Kia Niro HEV 1.6 GDi DCT Energy

Pubblicato il 11 febbraio 2019
Ritratto di Chrisrossonero
alVolante di una
Kia Niro HEV 1.6 GDi DCT Energy
Kia Niro
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
5
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
4
Frenata
4
Sterzo
4
Tenuta strada
4
Media:
4.4166666666667
Perché l'ho comprata o provata
L'ho comprata perché cercavo un'auto ibrida con la quale sostituire il mio vecchio diesel euro 4. Avevo bisogno di una macchina più alta da terra in quanto soffro di problemi di schiena. La Niro é un Crossover che si da un'aria sportiveggiante, con un'altezza da terra solo leggermente sopra la media, e un tetto che va a scendere verso il retro, dove si conclude con un bel spoiler nero lucido. Il frontale si fa notare per il "tiger nose", marchio di fabbrica Kia, delle prese d'aria sui fianchi e per i fari full led (optional) che la rendono aggressiva quanto basta. Le fiancate sono meno lavorate, con un'ampia vetratura che va a rastremarsi verso il retro, del quale già si possono intravvedere i gruppi ottici "a sbalzo". Importante la presenza scenica dei cerchi da 18 (optional), dei vetri oscurati posteriori e di diverse cromature che danno un'aria premium al tutto. La coda é croce e delizia, non a tutti piace, sicuramente é oggetto di discussione. Per quanto mi riguarda trovo che abbia una propria personalità, i fari hanno un volume proprio e un design diverso dal solito, mentre nella parte bassa troviamo uno stile fuoristradistico determinato da un paraurti pronunciato e massiccio.
Gli interni
Iniziamo dal posto di guida. Pur venendo da un marchio premium (BMW) mi sono trovato subito a mio agio: sedili in pelle, volante ben curato, comandi elettronici per i sedili e quasi tutto il resto. Si trova facilmente la propria posizione di guida, la visibilità é buona ma non eccelsa. Peccato per la mancanza di una memoria per la posizione di guida. La plancia é moderna, con tachimetro digitale e schermo touch al centro. Alternanza di plastiche morbide e rigide, ma sempre ben assemblate. Si ha sempre tutto sott'occhio, per chi non é pratico vi sono diversi tasti fisici per richiamare i diversi menú del sistema multimediale. L'uso appare chiaro e ordinato. Forse il punto che stupisce maggiormente é l'abitabilità. Due persone anche sopra i 180 cm di altezza posso sedersi una dietro l'altra senza problemi. La larghezza permette di sedersi comodamente anche in tre dietro (quasi assenti ostacoli dove mettere i piedi). I sedili sono comodi e ben fatti, forse la pelle non é top per la qualità (raffrontati ad esempio con la Bmw che avevo in precedenza) ma al tocco si fa comunque apprezzare. Buona anche la presenza dei vetri oscurati. Male invece la mancanza di qualunque presa per i posti dietro, la mancanza di qualsiasi vano refrigerato e di una luce di cortesia sul vano passeggero. Nella media gli spazi ove poggiare cose, in particolare molto capiente il bracciolo. Bagagliaio nella media per la categoria, male però nelle rifiniture, qui davvero scadenti...
Alla guida
Se si guarda alla prestazione pura, meglio volgere l'orizzonte altrove: é una macchina per viaggiare in modo confortevole ed economo, non per fare gare... Se si guarda per quello che la macchina vuole essere, un crossover ibrido, la ritengo a fuoco. Il motore termico da 105 cavalli fa il suo, muove l'auto senza impuntamenti, coadiuvato bene da un buon cambio doppia frizione. Il motore elettrico da 43 cavalli svolge due funzioni: coadiuva il termico per consumare meno o per dare più prestazione quando si pigia di più sull'acceleratore. Bisogna poi imparare il famoso "veleggiamento": prima ci si porta col termico alla velocità di crociera, poi si alza il piede e si veleggia tenendo il motore al minimo. In questo modo spesso entra la modalità solo elettrica, che aiuta a risparmiare parecchio spegnendo il motore benzina. Importante la presenza della modalità sport, che fa spremere a fondo la potenza del'ibrido, che risulta essere più che buona. I consumi sono circa 5l/100km. Il cambio é un automatico doppia frizione sei rapporti, accompagna bene la trazione ibrida, senza impuntamenti, direi nella media. Buona la modalità sport per divertirsi ogni tanto o per fare salite impegnative: promosso. Lo sterzo sulle prime non mi é piaciuto. In manovra é leggerissimo, da utilitaria. Ma nella guida si indurisce man mano che la velocità sale, e pare sempre più che adeguato e preciso. Non si avrà una guida sportiva, ma non mi ha mai deluso, aiuta nella sensazione generale di comfort percepito. Ci sono poi due tipi di frenata. Frenata rigenerativa: é una frenata "elettrica" con la quale il sistema ricarica la batteria. Si attiva quando la frenata é progessiva e leggera. Freno meccanico: il classico freno a disco. Entrando prima in azione il freno elettrico, sembrerà in alcuni casi di avere un ritardo della frenata, o che sia poco efficace. In realtà i freni sono belli decisi ed adeguati. Anche in questo caso starà quindi all'utente adeguarsi a questo sistema.
La comprerei o ricomprerei?
La comprerei sicuramente, risponde esattamente alla tipologia di auto di cui avevo bisogno!
Kia Niro HEV 1.6 GDi DCT Energy
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
1
2
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
5
Aggiungi un commento
Ritratto di deutsch
12 aprile 2019 - 10:24
4
buona prova ed ottima scelta. la sto valutando anch'io
Ritratto di mr.chupito
15 maggio 2019 - 16:53
l' ho acquistata anche io dando indietro una Paceman 2.0 SD, e devo dire che non tornerei indietro. Grande guida, ottimo il motore con ripresa e velocità superiori a quelli dichiarati. Cambio automatico ottimo a differenza di altre ibride effetto scooter. Curatissimi gli interni che fanno percepire una certa buona fattura. Consumi da utilitaria e spazio in abbondanza ovunque.
listino
Le Kia
  • Kia Picanto
    Kia Picanto
    da € 11.150 a € 15.350
  • Kia XCeed
    Kia XCeed
    da € 22.750 a € 32.750
  • Kia Optima
    Kia Optima
    da € 44.000 a € 44.000
  • Kia Sorento
    Kia Sorento
    da € 47.000 a € 51.000
  • Kia ProCeed
    Kia ProCeed
    da € 29.000 a € 34.500

LE KIA PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE KIA

  • La nuova Kia ProCeed abbina forme filanti alle ottime doti di carico di una wagon. E questa versione GT, mossa da un 1.6 turbo da 204 CV, è anche “cattiva”. Qui per saperne di più.

  • La Kia e-Niro è la versione a batteria della crossover coreana: è spaziosa, silenziosa e nella versione da 204 CV ha brio da vendere. Elevata l’autonomia e, di conseguenza, i tempi di ricarica. Qui per saperne di più.

  • Kia Proceed e Sportage sono le protagoniste dello stand della casa coreana al Salone di Parigi. Ne discutiamo con l'amministratore delegato di Kia Motors Company Italy.