NEWS

Sconti e promozioni sulle auto in corso a febbraio 2015

05 febbraio 2015

Diversi costruttori propongono tre diversi vantaggi: prezzi più bassi, accessori o estensioni di garanzia in omaggio, dilazioni di pagamento.

Sconti e promozioni sulle auto in corso a febbraio 2015
Per “attizzare il fuoco” della miniripresa delle vendite (il gennaio 2015 si è chiuso con un incremento del 10,9% rispetto allo stesso mese del 2014), non sono pochi i costruttori che propongono tagli di prezzo, regalano accessori (Fiat, Ford e Hyundai) o estendono la garanzia fino a cinque anni (Renault), soprattutto a quei clienti che si orientano su vetture già disponibili presso le concessionarie. Vantaggi che, sommati, aumentano notevolmente la convenienza e che, per chi deve sostituire la vettura, sono una ragione in più per decidersi all’acquisto. Diverse proposte sono vincolate alla consegna dell’usato, in permuta o per demolirlo: per usufruirne occorre dimostrare di essere proprietari della vettura almeno da qualche mese, o (come nel caso della Ford) che l’auto ha un’anzianità minima di cinque anni.
 
ALFA ROMEO: RIBASSI PER GLI ESEMPLARI PRONTI DA TARGARE
 
 
Il marchio del Biscione favorisce i clienti che possiedono un usato da “dare dentro” in permuta o per demolirlo e acquistano un esemplare disponibile in stock. Per la Giulietta (nella foto) 1.4 Turbo Progression a Gpl, lo sconto è robusto (6.950 euro) se si stipula anche il finanziamento “Eco Free”: 60 rate di 376 euro, che comprendono 200 euro per la marchiatura dei cristalli e 1.243 euro per l’assicurazione sul finanziamento (taeg 7,78%). Per le MiTo 1.4 Impression si risparmiano 4.100 euro e non c’è l’obbligo di stipulare un finanziamento; chi lo desidera, può comunque rimborsare il prezzo della vettura in 36 mesi, con rate di 355 euro. Gli interessi sono bassi (taeg 3,69%), ma nell’importo da rimborsare ci sono sempre 200 euro per la marchiatura dei cristalli e 475 per la polizza sul finanziamento.
 
 
CITROËN: SCONTI PER CHI ROTTAMA E PAGA A RATE
 
 
La casa francese offre sconti ai clienti che rottamano l’usato e acquistano una vettura in pronta consegna con il finanziamento “FreeDrive”. Scegliendo la C1 1.2 PureTech Feel a 3 porte si risparmiano 2.950 euro, se ne versano 2.510 euro di anticipo, poi 119 per 23 mesi e, infine, 5.336 euro di saldo; le rate comprendono 32 euro al mese per la marchiatura dei cristalli, la polizza furto e incendio, la manutenzione per 24 mesi o 20.000 km. Orientandosi invece sulla C3 (nella foto) 1.0 PureTech Séduction, si sborsano 4.550 euro in meno: l’anticipo è di 3.350 euro, le rate sono di 119 per 35 mesi, il saldo è di 4.365 euro (taeg 7,35%); le rate includono 22 euro per l’estensione di garanzia fino a 3 anni o 30.000 km e la polizza furto e incendio.
 
 
FIAT: SUBITO A BORDO, E SI PAGA CON CALMA
 
 
La casa offre sconti e finanziamenti da rimborsare in 60 mesi ai clienti che consegnano la vecchia vettura in permuta o per demolirla e ne acquistano una nuova pronta da targare. Si risparmiano 2.310 euro per la Panda (nella foto) 1.2 Young, pagabile in 60 rate di 200 euro (taeg 8,04%), al pari della Punto 1.2 Young, ribassata di 4.500 euro. Vantaggio di 2.960 per la Panda 4x4 0.9 Twinair Turbo, con importi mensili di 306 euro (taeg 6,64%), e di 5.900 per la Freemont 2.0 Multijet Urban, per la quale la rata è di 473 euro (taeg 5,74%).
 
 
FORD: OFFRE SCONTI E REGALA ACCESSORI
 
 
La casa taglia i prezzi, regala accessori e propone finanziamenti ai clienti che “danno dentro” una vettura immatricolata prima del 2010 (in permuta o per demolirla) e ne comprano una pronta da targare. I vantaggi arrivano a 3.550 euro scegliendo la Ka, dei quali 2.300 sono di sconto e 1.250 in accessori (radio e “clima”); pagando a rate si sborsano 160 euro al mese e 3.795 come saldo (taeg 6,50%). Orientandosi, invece, sulla Fiesta 1.2 16V (nella foto), la convenienza sale a 4.300 euro, dei quali 1.250 per radio e “clima”; chi stipula un finanziamento versa 180 euro per 36 mesi e, infine, 5.130 di saldo (taeg 5,99%). 
 
 
HYUNDAI: MINIRATE PER LA i10
 
 
La casa propone ai clienti che consegnano l’usato (per permuta o demolizione) e acquistano la i10 1.0 Classic un ribasso di 900 euro, il “clima” (750 euro) in omaggio e la possibilità di pagare a rate: si anticipano 2.740 euro, quindi se ne versano 95 per 35 mesi e 4.334 a saldo (taeg 3,88%). Per la i30 (nella foto) si risparmiano 2.500 euro e riceve il pacchetto Advanced: costa 500 euro e comprende il Bluetooth con riconoscimento vocale, il bracciolo anteriore con vano portaoggetti, i comandi audio sul volante, il sedile di guida con supporto lombare, i sensori di parcheggio posteriori. Chi paga a rate anticipa 3.820 euro, ne versa 149 per 35 mesi e 5.488 a saldo (taeg 5,35%).
 
 
LANCIA: SALI A BORDO E PAGHI NEL TEMPO
 
 
La casa torinese taglia di 3.150 euro il prezzo della Ypsilon Elefantino 1.2 (nella foto) e offre ai clienti la possibilità di pagare la vettura in cinque anni, senza anticipo né saldo, versando 180 euro al mese e sborsando bassi interessi (taeg 2,71%). Le rate comprendono i costi per la marchiatura dei cristalli (200 euro) e l’assicurazione sul finanziamento (facoltativa, costa 722 euro). 
 
 
RENAULT: REGALA TRE ANNI DI GARANZIA AGGIUNTIVA
 
 
In aggiunta allo sconto, la casa francese estende gratuitamente la garanzia fino a cinque anni ai clienti che stipulano il finanziamento “Value Box”. Scegliendo la Clio (nella foto) 1.2 16V Wave si sborsano 3.650 in meno, se ne anticipano 550 e le rate sono di 199 per 60 mesi. Analogamente, si risparmiano 1.000 euro indirizzandosi sulla Twingo 1.0 SC3 Wave; per il finanziamento, 2.050 euro di anticipo e 60 rate di 149. Taglio di 2.500 euro per la Captur, con 4.550 euro di anticipo e 60 rate di 199 (taeg 7,27%). Per tutti i modelli, nell’importo delle rate sono compresi 449 euro per tre anni di polizza furto e incendio, oltre che per infortuni che possano occorrere al cliente quando è alla guida, ma anche quando si sposta a piedi oppure è passeggero.
 


Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
5 febbraio 2015 - 19:00
4
fa impressione vedere un marchio premium come AlfaRomeo a prezzi di liquidazione finale (tipo come i tappeti persiani)
Ritratto di carlo1967
2 marzo 2015 - 16:46
O da ridere. Con quale argomentazione seria affermi che Alfa Romeo sia un marchio premium. Io,con tutta la buona volontà non ne trovo alcuna. Fammi sapere. Ciao.
Ritratto di Paglianti
6 febbraio 2015 - 02:06
Marchio premium?????
Ritratto di Sportingheart
6 febbraio 2015 - 08:22
Si esatto marchio premium, anzi te lo ripeto: "MARCHIO PREEEEMIUUUMM"!!! L' Alfa Romeo è sempre stato un marchio premium solo per la storia, lo stile e la gloria che contraddistingue il marchio...e non saranno di certo i filocrucchi degli ultimi 20 anni a dire il contrario....Anzi con le nuove strategie, prodotti e target L' Alfa Romeo diventerà Premium al 100%, e così l'incubo di molti filocrucchi diventerà realtà...
Ritratto di Francesco Noto
6 febbraio 2015 - 09:03
Per l'attualità, Mito Giulia sicuramente spremium. Nessun errore. Spremium.
Ritratto di wesker8719
6 febbraio 2015 - 10:00
alfa romeo non è minimamente premium ,se cercherà di diventarlo a colpi di prodotti ok ma attualmente con una produzione basata su mito e giulietta e una dipendenza esasperata da fiat bisogna essere fuori di zucca per considerarla premium ...
Ritratto di Scatnpuz
6 febbraio 2015 - 10:13
Nella storia Alfa Romeo fino agli anni 70 è stato il marchio Premium della sportività! Zii e nonni mi hanno sempre raccontato che in quegli anni chi non si poteva permettere una Alfa Romeo ripiegava su marchi che cercavano scimmiottare la sportività italiana....prima su tutti la BMW e a seguire gli altri marchi tedeschi . Oggi, ahime, i ruoli sì sono completamente invertiti. Forza Italia, forza Alfa Romeo, ritorniamo a far vedere ai tedeschi chi sa fare davvero le auto!
Ritratto di TommyMichi
6 febbraio 2015 - 10:45
ma scusa L'Audi, che è notoriamente ultimamente premium, non ha una dipendenza esagerata da Vw, che notoriamente NON è un marchio premium? dai su un pò di pazienza ancora e vedrete che ne avrete di cui parlare sull' Alfa, speriamo positivamente, visto che siete italiani.
Ritratto di osmica
6 febbraio 2015 - 11:32
La Giulietta e', per definizione dei alfologi, l'avversaria della Golf. La Mito non lo sanno manco loro. E adesso l'AR e' un marchio premium! Piu' ovvio di cosi'...!
Ritratto di TommyMichi
6 febbraio 2015 - 11:51
lo sai benissimo quanti anni. O non hai ancora letto a distanza di quasi un anno i piani aziendali? Ora come ora non è presa bene anche se la Giulietta è decisamente la concorrente di Golf (poi che piaccia o no non mi interessa, a qualcuno piace Golf e ad altri Giulietta), Mito è rimasta indietro con l' evoluzione e rimarrà tale visti i piani a breve la toglieranno. La nuova generazione sarà tutta un' altra storia. Poi sai, io come italiano e come chi apprezza lo spirito Alfa, faccio il tifo per un rilancio perchè è ciò che merita sia il marchio sia l' automobilismo italiano. Se te personalmente fai il tifo che fallisca il piano di rilancio puoi benissimo farlo, affari tuoi. Ma da italiano quale tu sei (penso) mi farei qualche domandina a riguardo..
Pagine