NEWS

Quanto inquinano i diesel più recenti?

Pubblicato 03 novembre 2020

Veramente poco, secondo Mercedes e Bosch, che hanno voluto effettuare i 3 città italiane i test RDE con apparecchiature PEMS.

Quanto inquinano i diesel più recenti?

DIESEL IN CALO - Le attuali normative antinquinamento varate dall’Unione Europea impongono limiti piuttosto restrittivi per le emissioni di CO2 (anidride carbonica) e di NOx (ossido di azoto). Le case automobilistiche, al fine di evitare multe salate, hanno elettrificato la propria gamma e cessato lo sviluppo di motori diesel di piccola cilindrata, diventati troppo onerosi da conformare alle normative. In generale è proprio il diesel che sta conoscendo un calo dei consensi (in dieci anni la sua quota di mercato è passata dal 50 al 24,8% in Europa).

I TEST RDE - I costruttori però sono ancora convinti che i nuovi diesel debbano essere considerati motori puliti. Rientra tra di essi la Mercedes che insieme alla Bosch, al fine di dimostrare la sostenibilità dei nuovi propulsori, ha organizzato una serie di test RDE (Real Driving Emissions) nel cuore di tre delle maggiori metropoli italiane: Torino, Milano e Roma.

IL PEMS - Rispetto ai test in laboratorio, che avvengono sui rulli, i test RDE sono le prove alle quali vengono sottoposte le nuove auto per misurare gli inquinanti emessi durante l’effettiva guida su strada. Vengono realizzati su strade aperte al traffico, quindi il veicolo partecipa attivamente a tutte le dinamiche che avvengono in città nelle normali condizioni di traffico; code, stop ai semafori e rotatorie. Per misurare gli inquinanti viene utilizzato un dispositivo chiamato PEMS (Portable Emission Measurement System); si tratta di un analizzatore portatile e compatto, che permette la misura dei principali inquinanti emessi dal veicolo come gli ossidi di azoto (NOx) e il particolato (PN).

VARIE VETTURE - Nei test Mercedes-Bosch, materialmente eseguiti dal CSI (società del Gruppo IMQ autorizzata da Euro NCAP e da Green NCAP), sono stati misurati gli ossidi di azoto e le polveri sottili, comparando i risultati di tre diversi tipi di alimentazione: una Classe A 200 d, equipaggiata con un propulsore diesel 2.0 da 150 CV, una Classe B 160, con motore 1.3 benzina da 109 CV e una Classe C 300 EQ-POWER, alimentata da un 2.0 diesel con sistema ibrido plug-in e una potenza di 194 più 122 CV.

IN CITTÀ E FUORI - I test hanno affrontato tre diverse tipologie di scenario: il primo, a Torino, in condizioni equivalenti a quelle del ciclo di omologazione, con oltre 200 parametri e un percorso di circa 90 minuti su strade urbane, extraurbane e autostrade; nel secondo, a Milano, eseguito su percorrenze esclusivamente urbane, è stata comparata la concentrazione della massa di particolato in aspirazione con quella allo scarico; nel terzo, che ha avuto luogo a Roma, sono state riproposte le modalità di quello effettuato a Milano.

EMISSIONI BASSE - Secondo le rilevazioni tutte le auto coinvolte nel test hanno registrato valori di emissioni inferiori ai limiti consentiti, sia in laboratorio, che in condizioni di guida reale, con valori medi delle emissioni di ossido di azoto e del numero di particelle allo scarico del motore diesel Euro 6d inferiori rispetto a quelli della vettura con motore benzina a iniezione diretta (entrambe sono rimaste in una fascia al di sotto dei limiti). Anche la concentrazione delle polveri allo scarico è risultata fino a 2.000 volte inferiore rispetto a quella dispersa nell’aria dell’ambiente circostante.





Aggiungi un commento
Ritratto di desmo3
3 novembre 2020 - 18:21
6
al mio segnale scatenate l'inferno.... VIA!!!
Ritratto di katayama
3 novembre 2020 - 20:29
;) Helluva thread...
Ritratto di Percy
20 novembre 2020 - 17:13
2
Un test a favore del diesel fatto da Mercedes e Bosh?? Credibile come eleggere Dracula ministro della donazione del sangue!!
Ritratto di 19andrea81
3 novembre 2020 - 18:36
Domanda : so che i test nel laboratorio si effettuano con il motore già in temperatura (caldo) e si sa che il motore freddo consuma e inquina di più. Questo test come l'hanno fatto?
Ritratto di panco89
3 novembre 2020 - 18:51
Girando per strada, giri la chiave e via. Di certo si sarà scaldato il motore, non penso che abbiano trainato le auto
Ritratto di Jumputer
3 novembre 2020 - 19:06
Ma soprattutto fatto da Bosch e Mercedes assolutamente super partes a dare giudizi sui diesel. Hanno atteso , ad esempio, il più o meno frequente , a seconda dell'uso, ma inevitabile "spurgo" del FAP con particelle PM inferiori a 2,5 µm particelle che da wikipedia e fondazione veronesi "Nelle donne ci sono evidenza che il PM 2,5 venga ad accumularsi nel seno causando il cancro al seno". Capisco che nell'aria ci sono n inquinanti ma questo è certo. Il diesel lo vendono solo in Europa ed in Italia siamo i nr 1 al mondo. Siamo i più furbi? Domandiamocelo... E fra 100.000 KM egr sporca, fap intasato , iniettori meno efficienti come funziona il tutto? Andiamo in officina e ci propongono "elimina Fap ed elimina EGR"...... Adesso verrò come sempre attaccato.. la CO2 e le "ingiuste" multe eu per le emissioni, efficienza Diesel, la coppia, il piacere di guida ecc ecc.. magari proprio da quelli che hanno un vecchio diesel euro 5 VAG che non hanno neanche portato al richiamo per il vergognoso dieselgate o hanno già eliminato il FAP da anni....
Ritratto di desmo3
3 novembre 2020 - 19:13
6
ok, posso dare credito a quanto da te scritto... ma allora vietassero le vendite del diesel, anziché consentirlo e poi bloccarne la circolazione! ho una Euro 4 diesel e praticamente è da buttare, mentre una Euro 1 a benzina può girare indisturbata... boh, non mi pare equo onestamente... prima me l'hanno venduta per buona, mentre ora non è più in regola
Ritratto di Jumputer
3 novembre 2020 - 19:26
Capisco la tua posizione e darebbe molto fastidio anche a me. Posso solo darti una spiegazione del perchè Euro4 diesel no e benzina invece si. Se guardi le tabelle di omologazione dei vari Euro X per i diesel sono sempre stati più larghi per le emissioni di particolato (le PM ) e per i NOX (dove hanno "industrialmente" inventato i magici trucchetti "dieselgate"). Questo solo in Europa. Nel resto del mondo tutti limiti uguali . Ritorno ai trucchetti spora del dieselgate proprio per i NOX. Su questi inquinanti "pericolosi" per la salute i benzina sono "meno sporchi" senza particolari accorgimenti se non per le ultime turbo benzina iniezione diretta dove è richiesto il FAP per rientrare nei limiti.
Ritratto di Zot27
3 novembre 2020 - 21:39
Intanto, molto furbi ad effettuare queste prove in un ambiente già ricco di inquinanti, e ad utilizzare anche un benz id. Aggiungo che naturalmente, dato che non sono considerate in fase di omologazione e che la tecnica attuale non permette di misurarle in modo affidabile soprattutto come numero, vengono ignorate le UFP, e cioè le particelle al di sotto dei 23nm, proprio quelle particolarmente cancerogene.
Ritratto di AndyCapitan
3 novembre 2020 - 23:07
1
certamente desmo 3.....un benzina euro 1 inquina molto meno del tuo euro 4 diesel....non immette polveri e neanche gas nox...la tua si' e in quantita'!!!....dal lato normativo hai ragione...il diesel non voleva piu' fatto girare almeno dall'anno 2000!!!...ma sai....il lucro delle case automobilistiche la fa sempre da padrone....furono proprio i crucchi a farsi rilasciare permessi dall'europa per continuare a vendere e inquinare!!!....
Pagine