PRIMO CONTATTO

Volkswagen Polo: più sicura (e rumorosa)

Rinnovata soprattutto nella meccanica e arricchita di nuovi sistemi di aiuto alla guida, la Volkswagen Polo si conferma comoda e ben fatta. In accelerazione, l’inedito 1.4 turbodiesel fa sentire la sua voce.

17 aprile 2014
  • Prezzo (al momento del test)

    € 18.500
  • Consumo medio

    29,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    88 grammi/km
  • Euro

    6
Volkswagen Polo
Volkswagen Polo 1.4 TDI 90 CV BlueMotion Technology Fresh 5 porte
Cambia sotto la pelle
 
Per la Volkswagen Polo, in listino senza modifiche ormai dal 2009, è giunto il momento di un aggiornamento: non tanto sul piano estetico, quanto su quello meccanico. L’aspetto sobrio, anche se non particolarmente originale, ha retto bene il passare degli anni: così, le novità si riducono a una mascherina più “importante” e a un aumento delle dimensioni delle prese d’aria nel paraurti frontale e del portatarga in quello posteriore. Altra musica, invece, per i motori: sono nuovi e già Euro 6. A benzina, ci sono il 1.0 a tre cilindri (nelle varianti da 60 e 75 CV) e il 1.2 a quattro cilindri turbo con 90 cavalli; a gasolio, il 1.4 tricilindrico (in due versioni, da 75 o 90 CV). Nel corso dell’anno l’offerta si arricchirà del cambio robotizzato a doppia frizione con sette marce per i modelli più potenti (a maggio); poi, a novembre, della versione turbo del 1.0, forte di 95 CV, e di un modello con il 1.4 a gasolio da 75 CV accreditato di consumi da record (la casa parla di una media di 32,3 km/l).
 
Protezione a tutto campo
 
L’altra novità della nuova Volkswagen Polo è la dotazione di sicurezza, non comune per un’utilitaria. Non tutto è di serie, naturalmente: come  gli airbag posteriori per la testa, che si pagano 485 euro (una somma che incide parecchio sul prezzo di un’utilitaria come questa), mentre gli anteriori fanno sempre parte dell’equipaggiamento standard. Comunque, tutte le Volkswagen Polo comprendono nel loro prezzo due sistemi per prevenire gli incidenti e ridurne gli effetti: il primo è quello che “capisce” quando il guidatore è stanco e, tramite segnali acustici e visivi, lo invita a fare una pausa; il secondo è il dispositivo anti collisione multipla che, in caso d’incidente, dopo il primo urto attiva automaticamente i freni per evitare ulteriori impatti. A richiesta (i prezzi sono ancora in via di definizione) si possono però avere anche il sistema di frenata automatica (a velocità non superiori a 30 km/h avvisa il guidatore quando rileva il pericolo di tamponamento e, nel caso, arresta la vettura) e l’ACC, che (da 30 a 160 km/h) permette di impostare la velocità e la distanza dagli altri veicoli. Il sistema provvede da solo ad accelerare e a frenare (anche fino all’arresto dell’auto) per mantenere i valori prescelti.
 
Da 12.600 euro
 
Già in vendita, ma nelle concessionarie dal prossimo 17 maggio, la nuova Volkswagen Polo ha prezzi compresi fra i 12.600 euro della 1.0 MPI Trendline 3p (di serie ha il climatizzatore, l’Esp, la radio con lettore di mp3, i retrovisori a regolazione elettrica e sbrinabili, il volante registrabile anche in profondità) e i 18.500 euro della 1.4 TDI BlueMotion Technology Fresh 3p (aggiunge il climatizzatore automatico, i fendinebbia, le ruote in lega di 16”, i vetri posteriori scuri e il volante multifunzione rivestito in pelle). La prima, però, è proposta in offerta lancio a 10.900 euro.
 
Dentro è sempre lei
 
L’abitacolo della nuova Volkswagen Polo è spazioso e austero come quello del modello precedente. Le modifiche sono solo di dettaglio: listelli tipo alluminio nelle porte, cruscotto più sportivo (con tachimetro e contagiri a binocolo), consolle modificata per ospitare l’inedito impianto multimediale. Quest’ultimo, fra le numerose funzioni, può anche visualizzare nell’ampio schermo (6,5”) i contenuti del telefonino (se dotato di sistema operativo Android). Le finiture si confermano di buon livello (morbida al tatto la parte superiore della plancia): l’impressione è di trovarsi in una vettura di categoria superiore. La posizione di guida prevede tutte le regolazioni del caso; volante, pedaliera e sedile sono correttamente allineati. La Fresh del test ha le poltrone sportive con fianchetti pronunciati che, però, stringono persino troppo chi è di taglia un po’ robusta. Il baule, infine, ha una capienza nella media (280 litri, che salgono a 952 ripiegando il divano) e il fondo è facilmente regolabile su due altezze.
 
Ok lo sterzo, meno la ripresa
 
Anche se si tratta di un’utilitaria attenta soprattutto al comfort, nella guida la Volkswagen Polo 1.4 TDI Fresh BlueMotion Technology è comunque gradevole. Merito soprattutto del nuovo servosterzo elettromeccanico (leggero e preciso) e dell’indovinata taratura delle sospensioni: pur assorbendo a dovere le buche, non sono troppo morbide e nelle curve la vettura risponde con una certa reattività. Il tre cilindri a gasolio è potente (90 CV) e in accelerazione spinge con decisione, ma anche con una rumorosità ben avvertibile oltre i 1600 giri. L’apprezzabile tempo dichiarato per lo “0-100” (10,9 secondi) ci è sembrato alla portata della vettura, come la velocità massima di 184 km/h. Viceversa, complici anche i rapporti del cambio che privilegiano il contenimento dei consumi (un po’ duri gli inserimenti delle marce) e una certa pigrizia del motore ai bassi regimi, le riprese in quarta e quinta marcia non sono delle più incisive. Le percorrenze, infine, sembrano interessanti: nel corso del test, stando ai dati forniti dal computer di bordo, abbiamo sfiorato i 20 km/l.
 
Secondo noi
 
PREGI
> Comfort. L’abitacolo è ampio e le sospensioni efficaci.
> Sicurezza. Di serie o a pagamento sono proposti molti dispositivi per migliorarla.
> Sterzo. È preciso e leggero.
 
DIFETTI
> Airbag. Quelli per la testa di chi siede dietro si pagano a parte (e a caro prezzo).
> Ripresa. A bassa velocità e con le marce alte inserite non è il massimo.
> Rumorosità. In accelerazione quella del motore è nettamente avvertibile.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1422
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 66 (90)/5500 giri
Coppia max Nm/giri 230/1500-2500
Emissione di CO2 grammi/km 88
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 397/168/145
Passo cm 247
Peso in ordine di marcia kg 1076
Capacità bagagliaio litri 280/952
Pneumatici (di serie) 215/45 R16

 

Volkswagen Polo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
90
88
72
38
99
VOTO MEDIO
3,1
3.082685
387
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
17 aprile 2014 - 12:49
4
è economico se non si richiedono prestazioni un poco più esaltanti e continua ad essere rumoroso a regimi un po più alti...io sulla mia Polo del 2006 ho la vecchia edizione del 1.4 TDI 70cv e la musica non cambia molto con questo nuovo propulsore...continuo a considerare il Multijet 1.3 Fiat uno dei migliori...a volte bisogna ammetterlo...dai...
Ritratto di Flavio Pancione
17 aprile 2014 - 13:01
7
anche io tra tutti i piccoli diesel ho ritrovato migliore il Multijet. Ad esempio il 1.2 Tdi mi ha inaspettatamente deluso..
Ritratto di wesker8719
17 aprile 2014 - 13:08
il 1.2 era solo un derivato del 1.6 mentre questo 1.4 è di nuova progettazione ,stando a questa prova ha ottime prestazioni e consumi ,si sente solo in accelerazione quindi non vedo perchè dovrebbe essere marchiato come deludente !!
Ritratto di Flavio Pancione
17 aprile 2014 - 15:24
7
per me è stato deludente il 1.2. Per questo 1.4 mi attengo per ora alle recensioni, poichè non l'ho provato.
Ritratto di UnAltroFiattaro
18 aprile 2014 - 01:46
Un 1.4 diesel 3 cilindri 90 CV è cosa buona e giusta mentre un 0.9 benzina 2 cilindri 105 CV fa ridere? Aspetta lo so! Forse perché il primo è un VW deutschland uber alles, mentre il secondo è una italiota inaffidabile fiatata...?
Ritratto di wesker8719
18 aprile 2014 - 09:16
forse perchè il mitico bicilindrico sino ad ora provato ha fatto pena sotto il piano dei consumi ? forse perchè è un motore completamente vuoto sino ai 3 mila giri e quindi che porta ad essere utilizzato nella parte alta del contagiri con tanti saluti ai consumi? o forse perchè vibra tantissimo? mmh non trovo altre pecche , ah si è anche venduto veramente caro...il 1.4 90cv invece stando almeno ad al volante sembra un pò rumoroso ma prestazionale ,molto economo e per essere un tre cilindri vibra veramente poco ,come tutti i tre cilindri moderni che sono il vero futuro ,non dei miseri bicilindrici montati su auto che non lo meritano minimamente !!
Ritratto di carlo1967
18 aprile 2014 - 11:23
Sono d'accordo sul discorso del bicilindrico.Mai piaciuto come propulsore.
Ritratto di PariTheBest93
18 aprile 2014 - 13:07
3
A dire il vero è stato provato ad aprile da QR e lo reputano nettamente migliorato! Il consumo medio della 500 da 105cv è di 16,5km/l...
Ritratto di carlo1967
18 aprile 2014 - 17:09
Affermano comunque che i nuovi tre cilindri sono una spanna avanti. Ciao.
Ritratto di PariTheBest93
18 aprile 2014 - 19:04
3
Si certo ho notato pure quel particolare, ma resta il fatto del netto miglioramento rispetto alla versione da 85cv... Ciao
Pagine