Pubblicato il 6 febbraio 2011
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
4
Confort
3
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.3333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Ho acquistato la mia i20 dopo aver analizzato fra aprile e luglio 2010 ogni vettura disponibile sul mercato nel segmento B. La mia è stata una scelta ponderata in quanto, in seguito ad un incidente di mia moglie col mio amato Fiesta 1100 GPL del 1994 ho constatato la convenienza di farlo rottamare. Da lì per la nuova auto ho considerato alcuni parametri inviolabili: - alimentazione a GPL o diesel - no benzina (mia moglie lavora a 50km da casa...) - 5 porte - per praticità con eventuali figli in futuro, ci siamo sposati 10 mesi fà - abs ormai ovunque di serie, esp opzionale - dimensioni sui 4 metri - cilindrata max 1400 - abbiamo già una ottima Suzuki Baleno Wagon a benzina del 1997 e non voglio spese esagerate di bollo e manutenzione - condizionatore - la Suzuki non ce l'ha - budget sui 10/11mila euro Di seguito ecco le candidate seriamente prese in considerazione: - Ford Fiesta GPL: bellissima ma cara, sui 12mila tirando il prezzo - Chevrolet Aveo GPL: mi piaceva parecchio e prezzo interessantissimo, ma evidenti problemi ai dischi dei freni dopo aver frequentato il forum dei possessori (internet è una manna...!) - Citroen C3 classic GPL: costa 200 euro in meno della i20, ma l'esp non è neanche disponibile a richiesta. tuttavia ottima macchina nonostante il telaio vecchiotto - Seat Ibiza GPL, interesante ed allo stesso prezzo della i20, motore 3 cilindri da 70 cv, parco nei consumi ma qualche dubbio su consumi e prestazioni, belli e solidi gli interni. mi piaceva molto l'agressività della carrozzeria Scartate subito o con pochi dubbi: Dacia Sandero, Peugeot 206 plus, Clio Storia, Nissan Micra, vecchia Suzuki Swift (bellissima fuori ma spoglia dentro e molto cara), opel corsa, opel agila (cara), Fiat punto classic (carissima - 11 e 600!!!) e Panda (12 e mezzo - ma dico, siamo matti!!!!!!!) e poi la i20: la prima volta l'ho vista a Rovigo, appena dopo la Aveo e l'ho etichettata troppo cara (11 e mezzo), non mi ha fatto gran impressione. Sono tornato a vederla a Ferrara la settimana dopo e apriti cielo: nonostante il prezzo base (di 10 e 300) fosse più alto di altre a farmi impressione è stato l'equipaggiamento del pack2, che per 700 euro in più è una cosa favolosa. Fuori la linea è piacevole e moderna e anche discretamente personale. Preferivo dei fascioni neri nei paraurti, ma ormai me la tengo com'è... Inoltre trovo le doni il bianco, cha la rende simile ad un giocattolone. Nelle prove pubblicate di solito è sempre grigia, tinta che appiattisce le sue belle curve. Resta il fatto che, piacente o meno, non è un'auto che si acquista in primis per il design, ma soprattutto per la concretezza e robustezza. Sulla mia per chissà quale motivo, ho trovato montati i cerchi da 15" con coppe (molto eleganti), al posto dei 14", che sembrano sottodimensionati sulla i20
Gli interni
Diciamolo subito: chi considera la vita di bordo come qualcosa di prestigioso ed eccessivamente ovattato ne resterà un pò deluso. L'unica carenza seria che trovo alla i20 è proprio una mancanza di allegria negli interni (risolta parzialmente con la Fiorucci, forse anche troppo carica). Il prezzo è basso e le plastiche degli interni, piuttosto rigide, pagano qualità rispetto alla concorrenza. La mia è una piccola critica rivolta solo ai materiali, non sicuramente agli assemblaggi, perfetti e privi di ogni cigolio anche dopo 10.000km dall'acquisto. Il lato positivo è la solidità e robustezza percepita. Un piccolo miglioramento economicamente sostenibile, da sottoporre alla Hyundai Motors Italia, sarebbe di adottare plastiche bicolore, già ordinabili all'estero, per rendere più brillante il cockpit. Per me comunque non è un problema grave. Prima di tutto ho cercato un prodotto solido e me ne faccio una ragione. Dentro lo spazio non manca e dietro si sta abbastanza comodi anche in 3. Lo spazio per le gambe è notevole, e anche il baule è decisamente capiente, ma con la soglia da terra un pochino alta. Ci stanno comunque tranquillamente due trolley grandi senza sollevare la cappelliera, o in alternative 9 buste della spesa e una cassa d'acqua. Adoro i sedili: contenitivi, un pelo rigidi ma ben profilati, ricoperti da un tessuto jeans robusto e che si pulisce semplicemente con un panno umido. La strumentazione è + che completa e ben visibile. La dotazione di sicurezza è di 6 airbags, in più col pack2 per soli 7000 euro ho gli utili comandi della radio al volante, con lettore MP3 e porta USB. Il computer di bordo, alloggiato nel display centrale, è sulla classic molto basico, senza consumo istantaneo. Ma ci può stare considerando la propulsione a GPL (impianto BRC montato in Italia) che è ininfluente ai fini del computer di bordo. L'abitacolo ha inoltre molti vani utili per appoggiare piccoli oggetti. Il vano davanti al passeggero è refrigerato di serie. Il condizionatore manuale fa più che dignitosamente il suo lavoro, mentre in inverno il riscaldamento funziona benissimo, scaldando rapidamente l'abitacolo (una notte ho preso la macchina mentre fuori c'erano -12 gradi...). Lo stereo ha di serie solo le casse anteriori, ma il segnale audio, pur non brillando eccessivamente, arriva pulito e abbastanza potente
Alla guida
Impressioni più che positive. Non è un fulmine di guerra ma le prestazioni sono proporzionate alla classe della vettura Innanzitutto è molto silenziosa. Il 1.2 il lega leggera 16 valvole da 78cv è abbastanza brioso. L'accelerazione è buona, la ripresa in quarta molto progressiva. In genere l'auto in marcia è molto reattiva e sembra avere poca inerzia, ha un'ottima scorrevolezza. Naturalmente se qualcuno è interessato al risparmio il 1.2 a gpl è perfetto, mentre se si cerca più brio, special modo per chi affronta spesso salite, è consigliabile il turbodiesel o il 1.4 benzina. A un propulsore sufficientemente potente si accoppia una trasmissione a 5 marce + rm molto morbida, dagli innesti corti e precisi, che non si impunta assolutamente come indicato dalle riviste, se non talvolta prima dei 7000/8000km. Il pedale dell''acceleratore è molto sensibile e va dosato con parsimonia, come quello dei freni, quattro dischi (anteriori autoventilanti) molto potenti e poco sensibili all'affaticamento sui tragitti montuosi. L'assetto è stabile, sicuro e abbastanza rigido. Se ciò pregiudica il comfort, soprattutto sullo sconnesso, da molta sicurezza sul misto veloce. Al resto provvede l'ESP, molto valido ma tarato per intervenire un pò presto, e l'ABS. La frizione è anch'essa molto morbida. Lo sterzo molto preciso. Tutto concorre a elargire alla guida non tanto emozioni, ma sicurezza a piene mani.
La comprerei o ricomprerei?
Sicuramente, al momento non ne sono per nulla pentito. Giudizio: una macchina onesta e senza fronzoli con un estetica simpatica e qualche dotazione interna intrigante. il prezzo (10.900 euro) resta in ogni caso molto interessante e almeno 2000 euro meno cara delle dirette concorrenti a parità di dotazione. Giudizi entusiastici anche del mio meccanico di fiducia, che mi ha rimarcato la proverbiale affidabilità Hyundai. Ottima anche la dotazione. Sono pochi gli optionals ordinabili, mentre i due pacchetti (pack 1 a 300 euro e pack2 a 700) ne aumentano la convenienza di acquisto. Il difetto infatti che imputo alla concorrenza diretta è di farsi stra-pagare alcuni optionals che potrebbero essere inclusi ormai di serie senza costi industriali esagerati. Certo, non ha un marchio blasonato e la linea (de gustibus...) per qualcuno è scarsa di appeal. Le plastiche interne non sono a livello della migliore concorrenza, ma se non si guardano questi elementi la i20 resta un'ottima auto, sicura (5 stelle euroncap - quarta auto più sicura del 2009), e dalla dinamica di guida sincera e stabile. Per chi da peso a queste caratteristiche più che alla moda, la i20 è un mezzo di trasporto perfetto, da acquistare con la testa.
Hyundai i20 1.2 Classic BlueDrive GPL 5p
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
1
0
0
VOTO MEDIO
3,0
3
1
Aggiungi un commento
Ritratto di MASSIMO69
8 febbraio 2011 - 18:51
Ottima prova molto dettagliata, ti faccio i miei complimenti dato che giudico il prodotto coreano negli ultimi anni sempre migliore. La tua auto assomiglia alla opel corsa ma sicuramente costa meno e offre di più.
Ritratto di 512s
8 febbraio 2011 - 19:05
Grazie Massimo, dimenticavo i consumi, che reputo ottimi. A GPL riempio la bombola (37l) con 26 euro (erano 23 l'estate scorsa! SIGH) e percorro 520-540km. Ho calcolato infatti che sono in media 17km/l a benzina e 14/15 a GPL. Per ora soddisfattissimi anche di quelli. Alan
Ritratto di Pierotto
11 marzo 2011 - 12:43
Anch'io ho appena acquistato una i 20 bianca 1200cc però con allestimento fiorucci e devo dire di condividere la maggior parte delle cose dette in questa prova. Magari quando avrò percorso qualche Km in più scriverò anch'io la mia prova. Cmq per il momento sono contentissimo e soddisfatto dell'acquisto. Essendo la mia dotata di specchietto retrovisore con monitor e telecamera posteriore ed avendo ancora un ingresso AV libero, desideravo sapere se era possibile collegare una sorgente video esterna. Spero che qualcuno di voi possa aiutarmi e grazie.
Ritratto di 512s
13 marzo 2011 - 12:04
Grazie del commento e complimenti per l'acquisto. Riguardo alla tua domanda non so la risposta, ma ti invito ad inscriverti allo Hyundai club Italia: http://www.hyundai-club.eu/hyundai/content.php Gira la domanda lì nella sezione i20 e qualche smanettone esperto, a differenza mia, potrà risponderti
Ritratto di gig
31 luglio 2012 - 18:52
Buonasera! Sono anche io un felicissimo possessore di una Hyundai (nel mio caso una i10). Ho letto il link che hai qui postato e mi sono fatto un giro su questo forum di "hyundisti"... devo dire che l' ho trovato interessante! Tu sei iscritto? :)
Ritratto di Franchigno
18 marzo 2011 - 04:13
Non ho letto con attenzione ma mi pare che non hai nominato un altra chicca...La garanzia di 5 anni...!!Alchè la dice lunga sulla qualità Hyundai.
Ritratto di 512s
20 marzo 2011 - 21:41
la garanzia era di 3 anni alla firma del contratto. A me bastavano ed avanzavano... poi dopo 3 giorni sento per radio la pubblicità che su tutta la gamma "i" ed "ix" avevano esteso la garanzia a 5 anni... convinto che me ne sarei tenuti 3 (pari ai costruttori giapponesi e meglio degli europei), sono andato in concessionaria a chiedere, scoprendo che i 5 anni iniziavano dalla data di immatricolazione, non dalla stipula del contratto. SPETTACOLO!!! Bisogna anche quindi contare che ho potuto stipulare un finanziamento agevolato con la mia banca, evitando i finanziamenti con tassi astronomici tipici delle concessionarie, di solito necessari per poter ottenere (con sovrapprezzo evidente) un prolungamento della garanzia da due a 5 anni. ...ed il tutto gratis! Ora la garanzia è ottima, ma è una lama a doppio taglio, perchè ti vincola ai tagliandi ufficiali, e quindi più costosi di quelli del meccanico di fiducia. Quindi verificherò i vantaggi col tempo. Per ora sono sempre soddisfattissimo della vettura, ormai a quota 14.000km e vicina al primo tagliando. vi riferirò...
Ritratto di Games
25 marzo 2011 - 09:24
Io con la mia coupe non pago un'esagerazione per i tagliandi. Certe che poi potrebbero "inventarsi" delle voci strane. A me cambiano il microfiltro del clima ogni 30.000 km ( 100 € circa ). Poi col GPL sostituisco gli iniettori ogni 15/20.000 a causa del GPL sporco (intervento dall'installatore dell'impianto :ricambio gratuito , spesa di manodopera 30 € , una sola volta , le altre gratis ) . Il resto , olio , filtri ecc. intorno alle 100€. Certo che se ti compri l'olio e i filtri da solo , ne spendi si e no 50. Considera che per cambiarli ci si mette 10 minuti scarsi , ma loro ti mettono 2 o 3 ore di manodopera. Poi la Hyundai mette spessissimo uno sconto del 15% in alcuni periodi dell'anno. Se non hanno cambiato politica , ti arriverà per posta
Ritratto di Pierotto
26 aprile 2011 - 18:34
Grazie, seguirò subito il tuo consiglio che mi sembra molto utile sperando di risolvere il problema
Ritratto di corrado56
5 marzo 2012 - 00:44
La tua prova e'veramente ben fatta e dettagliata,anch'io ho acquistato avendo un budget di 10mila euro,a Febbraio 2010 una j20 classic benzina con pack2 e non mi trovo per niente pentito,ci sono auto della stessa categoria molto piu' blasonate e COSTOSE che offrono come optional quello che di serie c'e' gia' sulla j20 (6airbag,usb,4 dischi,clima,radio cd,comandi al volante,volante regolabile altezza e profondita' ecc...),Anche il Presidente della Wolkswagen e'rimasto male a un Salone dell'auto,ammettendo che le auto Hyundai sono fatte meglio delle sue!!!Ho gia' percorso 38000 km e sono veramente soddisfatto,anche i consumi sono buoni,in media su percorso misto mi fa' circa 15 km lt e in autostrada sono arrivato anche a fare 21 km lt(110/120 orari).Spero di riuscire anche con la j20 a raggiungere i km percorsi con la Golf Medison 1.6 che ho avuto dal '90 al '98 con la quale ho percorso 290000 km e venduta ancora con la frizione,e la marmitta originali,anche il motore era ancora buono ma cominciava a dare inumeri ogni tanto,comunque d'ora in poi Hyundai for ever...ciao a tutti!!!
Pagine
listino
Le Hyundai
  • Hyundai i30
    Hyundai i30
    da € 19.400 a € 37.500
  • Hyundai i30 Fastback
    Hyundai i30 Fastback
    da € 25.350 a € 28.900
  • Hyundai Santa Fe
    Hyundai Santa Fe
    da € 51.700 a € 57.250
  • Hyundai Tucson
    Hyundai Tucson
    da € 23.050 a € 40.500
  • Hyundai ix20
    Hyundai ix20
    da € 18.500 a € 20.250

LE HYUNDAI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE HYUNDAI

  • La versione N Line della i30 Fastback ha un look più grintoso sia all'interno che all'esterno e tarature specifiche per telaio e sospensioni. Qui per saperne di più.

  • Questa show car monta 70.000 euro di pezzi in carbonio e nasce per promuovere il programma di personalizzazioni N Option per le versioni più spotive della Hyundai.

  • Sportività ma anche basso impatto ambientale nei prodotti della Hyundai al Salone di Parigi: ne parliamo con il direttore generale di Hyundai Motor Company Italy.