NEWS

In prova: sei piccole crossover per mille occasioni

15 marzo 2018

Hanno il look alla moda delle grandi suv, ma due sole ruote motrici e piccoli motori turbo a benzina: ecco come vanno le piccole crossover del momento. 

In prova: sei piccole crossover per mille occasioni

LE AUTO DEL MOMENTO - Non è un caso che suv e crossover siano attualmente così gettonate: in Italia, un automobilista su tre sceglie una vettura di questo tipo. La loro categoria si è progressivamente allargata verso il basso, fino a includere modelli di piccola taglia che, grazie anche a ingombri da utilitaria, rappresentano la sintesi della versatilità. Nel look sportivo e avventuroso (frontale imponente, carrozzeria con muscoli in bella evidenza, un’adeguata altezza da terra) fanno il verso alle sorelle maggiori: ne sono un esempio le crossover compatte a confronto in questo supertest. La trazione solo anteriore le distingue dalle suv più agguerrite, ma grazie a pimpanti motori sovralimentati, alle ridotte dimensioni, a pneumatici di generosa sezione, alla struttura solida della carrozzeria e all’equipaggiamento degno di vetture di categoria superiore, sono a proprio agio in città come nei lunghi viaggi, oltre a essere in grado di affrontare un moderato fuori strada. 

SIMILI PER MOLTI ASPETTI - Per conoscerle meglio, abbiamo messo a confronto un paio di collaudate “veterane” (ma recentemente aggiornate), la Peugeot 2008 e la Renault Captur, con quattro novità: l’originale Citroën C3 Aircross (cugina della 2008, della quale adotta motore e cambio); la spigolosa spagnola Seat Arona, realizzata sulla piattaforma della Ibiza; e due coreane che condividono la stessa meccanica, la Hyundai Kona e la Kia Stonic. In sostanza, sei vetture simili nelle dimensioni (fra i 412 cm della Captur e i 417 della Kona) e nei motori a tre cilindri (l’unico quattro in linea è quello della Renault) da 1 a 1,2 litri, con potenze fra i 110 e i 120 CV, abbinati a cambi manuali (a cinque marce per la C3 e la 2008, a sei per le altre).

NELLA GUIDA PRIMEGGIA LA SPAGNOLA - Le crossover di questo supertest sono caratterizzate da buone qualità dinamiche ma, nelle prove in pista, se la sono giocata la Seat e le due coreane. L’agilità e il notevole bilanciamento hanno reso vincente la crossover spagnola in maneggevolezza: con l’Arona si arriva facilmente al limite, e lo si gestisce al meglio grazie a un Esp impeccabile. Nonostante lo sterzo non prontissimo, la Kona ha svettato in fatto di tenuta laterale grazie all’assetto “piatto” (buono il controllo delle sospensioni) e ai grandi pneumatici di 18”. Brillante anche la Stonic, nonostante un sottosterzo più marcato. In coda, la C3 Aircross, la 2008 e la Captur, penalizzate anche dalla minore aderenza delle gomme M+S di serie. Fra le tre, la Peugeot è la più agile e leggera, ma anche la più precisa, mentre la Citroen e la Renault devono fare i conti con una maggiore altezza da terra e con sospensioni più “ciondolanti”.

LA PEUGEOT VA COME UN DIESEL - Raramente nei nostri test rileviamo valori così vicini fra le varie rivali. In velocità di punta, la differenza fra la migliore (la Kia) e la peggiore (la Citroën) è inferiore ai 7 km/h, mentre nell’accelerazione 0-100 km/h s’impone la Seat (ma la Hyundai non è distante). In coda la C3 Aircross, penalizzata anche dalle gomme M+S di serie. L’Arona diventa il fanalino di coda in ripresa, penalizzata dai rapporti molto lunghi, mentre eccelle la Peugeot, col suo tricilindrico pieno di coppia e i rapporti più corti. A dispetto delle gomme M+S, la 2008 fa suo anche il primato nel consumo, ma la Arona le è vicinissima. Le gomme termiche costringono in coda le francesi in frenata, con un divario importante rispetto alle vetture equipaggiate con gomme estive. Sul fronte del comfort acustico eccelle la Kia Stonic (anche se quella che alza meno la voce in accelerazione è la Seat), mentre fanno più baccano le “cugine” Citroën e Peugeot.

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di tramsi
15 marzo 2018 - 20:10
"LA PEUGEOT VA COME UN DIESEL", cita l'articolo, giusto per sottolineare quali siano i risvolti pratici la coppia di un diesel nella guida quotidiana. Non amo i SUV (anzi!) anche perché per conferirgli doti stradali adeguate occorre poi irrigidire l'assetto a discapito del confort. Tanto vale prendere una 2 volumi di analoga cubatura interna ma più bassa: qualora fosse altrettanto rigida, avrebbe un comportamento stradale migliore e se fosse più morbida lo avrebbe almeno pari. A tacer del peso, consumi e quant'altro.
Ritratto di GranNational87
16 marzo 2018 - 14:47
3
sì ismart, ma in realtà le auto più comode del mercato sono SUV... puoi dir quel che vuoi ma neanche un'A8 sarà comoda come una range classica...
Ritratto di tramsi
16 marzo 2018 - 15:27
Non è affatto vero che la automobili più comode siano le SUV, stante che non è emerso da nessuna parte. Il difetto qui rilevato è proprio la rigidità e quando l'assetto è cedevole ne risente la guidabilità. La S-klasse, una delle automobili più comfortevoli al mondo, non è un SUV.
Ritratto di GranNational87
17 marzo 2018 - 10:30
3
Beh io ho abbastanza esperienza su serie7 e classeS, sono berlinoni molto comodi e quando viaggi non senti nulla, ma ne ho ancora di più su RRClassic (stante che lavoro in jlr) ed è moOolto più comodo delle altre due, e siamo sulla stessa fascia di prezzo. Quei cessi che mi hai citato tu non li considero minimamente dei SUV. Puoi dirmi che il serie7 ha più "dinamicità di guida" della range, ti darei ragione, ma al cliente che cerca confort non gli interessa proprio quindi stiam parlando del nulla...
Ritratto di GranNational87
17 marzo 2018 - 10:32
3
Volendo, ma proprio esagerando potremmo prendere in considerazione rolls e bentley (berline) che costano però il doppio della RR classica ed hanno sofisticatissimi sistemi per quando riguarda assetto e sospensioni... Restando invece sulla stessa fascia di prezzo come assorbe le buche di milano una classica, il classeS ci lascia cerchio gomma e semiasse! (in più con la range puoi parcheggiare anche sui marciapiedi XD)
Ritratto di GranNational87
17 marzo 2018 - 10:36
3
come posizione di guida, accesso all'abitacolo e come lavora l'assetto per neutralizzare le asperità/dossi/ostacoli/marciapiedi e chi più ne ha più ne metta...il SUV batte la berlina 10-0
Ritratto di tramsi
17 marzo 2018 - 13:13
Non sono affatto d'accordo sul fatto che il SUV sia il mezzo più confortevole sia perché non l'ho letto da nessuna parte sia perché, proprio per renderlo guidabile, occorre irrigidire l'assetto e se è particolarmente confortevole perde in guidabilità, quindi un'ammiraglia è comunque migliore.
Ritratto di puccipaolo
17 marzo 2018 - 13:59
5
Io confermo Grandnational, avendo provato molte auto sia per posizione di guida che per sospensioni a lunga escursione e a controllo elettronico la RAnge Rover Vogue...neanche la sport ...non si batte. Poi la posizione alta infonde sicurezza visibilità e comodità ...certo tra i cordoli non ha senso, ma nella guida di tutti i giorni e in autostrada a 150-160 viaggi su una altro mondo. A me sembrava avessero riasfaltato una strda che faccio sempre.....
Ritratto di puccipaolo
17 marzo 2018 - 14:00
5
Aggiungo che stiamo fuori tema, visto la fascia di prezzo, tutto....rispetto alle auto provate
Ritratto di GranNational87
17 marzo 2018 - 15:15
3
@ismart, proprio questo dico, prova tu di persona, col volante in mano, non cercare di leggere le cose sulle riviste o online, e fidati che avrai (molto probabilmente) le mie stesse impressioni! Sì, nei SUV l'assetto è irrigidito ma hai anche più escursione delle sospensioni (più spazio per sospensioni più grosse e che lavorano meglio), più spalla della ruota e tante altre cose che complessivamente rendono la vettura più comoda. Senza contare che chi cerca auto che privilegiano il confort non si cura se la berlina riesce a fare "la curva della vita" a 1.8 km/h in più, è un margine irrilevante, è una caratteristica che vai a cercare in auto sportive, non in auto che compri cercando la comodità! Nè con una classeS tantomento con un Range Classic andrai a cercare l'utilizzo al limite. Se a tutto ciò poi aggiungi che magari l'utilizzatore ha anche problemi alla schiena (la maggior parte delle persone di una certa età) allora l'altezza di accesso alla vettura diventa un fattore discriminante e le berline per quanto confortevoli non vengono nemmeno prese in considerazione perchè se per viaggiare comodo devo sentir male ad entrare in auto allora è peggio che andar di notte...! @puccipaolo, esattamente ciò che intendevo! ti sembra che abbiano riasfaltato le strade..:! Per quanto riguarda il fuori tema, sì, mea culpa, però volevo disquisire con tramsi rispondendogli riguardo ad auto "con ragione di esistere d esser chiamati SUV": quelli nell'articolo non li farei propriamente rientrare in suddetta categoria..
Pagine