Mercedes E 220d Premium Plus 9G-Tronic

Pubblicato il 30 aprile 2016
Ritratto di Peppe
alVolante di una
Peugeot 207 1.6 16V HDi 90 CV FAP XS 3p
Mercedes E
Qualità prezzo
4
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
5
Visibilità
4
Confort
5
Motore
5
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.8333333333333
Perché l'ho comprata o provata
Ricopro il ruolo di Product Expert Mercedes presso la Comer Sud di Misterbianco (CT); ho quindi modo di guidare la nuova W213 quotidianamente. Con la nuova Serie W213, la Mercedes Classe E è giunta alla decima generazione. E’ senza dubbio il modello di riferimento per le berline di lunghezza di poco inferiore ai 5 metri: è lunga 492 cm, 4,3 cm in più della Serie precedente e vanta anche un passo maggiorato di ben 6,5 cm; la larghezza è diminuita di 6 cm e l’altezza di 2 cm, tutto a vantaggio della linea, decisamente più filante di prima. Sono disponibili 5 livelli di allestimento; la caratterizzazione delle varie versioni è marcata: gli esterni delle versioni Sport e Business Sport presentano la grossa Stella inclusa nella mascherina centrale; le versioni Exclusive vantano una calandra più classica, con una spessa mascherina cromata e la classica Stella Mercedes posizionata in alto sul cofano che riprende fedelmente il design dell’ammiraglia della casa, la Classe S, rivolta a chi cerca un’immagine più esclusiva. Le versioni AMG LINE e Premium Plus riprendono la mascherina frontale con la Stella inclusa, aggiungendo paraurti dal taglio decisamente più aggressivo. Una caratteristica storica delle varie Serie della Mercedes-Benz Classe E è sicuramente il faro anteriore sdoppiato; pur sotto un’unica parabola, anche l’attuale generazione presenta all’interno un fanale ad effetto sdoppiato con una doppia striscia di LED. Tutte le versioni montano di serie il fari con tecnologia LED; la tecnologia Intelligent Light System gestisce automaticamente il fascio di illuminazione per adeguarlo al tipo di strada che si sta percorrendo, in funzione della velocità, nonché la rotazione della parabola del faro per seguire i movimenti del volante e fornisce una maggiore illuminazione in curva; inoltre, la funzione fendinebbia – accendendo il retronebbia – sostituisce il classico faretto antinebbia. A livello di illuminazione, una delle innovazioni tecnologiche è sicuramente la tecnologia MULTIBEAM LED: ognuno dei fari anteriore dispone di ben 84 LED a gestione singola, che forniscono sempre la massima illuminazione disponibile. Quando si incrociano veicoli, il sistema modifica l’accensione dei LED singolarmente per creare coni d’ombra attorno agli oggetti che non devono essere abbagliati, senza però compromettere la visibilità di chi guida. La coda è la parte maggiormente evoluta rispetto al passato: il raccordo tra il montante C e il vano bagagli è nettamente più morbido, quasi da coupè. I fanali riprendono il design delle altre berline Mercedes-Benz, aggiungendo il curioso effetto "stardust": una particolare superficie all'interno dei fanali riflette la luce come a creare l'effetto di tanti piccoli diamanti incastonati nei fanali. Tutte le versioni hanno i cerchi in lega di serie, con misura minima di 17” e design diverso in base all’allestimento; le versioni AMG LINE e Premium Plus offrono di serie i cerchi da 19”. Il comfort è uno dei valori storici Mercedes-Benz, e la nuova Classe E non fa eccezione; per avere ancora più comfort è possibile ordinare le sospensioni ad aria con regolazione singola per ogni ruota (AIR BODY CONTROL) e regolazione dell'altezza variabile.
Gli interni
Spettacolari, che altro dire. Spiccano innanzitutto le luci ambiente che illuminano molte parti dell'abitacolo, regolabili nell'intensità ma soprattutto nella colorazione, con ben 64 colori a scelta di serie per tutti. Nell’impostazione, la plancia riprende le quattro bocchette tonde al centro simili a quelle già viste sulla Classe S, con la consolle centrale ed il tunnel centrale morbidamente raccordati tra di loro, ispirati agli interni della Classe C. I comandi a bilanciere cromati del climatizzatore sono altresì molto belli e pratici da usare. A colpire è poi il display "widescreen", composto da un doppio display da 12,3" ciascuno. Quello di sinistra sostituisce la classica strumentazione a lancetta ed è possibile configurarlo su tre diversi tipi di grafiche digitali: classico, sportivo e progressivo. Il display centrale permette di comandare l'impianto multimediale COMAND, che integra le funzioni principali di audio, navigazione, telefonia, nonché altre "chicche" come la lettura dei segnali stradali, connessione ad internet, servizi sul traffico, funzione "concierge" per ricevere info da un operatore e molto altro ancora... Entrambi gli schermi possono essere comandati dai comandi touch sul volante, intuitivi e precisi. Il display centrale viene gestito soprattutto con il controller e il touchpad sul tunnel: quest'ultimo ha una superficie sensibile al tocco che riconosce l'immissione di caratteri alfanumerici per inserire indirizzi di navigazione e numeri di telefono, nonché l'accesso a rapido a determinate funzioni. Usandolo come poggiapolso, i comandi touch vengono disabilitati. Resta ferma la possibilità di utilizzare parte delle funzioni del COMAND attraverso i comandi vocali del VOICETRONIC. La versione Premium Plus è ulteriormente arricchita da interni rivestiti in pelle e dal tetto apribile, di serie. Piccola curiosità finale: gli interni sono stati disegnati in Italia, del centro stile Mercedes-Benz a Como..
Alla guida
Sediamoci al posto di guida e partiamo: le possibilità di regolazione del sedile, tramite i pratici comandi sulla porta, sono molteplici; persino la lunghezza del cuscino e l’altezza del poggiatesta possono essere regolate elettricamente. Sparito l’obsoleto pedale del freno di stazionamento, adesso tutto il sistema è a gestione elettronica. L'auto può quasi guidare da sola: il pacchetto più evoluto può contare su cruise control adattivo (DISTRONIC) con assistenza automatica allo sterzo anche nelle curve leggere, Blind Spot Assist (monitoraggio dell'angolo cieco) e Lane Keep Assist (uscita involontaria dalla corsia di marcia) in versione attiva (riportano l'auto automaticamente in corsia con interventi frenanti di correzione della traiettoria), sistrema PRE SAFE PLUS antitamponamento, Brake Assist con frenata di assistenza agli incroci, assistenza alla manovra di scarto (basta dare un piccolo input al volante e l'auto aiuta nel compimento e nel rientro in corsia dopo una manovra di scarto); in Italia non è disponibile la funzione di sorpasso automatica. Di serie per tutte troviamo comunque la frenata assistita Brake Assist attivo con una frenata al 100% automatica, compresa la funzione di frenata automatica in caso di attraversamento di pedoni, il sistema PRE SAFE Sound che prepara il timpano degli occupanti all'impatto tramite un segnale acustico, l'ATTENTION ASSIST (anti colpo di sonno). Decidiamo però di guidare "alla vecchia maniera" e notiamo subito che uno dei pezzi forti di quest’auto è il nuovo motore 4 cilindri 2.0 con ben 194 cv e 400nm di coppia a 1600 giri. Rispetto al precedente propulsore 2.1, il nuovo 2.0 è decisamente più potente (+24 cv), economo e silenzioso; grazie alla costruzione con materiali leggeri ma ad alta resistenza, come l’alluminio, pesa molto meno. Leggermente ruvido solo ai bassi giri, è silenzioso e molto scattante ma riesce a consentire un consumo eccezionale (con motore ancora in rodaggio, su un ciclo cittadino ho fatto 15,5 km/l!). Le doti del nuovo motore sono decisamente evidenti, soprattutto per chi è abituato a guidare il precedente motore 2.1. In alternativa si può scegliere il classico 3.0 6 cilindri da 258 cv della versione “350”. Tutte le motorizzazioni sono abbinate al modernissimo e fluido cambio automatico a 9 marce, tutto fatto in Mercedes, mentre marchi come Jeep, BMW e Jaguar adottano cambi sviluppati da costruttori esterni come ZF oppure con un numero minore di rapporti. La maneggevolezza è uno dei valori Mercedes-Benz: anche guidando il grosso GLS, si ha la maneggevolezza di una berlina compatta e questa caratteristica vale anche per la nuova Classe E. Nonostante i quasi 5 metri di lunghezza la vettura è facilmente manovrabile, grazie anche al generoso angolo di sterzata, ottenuto come sempre grazie alla tecnica costruttiva a trazione posteriore. La tenuta di strada è eccellente, grazie anche la leggerezza della vettura – ottenuta con l’utilizzo di materiali leggeri ma ad alta resistenza come l’alluminio – e il posteriore non si scompone nemmeno accedendo ad alta velocità sui curvoni.
La comprerei o ricomprerei?
Potessi, sì! L'immagine di questo modello è stata notevolmente svecchiata rispetto alla precedente e incontra molto meglio i gusti di una clientela giovanile. Oltretutto, alcune funzioni come lo smartphone che funge da chiave di apertura (tecnologia NFC), ricarica wireless (standard Qi) o il parcheggio tramite smartphone, sembrano proprio fatte per attirare una clientela più giovane e tecnologica. Adesso c'è la moda dei SUV, ma auto come questa dimostrano che il potenziale delle berline è veramente tanto, ed è un peccato relegale questo segmento ai soli NCC
Mercedes E 220d Premium Plus 9G-Tronic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
1
VOTO MEDIO
1,0
1
1
Aggiungi un commento
Ritratto di il_gazza
5 maggio 2016 - 16:08
Apprezzo il fatto che hai chiarito subito che lavori per mercedes e non metto in dubbio che l'auto sia buona ma un tuo parere è un po' come chiedere all'oste se il vino è buono...
Ritratto di fastidio
1 giugno 2016 - 14:07
3
come chiedere a una mamma se il proprio figlio è bello...
Ritratto di Pellich
13 maggio 2016 - 10:37
Condivido il pensiero di "il gazza", la prova perde di credibilità con la semplice e onesta premessa, senza contare che trovare 5 stelle su tutto la fa sembrare inevitabilmente troppo faziosa (la perfezione non esiste), pur essendo l'auto senz'altro valida. Aggiungo, e non solo io, che purtroppo assomiglia troppo alla Classe C. Infine, credo che la prossima generazione della Serie 5 sarà superiore (non nettamente, ma "ai punti") a questa "E", esattamente come l'attuale Serie 7 si è dimostrata essere tecnologicamente più avanzata, nel complesso, della "S".
listino
Le Mercedes
  • Mercedes G
    Mercedes G
    da € 115.020 a € 177.181
  • Mercedes S Cabrio
    Mercedes S Cabrio
    da € 269.917 a € 269.917
  • Mercedes S Coupé
    Mercedes S Coupé
    da € 105.087 a € 259.960
  • Mercedes AMG GT Coupé 4
    Mercedes AMG GT Coupé 4
    da € 161.568 a € 175.891
  • Mercedes X
    Mercedes X
    da € 36.978 a € 47.196

LE MERCEDES PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MERCEDES

  • I 639 CV che scalpitano sotto il cofano della Mercedes-AMG GT Coupé 4 63 S 4Matic+ le consentono accelerazioni e allungo riservati fino a poco tempo fa solo alle migliori sportive. Efficace nel traffico come in pista, manca però di quel carattere un po’ “selvaggio” tipico delle AMG d.o.c.. Qui per spaerne di più.

  • La prossima generazione della Mercedes GLE punta sull'eleganza, ma fa il pieno di tecnologie. Sarà in vendita all'inizio del prossimo anno. Qui per saperne di più.

  • Il Mercedes Vision Urbanetic ha una carrozzeria intercambiabile e un sistema di autopilota per renderlo operativo 24 ore su 24. Qui per saperne di più.

Mercedes usate