Pubblicato il 1 gennaio 2011
Qualità prezzo
2
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
3
Motore
2
Ripresa
2
Cambio
1
Frenata
2
Sterzo
1
Tenuta strada
2
Media:
2.3333333333333
Perchè l'ho comprata o provata
Dovendo acquistare un'auto adatta al traffico caotico e alle strade strette genovesi, io e mio padre abbiamo deciso di portare a casa una smart fortwo coupè cdi. Inizialmente eravamo propensi all'acquisto della ford Ka 1.3 tdci (infatti la smart è stata acquistata usata presso una concessionaria ford) ma vedendo il prezzo tutto sommato conveniente (anche se non basso), alla originalità e non ultime alle condizioni generali dell'auto abbiamo optato per la piccola biposto di casa Mercedes.
Gli interni
Gli interni sono originali, luminosi (grazie al tetto in vetro) e hanno una forma gradevole, con il cruscotto rivestito in moquette dello stesso colore dei sedili; molto belli da vedere e sottolineo solo vedere anche perchè se si tasta quà e là, in tutto l'abitacolo, si nota che padroneggia la plastica dura ben assemblata comunque senza scricchiolii strani. I sedili sono sufficientemente comodi e riprendono nel disegno quelli da corsa; sono privi di regolazione in altezza. Il volante (a tre razze con comandi del cambio integrati) è molto bello esteticamente e gradevole da impugnare ed è completamente privo di regolazioni, dettaglio fastidioso in quanto (almeno nel mio caso) rimane sempre un filo alto. Una cosa che per le persone alte da 1.73 m in su, molto fastidiosa, è lo specchietto retrovisore centrale, molto grande e posizionato troppo in basso che nelle curve a destra interferisce la visuale. Il bagagliaio non è molto grande ma è ben sfruttabile (la spesa ci sta tranquillamente) mentre il portellone, che si apre in due pezzi con la parte bassa tipo pick up è molto pratica se si devono caricare oggetti pesanti.
Alla guida
Una volta in marcia il rumore del piccolo tre cilindri diesel è sempre ben presente all'interno dell'auto a qualsiasi andatura e al minimo (sia a freddo che a caldo) vibra parecchio. Questo piccolo motore (prodotto dalla Mercedes) offre prestazioni solo discrete: i sorpassi e gli spunti da fermo non sono proprio il suo forte ed inoltre è penalizzato dalle marce (5 + rm) piuttosto lunghe, in compenso consuma sempre poco. Cambio e sterzo sono i veri punti deboli di quest'auto. Il primo è lento negli innesti e brusco soprattutto quando deve scalare dove, oltre a mostrare in alcuni casi una certa indecisione, ha la tendenza a strappare compromettendo in parte il comfort; inoltre ha logiche di funzionamento (a mio parere) discutibili. Lo sterzo invece (nel mio caso senza servosterzo offerto come optional) è poco diretto e impreciso ed è soprattutto pesante anche in movimento, ma in particolar modo da fermo dove una manovra di parcheggio diventa una specie di esercizio fisico per le braccia. Altro tallone d'achille di questa macchina è l'asfalto bagnato dove spesso ha la tendenza ha scivolare anche nelle curve lente e ciò richiede frequenti interventi dell'ESP. Nonostante le sospenssioni siano rigide, su strada, nelle curve, a causa del baricentro alto, l'auto si appoggia molto sulle gomme esterne ciò nonostante (sempre che l'asfalto non sia bagnato) è sempre divertente e gradevole da condurre a patto di non esagerare. Infatti se il ritmo si alza troppo il muso tende ad allargare vistosamente.
La comprerei o ricomprerei?
No. E' un'auto che ha indubbiamente dei pregi ma ha anche tanti difetti anche importanti e visto il prezzo secondo me la si poteva fare meglio.
Smart fortwo coupé Cdi Pulse
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
1
VOTO MEDIO
1,0
1
1
Aggiungi un commento
listino
Le Smart
  • Smart forfour
    Smart forfour
    da € 25.649 a € 33.195
  • Smart fortwo coupé
    Smart fortwo coupé
    da € 25.026 a € 33.195
  • Smart fortwo cabrio
    Smart fortwo cabrio
    da € 28.394 a € 34.695

LE SMART PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE SMART

  • Oltre alla Fortwo elettrica, allo stand della Smart al Salone di Francoforte era presente anche la Forfour, anche lei rigorosamente elettrica, e con quattro posti.

  • La più piccola tra le citycar si aggiorna nelle forme, ma soprattutto si converte definitivamente all’elettrico. Andiamo a scoprirla.

  • Una piccola citycar o uno scooter a quattro ruote? In questo test mettiamo a confronto due veicoli nati per la città.