Chevrolet Trax 1.7d LTZ FWD

Pubblicato il 3 dicembre 2013

Listino prezzi Chevrolet Trax non disponibile

Ritratto di MatteFonta92
alVolante di una
Fiat 500 1.2 EasyPower Lounge
Chevrolet Trax
Qualità prezzo
4
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
2
Confort
3
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
3
Frenata
4
Sterzo
5
Tenuta strada
4
Media:
3.75
Perché l'ho comprata o provata
Ho avuto l'opportunità di guidare questa Chevrolet Trax quest'estate, assieme ad altre tre crossover, quando ho passato una giornata con i collaudatori di alVolante. Della Renault Captur ve ne ho già parlato, e ora ho deciso di raccontarvi le mie impressioni sulla piccola SUV di casa Chevrolet; ne avevo scritto la prova pochi giorni dopo averla guidata, ma poi avevo deciso di pubblicare solo quella della Captur perché mi sembrava più completa e fatta meglio. Vedendo però che tra le prove dei lettori quest'auto ancora non era ancora presente, ho deciso di pubblicare questa recensione sperando di essere utile in qualche modo. Iniziamo quindi a parlare di questa Trax: strettamente“imparentata” con la Opel Mokka (le due vetture sono identiche, tranne che per qualche dettaglio nel frontale), si tratta di una crossover piuttosto compatta (è lunga 425 cm) e con quattro comodi posti, il che la può rendere adatta anche all’uso cittadino. L’aspetto “muscoloso” la fa sembrare una piccola fuoristrada, ma i soli 17 cm di altezza da terra fanno capire che questa Trax è nata principalmente per essere guidata sull’asfalto, o al massimo su qualche stradina sterrata, specie in questa versione a trazione anteriore (quella 4x4 costa 2.000 € in più). L’auto che ho provato (molto simile all'esemplare in foto) era equipaggiata con il motore turbodiesel di origine Isuzu da 1.686 cm3 e 131 CV di potenza, abbinato all’allestimento LTZ, il più ricco, per un prezzo totale di 24.550 €. La dotazione di serie comprende: 6 airbag; alzavetro elettrici anteriori e posteriori; barre sul tetto; cerchi in lega da 18”; climatizzatore manuale (stranamente, il “clima” automatico sulla Trax non è disponibile nemmeno a pagamento); ESP, controllo di trazione e cruise control; fari fendinebbia; interni in pelle; radio cd/mp3 con vivavoce Bluetooth e prese Aux e Usb; sistema MyLink; telecamera posteriore; retrovisori a regolazione e sbrinamento elettrici; sedile di guida regolabile in altezza; sensori di parcheggio posteriori; sistema di controllo della velocità in discesa; tetto apribile; volante regolabile in altezza e profondità.
Gli interni
L’abitacolo, piuttosto accogliente, ha un design moderno e originale, a cominciare dal cruscotto: simile a quello delle moto, ha un solo strumento analogico (il contagiri), posto di fianco ad uno schermo lcd che fornisce tutte le altre informazioni utili per il guidatore. Il tutto è chiaro e ben leggibile, ma dall’aspetto un po’ troppo minimalista. Al centro, la consolle è dominata dal grande schermo di 7”, che integra la radio, la telecamera posteriore (utile nelle manovre) e il sistema MyLink, il quale permette, aprendo lo sportellino situato di fronte al sedile del passeggero, di connettere uno smartphone (o un altro supporto digitale) all’impianto audio, potendo poi visualizzarne i contenuti nello schermo al centro della plancia. Inoltre, si possono attivare determinate funzioni (come una chiamata telefonica) semplicemente usando la voce. Uno dei collaudatori però mi ha detto questo sistema funziona soltanto con prodotti marchiati Apple (almeno per ora). Sotto allo schermo troviamo i comandi del “clima” manuale e il tasto dell’hazard, tutti abbastanza intuitivi da utilizzare, ma posizionati un po’ troppo in basso; quando si usano si corre il rischio di distogliere troppo lo sguardo dalla strada. Nel complesso, l’abitacolo risulta comunque piuttosto ben fatto: le finiture, in generale, sono buone e gli assemblaggi ben curati. Volendo essere pignoli, l’unica nota stonata sono i numerosi inserti in plastica color alluminio; fanno molta scena, ma sono rigidi al tatto e sono talmente vistosi da rendere l’ambiente a bordo quasi pacchiano. In compenso, nell’abitacolo non mancano i portaoggetti: solo sulla plancia se ne contano sei, e sono tutti piuttosto capienti. Per quanto riguarda l’abitabilità, con quattro persone a bordo si viaggia comodi, ma il baule non è tra i più capienti della categoria; ci sono rivali che, pur essendo più compatte (e meno costose), hanno un bagagliaio decisamente più spazioso.
Alla guida
L’auto, pur non avendo proprio le dimensioni di una citycar, si è dimostrata molto facile ed intuitiva da guidare (complice anche lo sterzo, davvero leggero), e nel traffico ha sfoggiato pure una discreta agilità, per essere una SUV. Le sospensioni, piuttosto votate al comfort, nelle curve fanno avvertire un po’ di rollio, ma ciò comunque non intacca una tenuta di strada più che buona, anche grazie alle gomme larghe. Il motore turbodiesel è ben fruibile guidando con tranquillità, ma quando si schiaccia a fondo l’acceleratore i suoi 131 CV si sentono tutti, rendendo l’auto davvero briosa e per certi versi anche divertente da guidare. Peccato che l’insonorizzazione non sia molto curata: anche ai bassi regimi, infatti, l’abitacolo è letteralmente invaso dal rumore (tutt’altro che piacevole) prodotto dal 1.7 a gasolio. Buono invece il cambio: gli innesti sono “gommosi”, ma la leva si aziona con pochissima forza. Un po’ pesante, invece, il pedale della frizione. Per quanto riguarda la visibilità, possiamo dire che è buona in tutte le direzioni, tranne al posteriore: il lunotto piccolo, infatti, non lascia vedere praticamente nulla. Per fortuna che i sensori di parcheggio e la telecamera posteriore sono di serie; nelle manovre si è costretti ad affidarsi a loro per evitare di “toccare”.
La comprerei o ricomprerei?
Prima di dare i giudizi definiti, ecco un rapido elenco dei punti deboli e dei punti di forza dell'auto. PREGI ---> _ Guidabilità: pur non essendo piccolissima, la Trax ha dimostrato un’agilità e una facilità di guida davvero buone per una SUV, anche grazie allo sterzo leggero e all’altrettanto buona tenuta di strada, favorita anche dai grandi cerchi da 18” (che comunque non penalizzano il comfort). _ Dotazione: la versione LTZ è già completa di tutto quello che può servire; gli unici optional disponibili sono il cambio automatico e la vernice metallizzata (rispettivamente 600 e 550 €). _ Praticità: grazie ai numerosi (e capienti) portaoggetti distribuiti nell’abitacolo, trovare un posto per tutto ciò che si ha in tasca (cellulare, portafoglio, ecc.) non è un problema. DIFETTI ---> _ Insonorizzazione: la (brutta) “voce” del motore turbodiesel è talmente avvertibile all’interno dell’abitacolo da risultare davvero fastidiosa; l’impressione è quella di guidare un furgoncino. _ "Clima" automatico: non è disponibile in nessuna versione, nemmeno a pagamento. Francamente, è una scelta che non capisco: le rivali (anche quelle un po’ meno costose), a parità di dotazione, lo offrono di serie. _ Sistema MyLink: è comodo, peccato però che funzioni esclusivamente se collegato ad un dispositivo di marca Apple. So che alla GM stanno lavorando per renderlo compatibile anche con telefonini di altre marche; speriamo quindi che in futuro le cose cambino (se non è già successo). Tirando le somme, la Chevrolet Trax può essere una buona soluzione per chi cerca un’auto con cui distinguersi, ma che sia anche comoda per quattro persone e agile nel traffico cittadino. Il (rumoroso) motore 1.7 turbodiesel, però, conviene solo se si percorrono parecchi chilometri all’anno; altrimenti, conviene puntare sui motori a benzina. Tra questi, il 1.6 da 116 CV è quello che fa risparmiare di più all’acquisto (costa 19.150 €, ed è disponibile solo con l’allestimento “base” LS, che però ha già una dotazione sufficientemente completa), altrimenti, c’è il 1.4 turbo da 140 CV (il più brioso tra i motori a benzina), che, però, è disponibile solo in abbinamento alla (costosa) trazione integrale: la versione LT costa 23.050 €, la più ricca LTZ 2.000 € in più. Spero che la prova non risulti troppo corta e soprattutto spero che vi sia piaciuta! Saluti da MatteFonta92.
Chevrolet Trax 1.7d LTZ FWD
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
2
2
1
2
VOTO MEDIO
3,3
3.3
10
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
15 dicembre 2013 - 21:22
3
A dire il vero la 1.4 da 140cv è disponibile pure con la sola TA (magari quando hai scritto la prova no) però il 1.7 diesel (in attesa del nuovo 1.6) è praticamente d'obbligo anche perché il 1.6 a benzina, non modernissimo, è assetato... L'auto è carica si distingue dalla Mokka (nome curioso) appunto per l'estetica ispirata alle grandi suv, ma il fatto del sistema multimediale per soli dispositivi con piattaforma IOS è perché chevy è americana ;) Ottima la dotazione come tradizione della casa a fronte di un prezzo più che ragionevole... Però io preferirei la cruze wagon con stesso allestimento e motore, risparmiando qualcosa... Prova lodevole come al solito, anche se sulla guida si poteva parlarne di più ;)
Ritratto di MatteFonta92
15 dicembre 2013 - 23:19
3
Hai ragione, però avendo guidato l'auto solo per pochi chilometri ho dovuto arrangiarmi con poco, logicamente se l'avessi avuta a disposizione per qualche giorno avrei scritto di più. Comunque, questo 1.7 turbodiesel sarà anche economo, ma fa un baccano tale che sinceramente non lo prenderei mai, piuttosto prendo il 1.6 a benzina e ci faccio fare l'impianto a GPL dalla Casa (in alcuni concessionari lo fanno). L'auto comunque in generale non è malaccio, ma preferisco la sua "gemella diversa" Opel Mokka: ha un aspetto meno "yankee" e interni più belli e meglio rifiniti.
Ritratto di PariTheBest93
16 dicembre 2013 - 12:49
3
Forse arriverà il nuovo 1.6 diesel anche sulla mokka, un altro pianeta rispetto al 1.7 isuzu... A me piace la Trax proprio per il suo aspetto tipicamente "yankee" ;)
Ritratto di MatteFonta92
16 dicembre 2013 - 13:00
3
Questione di gusti ;-) anche se per me quello che fa la differenza sono più che altro gli interni: in particolare, il cruscotto delle Chevrolet, simile a quello delle moto, non mi piace molto. È più bello quello "a binocolo" della Mokka, oltre che per le finiture migliori dell'abitacolo. Comunque era ora che arrivasse il nuovo 1.6 turbodiesel, il 1.7 Isuzu è ormai troppo datato.
Ritratto di PariTheBest93
16 dicembre 2013 - 13:40
3
E' una specie di marchio di fabbrica il cruscotto "motociclistico" delle chevy... Aspetta a festeggiare che sono ancora in pochi i modelli Opel a montare il nuovo 1.6 ;)
Ritratto di MatteFonta92
16 dicembre 2013 - 16:47
3
Beh, anche se il nuovo 1.6 turbodiesel non è arrivato su tutti i modelli della gamma GM in Europa, pazienza... del resto, citando un grande personaggio portoghese, "non è problema mio"! ;-)
Ritratto di PariTheBest93
16 dicembre 2013 - 17:42
3
Ahahah non sono mai stato appassionato di calcio (almeno dei professionisti) ma se so a chi ti riferisci è per il grande Pintus di Colorado!!! Vai José xD
Ritratto di MatteFonta92
16 dicembre 2013 - 18:16
3
Beh, il grande José è conosciuto anche al di fuori del mondo del calcio, per via delle sue spettacolari dichiarazioni nelle conferenze stampa. Questa, per esempio, è bellissima: "Non sono il migliore del mondo, ma penso che nessuno sia migliore di me." Grande José!!! XD
Ritratto di PariTheBest93
16 dicembre 2013 - 19:17
3
Sembra simile alla frase di Enzo Ferrari "mi dicono essere il peggiore ma non so in quanti siano migliori di me"... Comunque so che su Mourinho hanno fatto un cartone animato, sul serio l'ho sentito al tg qualche tempo fa...
Ritratto di MatteFonta92
16 dicembre 2013 - 19:27
3
Non lo sapevo, ma non mi stupisco più di tanto: Mourinho è un personaggio atipico, che fa molto audience, logico quindi che molti vogliano provare a sfruttare la sua immagine. Come per esempio l'ultima pubblicità della Molinari...! ;-)
Pagine
listino
Le Chevrolet
  • Chevrolet Corvette Cabriolet
    Chevrolet Corvette Cabriolet
    da € 88.920 a € 132.200
  • Chevrolet Corvette Coupé
    Chevrolet Corvette Coupé
    da € 83.820 a € 146.835
  • Chevrolet Camaro Cabriolet
    Chevrolet Camaro Cabriolet
    da € 50.680 a € 57.700
  • Chevrolet Camaro Coupé
    Chevrolet Camaro Coupé
    da € 42.810 a € 52.600

LE CHEVROLET PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE CHEVROLET

  • Con un grande evento a Detroit la Chevrolet ha svelato la sesta edizione della Camaro, che sarà in vendita dall’anno prossimo.

  • Il sistema di acquisizione dei dati per la pista, combinato con il Valet mode, è in grado di registrare ciò che avviene in auto. 

  • La Chevrolet ha scelto Ginevra per il debutto della versione scoperta della recente settima generazione della sportiva a stelle e strisce per eccellenza.