Fiat 500 1.3 16V Multijet 95 CV by Diesel

Pubblicato il 6 ottobre 2019
Ritratto di _aemme46
alVolante di una
Fiat 500 1.3 16V Multijet 95 CV by Diesel
Fiat 500
Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
3
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
4
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
3
Frenata
3
Sterzo
2
Tenuta strada
4
Media:
3.75
Perchè l'ho comprata o provata
Ho acquistato una 500 seguendo la necessità di possedere un'auto che fosse prestazionale, poco ingombrante e nel medesimo tempo parca nei consumi. In oltre questo piccolo revival di design italiano non si riserva di appagare l'occhio che, come risaputo, non ama rinunciare alla sua parte. I designer di casa Fiat hanno dato nuova vita al progetto originale di Dante Giacosa ottenendo pieno successo. Linee filanti, disegno raffinato e dimensioni davvero ridotte contraddistinguono la piccola citycar dalle altre auto del segmento, facendo di lei un' elegante "cittadina". Ho avuto modo di sperimentare sia la versione col piccolo 1.2 benzina da 69 cv, sia quella col famoso 1.3 M-Jet da 95. Inutile dire che, nonostante il prezzo lievemente superiore, ho orientato ad occhi chiusi il mio acquisto verso la seconda opzione. Si potrebbe parlare di amore "a prima accelerata": questa configurazione vi permetterà di avere in mano un' auto bella e grintosa, ma allo stesso tempo compatta, maneggevole e per niente assetata. Di certo però, non manca di qualche nota negativa.
Gli interni
Come per gli esterni, anche gli interni presentano un design degno di nota. Divertente la soluzione adottata in casa Fiat di inglobare in un unico semicerchio, tachimetro, contagiri e computer di bordo. Consolle semplice ed intuitiva, anche lo spazio, in relazione alle compatte dimensioni dell'auto, è sufficientemente abbondante... ...fanno eccezione sedili posteriori di difficile accesso e bagagliaio poco sfruttabile a causa della spiovenza del portellone. Manca in dotazione il ruotino scorta, sostituito però da compressore per gonfiaggio con presa a 12V e kit di applicazione mastice "Fai Da Te". I materiali impiegati nell' assemblaggio del gruppo interni sono di qualità non eccellente, ma comunque discreta. Consiglio vivamente di evitare versioni che prevedano plastiche e tessuti di colore chiaro, soprattutto se non disdegnate il piacere di una sigaretta durante la guida: vedrete ingiallire in poco tempo volante, leveraggi e sedili. Buona la dotazione in relazione al prezzo, a patto di non aspettarsi comfort tipici da auto di prestigio. Un elemento in particolare mi ha notevolmente incuriosito: estraendo la chiave dal blocco e portando ambedue i leveraggi verso il proprio petto, attiverete la funzione FOLLOW ME, che in condizioni di scarsa illuminazione vi permetterà di illuminare il vostro percorso una volta scesi dall' auto, mantenendo accesi gli anabbaglianti per un lasso di tempo impostabile (ogni volta che azionerete le due leve, il computer di bordo aumenterà di 30'' il tempo di illuminazione). Davvero molto buono l' impianto audio sviluppato da Blaupunkt, dotato di ingresso AUX/USB più 4 speaker e 2 tweeter. Degno di accenno anche il già ben noto sistema City, presente oramai su quasi ogni auto della casa, che permette di alleggerire notevolmente il carico sul volante durante le fasi di manovra e nella guida a basse velocità. In dotazione spunta anche l' ecologico sistema Start&Stop, disattivabile dal guidatore tramite apposito comando posto sulla consolle.
Alla guida
Il piccolo 1.3 Multijet da 95 cavalli e 200 Nm di coppia, sviluppato da Fiat Powertrain Technologies, esercita una notevole spinta sul ridotto peso della vettura approssimato a poco meno di 1000 kg. Il motore in dotazione in questa variante rappresenta senza alcun dubbio il punto forte della piccola 500. Offre una guida briosa e divertente, ma al contempo fluida e parca nel consumo. Brillante anche in autostrada, questo propulsore dalle dimensioni contenute, affiancato al ridotto peso dell'autovettura, offre il massimo del divertimento alla guida su percorsi misti: eccezionale la ripresa e notevole anche la velocità massima di 180 km/h. A patto di non lasciarsi prendere la mano si arriva a toccare la vetta dei 20-22 km percorsi con un litro. Fluido il cambio, è un vero peccato, però, che non sia disponibile in questa versione la sesta marcia. La pecca più grande di quest'automobile è costituita dal volante, che con il suo ridicolo raggio di sterzata (circa un giro e un quarto) rende macchinosa e complessa ogni manovra. Elemento che non si può fare a meno di notare in una citycar progettata per un utilizzo prevalentemente cittadino (a tratti avrete impressione di manovrare un Formula1). Sufficientemente reattiva la frenata, a patto che non si esageri negli affondi alle alte velocità: è evidente una notevole tendenza ad alleggerire il posteriore i caso di frenata di emergenza. Il controllo elettronico di serie ESP non disattivabile svolge bene il proprio compito, in alcuni casi fin troppo, risultando invasivo. In dotazione anche il controllo ASR, che può essere disattivato tramite l' apposito pulsante nel caso si voglia sperimentare una guida più sincera e sprintosa. Anche la famigerata rogna del filtro anti-particolato sembra esser stata in parte risolta su questo Multijet di seconda generazione, a patto di stiracchiare il motore di tanto in tanto e di non interrompere mai le cosiddette "rigenerazioni".
La comprerei o ricomprerei?
Posso ritenermi pienamente soddisfatto dall'acquisto di questo piccolo gioiellino. La ricomprerei? Si, altre mille volte!
Fiat 500 1.3 16V Multijet 95 CV by Diesel
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
listino
Le Fiat
  • Fiat Tipo Station Wagon
    Fiat Tipo Station Wagon
    da € 18.300 a € 27.550
  • Fiat Tipo 5 porte
    Fiat Tipo 5 porte
    da € 17.050 a € 28.050
  • Fiat Panda 4x4
    Fiat Panda 4x4
    da € 17.050 a € 20.500
  • Fiat 500X
    Fiat 500X
    da € 20.500 a € 28.750
  • Fiat Panda
    Fiat Panda
    da € 11.550 a € 18.500

LE FIAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE FIAT

  • La Centoventi è una concept molto innovativa: vediamo quali sono le soluzioni pensate dai progettisti della Fiat per quella che potrebbe essere la sostituta della Panda.

  • Nel quarto episodio della serie di brevi documentari sul dietro le quinte dello sviluppo, la FCA ci porta nella galleria aerodinamica di Orbassano. Qui per saperne di più.

  • Nella terza puntata della miniserie FCA What’s Behind, dove il costruttore mostra il dietro le quinte dello sviluppo delle nuove auto, il centro prove di Balocco. Qui per saperne di più.