Mini Mini 5 porte Cooper D

Pubblicato il 19 febbraio 2015
Ritratto di Vespa Primavera
alVolante di una
Fiat Punto 1.2 5 porte HLX
Mini Mini 5 porte
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
3
Visibilità
4
Confort
4
Motore
5
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
3.9166666666667
Perché l'ho comprata o provata
Per curiosità, in occasione di un "porte aperte". L'esemplare è una Mini Cooper D, equipaggiata dal nuovo 1.5 diesel con 116cv, stracarica di optional (anche perché di serie c'è ben poco). Foto indicativa.
Gli interni
La lunghezza maggiore rispetto alla tre porte non fa miracoli, lo spazio nei posti dietro, senza bisogno di essere dei giganti, scarseggia. Chissà quanto è alto il ragazzo della pubblicità col cane... Di buono c'è solo la migliore accessibilità, tuttavia il posto centrale è solo virtuale. Ora lo spazio avanti: qui la situazione è decisamente migliore, ma la sensazione è sempre di un abitacolo "intimo”, realizzato con notevole cura. Il design della plancia presenta delle soluzioni molto originali che a prima vista disorientano un po’. Lo si apprezza molto al buio, dove i colori vivaci delle luci interne (a led) creano una piacevole atmosfera. Il cruscotto si legge bene, lo schermo multimediale si trova al posto giusto (quindi non troppo in basso) ed ha una grafica moderna dove spiccano disegnini “simpatici” (come la mini con gli occhiali da sole).
Alla guida
Regolo il sedile guida il più basso possibile, volante alla massima altezza (si può regolare pure la profondità) con la strumentazione che rimane solidale ad esso: le gambe non intralciano il volante. Piccola pecca l'appoggio del piede sinistro troppo basso, per il resto ci si trova sistemati bene. L'auto ha il sistema keyless, per partire si mette giù tutta la frizione e si spinge verso il basso la levetta rossa posta alla base della consolle, il tre cilindri diesel si risveglia in modo discreto e alla guida si rileva un gioiellino: oltre ad essere ben insonorizzato, non trasmette vibrazioni e spinge molto bene su tutto l’arco d’erogazione senza mai essere brusco. Ha un bel caratterino e (sorpresa) il suono è tutt’altro che sgradevole, anzi… Convincenti lo sterzo, bello corposo mai affaticante, cosi come il cambio che ha innesti sempre piacevoli e precisi, unico neo la frizione che stacca molto in alto. In ripresa nemmeno ci si può lamentare, l’auto è brillante nonostante le marce siano un po' lunghe. La tenuta di strada dà sempre sicurezza cosi come i freni, sempre ben modulabili che garantiscono un'azione incisiva. In città la vettura è a suo agio: le asperità vengono assorbite con disinvoltura, il sistema start & stop fa bene il suo lavoro. Il comfort è parzialmente disturbato da sedili un po’ duretti. In generale la visibilità è soddisfacente, sebbene il parabrezza sia un po' basso, la sera invece si può contare su potenti ed efficaci fari a led. Curiosa la messa della retromarcia: con il cambio in folle si da una "bottarella" a sinistra e poi si spinge in alto (soluzione non proprio comodissima), una volta innestata gli specchietti si regolano verso il basso per aiutare nei parcheggi in colonna, in più vengono in soccorso la telecamera e i sensori, ma abituato come sono a parcheggiare senza "aiutini" non ci ho fatto caso, ma anche qui la percezione degli ingombri non è particolarmente difficile.
La comprerei o ricomprerei?
Il verdetto: la Mini 5 porte è più una scelta dettata dalle richieste del mercato (vedi A1 sportback), piuttosto che di una reale praticità. Dunque morale della favola è un’auto sicura e facile da guidare (fin troppo), ma a conti fatti preferirei la tre porte che reputo molto più bella. Uno sfizio che può essere reso unico per una cifra importante, quindi non alla portata di tutti. Per ulteriori chiarimenti, scrivete nei commenti. Un saluto Vespa Primavera (ex PariTheBest93).
Mini Mini 5 porte Cooper D
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
2
4
2
VOTO MEDIO
2,3
2.333335
9
Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
22 febbraio 2015 - 13:35
7
a quanto pare.. l'unica mia consolazione è che Bmw ha ormai ampia esperienza con queste piccole TA, per cui se la futura Serie 1 ricalca le qualità delle mini su strada, continuerà ad essere convincete anche dopo il cambio di trazione.
Ritratto di Vespa Primavera
22 febbraio 2015 - 13:47
La nuova è meno "giocattolo" e più auto, ma francamente nemmeno tanto. A me piace la nuova edizione, a patto che non abbia l'orribile pacchetto (anti)estetico della S o della JCW. In generale posso dire che lo spazio dietro è lo stesso di citycar come panda o i10 (ma con meno spazio per la testa). Sul telaio nulla da ridire (sempre sicura), la nuova serie 1 probabilmente sarà ancora più raffinata.
Ritratto di Mattia Bertero
22 febbraio 2015 - 13:44
3
Ciao Paride. Sono sempre un po' riluttante su questa Mini 5 porte, d'altronde personalmente considero la vera Mini solamente quella 3 porte. Da come scrivi alla guida sembra quasi che si sia imborghesita, abbandonando quella guida stile go-kart che la contraddistingueva dalle altre. Io non la comprerei mai.
Ritratto di Vespa Primavera
22 febbraio 2015 - 13:53
Non ho provato le vecchie mini, quindi non posso fare un metro di paragone. Quando leggo le prove di molte riviste e auto, trovo spesso scritto la parola "divertente" e ho sempre pensato che ne abusassero. Provando la mini ne ho avuto la dimostrazione, in generale credo intendano con "divertente = sicura + facilità di guida". Comunque io la comprei la tre porte 1.5 a benzina, ho sempre avuto un debole per il retrò :)
Ritratto di Moreno1999
22 febbraio 2015 - 14:41
4
Noi avremmo dovuto provarla, tanto per curiosità, ma il concessionario dopo averci contattato per due settimane è sparito dalla circolazione. Comunque a me non piace la Mini 5 porte, così come non adoro la nuova mini in generale.
Ritratto di Vespa Primavera
22 febbraio 2015 - 16:23
Io invece l'ho provata semplicemente perché ero di passaggio, e dopo pochi minuti a bordo, idem per la nuova Aygo cabrio l'altro giorno. Dipende da concessionario a concessionario...
Ritratto di cris25
23 febbraio 2015 - 12:22
1
oltre al fatto che l'aggiunta delle due porte appesantisce una linea già di per sè non bellissima (parere personale). Non è un'auto che amo particolarmente la Mini, dovessi acquistarla opterei per una tre porte della generazione precedente, sicuramente più simpatica e molto più MINI...
Ritratto di Vespa Primavera
23 febbraio 2015 - 12:29
Beh dai in gamma c'è di peggio in fatto di "inutilità" ;) Se non si è dei giganti tutto sommato può andare...
Ritratto di cris25
24 febbraio 2015 - 12:42
1
come la Paceman e soprattutto la Clubman, ma io vedi ho sempre considerato una Mini come la classica piccola inglese tre porte che si distingue per le sue forme tonde e simpatiche; bene, tutto questo secondo me la nuova versione non lo rappresenta e sinceramente tutti quei soldi non li spenderei per comprarla...
Ritratto di M93
23 febbraio 2015 - 12:56
La prova, benché sintetica, l'ho letta molto volentieri, Paride. Ma la vettura non mi piace neanche un po': al pari delle varie Countryman, Paceman e compagnia bella, le reputo troppo distanti dalla filosofia Mini. Un saluto.
Pagine
listino
Le Mini
  • Mini Mini 5 porte
    Mini Mini 5 porte
    da € 18.800 a € 33.950
  • Mini Mini
    Mini Mini
    da € 17.950 a € 43.595
  • Mini Countryman
    Mini Countryman
    da € 25.600 a € 43.050
  • Mini Clubman
    Mini Clubman
    da € 22.950 a € 42.250
  • Mini Cabrio
    Mini Cabrio
    da € 24.300 a € 43.250

LE MINI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MINI

  • La Mini Countryman mantiene l'aria di famiglia tipica di tutte le vetture del marchio britannico: ha forme arrotondate, la mascherina separata dai fari, il tetto piatto e ampie protezioni in plastica nera che corrono lungo la parte inferiore della carrozzeria.

  • Cresciuta rispetto al vecchio modello di ben 29 cm (dieci sono di passo, che adesso arriva a 267 cm), la Mini Clubman è diventata un'autentica famigliare, con un abitacolo sufficientemente spazioso per quattro adulti, quattro porte laterali (prima ne aveva tre, con quella posteriore destra ad apertura controvento) e un baule finalmente adeguato alla macchina.

  • La Mini a cinque porte, nella storia della casa inglese, è una “prima assoluta”, perché mai era stata proposta in passato.