Jeep: le ibride e le altre

26 febbraio 2019

Oltre a Renegade e Compass ibride plug-in, la Jeep porterà al Salone di Ginevra le edizioni speciali S di Renegade, Compass, Cherokee e Grand Cherokee.

Jeep: le ibride e le altre

JEEP RENEGADE S - Oltre alle Renegade e Compass ibride plug-in, che saranno in vendita nel 2020 (qui per saperne di più), una delle tante novità che la Jeep svelerà alla prossima edizione del Salone di Ginevra è rappresentata dalla rinnovata Jeep Renegade con allestimento S (foto qui sopra), basata sulla versione top di gamma Limited. Questa serie speciale si distingue per un look più sportivo grazie al tetto nero, la colorazione grigio scuro degli inediti cerchi in lega da 19, della griglia anteriore e dei fregi che identificano il modello. Nell'abitacolo prevale il colore nero, i sedili con le cuciture in rilievo e il volante rivestito in pelle le conferiscono un aspetto elegante e raffinato. La Jeep Renegade S è dotata di serie del sistema Uconnect NAV con schermo touch 8,4 pollici con integrazione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto. Ricche le dotazioni di sicurezza: è presente il Cruise Control Adattativo (che permette di impostare la velocità desiderata che varia automaticamente in base alla distanza dal veicolo che precede),  il sistema anticollisione (avvisa il conducente in caso di pericolo), la frenata automatica di emergenza, il sistema di allarme in caso di uscita dalla corsia, il sistema di riconoscimento dei segnali stradali e il sistema di regolazione del limite di velocità. Di serie anche il climatizzatore automatico bi-zona, i sensori di parcheggio anteriori e posteriori e i fari anteriori e posteriori a Led. La nuova Jeep Renegade S è ordinabile con il motore 4 cilindri 1.3 litri turbo benzina da 180 CV con cambio automatico a nove marce, (lo stesso propulsore è disponibile anche con la potenza di 150 CV), il turbodiesel Multijet 1.6 litri abbinabile al cambio manuale a 6 marce o all'automatico DDCT a sei marce, e il 2.0 litri turbodiesel Multijet con trazione integrale e cambio automatico a nove marce.


 
JEEP COMPASS S - Alla prossima edizione del Salone di Ginevra è previsto anche il debutto della Jeep Compass con il nuovo allestimento S (foto qui sopra), che arricchisce l'offerta del modello Jeep attualmente più venduto. A Ginevra sarà presentato un esemplare contraddistinto da livrea bicolore bianco perla con tetto nero, (di serie sulla serie speciale S), i nuovi cerchi in lega da 19 pollici in colorazione grigio scuro (caratteristica tipica del nuovo allestimento), finitura dello stesso colore su tutti i badge (4x4, Jeep, e S), sulla griglia frontale, sulle cornici dei fari, sugli inserti dei paraurti e sulle modanatura dei cristalli laterali. All'interno spiccano i sedili in pelle nera con cuciture in rilievo (dotati di sistema di regolazione elettrica a 8 posizioni) e la cornice della consolle centrale con finitura grigio scuro. Sulla Jeep Compass S è di serie il sistema Uconnect NAV con schermo touch da 8,4 pollici, i fari Bi-Xenon, gli abbaglianti automatici, il portellone ad apertura elettrica e il Cruise Control Adattativo. La scelta di motori per la nuova serie speciale S della Jeep Compass è ampia: è disponibile il 2.0 litri turbodiesel Multijet da 170 CV e 140 CV, entrambi abbinati al cambio automatico a nove marce e alla trazione integrale, il 1.4 litri turbo benzina da 140 e 170 CV (con cambio manuale a sei marce e automatico a nove marce e trazione integrale), e il turbodiesel Multijet 1.6 litri da 120 CV. Per i paesi extraeuropei si aggiunge il motore benzina 2.4 litri da 150 e 175 CV con cambio automatico a nove marce e trazione integrale. La Jeep Compass serie speciale S sarà disponibile negli showroom europei nel secondo trimestre del 2019.
 
JEEP CHEROKEE S - Anche la nuova Jeep Cherokee è ora disponibile in serie speciale S. Anche in questo allestimento, i cerchi in lega da 19 pollici sono in colorazione grigio scuro satinato, come la griglia anteriore, la cornice dei fendinebbia e gli stemmi “Jeep”, “Cherokee” e “S”; la fascia inferiore e i passaruota sono in tinta con la carrozzeria; sono presenti anche le barre portapacchi sul tetto. Internamente, la Jeep Cherokee S si distingue per i sedili in nappa neri (un tipo di pelle molto soffice) con impunture grigie, presenti anche sui braccioli e sulla consolle centrale. Di serie il sistema Uconnect NAV con display touch da 8,4 pollici con integrazione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto. Le dotazioni tecnologiche comprendono il Cruise Control con funzione Stop & Go (il veicolo si ferma e riparte in automatico), il sistema di riconoscimento dei segnali stradali con limite automatico della velocità, la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni, il Blind Spot monitoring (il sistema che monitora i punti ciechi degli specchi retrovisori esterni), rear cross-path detection (in fase di retromarcia avvisa il conducente della presenza di veicoli in arrivo), il sistema Keyless Enter-N-GoTM (l’accesso al veicolo senza l’uso della chiave), i sensori di parcheggio anteriori e posteriori e il sistema di assistenza al parcheggio (sia in parallelo che in perpendicolare). La Jeep Cherokee in serie speciale S è ordinabile con il motore 2.0 litri turbo benzina da 270 CV con il cambio automatico a nove marce e la trazione integrale, e con 2.2 litri  il turbodiesel 2.2 MultiJet da 150 CV e 195 CV. Il lancio commerciale nei paesi Europei della Jeep Cherokee S è previsto nel secondo trimestre del 2019.


 
JEEP GRAND CHEROKEE S LIMITED - La Jeep Grand Cherokee con allestimento S è basata sull'allestimento Limited e si distingue per le fasce paraurti anteriori e posteriori dedicate con dettagli grigio scuro, le feritoie sul cofano, le minigonne e le modanature sui passaruota in tinta con la carrozzeria, i terminali di scarico con finitura scura e i grandi cerchi in lega da 20 pollici anch’essi in colorazione grigio scuro con bulloni cromati. All'interno della Jeep Grand Cherokee S Limited prevale il colore nero; i sedili sono dotati di un rivestimento in pelle traforata e sono riscaldabili, sia sulla seduta che sullo schienale. La ricca dotazione di serie include il sistema radio e navigazione Uconnect con display touch da 8,4 pollici, predisposizione ad Apple CarPlay e compatibilità con Android Auto, impianto audio Alpine dotato di amplificatore digitale, 9 altoparlanti e subwoofer. Il motore disponibile sulla Jeep Grand Cherokee S Limited è il turbodiesel 3,0 litri V6 Multijet da 250 CV o 190 CV, in abbinamento al cambio automatico a 8 marce. 
 
JEEP CHEROKEE TRAILHAWK - La Jeep ha previsto anche il debutto di una nuova versione della Jeep Cherokee al Salone di Ginevra: la Trailhawk (foto qui sopra), più votata alla guida in fuoristrada. La Jeep Cherokee Trailhawk è dotata di pneumatici off-road da 17 pollici, piastre sottoscocca, assetto rialzato di 2 cm (22 centimetri di altezza da terra) e gli angoli di attacco e di uscita più ampi, rispettivamente 29,9 gradi e 32,2 gradi, per una maggior efficienza  nei percorsi tortuosi. La Jeep Cherokee Trailhawk è  dotata del sistema Jeep Active Drive Lock, con bloccaggio del differenziale posteriore, che consente di massimizzare la trazione nei percorsi impegnativi; presente anche il sistema Selec-Terrain con 5 modalità di guida, tra cui Auto (automatica) Snow (neve), Sand (sabbia) e Mud (fango); la modalità Rock, ideale per affrontare terreni rocciosi e sdrucciolevoli, è esclusiva dell'allestimento Trailhawk. La Jeep Cherokee Trailhawk è equipaggiata con il motore 2.0 litri turbo benzina da 270 CV e 400 Nm di coppia massima e cambio automatico a 9 rapporti, che va ad aggiungersi al turbodiesel 2.2 litri già disponibile sulla gamma Cherokee dal lancio. Le dotazione comprendono i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, il Cruise Control Adattivo, il sistema Uconnect NAV con display touch da 8.4 pollici, integrazione Apple CarPlay e compatibilità Android Auto, schermo 7" TFT a colori configurabile e sistema audio con 9 altoparlanti e subwoofer. La Jeep Cherokee Trailhawk è equipaggiata con il sistema di limitazione automatico della velocità, il sistema anti collisione con riconoscimento dei pedoni, la frenata automatica di emergenza, il sistema che avverte il conducente se oltrepassa le linee che delimitano la corsia di marcia, il sistema che monitora i punti ciechi degli specchi retrovisori esterni, e il sistema che avvisa il conducente della presenza di veicoli in arrivo quando è i fase di retromarcia. E’ compresa anche la Keyless Enter-N-GoTM (permette l’accesso all’auto senza l’uso della chiave) e il sistema di assistenza al parcheggio (in parallelo e in perpendicolare). La Jeep Cherokee Trailhawk  sarà disponibile presso tutte le concessionarie europee a partire da aprile.


 
JEEP COMPASS NIGHT EAGLE - Tra le tante novità che la Jeep ha in serbo per l’imminente Salone di Ginevra, è compresa anche l'edizione speciale Night Eagle della Jeep Compass (foto qui sopra), che si caratterizza per un design più esclusivo e un look accattivante, grazie alle colorazione nera della griglia anteriore, delle cornici dei fendinebbia e delle finiture dei fari. Anche gli Stemmi “Jeep” e “4X4” sono contraddistinti da una colorazione scura, tipica dello speciale allestimento. La Jeep Compass Night Eagle è equipaggiata con pneumatici da 19 pollici e cerchi in lega neri diamantati; gli interni son stati realizzati con rivestimento misto tessuto/tecno-pelle. La Jeep Compass Night Eagle è già disponibile nelle concessionarie Jeep.

Jeep Renegade
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
264
147
82
51
133
VOTO MEDIO
3,5
3.528805
677


Aggiungi un commento
Ritratto di marcoveneto
26 febbraio 2019 - 12:10
La Compass non è male ma nel giro di un anno avrebbe bisogno di un restyling per interni ed esterni (soprattutto i fanali)...La cheeroke invece, con il rosso e i cerchi della foto, è davvero bruttina...Con l'arrivo della Compass è proprio scomparsa dai radar..
Ritratto di Sepp0
26 febbraio 2019 - 12:22
Cherokee nei radar non c'è mai stata, tra design discutibile e prezzo folle, ne han vendute pochissime. Non per niente Renny e Compass, che hanno prezzi più umani, vendono come il pane (almeno in Italia).
Ritratto di marcoveneto
26 febbraio 2019 - 13:01
Di pre restyling se ne vedeva qualcuna (rara molto rara).. Della nuova non ne ho mai vista una.. Compass e renegade vendono sia per la suv mania, sia perché non ci sono più segmento C italiane (bravo e delta in primis, Giulietta è ormai defunta)
Ritratto di Sepp0
26 febbraio 2019 - 16:29
Nì. Le segmento C "a forma di berlina" stanno scomparendo, resiste praticamente solo la Golf "perchè è la Golf", io di Focus/Astra/308/Auris/ecc. nuove praticamente non ne vedo o ne vedo con un rapporto 10:1 con il SUV "corrispondente". Le uniche che resistono (oltre Golf) sono le segmento C premium (soprattutto A3 e Classe A, le Serie 1 sono già molto più rare). Non mi sento di biasimare FIAT per aver abbandonato il segmento C generalista, però bisognerebbe ci fossero almeno un paio di SUV in più a listino, un erede del 16, economico stile Duster e uno di 450 cm circa a marca Alfa che si butti nel segmento di Q3/GLA/X1/E-Pace, ecc.
Ritratto di marcoveneto
26 febbraio 2019 - 16:38
Si chiaramente non hanno più grande quota le segmento c generaliste, tutto questo a favore dei suv, ma una segmento C moderna (quindi più innovativa di tipo) tra alfa Fiat e lancia potevano tirarla fuori.. Peccato, ennesima occasione persa.
Ritratto di Sepp0
26 febbraio 2019 - 16:53
Il problema è sempre lo stesso: una segmento C moderna richiede un pianale moderno e investimenti nell'ordine dei miliardi di euro. Case come VW o PSA possono farlo perchè poi spalmano il costo dello sviluppo su 3-4 modelli (che poi è lo stesso con la carrozzeria e gli interni diversi), FIAT non può, perchè dei 3 marchi che ha uno non ha mercato fuori dall'Italia, uno è in fase di rilancio ma non si sa quanto si rilancerà e il terzo vende quasi tutto in Italia (sempre se costa poco, altrimenti la gente compra altro) e poco fuori. In uno scenario del genere gli unici progetti con un senso sono proprio quelli stile Tipo, minima spesa massima resa. Aspettarsi una Golf marchiata FIAT al prezzo di una Tipo (che è quello che vogliono gli italiani, ricordiamolo) è follia.
Ritratto di Onz19
27 febbraio 2019 - 15:42
A me la Tipo non dispiace. La 5 porte, con allestimento non troppo base. Ha un bell'aspetto e per il prezzo a cui è offerta non è affatto male.
Ritratto di marcoveneto
27 febbraio 2019 - 16:34
Anche a me non dispiace in certi allestimenti.. Dipende poi a che prezzo viene via però..
Ritratto di Gwent
26 febbraio 2019 - 18:17
2
Di Auris in giro è pieno anche in Italia e rispetto alla prima serie la seconda ha venduto molto di più e tenuto più a lungo nel tempo (come mostrava un grafico di Quattroruote qualche mese fa). La Corolla poi ha tutti i numeri per fare il botto anche in Europa, già di suo, è l'auto più venduta al mondo da 53 anni. Un saluto. Gwent.
Ritratto di tramsi
27 febbraio 2019 - 10:40
Non scrivere fesserei: la Auris in Italia si vede molto poco. Tranne che nelle grandi città, dove è utilizzata dai tassisti, altrove non la vedo praticamente quasi mai.
Pagine