Mini Clubman Cooper D 4 Posti Automatica

Pubblicato il 31 agosto 2010
Qualità prezzo
2
Dotazione
5
Posizione di guida
3
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
3
Motore
3
Ripresa
3
Cambio
2
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
4
Media:
3.25
Perché l'ho comprata o provata
Ero intenzionato ad acquistarla, motore turbo diesel, convinto avesse più spazio e invogliato da un prezzo che nella mini usata alza il rapporto qualità prezzo e in clubman si riesce a strappare anche a meno. Da anni guido auto con cambi elettroattuati automatici e volevo conoscere il comportamento con quest'auto. Ho trovato un'usato con proprietario disponibile a farla provare. Fisso appuntamento e via si parte.
Gli interni
Sulla Mini si può commentare e dibattere all'infinito. Per gli interni il design e la cura fanno ragionare anche i contrari e gli scettici. Nel mio caso alla vista di sedili di pelle bicolore, tetto apribile sdoppiato, clima auto ed una bella sfilza di optional, cercavo le pattine da metter sotto i piedi prima di entrare. Continuo a non comprendere il navigatore satellitare che - integrato nel grosso contachilometri centrale - mortifica lo stesso e lo rovina, funzionalmente ed esteticamente. Nascondendo o eliminando molte spie ed indicatori. La radio, anch'essa un tutt'uno col contakm, non vuole adeguarsi ai tempi, impedendo (ostacolando) di fatto l'installazione di sistemi multimediali 2DIN che oggi puoi montare persino su una smart (va bene lo spirito retro ma siamo nel 2010). Mantenere l'aspetto armonioso del cruscotto ma prevedere la collocazione di radio nel tunnel centrale (come nelle prime serie) e navigatore a scomparsa sulla parte superiore del cruscotto, più di un pensierino che alla Mini dovrebbero fare. Climatizzatore efficace, manca la bocchetta posteriore, solo un flusso sotto il sedile del pilota che dirotta aria per i passeggeri. Questi che continuano a star stretti proprio come nella Mini standard. La più ampia lunghezza della clubman infatti è stata dirottata nel posteriore, vano bagagli. La porta sdoppiata del bagagliaio fa molto surfer in Miami beach (anche un po funereo... per gli scaramantici) ma in sosta parallela non facilita il carico. Quella piccola laterale è utile quanto antiestetica. Rimbalza solo la cintura di sicurezza che sistematicamente avvinga in una lapdance il passeggero di turno.
Alla guida
La visibilità risente della seduta bassa e di ridotta superficie vetrata, compromesso per il settaggio sportivo che anche questo modello Mini vuole mantenere. I cm in più (una ventina) rispetto alla Mini (de facto) non incidono nel bene o nel male sul comportamente in strada del veicolo. Solo in manovra ovviamente ma si resta sotto i 4mt. Le prestazioni dell'auto con questo motore turbo diesel sono buone. Migliori anche della versione cooper, con una coppia massima più alta che interviene da subito ai bassi regimi. E' invece più rumoroso e poco insonorizzato. Non dimenticate che questa versione è un automatico elettroattuato con convertitore di coppia. Definito steptronic offerto per tutti i modelli, si badi bene con sovrapprezzo di 1600 euro. Il suo brutto è l'interpretazione opposta in modalità sequenziale di movimento leva cambio in inserimento marcia. Per capirci il settaggio consolidato +/- è re-interpretato -/+ confondendo chi alterna modelli di auto automatiche (secondo me con qualche rischio). Scalare quando vuoi aumentare di marcia e viceversa oltre che antipatico può risultare pericoloso. Ma qui la colpa è di non volere standardizzare/allineare determinati dispositivi e brevetti. Peccato che BMW non abbia scelto di inserire la stessa leva del cambio montato sulla 320touring o sul X6, piccola e frutto di abili designer. Il suo comportamento su strada è buono. Per capirci lontano dal cambio smart. Senza tentennamenti ma non privo di vuoti (lontani dal DSG Vw). Salvo in posizione N l'auto è in trazione. Vuol dire che rilasciando il pedale del freno l'auto lentamente avanza senza usare l'acceleratore. Completano i paddle al volante e la possibilità di passare dall'automatico al sequenziale in movimento.
La comprerei o ricomprerei?
Non l'ho comprata, l'ho guidata a fondo ad un evento. Non vedo in clubman gli stessi motivi che mi attraggono nella Mini a 3 porte e tantomeno vantaggi dalle maggiori dimensioni. Resta sempre un'auto impossibile (se pure bella, de gustibus). Potresti passare giorni al configuratore virtuale senza riuscire ad avere un compromesso tra il tuo budget e le dotazioni di serie (sotto la media). La mancanza di modelli full optional e l'esborso per ogni singolo accessorio anche nei modelli di punta (cooper S/JCW) sono commercialmente incomprensibili. Nel mio caso, pagare per un cambio automatico che altre case offrono quasi di serie e più evoluti, è davvero seccante. La Mini è stile, moda, sportività o così almeno ce la presentano. Quattro bei cerchi, colore, stripes e cromature. Peccato che per tutto questo (e molto altro), vi siano ampi sovrapprezzi.
Mini Clubman Cooper D 4 Posti Automatica
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di davi_serie3
7 settembre 2010 - 20:20
hai detto che l'hai provata perchè un privato ti ha concesso la prova?poi nel finale dici che l hai guidata ad un evento....?qualè la verità?seconda cosa la leva del cambio automatico su 320 è di un tipo su X6 è un altra ovvero il joypad quindi il paragone non regge...per finire il cambio automatico in posizione N significa in folle che auto hai visto muoversi appena hai tolto il piede dal freno?l'auto si muove in D ovvero drive..sei sicuro di aver provato la mini o era una panda con il robotizzato...?
Ritratto di cooper
8 settembre 2010 - 10:20
in italiano significa ad eccezione della posizione N. I riferimenti al cambio di altri modelli BMW sono una speranza di come lo avrei voluto già nell'estetica, mi piace la leva molto corta. Sinonimi evento (sempre in italiano, mi raccomando): caso, circostanza, eventualità, frangente, ipotesi, occorrenza, possibilità, probabilità, contingenza, occasione, situazione. Ciao e....buona guida con la tua panda!!
Ritratto di davi_serie3
8 settembre 2010 - 19:35
adesso ti arrampichi sugli specchi..ok salvo in posizione N l'auto si muove..?anche in P che significa parcheggio?ahahah sei un grande e cerchi anche di avere ragione facendo il grammatico poi parli della leva del cambio?leggi bene cosa hai scritto.....peccato non abbiano messo la leva del 320 touring o dell'X6 piccola ecc...ti sembra che le differenzi?io penso che hai provato la minicar 50 non la clubman e per il fatto della panda che ti posso dire guarda il nickname e la foto quelle sono le mie macchine...ciao grammatico prendi il cambio manuale quello magari e dico magari lo usi meglio
Ritratto di cooper
10 settembre 2010 - 10:54
Hai posto le tue eccezioni in maniera arrogante. Pesi e misuri ogni termine. Perchè devo giustificarmi con te? Chi sei? Ho scritto per quel che ho provato, come è richiesto qui. Nulla di più o di meno, non è vangelo ma una mia impressione. Non 6 daccordo lo hai commentato, ok. La tua prova l'ho vista, non sei stato nemmeno capace di compilare la scheda tecnica (quella con le stelle)....che hai da insegnare agli altri???
Ritratto di davi_serie3
10 settembre 2010 - 19:28
che nella mia vita non mi rode mai nulla nemmeno i tipi con il ferrari anzi li ammiro figurati se mi rode la clubman dai.....io non ti voglio insegnare niente ma sarebbe bello se scrivessi di auto che hai provato non cavolate tanto per dire che hai provato una macchina a caso anche perchè non sai nemmeno come è fatto il cambio automatico....per le stellette non mi ricordo dopo guardo magari almeno qui hai ragione tu...ciao
listino
Le Mini
  • Mini Mini
    Mini Mini
    da € 17.950 a € 43.595
  • Mini Cabrio
    Mini Cabrio
    da € 24.300 a € 37.950
  • Mini Countryman
    Mini Countryman
    da € 25.600 a € 43.050
  • Mini Clubman
    Mini Clubman
    da € 23.300 a € 40.750
  • Mini Mini 5 porte
    Mini Mini 5 porte
    da € 18.800 a € 33.950

LE MINI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MINI

  • Lo specialista inglese David Brown propone una Mini prima generazione rivista in varie parti, con un motore potenziato, un interno modernizzato e caratterizzato da materiali pregiati.

  • Lo stile diventa più semplice e mette in evidenza i due “capisaldi”: la scritta Mini e le alette laterali. Ecco in breve la storia dei loghi della marca inglese.

  • Il raduno dedicato all’utilitaria, organizzato dal 1978, ha richiamato oltre 1.200 persone e 3.000 vetture.