Pubblicato il 13 novembre 2011
Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
4
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
2
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
3
Media:
4
Perché l'ho comprata o provata
Abbiamo acquistato il primo Pajero SW nel 1990: avevo 8 anni, ero la 4a figlia e finalmente avevo un sedile tutto per me (anche se nel baule...) per i viaggi con tutta la famiglia! Ho fatto appena in tempo a guidarlo con il foglio rosa perché, dopo 11 anni, 300.000 km e 2 motori l'abbiamo sostituito con la nuova versione: Pajero SW 3.2 DI-D GLX 7 posti, 330.000 km in 10 anni e non ha ancora mollato. Purtroppo, vivendo vicino Milano e lavorando in città stiamo meditando di sostituirlo, causa Ecopass e blocchi del traffico.
Gli interni
In tempi in cui SUV e Crossover si affacciavano sul mercato, Pajero è stato il primo fuoristrada a diventare anche comodo, senza perdere l'indole Off-Road. L'interno (come del resto l'esterno) è enorme: in altezza, in larghezza, in lunghezza. In 10 anni ha visto di tutto: viaggi in 7 con bagagli, in 4 in scandinavia dormendo "comodamente" in auto diverse volte, in 2 con con una moto da cross nel baule, in 4 con bici e bagagli... e poi ancora in mezzo al fango argilloso del Monferrato, senza problemi. Nel 2001 vantava soluzioni molto innovative per gli interni, come i sedili a scomparsa nel baule, che però non potevano essere utilizzati singolarmente come nella precedente versione, o come le bocchette del climatizzatore anche in seconda e terza fila; inoltre i sedili posteriori che si "sdraiano" completamente all'indietro e formano, con i sedili anteriori, un unico piano sono un fantastico letto di fortuna o un piano di carico lunghissimo (oggetti da 3.5 metri). Il posto di guida è abbastanza confortevole, anche se non ci sono regolazioni del sedile in altezza, né cuscini lombari, né regolazione in profondità del volante: dopo 200.000 km circa il sedile ha cominciato a cedere rendendo un po' faticosi i lunghi viaggi. I materiali degli interni sono abbastanza poveri (soprattutto in questa versione base) ma robusti: infatti i segni di usura non sono così evidenti, nonostante l'alto chilometraggio e gli scricchiolii non sono mai stati un problema. Al confort di marcia contribuisce infine anche l'ottimo climatizzatore automatico che, oltre ad essere governabile separatamente dalla seconda fila, è sempre "discreto" nell'intervento (d'inverno non esce aria fredda quando ha raggiunto la temperatura impostata), ma molto efficiente, dato il volume d'aria da scaldare/raffreddare.
Alla guida
Nella guida di tutti i giorni si fa apprezzare per la posizione rialzata, l'ottima visibilità da ogni lato, il motore brillante e la capacità di carico, con però tutti i limiti dinamici di un'auto così alta da terra. Il meglio però lo da in condizioni difficili come il fango o la neve (alta), dove la coppia possente e la meccanica eccezionale ci hanno tratto d'impaccio più volte. Solo a titolo di esempio: trainare una range rover (vecchiotta, ma pesante) fuori da un fondo scivolosissimo e, riuscire ad uscire da un metro di neve con solo due ruote in presa (ovviamente con gommatura invernale). Nel corso degli anni e col passare dei chilometri la meccanica è invecchiata e ha richiesto qualche interventoi extra: lo sterzo, inizialmente abbastanza leggero e progressivo, anche se mai diretto, è diventato nel tempo sempre più duro e impegnativo da manovrare; la frizione è stata sostituita un paio di volte (complici i 6 piedi di famiglia che l'hanno maltrattata), ma è sempre stata facile da azionare; il cambio (sempre a causa delle 6 mani che lo manovrano) ha richiesto una completa revisione intorno ai 230.000 km, poiché la 1° e al 3° non restavano inserite: ora funziona a meraviglia. Nel corso del tempo anche altri interventi straordinari hanno permesso al nostro fuoristrada di arrivare bene a questo chilometraggio: sostituzione del volano e revisione delle sospensioni intorno ai 270.000km sono stati gli interventi più dispendiosi.
La comprerei o ricomprerei?
Questa è un'auto ineguagliabile perché nel suo enorme guscio riunisce l'anima di molte tipologie di veicolo: certamente un fuoristrada ben dotato, che con le giuste scarpe riesce a trarsi d'impaccio da situazioini difficili (attenzione solo agli angoli di dosso, data la lunghezza...); poi un auto sicura e a prova di impatti anche violenti (nella sua storia ha investito un cinghiale, ha urtato lateralmente un tronco ed è stata tamponata diverse volte, ma ne è sempre uscita bene); senza dimenticarsi della famiglia, che trova posto comodamente con i bagagli e di una capacità di carico da veicolo commerciale. Per chi cerca tutto questo, ma ha bisogno di una sola auto, Pajero è perfetto! In famiglia invece, essendo numerosi e avendo più auto, stiamo cercando da diversi anni di "dismetterlo" (l'età e i chilometri comportano manutenzione sempre più dispendiosa), ma per riuscirci stiamo "moltiplicando" le tipologie di veicoli: una monovolume per i viaggi in 6/7, un furgoncino per i carichi "esagerati", e una piccola (e vecchia) fuoristrada compatta: perché viaggiare nel fango è pur sempre emozionante!!
Mitsubishi Pajero Wagon 3.2 DI-D GLX 7 posti
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
1
1
0
0
VOTO MEDIO
3,5
3.5
2
Aggiungi un commento
Ritratto di Al86
24 novembre 2011 - 21:59
Per mio modesto ed insignificante parere era così che dovevano rimanere i SUV e non diventare quegli inutili Stupid Useless Vehicle e Cessover che sono ora; per il resto hai scritto una buona e completa prova
Ritratto di gig
25 novembre 2011 - 11:23
... su tutto, anche per la completezza delle prove (anche quella della Verso)
Ritratto di ForzaPisa
25 novembre 2011 - 16:14
Complimenti! Scrivi davvero bene: coinvolgente e si capisce tutto al volo! Fossero tutti come te...
Ritratto di Joeilpilota
29 novembre 2011 - 22:51
Brava! Buon commento! Voto meritato. Ora un mio parere personale. E' vero che la macchina ha cambiato sei mani (e sei piedi!) ma in realtà dalla Mitsubishi Pajero mi sarei aspettato qualcosa in più. Esattamente: due motori nonostante gli anni, mi sembrano troppi. Quale è stato il motivo della sostituzione del primo? usura regolare, usura irregolare, avaria irreversibile, cattiva manutenzione o altro? Il cambio: nei fuoristrada il cambio e la trasmissione sono la vita della macchina. Puoi perdonare qualcosa al motore ma il cambio e la trasmissione sono vitali. Tanto premesso, credevo che il cambio fosse più robusto e capace di sopportare maggiori sollecitazioni e quindi, di non rompersi. Misterioso poi mi pare l'intervento sul volano. Ci sono pezzi nelle auto che non dovrebbero essere mai cambiati. Il volano è uno di questi. Se iniziamo a cambiare i volani a tutte le vetture, è finito il mondo. Per le sospensioni nulla da dire: 270.000 Km. sono idonei per una sostituzione; ne va della sicurezza prima e della comodità dopo. Un caro saluto.
Ritratto di vespella
31 dicembre 2011 - 11:15
Grazie dei complimenti... Quanto ai guasti, effettivamente seri, posso solo dire: - che il motore sostituito era il 2.5 del primo modello, "esploso" a circa 150.000km nel 1994: avevo 12 anni e non ricordo la causa, ma la concausa è stata la testardaggine di mio padre di non fermarsi ai primi sintomi; il motore 3.2 invece non ha mai avuto problemi in 340.000km; - quanto a cambio e frizione, abbiamo avuto simili problemi su ogni auto guidata in famiglia, mio padre ha rotto diversi cambi, quindi un'attenuante per Mitsubishi; - il volano invece ha spiazzato anche noi, soprattutto per il costo esorbitante del ricambio! Ad ogni modo, oramai sono solo ricordi, ho riconsegnato ieri il Pajerone al concessionario...
Ritratto di bmwe34
30 aprile 2012 - 21:00
6
caro guarda che a volte se la frizione viene maltrattata ebbene combiare anche il volano e capitato a me di recente cambiate il volano e la frizione quindi se la auto viene maltrattata di tutto può richiedere..
Ritratto di Rey
2 dicembre 2011 - 10:55
2
Una vettura che davvero differenzia dai nuovi suv perchè sfruttata al massimo delle sue potenzialità, non come l X5 che lo compri e rimani bloccato nel fango ahhahaha.... Immagino i consumi stratosferici. Auto spartana ma come dici tu simile ad un furgone con la comodità di essere utilizzabile dappertutto. complimenti. Non esistono quasi piu mezzi simili
Ritratto di viva.le.4.ruote
3 dicembre 2011 - 17:39
il massimo dei voti per la completezza della prova
Ritratto di Raoul4x4
13 dicembre 2011 - 12:25
Non mi resta che unirmi a tutti gli altri forumisti nel complimentarmi per l'esaustiva prova che ci hai concesso. Che dire auto supenda, versatile e dalla proverbiale robustezza , dote quest'ultima che in parte stride con qualche testimonianza della prova. Da possessore della stessa auto e con "soli" 260.000 km , posso solo annotare come manutenzione straordinaria nr 01 alternatore , sostituito a 180.000 e la sostituzione degli ammortizzatori con altri più idonei al fuoristrada (al mio paj. non faccio mancare di tanto in tanto qualche raduno organizzato ) . Unica nota dolente sono i consumi, che con i vergognosi prezzi attuali dei carburanti , diventano impegnativi ( almeno per me ) .
Ritratto di vespella
31 dicembre 2011 - 11:23
Mi sono accorta di non aver menzionato i consumi nella prova... Non sono da record, ma non è mai scesa sotto i 10 km/l, anche in autostrada, dove l'aerodinamica non aiuta! In media comunque si fanno gli 11/12 km/l.
Pagine
listino
Le Mitsubishi
  • Mitsubishi L200
    Mitsubishi L200
    da € 27.950 a € 37.900
  • Mitsubishi Outlander
    Mitsubishi Outlander
    da € 29.700 a € 55.400
  • Mitsubishi ASX
    Mitsubishi ASX
    da € 20.190 a € 32.890
  • Mitsubishi i-MiEV
    Mitsubishi i-MiEV
    da € 29.900 a € 29.900
  • Mitsubishi Space Star
    Mitsubishi Space Star
    da € 12.490 a € 17.900

LE MITSUBISHI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MITSUBISHI

  • L'Amministratore delegato di Mitsubishi Motors Automobili Italia ci parla della Eclipse Cross che sposa la funzionalità di una suv con linee ispirate a una coupé.

  • La Eclipse Cross è una suv dalle forme che richiamano quelle di una coupé al debutto al Salone di Ginevra.

  • Per il 2017 la ASX si rinnova leggermente con un nuovo frontale e con inediti dispositivi tecnologici come il sistema multimediale e la telecamera a 360 gradi.