NEWS

Crossover elettriche: sono già in tante a darsi battaglia

Pubblicato 04 luglio 2022

Questa interessante categoria vede protagoniste Toyota bZ4X, Volkswagen ID.4, Hyundai Ioniq 5, Kia EV6, Ford Mustang Mach-E, Skoda Enyaq iV e Nissan Ariya.

Crossover elettriche: sono già in tante a darsi battaglia

Una fetta del mercato già molto affollata quella delle crossover elettriche di medie dimensioni, che dovranno lottare per un numero di clienti ancora esiguo in Italia. Basti pensare che nei primi sei mesi del 2022 sono state vendute solo 25.082 auto elettriche, su un totale di 684.228 nuove auto immatricolate. Ma i costruttori ormai sono lanciati nel processo di trasformazione e stanno realizzando gamme parallele a quelle con motori termici. E quello delle medie è uno dei segmenti che ha visto il maggiore impegno da parte delle case automobilistiche. Le due ultime contendenti in ordine di tempo sono la Toyota bZ4X e la Nissan Ariya, che trovano ad aspettarle le già affermate Volkswagen ID.4, Hyundai Ioniq 5, Kia EV6, Ford Mustang Mach-E e Skoda Enyaq iV.

TOYOTA BZ4X

La Toyota bZ4X è una crossover lunga 469, larga 186 e alta 165 cm, arriverà in Italia da settembre con un listino che partirà da crica 50.000 euro, per la versione a trazione anteriore con 204 CV in allestimento “base” e 3.000 euro in più per le versioni 4x4 con 218 CV. In entrambe la velocità massima è 160 km/h, mentre lo scatto da a 0 a 100 km/h è di 8,4 secondi per la prima e 7,7 per la seconda. La batteria agli ioni di litio della Toyota bZ4X è integrata nel pavimento del pianale, ha una capacità di 71,4 kWh, e assicura un’autonomia che varia da 516 a 470 km, rispettivamente per la due ruote motrici e per la 4x4. Lo spazio all’interno è abbondante e la capacità di carico è di 452 litri. Per tenere a bada i consumi è dotata di un sistema di riscaldamento con pompa di calore. La batteria può essere ricaricata velocemente dal 0 all’80% in circa 30 minuti con le colonnine da 150 kW (CCS2) o, in alternativa, è possibile utilizzare il caricabatterie di bordo trifase da 11 kW.

> LEGGI ANCHE - Toyota bZ4X: a batteria e comoda, ma con dei limiti


HYUNDAI IONIQ 5

La Hyundai Ioniq 5 è una delle auto più originali degli ultimi anni, con una carrozzeria da crossover che sembra uscita direttamente dagli Anni 80. Lunga 464, larga 189 e alta 165 cm, ha un bagagliaio di 527 litri. L'abitacolo è molto spazioso, con i sedili anteriori dotati di supporto estensibile per le gambe, e il divano scorrevole. La plancia è minimalista, con due display di 12,3" affiancati all'interno di un unico supporto. La Hyundai Ioniq 5 viene proposta con la sola trazione posteriore (per gli allestimenti di ingresso), oppure con trazione integrale e due motori, uno davanti e uno dietro. Bisogna precisare che tutti coloro che ordineranno ora la Ioniq 5, in virtù dei lunghi tempi di consegna, riceveranno l'edizione 2023, che presenta alcune novità a livello di allestimento e di dotazione.

Le versioni della Hyundai Ioniq 5 sono ora tre: 58 kWh RWD, 77.4 kWh RWD e 77.4 kWh AWD. Le prime due hanno la trazione posteriore e differiscono per la capacità dell’accumulatore e per la potenza, che è, rispettivamente, di 170 e 228 CV. Lo scatto da 0-100 è di 8,5 per la 170 CV e di 7,3 per la più potente. Nella parte alta della gamma si posiziona la 77.4 kWh AWD, che è a quattro ruote motrici e dispone di due motori elettrici. La sua potenza complessiva è di 324 CV, con uno 0-100 in 5,1 secondi. Gli accumulatori, da 58 kWh o da 72,6 kWh per le versioni più potenti, grazie all’architettura a 800 V consentono ricariche ultrarapide, poiché le batterie accettano fino a 220 kW di potenza.

Secondo quanto dichiarato, le batterie dovrebbero essere in grado di recuperare sino a 100 km di autonomia in meno di 5 minuti e di passare dal 10 all’80% in circa 18 minuti. Tre gli allestimenti disponibili: Progress, Innovation ed Evolution, con prezzi che variano da 42.750 euro, passando per i 53.500 di quello intermedio con batteria più grande fino ai 60.550 dell’allestimento top con trazione integrale.

> LEGGI ANCHE - Hyundai Ioniq 5: viaggi in elettrico e nel comfort


VOLKSWAGEN ID.4

la Volkswagen ID.4 è lunga 458, larga 185 e alta 161 cm e dispone di un bagagliaio di 543 litri. Ha uno stile semplice e rigoroso caratterizzato da grandi superfici levigate ed è ingegnerizzata sulla piattaforma MEB. Il listino parte dai 47.200 della versione Pure Performance con batteria da 52 kWh, fino ai 53.400 della Pro Performance con batteria da 77 kWh, rispettivamente con motore da 170 e 204 CV. È poi disponibile la versione ID.4 GTX con trazione integrale, batteria da 77 kWh e potenza di 299 CV. Quest’ultima ha un’autonomia combinata di 477 km. Il rigore della carrozzeria lo ritroviamo anche all’interno dell’abitacolo, che dispone di spazio a sufficienza per cinque adulti e chi siede al centro del divano non ha il tunnel fra i piedi, poiché il pavimento è piatto. L’atmosfera è piuttosto minimalista. La plancia si distingue per il piccolo cruscotto digitale di 7”, che racchiude solo le informazioni essenziali e per il display centrale che ha un polliciaggio che varia da 10 a 12 a seconda della versione.

> LEGGI ANCHE - Volkswagen ID.4: elettrica a tutto comfort


KIA EV6

La Kia EV6 è una crossover per le famiglie, ma le prestazioni delle varianti più potenti sono quelle di una supercar. Lunga 469, larga 189 e alta 155 cm, insieme alla “cugina” Ioniq 5 (le due vetture condividono la medesima struttura tecnica) è uno dei modelli più originali disponibili. Osservandola balzano subito all’occhio le inedite proporzioni: un misto tra quelle di una vettura sportiva e quelle di una suv. Anche gli interni della Kia EV6 ricalcano lo stile tecnologico della carrozzeria. La plancia è dominata da due display di 12,3” affiancati in un unico supporto: uno preposto è al sistema multimediale, l’altro, posizionato dietro al volante, fornisce le informazioni utili durante la guida.

Le diverse versioni della Kia EV6 sono il frutto della combinazione di due tagli della batteria, la trazione posteriore o integrale e vari livelli di potenza. La base e la GT-line Standard Range con batteria da 58 kWh si possono avere con la trazione posteriore (170 CV di potenza e 350 Nm di coppia) o con la trazione integrale (235 CV/605 Nm). La batteria delle versioni Long Range sale a 77,4 kWh così come potenza e coppia: 229 CV/350 Nm per la 2WD e 325 CV/605 Nm per la AWD. Il listino della Air da 299 CV con batteria da 77,4 kWh parte da 50.950 euro fino ad arrivare ai 54.450 della versione da 325 CV con due motori. Quelli della GT-line variano da 59.950 euro della versione da 229 CV, fino ai 63.450 euro della variante con 325 CV.

> LEGGI ANCHE - Kia EV6: agile, ariosa e pratica (ma non per le valigie)


FORD MUSTANG MACH-E

Il nome e i muscoli sono gli stessi della muscle car per eccellenza, ma il powertrain e la carrozzeria differiscono completamente. Stiamo parlando della Ford Mustang Mach-E, la suv elettrica della compagnia americana che si distingue per uno stile particolarmente muscoloso e sportivo. Lunga 471, larga 188 e alta 160 cm, ha un bagagliaio di 402 litri e un pozzetto anteriore da 136 litri. L’interno è minimalista; l’abitacolo si fa notare per il maxi schermo da 15,5” che si estende in verticale e dal quale si controllano tutte le maggiori funzioni dell’auto. Tre le versioni disponibili: Mach-E (62.650 euro) con trazione posteriore autonomia di 440 o 610 km a seconda della batteria da 75,7 o 98,8 kWh, (la potenza, a seconda della batteria vari da 279 a 294 Cv), Mach-E AWD, con due motori che le conferiscono la trazione integrale, e autonomia da 400 a 540 km a seconda della grandezza della batteria (la potenza varia da 269 a 361 Cv), e, infine, c’è la GT che costa 84.250, ha un’autonomia di 500 km, 465 Cv e batteria da 99 kWh.

> LEGGI ANCHEFord Mustang Mach-E: tutta da guidare e comoda


SKODA ENYAQ iV

La Skoda Enyaq iV è la prima crossover elettrica della casa ceca si distingue per uno stile particolarmente spigoloso. La gamma è decisamente articolata e, vede la presenza dalla Enyaq 60 iV Sportline con batteria da 62 kWh (58 kWh netti) e motore da 177 CV (44.350 euro), della Enyaq 80 iV con batteria da 82 kWh (77 kWh netti) e potenza di 204 CV (50.500 euro), oltre alla Sportline iV 80x, che costa 54.700 euro e dispone di una potenza di 265 CV. L’autonomia varia dai 385 fino ai 500 km della versione Sportline. La Enyaq prevede un bagagliaio da 585 litri, ampio e ben sfruttabile. Lo spazio all’interno dell’abitacolo è abbondante e le finiture sono buone. La plancia ricalca lo stile minimale della “cugina” ID.4. Buona la dotazione dei sistemi di assistenza alla guida. Essendo una Skoda si distingue anche per le tante soluzione “furbe” presenti.

> LEGGI ANCHE - Skoda Enyaq iV: comoda, ben rifinita e tecnologica


NISSAN ARIYA

Risultato del nuovo corso stilistico della casa giapponese, la Nissan Ariya è lunga 460 cm ed è ingegnerizzata sulla piattaforma CMF-EV dell’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi. Sul mercato è disponibile in tre versioni; con batterie da 63 o 87 kWh, autonomia da 403, 493 o 520 km, e potenza di 218, 242 o 306 CV. È disponibile sia a trazione anteriore che integrale. In Italia le prime consegne sono previste intorno a giugno-luglio. Le versioni disponibili sono tre: Ariya 63 kWh Advance 2WD (prezzi a partire da 50.500 euro), Ariya 87 kWh Evolve 2WD (prezzi a partire da 60.100 euro), Ariya e-4ORCE 87 kWh Evolve AWD (prezzi a partire da 63.500 euro). La Nissa Ariya si distingue per una carrozzeria con tratti armonici e superfici levigate, sottolineati dal particolare andamento del tetto, che disegna un arco quasi perfetto fondendosi con il parabrezza e il lunotto. Molto particolare anche l’inedita mascherina, che è priva del fregio cromato a forma di “V”.

> LEGGI ANCHE - Nissan Ariya: silenziosa e sicura, ma quei comandi...



Aggiungi un commento
Ritratto di Truman200
4 luglio 2022 - 18:36
https://m.dagospia.com/in-costa-smeralda-il-mega-yacht-di-bernard-arnault-che-inquina-come-5mila-panda-316101 Basta un coso come questo,inquina come 10000 auto, ma i verdi non devono saperlo
Ritratto di RubenC
4 luglio 2022 - 18:42
1
Perché, i "verdi" secondo te amano gli yacht dei mega ricconi amanti del petrolio?
Ritratto di Aguirre
6 luglio 2022 - 16:42
Forse no ma i "green" spesso prendono aerei. Un volo Roma New York A/R consuma a passeggero come una auto media in un anno
Ritratto di Oxygenerator
5 luglio 2022 - 13:18
?
Ritratto di Flynn
4 luglio 2022 - 18:36
Skoda Enyaq su tutte. Bella e fatta molto bene, peccato che in Italia il marchio sia ancora considerato ingiustamente di serie B, ma visto il diffondersi dei cadaveri cinesi lo sarà ancora per poco.
Ritratto di RubenC
4 luglio 2022 - 18:43
1
Non vorrei fare le veci del Pedrali, ma per me fra queste la Enyaq è quella con il design più noioso (non brutto, sia chiaro).
Ritratto di Flynn
4 luglio 2022 - 18:52
Per fare le veci del Pedrali dovresti uscire con un rifermento a qualche catafalco tipo BYD o alla FakeTesla Nio e ovvie sciocchezze annesse.
Ritratto di giulio 2021
5 luglio 2022 - 09:40
Non è male la Enyaq però devo dire che il pubblico che può permettersi queste auto da noi facile che scelga la VW ID4 che poi è l'unica auto europea, assieme alla 500E a volte, ad essere nella top 20 mondiale, insieme a 15 cinesi.
Ritratto di Flynn
5 luglio 2022 - 16:44
Il valore della classifica mondiale è puramente accademico visto quanto e dove si vende l’elettrico, non bisogna essere geni per capirlo.
Ritratto di Check_mate
4 luglio 2022 - 21:37
La Enyaq da dentro sembra un'altra categoria di auto rispetto alla id.4...
Pagine