Audi A4 3.0 TDI V6 QUATTRO TIPTRONIC CLEAN DIESEL

Pubblicato il 6 febbraio 2011
Qualità prezzo
3
Dotazione
2
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
4
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
5
Media:
3.9166666666667
Perchè l'ho comprata o provata
Perchè volevo vedere come era la trazione Integrale della Audi A4, volevo vedere come era una auto con euro 6; volevo vedere come era un Audi con cambio tiptronic e che differenza aveva con il s-tronic; infine volevo vedere come andava un audi A4 con grossa cilindrata diesel (3.0).
Gli interni
I sedili in pelle (optional) sono comodi e quelli s-line da me provati hanno dei fianchetti in pelle che trattengono meglio il corpo in curva dei normali. La posizione di guida è "normale": non alta ne bassa. Poi ovviamente si può scegliere se starie in alto o in basso; tramite le molteplici regolazioni elettriche (optional) o tramite le regolazioni manuali (di serie). I retrovisori ed i sedili (non quelli manuali) hanno pure le memorie, molto comode quando si usa l'auto con diverse persone (e diverse impostazioni di guida). I poggiatesta sono regolabili in altezza e sono molto morbidi. A destra si trovano i "pulsanti" degli alzavetro elettrici, del blocco di tutti gli alzavetri elettrici (comodo quando ci sono dei bambini) e della regolazione degli specchietti elettrici. Ovviamente questa parte è ricoperta (per chi ha i sedili in pelle) in pelle. Sopra troviamo gli inserti (in alluminio oppure in betulla, in radica, frassino, pioppo o in nero lucido, se non sbaglio) e alla fine di ognuno c'è una maniglia con vicino la chiusura/apertura delle porte. Ho notato però che le maniglie delle porte non sono grandi; anzi, in proporzione alla Insigna che possiedo sono decisamente piccole. Parliamo però di quello che abbiamo di fronte e che usiamo per sterzare (per chi non avesse capito è il volante). Il volante di cui vi parlo è il volante multifunzionale a 3 razze. E' fatto di pelle (lo stesso colore dei sedili). E' facile da impugnare. D'estate non fa sudare (fa anche rima...); ha i comandi del bluetooth (sempre optional cioè A PAGAMENTO) e poi si possono cambiare le impostazione tramite quei pulsanti a destra (quelli del bluetooth sono a sinistra). Ma la cosa più bella (per me) è il marchio: 4 cerchi al centro del volante per dimostrare che quella è un auto fatta per bene. Cruscotto semplice ma allo stessso tempo tecnologico e completo. Un contagiri con fondoscala 5.000 e 6.000 rpm in rosso (1.000, 2.000,3.000,4.000 sono in bianco) che si addice benissimo con il nero ed un contachilometri con fondoscala a 260 km. Un po' meno visibili; a sinistra ed a destra rispettivamente del contagiri ed del contachilometri ci sono (a sinistra) la temperatura del motore ed (a destra) l'indicatore del serbatoio (se è pieno o vuoto). Nel centro c'è un bel display a colori (a colori è optional) che indica tutti i dati del computer di bordo (consumo medio, velocità media...) e se acquistato con navigatore indica anche le indicazioni che sono poi anche indicate sul display da 7 pollici centrale (di cui parleremo nelle prossime righe). Gli inserti proseguono fino al grande schermo da 7 pollici a colori (fortunatamente è di serie per tutte le versioni). Io che avevo il navigatore e il telefono gsm avevo anche la manopola centrale che comanda mmi plus (si chiama così il navigatore), telefono ed altre impostazioni. Invece per versioni che non hanno mmi (che sia normale o plus non fa differenza) non hanno la manopola, molto comoda. Parlando dello schermo devo dire che c'è un difetto un po' grave: le quattro frecce sono posizionate troppo a destra; in caso di emergenza bisogna togliere lo sguardo dalla guida anche se risulta molto pericolo... Le bocchette di areazione sono proprio sotto; comunque; a proposito delle bocchete viene un altro difetto: le auto dotate di clima bizona di serie non hanno le bocchette posteriori; se le volessi avere dovrei sborsare all'incirca 400€ per avere il clima trizona (che per'altro è anche poco efficente); e solo in quel caso potrei averle; e se invece io non volessi il clima trizona ma desiderei le bocchette posteriori? Non si può fare. Certo in un auto del genere non dovrebbe esserci. Sotto c'è la radio che è anche comandabile dalla manopola del mmi (ricordo che il mmi è il navigatore fisso) e visibile tramite il suo schermo. La radio legge anche gli mp3 ed i cd. Però per fare leggere 6 cd bisonga sborsare altri soldi. Inoltre il mmi plus legge anche i dvd cosa che non fa (almeno credo) il mmi normale che costa 400€ in meno del mmi plus. Proprio sotto si trova l'efficente climatizzatore bi-zona o (a pagamento) tri-zona. Questo climatizzatore riscalda/raffreda molto rapidamente. I comandi però sono un po' troppi (quelli del tri-zona) e distraggono un po' dalla vista; se non si è esercitati. Scendendo ancora troviamo l'ultimo posto: l'accendi sigarette/sigari da macchina con vicino uno scomparto per mettere post-it, fazzoleti o carte di merendine usate. Attenti però: non è grande anzi; (questo non dipende dalle macchina; tutte sono così) è piccolo e ricordatevi un paio di giorni alla settimana di svuotarlo. Giunti al cambio possiamo dire che la leva del cambio è in pelle e che è facile da impugnare. Vicino il cambio ci sono i pulsanti della manopola del mmi oppure del pulsante di entrata e di avvio della macchina senza chiave. Tutto questo peò è a pagamento: una audi A4 senza optional (nemmeno i sensori di parcheggio) avrà solo un pulsante; quello della disattivazione del esp (controllo trazione e stabilità). Abilità anteriore buona ma dietro si sta bene sono in due perchè il tunnel central (o tunnel della trasmissione) occupa spazio al passeggiero in mezzo costringendogli a mettere le gambe una a destra, una a sinistra; il baule è abbastanza capiente; 490 litri (per la Avant [cioè per la station wagon]) sono abbastanza; comparando alla bmw serie 3 si guadagnano 30 litri, comparandolo con la volvo all'incirca 60 litri e con l'alfa romeo sw sui 50 litri. Comunque non è capientissimo perchè le concorrenti giapponesi come mazda 6 e toyota avensis stanno sopra i 500 litri. Il cassettino del passeggiero è con la chiusura a chiave ed è illuminato ma non è dei più capienti.
Alla guida
La parte migliore di questa macchina è proprio questa: se 239 cv di potenza, 6,3 seconda per andare da 0 a 100 km/h;250 km/h di velocità massima e 500 nm di coppia di dati non vi bastano allora guardate sotto le parole. Appena si accende il motore si scopre subito che capolavoro è. Quando si inizia a premere il pedale dell' accelreratore il motore inizia progressivamente ai 2.000 giri senza farsi notare. Poi quando è sui 3.000 giri inizia ad alzare la voce. a 4.000 giri inizia a rombare. Poi quando si raggiungono andature autostradali e abbiamo bisogno di sorpassare vediamo subito che 500 nm sono veramente tanti; ti spingono verso il sedile. Poi riprende benissimo anche in sesta a 1.200 giri. Dentro è tutto insonorizzato e non si sentono rotolamenti delle gomme oppure fruscii e si sta seduti abbastanza comodi nei sedili in pelle. Dico abbastanza comodo perchè le sospesioni sono tarate bene però più sul duro che sul morbido quindi non ci si può aspettare un confort eccelso sebbene i sedili siano confortevoli. Essendo sinceri però, l'omologazione euro 6 è comoda ma per me 1.000€ sono un po' troppi anche se in futuro potremmo avere macchine del passato (cioè questa) che sono magari più belle e sono con l'omologazione giusta. Al giorno d'oggi, di fatti, le auto più sportive e antiche sono le lamborghini ma sono preuro oppure se si è fortunati euro 0. Figuriamoci adesso se possono circolare le preuro o le euro 0 se adesso non possono circolare a Milano neanche gli euro 3 e 4 (tutt'oggi ci sono modelli di case automobilistiche che sono euro 4)... e i diesel senza fap (tutt'oggi producono alcune auto diesel senza fap). I freni permettono spazi di arresto corti e resistono piuttosto bene alla fatica a meno che non li si solleciti facendo frenate brusche o genere. La frenata è sicura anche sul bagnato o sulla neve; quest'ultima aiutata anche dalla ottima trazione integrale che adotta. Ottima comunque la taratura dell'abs e del esp di serie per tutte le versioni, quest'ultimo anche escludibili per partenze sulla neve oppure guida sportiva. Lo sterzo è preciso però un po' pesantino e questo potrebbe infastidire chi ama gli sterzi leggeri. Questo lo privilega nelle autostrade e nei perscorsi extra urbane ed in quest ultimo si dimostra molto pronto. In città però lo sterzo e le dimensioni non aiutano molto ma è sempre una Famigliare del segmento D Inoltre io avevo il Audi drive select che permetteva, in breve, di scegliere l'assetto della macchina (dinamic, lift, tour, normal). La tenuta di strada in dinamic è eccezzionale: correggerla è facilissimo perchè basta girare un po' il volante e subito l'auto sterza. La trazione integrale è veramente ottima; niente da dire, non ha niente da invidiare a i suv che, per altro, utilizzano la stessa trazione e sono più ingombranti. Ho provato anche l'auto sulla neve con la trazione integrale e si è dimostrata neutra (senza sbandare) e molto sicura. Sugli sterrati leggeri se la cava ma su quelli pesanti ammetto che i suv sono migliori... Il cambio è un automatico/sequenziale. Ha innesti precisi e mette le marce con una fluidità notevole e senza cali o strappi di potenza. Inoltre ha anche una posizione (s) che permette di mettere le marcie manualmente. Ci si diverte davvero molto. In città comonque è molto utile perchè mi fa sempre risparmiare il passaggio prima-seconda. Nelle autostrade avere l'automatico o il manuale non cambia molto... I consumi sono abbastanza buoni considerando la cilindrata, la potenza, il peso di 1805 Kg e la presenza del cambio automatico. Si fanno: Consumo urbano 8.7 lt/100Km Consumo combinato 6.7 lt/100Km Consumo extra-urbano 5.5 lt/100Km. Le emissioni però sono altine, anche se è euro 5 sono: 175 g/Km un brutto dato per gli ecologisti :-)
La comprerei o ricomprerei?
Sì, se solo avessi 60.000€
Audi A4 Avant 3.0 V6 TDI clean Diesel tiptronic quattro
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di iphone3gs
31 gennaio 2011 - 22:14
mi sono sbagliato e ho postato quella con il manuale...
Ritratto di querelle61
9 febbraio 2011 - 11:52
..l'hai provata o comprata? Da come ne parli, sembra un autentico gioiello...che dire? Se avessi 60.000 Euro la comprerei anch'io, però non a trazione integrale: non vado quasi mai in montagna, per cui nel mio caso sarebbe totalmente sprecata. In quanto al V6 3.0 turbodiesel, se potessi trapiantarlo sulla mia Cruze, sarei l'uomo più felice del mondo......
Ritratto di Renys84
9 febbraio 2011 - 15:37
... Audi sulle sue medie serve soprattutto a garantire maggiori margini di sicurezza su strada senza necessariamente doversi recare in montagna per apprezzarne l'efficacia: rispetto alla sola trazione anteriore limita il sottosterzo in curva e sul bagnato c'è maggiore aderenza. Insomma, è come viaggiare sui binari...
Ritratto di Zio Chicco
13 febbraio 2011 - 21:59
Guarda che le auto a trazione integrale non necessariamente servono per andare in montagna, anzi un'auto così sarebbe il massimo della sicurezza nelle strade normali, le quattro ruote motrici aumentano la sicurezza sulle strade asfaltate e non innevate... l'auto è incollata al manto stradale...
Ritratto di iphone3gs
23 febbraio 2011 - 19:59
Infatti!!! Hai proprio ragione... il mio amico l'ha preso per molte ragioni che non legano per niente la montagna: 1) Era obbligatoria 2) Limita il sottosterzo 3) Si è più sicuri sul bagnato e sui fondi viscidi quindi la sicurezza aumenta... soprattutto in prossimita di 240 cavalli. Lui ci va in montagna però l'ha presa sopratutto per questi motivi quì sopra... Quindi quoto con te al 100% Bye bye
Ritratto di Audi-quattro
22 maggio 2011 - 11:16
Ragazzi, confermo tutto, sono il felicissimo possessore di un'Audi A4 2.0 tdi 170CV avant quattro: le soddisfazioni, le emozioni e la sicurezza che ti dà una trazione integrale, per giunta con l'esperienza e la tecnologia AUDI sono impareggiabili! Ti trae d'impaccio da ogni situazione, incollata alla strada oltre le leggi fisiche, ti consente di tenere il piede sull'acceleratore su quasi tutti i curvoni della Cisa (A15) senza minimamente scomporsi! Unica nota dolente di questa versione è la progressione del motore: sotto i 2.500 giri è praticamente inesistente, soprattutto col condizionatore inserito; poi, oltre i 2500 "decolla" letteralmente! Troppo divario, forse compensabile con una centralina opportunamente tarata. Morale: trazione iontegrale tutta la vita! Buona strada a tutti (possibilmente Audi) Luca
listino
Le Audi
  • Audi R8 Spyder
    Audi R8 Spyder
    da € 195.600 a € 213.800
  • Audi TT Coupé
    Audi TT Coupé
    da € 41.850 a € 79.400
  • Audi TT Roadster
    Audi TT Roadster
    da € 44.550 a € 82.100
  • Audi e-tron
    Audi e-tron
    da € 85.100 a € 89.800
  • Audi Q8
    Audi Q8
    da € 77.600 a € 109.850

LE AUDI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE AUDI

  • Ha la trazione integrale, le sospensioni ad aria per rialzare l’assetto e una carrozzeria meglio difesa dagli urti. Oltre a cavarsela bene sui fondi difficili, sull’asfalto stupisce per l’agilità e il comfort è sempre elevato. Elevati anche i prezzi, nel nostro caso con il 3.0 diesel da 286 CV omologato come ibrido, anche se il motore elettrico non trasmette il moto alle ruote, ma si limita ad alimentare la batteria per i servizi di bordo.

  • La nuova Audi Q3 Sportback è la versione più filante e sportiva della suv media tedesca. È ben rifinita e piacevole da guidare, anche col 2.0 turbodiesel da 150 CV. La dotazione ha qualche mancanza. Qui per saperne di più.

  • Dopo l’Audi A4 si rinnova anche la gamma A5. Nelle versioni Coupé, Cabriolet e Sportback.