NEWS

Volvo lancia ELEC3City, il car sharing elettrico di quartiere

Pubblicato 05 aprile 2022

A Milano la Volvo propone un nuovo concetto di car sharing, ovvero un servizio di noleggio di auto elettriche legato a un distretto o quartiere specifico di una città.

Volvo lancia ELEC3City, il car sharing elettrico di quartiere

CAR SHARING RESIDENZIALE - Per Milano, oggi, il quartiere di Porta Nuova rappresenta uno dei distretti più recenti e più innovativi della città ed è proprio in questa sede, che la Volvo ha deciso di lanciare il progetto ELEC3City: il car sharing di sole auto elettriche circoscritto in zone ben specifiche dei centri urbani. Il servizio sarà destinato sia ai privati che alle aziende e, in questo caso in particolare alle persone che operano e si muovono nell’area di Porta Nuova a Milano.

IL SERVIZIO - Il progetto ELEC3City mette a disposizione una flotta di 15 Volvo XC40 Recharge elettriche a motore singolo, con 231 CV di potenza e 423 km di autonomia. L’accesso al servizio è consentito dall’app Portanuova Milano, disponibile sia per IOS che Android, con cui si potrà procedere al noleggio del mezzo da un minimo di 30 minuti fino a più giorni. Il prezzo è di 0,25 euro al minuto, dopo 3 ore e mezza di utilizzo si applica la tariffa giornaliera di 50 euro; l’auto va riconsegnata nel parcheggio di ELEC3City dove è stata presa. 

ELETTRIFICAZIONE DEL TERRITORIO - Con questo progetto la Volvo si inserisce nel percorso di elettrificazione di questa area del capoluogo lombardo, in cui si preannuncia l’installazione di molte colonnine di ricarica entro il 2022. Con ELEC3City, la casa svedese stima una percorrenza media annua della flotta di circa 240.000 km (ipotizzando un regime di utilizzo all’80% della capacità), che realizzerebbe un abbattimento di emissioni di C02 pari a circa 30 tonnellate (se confrontate a vetture con valori di emissioni di anidride carbonica pari a 120 g/km). La mobilità green è poi un tema di grande interesse per la Volvo; infatti, oltre al progetto ELEC3City sta rafforzando la rete di ricarica nazionale, con l’installazione di stazioni ultrafast da 150 kW in collaborazione con i concessionari. Al momento i “punti di rifornimento” si trovano a Milano, Perugia, Bologna, Ferrara e Verona, ma sono imminenti le aperture a Roma, Trento e Torino, e saranno costruiti in prossimità di uscite delle principali autostrade e in altri punti strategici del territorio italiano.

Volvo XC40
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
157
99
58
27
47
VOTO MEDIO
3,8
3.752575
388


Aggiungi un commento
Ritratto di Vadocomeundiavolo
5 aprile 2022 - 15:23
Per il quartiere giri a piedi o in bicicletta. Sempre più super alimentati e sedentari. Poi al mare è la sfilata degli addominali sblusati. E hanno tutti mal di schiena a forza di consumare il divano.
Ritratto di deutsch
5 aprile 2022 - 15:58
4
penso che il quartiere sia riferito al luogo dopo si possono noleggiare non quello dove devono circolare. comunque a milano sono già operativo gli sharing di bici, anche a pedalata assistita. è solo una scelta in più
Ritratto di america
5 aprile 2022 - 15:59
6
Non è molto chiaro. Se leggi solo il titolo ti do pienamente ragione. Ma leggendo sembra che si possa utilizzare per muoversi liberamente (le stazioni di ricarica non sono solo a Milano). Non capisco cosa ci sia di diverso da un noleggio a breve se non la semplicità di utilizzo e di costo (50€/giorno per un volvo con 230cv è bassissimo!). Quando torno in Italia mi fermo a MIlano e me ne noleggio una se è così ;)
Ritratto di Vadocomeundiavolo
5 aprile 2022 - 16:04
Quindi il quartiere è riferito al fatto che per noleggiarla ti chiedono i documenti per verificare se sei residente nel quartiere. Un pò discriminatorio.
Ritratto di Mbutu
5 aprile 2022 - 16:14
È "di quartiere" perché dovendo prendere e lasciare l'auto in quello specifico luogo viene normale considerare che gli utilizzatori saranno principalmente persone che per vari motivi gravitano intorno a quel quartiere.
Ritratto di Porsche89
8 aprile 2022 - 09:44
92 min di applausi
Ritratto di Trattoretto
5 aprile 2022 - 19:05
La formula è interessante. Ma i tempi non sono maturi. Oggi come oggi la gente preferisce spostarsi col motocoltivatore piuttosto che svenarsi con car sharing.
Ritratto di Velocissimo
5 aprile 2022 - 21:30
Mah, una troiata senza ombra di dubbio
Ritratto di Goelectric
5 aprile 2022 - 22:10
E ti credo, con le autonomie che hanno le elettriche, giusto il giro del quartiere....rissa in 3...2...1....
Ritratto di Oxygenerator
6 aprile 2022 - 08:30
Bene. Qualsiasi cosa si faccia per eliminare auto di proprietà inutilizzate o tenute, “nel caso in cui” e quindi usate 10 colte l’anno, è un bene. Si liberano parcheggi e migliora la fruibilità delle strade.
Ritratto di Francesco Pinzi
6 aprile 2022 - 09:11
1
Si ma con un XC40 nel quartiere che ci fai? la spesa? E' uno spreco lo stesso. Se tanto non esci dalla città va bene una smart. Non credo una famiglia intera si muova con questo metodo, quindi questo tipo di auto è inutile e fai girare altri suv oltre ai già presenti.
Ritratto di Oxygenerator
6 aprile 2022 - 09:22
Bhe, con questo sistema ad esempio, io potre fare a meno di comprare la seconda auto e affittare questa per la giornata o due a 100€, magari per andare via il week end. Oppure affittarla un’ora o due e andare a fare commissioni per la città, senza dover per forza avere un’auto di proprietà.
Ritratto di Goelectric
6 aprile 2022 - 15:26
Contento tu....
Ritratto di Sdruma
6 aprile 2022 - 17:14
3
Conoscendo la zona, se entri in auto e annusi con forza il cruscotto, vai avanti per 3 giorni senza dormire.