Pubblicato il 6 febbraio 2011
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
3
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.3333333333333
Perchè l'ho comprata o provata
Ho acquistato la mia i20 dopo aver analizzato fra aprile e luglio 2010 ogni vettura disponibile sul mercato nel segmento B. La mia è stata una scelta ponderata in quanto, in seguito ad un incidente di mia moglie col mio amato Fiesta 1100 GPL del 1994 ho constatato la convenienza di farlo rottamare. Da lì per la nuova auto ho considerato alcuni parametri inviolabili: - alimentazione a GPL o diesel - no benzina (mia moglie lavora a 50km da casa...) - 5 porte - per praticità con eventuali figli in futuro, ci siamo sposati 10 mesi fà - abs ormai ovunque di serie, esp opzionale - dimensioni sui 4 metri - cilindrata max 1400 - abbiamo già una ottima Suzuki Baleno Wagon a benzina del 1997 e non voglio spese esagerate di bollo e manutenzione - condizionatore - la Suzuki non ce l'ha - budget sui 10/11mila euro Di seguito ecco le candidate seriamente prese in considerazione: - Ford Fiesta GPL: bellissima ma cara, sui 12mila tirando il prezzo - Chevrolet Aveo GPL: mi piaceva parecchio e prezzo interessantissimo, ma evidenti problemi ai dischi dei freni dopo aver frequentato il forum dei possessori (internet è una manna...!) - Citroen C3 classic GPL: costa 200 euro in meno della i20, ma l'esp non è neanche disponibile a richiesta. tuttavia ottima macchina nonostante il telaio vecchiotto - Seat Ibiza GPL, interesante ed allo stesso prezzo della i20, motore 3 cilindri da 70 cv, parco nei consumi ma qualche dubbio su consumi e prestazioni, belli e solidi gli interni. mi piaceva molto l'agressività della carrozzeria Scartate subito o con pochi dubbi: Dacia Sandero, Peugeot 206 plus, Clio Storia, Nissan Micra, vecchia Suzuki Swift (bellissima fuori ma spoglia dentro e molto cara), opel corsa, opel agila (cara), Fiat punto classic (carissima - 11 e 600!!!) e Panda (12 e mezzo - ma dico, siamo matti!!!!!!!) e poi la i20: la prima volta l'ho vista a Rovigo, appena dopo la Aveo e l'ho etichettata troppo cara (11 e mezzo), non mi ha fatto gran impressione. Sono tornato a vederla a Ferrara la settimana dopo e apriti cielo: nonostante il prezzo base (di 10 e 300) fosse più alto di altre a farmi impressione è stato l'equipaggiamento del pack2, che per 700 euro in più è una cosa favolosa. Fuori la linea è piacevole e moderna e anche discretamente personale. Preferivo dei fascioni neri nei paraurti, ma ormai me la tengo com'è... Inoltre trovo le doni il bianco, cha la rende simile ad un giocattolone. Nelle prove pubblicate di solito è sempre grigia, tinta che appiattisce le sue belle curve. Resta il fatto che, piacente o meno, non è un'auto che si acquista in primis per il design, ma soprattutto per la concretezza e robustezza. Sulla mia per chissà quale motivo, ho trovato montati i cerchi da 15" con coppe (molto eleganti), al posto dei 14", che sembrano sottodimensionati sulla i20
Gli interni
Diciamolo subito: chi considera la vita di bordo come qualcosa di prestigioso ed eccessivamente ovattato ne resterà un pò deluso. L'unica carenza seria che trovo alla i20 è proprio una mancanza di allegria negli interni (risolta parzialmente con la Fiorucci, forse anche troppo carica). Il prezzo è basso e le plastiche degli interni, piuttosto rigide, pagano qualità rispetto alla concorrenza. La mia è una piccola critica rivolta solo ai materiali, non sicuramente agli assemblaggi, perfetti e privi di ogni cigolio anche dopo 10.000km dall'acquisto. Il lato positivo è la solidità e robustezza percepita. Un piccolo miglioramento economicamente sostenibile, da sottoporre alla Hyundai Motors Italia, sarebbe di adottare plastiche bicolore, già ordinabili all'estero, per rendere più brillante il cockpit. Per me comunque non è un problema grave. Prima di tutto ho cercato un prodotto solido e me ne faccio una ragione. Dentro lo spazio non manca e dietro si sta abbastanza comodi anche in 3. Lo spazio per le gambe è notevole, e anche il baule è decisamente capiente, ma con la soglia da terra un pochino alta. Ci stanno comunque tranquillamente due trolley grandi senza sollevare la cappelliera, o in alternative 9 buste della spesa e una cassa d'acqua. Adoro i sedili: contenitivi, un pelo rigidi ma ben profilati, ricoperti da un tessuto jeans robusto e che si pulisce semplicemente con un panno umido. La strumentazione è + che completa e ben visibile. La dotazione di sicurezza è di 6 airbags, in più col pack2 per soli 7000 euro ho gli utili comandi della radio al volante, con lettore MP3 e porta USB. Il computer di bordo, alloggiato nel display centrale, è sulla classic molto basico, senza consumo istantaneo. Ma ci può stare considerando la propulsione a GPL (impianto BRC montato in Italia) che è ininfluente ai fini del computer di bordo. L'abitacolo ha inoltre molti vani utili per appoggiare piccoli oggetti. Il vano davanti al passeggero è refrigerato di serie. Il condizionatore manuale fa più che dignitosamente il suo lavoro, mentre in inverno il riscaldamento funziona benissimo, scaldando rapidamente l'abitacolo (una notte ho preso la macchina mentre fuori c'erano -12 gradi...). Lo stereo ha di serie solo le casse anteriori, ma il segnale audio, pur non brillando eccessivamente, arriva pulito e abbastanza potente
Alla guida
Impressioni più che positive. Non è un fulmine di guerra ma le prestazioni sono proporzionate alla classe della vettura Innanzitutto è molto silenziosa. Il 1.2 il lega leggera 16 valvole da 78cv è abbastanza brioso. L'accelerazione è buona, la ripresa in quarta molto progressiva. In genere l'auto in marcia è molto reattiva e sembra avere poca inerzia, ha un'ottima scorrevolezza. Naturalmente se qualcuno è interessato al risparmio il 1.2 a gpl è perfetto, mentre se si cerca più brio, special modo per chi affronta spesso salite, è consigliabile il turbodiesel o il 1.4 benzina. A un propulsore sufficientemente potente si accoppia una trasmissione a 5 marce + rm molto morbida, dagli innesti corti e precisi, che non si impunta assolutamente come indicato dalle riviste, se non talvolta prima dei 7000/8000km. Il pedale dell''acceleratore è molto sensibile e va dosato con parsimonia, come quello dei freni, quattro dischi (anteriori autoventilanti) molto potenti e poco sensibili all'affaticamento sui tragitti montuosi. L'assetto è stabile, sicuro e abbastanza rigido. Se ciò pregiudica il comfort, soprattutto sullo sconnesso, da molta sicurezza sul misto veloce. Al resto provvede l'ESP, molto valido ma tarato per intervenire un pò presto, e l'ABS. La frizione è anch'essa molto morbida. Lo sterzo molto preciso. Tutto concorre a elargire alla guida non tanto emozioni, ma sicurezza a piene mani.
La comprerei o ricomprerei?
Sicuramente, al momento non ne sono per nulla pentito. Giudizio: una macchina onesta e senza fronzoli con un estetica simpatica e qualche dotazione interna intrigante. il prezzo (10.900 euro) resta in ogni caso molto interessante e almeno 2000 euro meno cara delle dirette concorrenti a parità di dotazione. Giudizi entusiastici anche del mio meccanico di fiducia, che mi ha rimarcato la proverbiale affidabilità Hyundai. Ottima anche la dotazione. Sono pochi gli optionals ordinabili, mentre i due pacchetti (pack 1 a 300 euro e pack2 a 700) ne aumentano la convenienza di acquisto. Il difetto infatti che imputo alla concorrenza diretta è di farsi stra-pagare alcuni optionals che potrebbero essere inclusi ormai di serie senza costi industriali esagerati. Certo, non ha un marchio blasonato e la linea (de gustibus...) per qualcuno è scarsa di appeal. Le plastiche interne non sono a livello della migliore concorrenza, ma se non si guardano questi elementi la i20 resta un'ottima auto, sicura (5 stelle euroncap - quarta auto più sicura del 2009), e dalla dinamica di guida sincera e stabile. Per chi da peso a queste caratteristiche più che alla moda, la i20 è un mezzo di trasporto perfetto, da acquistare con la testa.
Hyundai i20 1.2 Classic BlueDrive GPL 5p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
1
0
0
VOTO MEDIO
3,0
3
1
Aggiungi un commento
Ritratto di gig
5 marzo 2012 - 07:33
Buona prova e ottima macchina. Ho avuto modo di salirvi in concessionaria (anche io ho una Hyundai) e ne sono positivamente rimasto colpito. Saluti e auguri per l' auto!
Ritratto di joseppe
5 aprile 2012 - 11:31
Io ho una i20, 14crdi ,comprata a marzo 2011. Da subito ho avuto problemi al cambio, la terza non entrava bene . In officina l' hanno riparata, però dopo qualche mese rimango x strada, il cambio si blocca completamente, rientra in officina, dopo più di 10 giorni mi consegnano la macchina,ma non sono sodisfatto di come funziona il cambio. pazienza. Sono io sportunato, ho siamo in tanti?????.Grazie.
Ritratto di corrado56
26 aprile 2012 - 23:43
Help!!! Ho un piccolo problemino con la mia j20 1.2 benzina,quando parto in salita la frizione slitta e strattona,in officina Hyundai mi dicono che non vale la pena sostituire la frizione e di andare avanti cosi',qualcuno x caso ha avuto lo stesso problema? Come si e' comportato il vostro meccanico? L'auto e' del 2010 quindi ancora in garanzia (5 anni)... Ho percorso solo 42000 km. Grazie!!! Corrado56
Pagine
listino
Le Hyundai
  • Hyundai Kona
    Hyundai Kona
    da € 19.550 a € 49.100
  • Hyundai i20
    Hyundai i20
    da € 16.850 a € 21.350
  • Hyundai Ioniq
    Hyundai Ioniq
    da € 29.500 a € 43.850
  • Hyundai i30
    Hyundai i30
    da € 19.900 a € 37.650
  • Hyundai i30 Fastback
    Hyundai i30 Fastback
    da € 25.700 a € 38.850

LE HYUNDAI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE HYUNDAI

  • Prime immagini per la versione sportiva della i20, rivale della Volkswagen Polo GTI, che dovrebbe arrivare nell'ultima parte del 2020. Qui per saperne di più.

  • Prosegue la serie di interviste ai responsabili delle case automobilistiche con Andrea Crespi, direttore generale della Hyundai Italia, al quale abbiamo sottoposto i temi del momento, legati alla crisi sanitaria che ha portato alla chiusura degli autosaloni e il conseguente azzeramento delle vendite.

  • La nuova edizione della citycar coreana si conferma accogliente e con un baule ampio. Gradevole la guida con i 67 CV dell’1.0 a benzina che, però, non è dei più silenziosi. Qui per saperne di più.