatti e permettono una guida briosa regalando un ragguardevole piacere di guida, tenendo conto che si tratta di un'auto per neopatentati.
La comprerei o ricomprerei?
I difetti come il motore, per niente parco nei consumi (benzina e olio), e un ciclo di vita un pò sfortunato, mi portano sicuramente alla decisione di non ricomprare questa versione, ma piuttosto una Cooper o Cooper D. Per un neopatentato che vuole una certa immagine, ha delle velleità sportive e disposto a perdonare certi "peccatucci" tecnici della vettura, la consiglio!
Mini Mini Ray G
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
1
0
0
VOTO MEDIO
3,0
3
1
Aggiungi un commento
listino
Le Mini
  • Mini 5 porte
    Mini 5 porte
    da € 19.000 a € 35.350
  • Mini 3 porte
    Mini 3 porte
    da € 18.150 a € 41.500
  • Mini Clubman
    Mini Clubman
    da € 23.950 a € 44.670
  • Mini Cabrio
    Mini Cabrio
    da € 24.500 a € 40.650
  • Mini Countryman
    Mini Countryman
    da € 25.800 a € 47.100

LE MINI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MINI

  • Antesignana nel 1959, quando fu presentata, e per questo "mamma" di tutte le citycar moderne, la Mini segue il trend del momento e diventa elettrica. Andiamo a scoprirla al Salone di Francoforte.

  • Lo specialista inglese David Brown propone una Mini prima generazione rivista in varie parti, con un motore potenziato, un interno modernizzato e caratterizzato da materiali pregiati.

  • Lo stile diventa più semplice e mette in evidenza i due “capisaldi”: la scritta Mini e le alette laterali. Ecco in breve la storia dei loghi della marca inglese.