Pubblicato il 4 febbraio 2011
Qualità prezzo
5
Dotazione
4
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
5
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.6666666666667
Perché l'ho comprata o provata
Grazie ad un buon impiego e un adeguato stipendio, dopo tre anni di lavoro, di sacrifici e di risparmi sono riuscito a realizzare il sogno. Inizialmente ero orientato verso la A3, ma poi ho notato che la differenza di prezzo per una nuova A4 a KM0 non era così distante dal prezzo di una A3 accessoriata ordinata nuova. Così dopo un po' di ricerche ho trovato quella che mi soddisfava ed ho deciso di fare il salto di categoria; ho dato indietro la mia vecchia Golf quarta serie (presa usata a 18 anni) - ben valutata - ed ho acquistato una A4 Avant 1.8 TFSI Advance a KM0. Nonostante la giovane età mi sono sempre piaciute le auto "mature" e anche se è una Avant poco importa, mi fa distinguere dalla massa di A3 TDI e Golf TDI che, se accessoriate bene e con motore 2.0 TDI, hanno un prezzo d'acquisto pari ad una A4 base. Altro motivo che mi ha spinto verso l'Audi è il fatto che già possediamo questo Marchio in famiglia rappresentato dalla Q7 di mio padre. Sono rimasto colpito dalla cura costruttiva; inoltre il blasone, la storia e la decantata affidabilità hanno fatto il resto. Poi volevo rimanere nel gruppo Volkswagen. L'A4 la uso poco dato che possiedo una citycar per tutti gli usi; diciamo che l'ho comprata per sfizio, per eventuali viaggi e - lo ammetto - anche per fare lo "sborone".
Gli interni
La qualità costruttiva generale è impeccabile. I materiali morbidi al tatto e le finiture conferiscono un ambiente piacevole dove stare e un aria di qualità. Seduta bassa regolabile in altezza e profondità così come il volante. E' facile trovare la posizione giusta e l'ergonomia del posto di comando è buona con tutto a portata di mano. Quello che è un po' sottotono è la rotella per l'accensione delle luci che appare di plastica povera; idem per i comandi delle leve ai lati del volante. Anche le alette parasole - seppur robuste - hanno un aspetto plasticoso. Nulla da dire per la consolle centrale e per il cruscotto. Le bocchette d'aria contornate d'alluminio sono incastonate all'interno della plancia stessa. Gli inserti - nel mio caso alluminio - sono "freddi" ma ben profilati e non lasciano intravedere gli spazi tra un materiale e l'altro. I tasti presenti possono confondere e a volte è facile colpirne alcuni involontariamente mentre si imposta il climatizzatore. Quest'ultimo è molto veloce a raffredare / scaldare l'abitacolo. Il mio è un bizona, ma tra gli optional è disponibile un trizona. Il tunnel centrale si prolunga dalla base della consolle verso la fine dei sedili anteriori. C'è il bracciolo ed alcuni vani portaoggetti per cellulare, chiavi, bottiglietta o altro. Il portalattine ha due spazi: uno più grosso ed uno più piccolo. A dir la verità non capisco a che servano due. La leva del cambio - manuale - è un po' piccola rispetto al resto sembra sottodimensionata; si poteva osare di più. Tra gli optional c'è quella in alluminio sportiva. Prima o poi l'acquisterò. Gli inserti sono presenti attorno alla base del cambio sul tunnel. Affianco ci sono i tasti per l'accensione del motore, per i controlli telefono e la manopola per le funzioni del navigatore o del sistema di intrattenimento di bordo. (Optional). Il cassetto portaoggetti davanti al passeggero ha la serratura ed è curato ed illuminato completo di moquette interna. Dalla portiera lato guida sono presenti i tasti di tutti i finestrini e appena sopra essi il comado per gli specchietti retrovisori. Le porte sono morbide al tatto e ben rifinite con tasche portaoggetti e listelli d'alluminio che riprendono gli inserti sulla plancia. A richiesta è possibile avere in pelle alcune parti delle portiere laterali e del tunnel centrale. La strumentazione è analogica con a destra il contachilometri con un ottimistico fondo scala a 280km/h (piacevole a vedersi), a sinistra il contagiri con numeri grandi e ad una cifra. Zona rossa compresa. Al centro il computer di bordo con tutte le indicazioni comuni alla maggior parte delle vetture. Mentre piccoli indicatori indicano la temperatura e il carburante posti rispettivamente a destra ed a sinistra. I sedili in pelle sportivi contenuti nel pacchetto S-Line trattengono bene e si sposano con la linea sportiva della A4. Gli interni di serie in stoffa sulle versioni basi sono a mio parere inguardabili e poco tollerabili per auto da 30000€. Il volante è sportivo con cuciture a vista e comandi radio. L'abitabilità anteriore è ottima, mentre al posteriore si soffre un po'. Il bagaliaio è amplio. Almeno per me che abituato alla Golf, questo della A4 mi sembra enorme. Nella mia è presente il pack portaoggetti e si dispone di un vano di carico ordinato e rifinito nei minimi dettagli con ganci fermacarico e retine. In conclusione un auto lussuosa ed assemblata bene con materiali pregiati anche se alcune dotazioni (già l'auto di per sè) sono molto costose. Radio di serie molto valida, volante, pelle del sedile e rivestimento del tetto sono eccellenti. Molte funzioni non le ho nemmeno usate ed alcune solo per prova, è facile confodersi. Forse la mia valutazione è influenzata dal fatto che l'auto è nuova e fino a pochi giorni fa guidavo una Golf, tuttavia ritengo che gli interni siano una spanna sopra a quelli di alcune concorrenti dirette che ho avuto modo di vedere negli autosaloni. Pregi: Assemblaggi Materiali lussuosi Ergonomia Difetti: Pomello cambio Leve funzioni sterzo
Alla guida
La visibilità è buona anche se spesso nelle rotonde e nelle curve a sinistra la visuale è compromessa dai montanti anteriori, in particolare quello a sinistra - appunto. In retromarcia non si riscontrano problemi gravi, ma occorre farci l'occhio. Consiglio i sensori di parcheggio. Lo spazio a bordo permette di effettuare lunghi viaggi senza stress e di caricare molti bagagli. Le dimensioni relativamente contenute non impacciano nella guida. Però nelle vie strette in città è facile toccare con la ruota posteriore i marciapiedi durante le curve a gomito. Occorre pertanto allargare la traiettoria in fase di manovre nello stretto e nei parcheggi più impegnativi. Lo sterzo mi sembra duro (consistente) e abbastanza diretto. Fa sembrare l'auto più solida e da un senso di robustezza complessiva; l'angolo non è amplissimo anche per via delle gomme larghe. Bisogna stare molto attenti a dossi artificiali ed a salite e discese con pendenze ripide anche se di pochi centimetri. Inoltre anche i marciapiedi sono pericolosi: questo perchè la A4 è molto bassa da terra soprattutto all'anteriore dove il lungo paraurti e lo spoilerino sottoparaurti possono grattarsi facilmente e toccare. Stesso discorso se avete come nel mio caso cerchi da 19", anche 18", che sono delicati e basta un attimo per graffiarli su marciapiedi, anche bassi, durante il parcheggio. Parlando del motore - 1.8 TFSI da 160 CV - non posso tirare conclusioni affrettate in quanto deve ancora slegarsi totalmente, però per le mie esigenze e per i limiti vigenti, basta e avanza. Silenzioso e con ottima progressione. Il suono è piacevole e invoglia pure a tirare le marce oltre i 4000 giri, regime sopra il quale si avvertono vibrazioni e rumorosità all'avantreno. Passati i 5500 giri la spinta si affievolisce quasi come se fosse un diesel. Al di sotto dei 2500 occorre scalare poichè la ripresa è lentina soprattutto in quinta quando si devono fare sorpassi. Nelle prime due marce lo spunto è ottimo; la frizione stacca in alto e l'acceleratore è sensibile nella prima parte della sua lunga corsa, mentre per il resto è come se ci fossero degli spazi vuoti alquanto fastidiosi. L'accelerazione è buona, non incolla al sedile, ma per il peso e le dimensioni della macchina inganna il guidatore facendogli credere d'essere più veloce di quanto in realtà sia. Questo grazie ai primi rapporti più corti ed al "rombo" del motore che penetra nell'abitacolo. In autostrada la A4 è silenziosa fino a che non si superano (provati su autostrade tedesche prive di limite e in condizioni ottime di visibilità e traffico) i 180 km/h. Infatti passata la soglia dei 200 si avverte il rumore del motore che costringe ad alzare la radio e la voce per comunicare con i passeggeri. L'auto allunga senza problemi a 240 di tachimetro. I 220 vengono presi velocemente senza buchi o lentezza. A volte in casi di soprassi o di velocità di crociera si sente la mancanza di qualche cavallo, ma penso che sia dovuto anche alla scarsa coppia disponibile. Pertanto il diesel sarebbe più indicato per l'autostrada e per i viaggi, non solo per i consumi. Il consumo medio è vicino a quello dichiarato anche se per ottenere il dato della Casa bisogna impegnarsi ad avere un piede piuma ed a fare cambiate non oltre i 3500 giri sfruttando l'inerzia del motore mollando l'acceleratore prima di arrestarsi in prossimità di un semaforo o uno stop. Accelerare mai a fondo, viaggiare con marce alte e restare entro i limiti autostradali. Così facendo si riesce anche a fare una media di 14 km/l con punte di 15/16. Tuttavia nelle "giungla" cittadina è difficile far meglio di 8 km/l. Mentre in statale o in strade secondarie si possono fare anche i 12/13 km/l. In autostrada a 120 km/h in sesta il computer segna 18,5 km/l. Insomma tra tutti questi dati che ho raccolto, con prove dal benzinaio, vi dico che personalmente faccio sempre gli 11 km/l. Nella guida al limite e sportiva la A4 benzina è molto divertente. A volte manca un po' di brio, ma per quello volendo ci sono le versioni più potenti, S4 compresa, ma mi sono "accontentato" e 160 CV mi bastano. Sterzo preciso, assetto duro e rollio quasi nullo. C'è molto sottosterzo e l'enorme muso tende ad allargare in curva, l'esp a volte è invasivo e spezza il divertimento. Non può essere escluso totalmente. Su fondi scivolosi (neve e pioggia con foglie secche bagnate), le ruote anteriori pattinano e il controllo di trazione tenta di limitare le sbandate. La tenuta di strada è impressionante, merito della gommatura e dell'assetto. Capita che nei curvoni veloci autostradali su ponti la macchina tende a saltellare quando si passa da diversi tipi d'asfalto e da giunture. Succede anche che in città nelle frenate impegnative l'auto tende a seguire le imperfezioni del manto stradale. Questo per colpa dei grossi cerchi e della spalla bassa della gomma. Ciò costringe a correggere con il volante che trasmette colpetti allo sterzo in caso di accelerazioni violente da fermi su strada non perfettamente liscia. Una macchina appagante in tutti i lati; sia nella guida che nell'estetica. Se poi uniamo un ottima qualità costruttiva e materiali pregiati, possiamo dire che è l'auto perfetta per chi cerca una macchina sfiziosa che all'occorenza è anche una familiare da viaggio. Pregi: Tecnologia Blasone Guidabilità Difetti: Bassa altezza da terra Reazioni al volante Optional costosi
La comprerei o ricomprerei?
Ovviamente la qualità si paga ed anche il blasone dei quattro anelli, tuttavia i contenuti e l'immaggine che si ricava alla guida di questa vettura rendono speciale ogni spostamento. Talvolta mi capita di prenderla e andare a girare senza una meta solo per il gusto di guidarla. Sicuramente la ricomprerei, ma adesso devo ancora pagarla per metà!!! Costa molto, ma fornisce emozioni indescrivibili. Per un 40enne può rappresentare una normale familiare, ma per me è il top desiderabile e non mi vergogno a dire che mi fa sentire un po' "Dio in terra". Contrariamente a quanto si possa pensare, i costi di esercizio come assicurazione rca (legge Bersani) ed il bollo sono di molto inferiori a quelli di una banale Golf 2.0 TDI o una Classe A200 CDI. Quello che influisce è la benzina, ma ciò dipende dai chilometri percorsi e dall'utilizzo. Lo scoglio iniziale è il prezzo d'acquisto e a quanto ho sentito anche i costi dal secondo tagliando in poi... Sarà perchè è nuova e perchè ho ancora l'euforia dell'acquisto, ma ritengo che sia una vettura perfetta sotto molti aspetti.
Audi A4 Avant 1.8 TFSI 160 CV Advanced
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di Etneo
7 febbraio 2011 - 22:07
....Indubbiamente, ma senza offesa per sentirmi un Dio in terra, dovrei poggiare le mie terga su Una bellissima Aston Martin, oppure su una ferrari 458 italia ;-)
Ritratto di Max Mas
8 febbraio 2011 - 09:39
L'auto è molto bella e di classe ......Ma per fare lo ''sborone'' dovevi farti un cabrio ........allora.........Max
Ritratto di bubu
8 febbraio 2011 - 09:47
che macchina!!!
Ritratto di ARAN-GP
8 febbraio 2011 - 12:12
complimenti per la tua ottima descrizione dell'auto, davvero completa, sottolineando pregi e difetti della macchina senza essere influenzato dal fatto che sia tua
Ritratto di tmik
8 febbraio 2011 - 13:58
complimenti x la macchina e anche x la prova postata completissima e ben scritta, sei stato molto onesto e realista anche relativamente ai consumi reali (sento gente che dice di fare i 14/15km/l con quel motore...)
Ritratto di tmik
8 febbraio 2011 - 13:58
complimenti x la macchina e anche x la prova postata completissima e ben scritta, sei stato molto onesto e realista anche relativamente ai consumi reali (sento gente che dice di fare i 14/15km/l con quel motore...)
Ritratto di tmik
8 febbraio 2011 - 13:58
complimenti x la macchina e anche x la prova postata completissima e ben scritta, sei stato molto onesto e realista anche relativamente ai consumi reali (sento gente che dice di fare i 14/15km/l con quel motore...)
Ritratto di tmik
8 febbraio 2011 - 13:58
complimenti x la macchina e anche x la prova postata completissima e ben scritta, sei stato molto onesto e realista anche relativamente ai consumi reali (sento gente che dice di fare i 14/15km/l con quel motore...)
Ritratto di tmik
8 febbraio 2011 - 13:58
complimenti x la macchina e anche x la prova postata completissima e ben scritta, sei stato molto onesto e realista anche relativamente ai consumi reali (sento gente che dice di fare i 14/15km/l con quel motore...)
Ritratto di tmik
8 febbraio 2011 - 13:59
complimenti x la macchina e anche x la prova postata completissima e ben scritta, sei stato molto onesto e realista anche relativamente ai consumi reali (sento gente che dice di fare i 14/15km/l con quel motore...)
Pagine
listino
Le Audi
  • Audi A3 Cabriolet
    Audi A3 Cabriolet
    da € 37.200 a € 53.000
  • Audi A3 Sedan
    Audi A3 Sedan
    da € 27.950 a € 57.100
  • Audi A7 Sportback
    Audi A7 Sportback
    da € 63.550 a € 80.410
  • Audi A6
    Audi A6
    da € 52.000 a € 71.800
  • Audi A6 Avant
    Audi A6 Avant
    da € 54.400 a € 74.200

LE AUDI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE AUDI

  • Nell'ambito della Milano Design Week 2019, l'Audi propone l’installazione e_Domesticity, che simboleggia una stazione di ricarica; al suo interno l’avveniristica elettrica Audi PB18 e-tron.

  • Il direttore di Audi Italia conferma le tempistiche e gli investimenti sulle auto elettriche: e-tron, e-tron Sportback ed e-tron GT sono quelle che arriveranno entro fine 2020.

  • È ancora un prototipo, ma molto vicino alla realtà. L’Audi Q4 e-tron infatti sarà un modello di serie entro la fine del 2020 o al più tardi per l’inizio del 2021.