Mini Mini base

Pubblicato il 14 gennaio 2010

Listino prezzi Mini Mini non disponibile

Qualità prezzo
4
Dotazione
4
Posizione di guida
4
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
3
Motore
4
Ripresa
4
Cambio
2
Frenata
4
Sterzo
3
Tenuta strada
5
Media:
3.6666666666667
Perché l'ho comprata o provata
Salve a tutti, come ben sapete, il primo modello della Mini uscì nel 2001, quando ormai il famosissimo marchio Inglese Mini era già stato acquistato dai Bavaresi della BMW, ma si era già fatta notare nel 2000 al salone dell' automobile di Parigi e Birmingham, dove anche mia mamma fù affascinata dalle rotonde linee della nuova Mini, che fonde i tre archetipi del corpo umano: un solido corpo maschile, sensuali curve femminili e persino alcuni elementi arrotondanti tipicamente infantili". Ai primi due spetta l'attirare il pubblico maschile, al terzo di conquistare quello femminile. Dopo solo un anno dall' uscita della nuova "inglesina" mia mamma ne ordinò subito una, scelse la ben accessoriata Mini One De Luxe dotata di un buon 1.6 ad di iniezione elettronica e sedici valvole comandate da un unico albero a camme che sviluppa 90 CV, il motore era un BMW costruito in Brasile dalla Chrysler, quindi di Inglese a questa Mini rimaneva ben poco. Il tempo di consegna è stato abbastanza breve solo 3 mesi infatti nel febbraio del 2002 l' andammo a ritirare all BMW. La prima impressione sulla dotazione di questa automobile è stata sicuramente molto buona, visto che era provvista di sedili anteriori sportivi color rosso, cambio e volante in pelle, aria condizionata, ABS, ASR, 4 airbag lettore CD con comandi al volante, vetri posteriori e lunotto oscurati, finestrini anteriori ad impulso, rilevatore di perdita di pressione nei pneumatici, cerchi in lega da 16 pollici e vernice metallizzata nera, con specchietti e tettuccio bianchi, anche i dettagli mi sembravano ben curati con cromature, sia sulle maniglie che sui battitacco nell' abitacolo, come dotazione non è male ma sicuramente non costa poco, anzi gli optional li paghi molto cari e alla fine l' auto è costata 20.000€. Un informazione da non trascurare è la sicurezza, la Mini utilizza una piattaforma sviluppata totalmente dalla BMW che sfrutta un'archittetura complessa capace in caso d'urto frontale di proteggere i passeggeri anteriori da seri danni dovuti all'arretramento del motore, quest'ultimo infatti si posiziona al di sotto del pianale, e grazie ai 4 airbag e le cinture con pretensionamento la Mini si è guadagnata 4 stelle **** nei crash test.
Gli interni
Gli interni della Mini One De Luxe sono assolutamente molto affascinanti, belli e suggestivi soprattutto grazie al fondo luminoso color rosso fuoco, che illumina in maniera molto chiara tutto il cruscotto e la strumentazione, sebbene sia quest' ultima che i comandi siano ispirati al vecchio modello, hanno uno stile molto moderno. Ovviamente la prima cosa che salta all'occhio è lo strano posizionamento del contagiri e del tachimetro, che non sono posti li davanti al volante uno accanto all' altro, come la maggior parte delle altre auto, ma sono posizionati uno lontano dall' altro. Il contagiri è posizionato proprio sopra il "collo" del volante, quindi ben visibile, mentre il tachimetro, con fondo scala a 240 km/h, è stato inserito all' interno della console centrale vicino al cambio, l' unico difetto? E' che in quella posizione l' attenzione del conducente è compromessa, visto che deve allontanare lo sguardo dal parabrezza per vedere la velocità che stà facendo. Altro difetto che fa discutere è la distribuzione e lo sfruttamento degli spazi interni poiché la nuova Mini, pur presentata come una 4 posti è una 2+2 scarsa, anche la luce interna è insufficiente ad illuminare in maniera chiara tutto l' abitacolo interno. Il design interno è degno di una BMW, anche se la qualità dei materiali è al quanto scarsa, sopratutto i sedili che una volta tirati avanti per far entrare nei posti posteriori i passeggeri non ritornano più nella loro sede iniziale e sono quindi nuovamente da registrare, e poi dopo poco, mi si è accesa la spia dell' airbag, che segnala un problema di contatti sempre sotto il sedile. Questi sono difetti che non ti aspetteresti da una Mini progettata e costruita da qui "pignoli" dei tedeschi, soprattutto dopo averla pagata 20.000€.
Alla guida
Come prima impressione la "nuova" Mini si presenta sicuramente molto vivace, visto il 1.6 sedici valvole da 90 CV che monta, la velocità massima è di circa 187 km/h e passa da 0 a 100 km/h in circa 11 secondi, non sono prestazioni da vera auto sportiva ma per un 1.6 da 90 CV non c' è male, visto che non è nemmeno un motore sovralimentato. Il propulsore ha una erogazione abbastanza lineare, anche se sotto i 3000 RPM (giri/minuto) il motore è un pò "pigro" mentre dai 3.000 giri in poi "tira" bene fino ai 5.500 giri dove in 5° marcia raggiunge la velocità massima, quindi per i sorpassi occorre utilizzare bene il cambio tenendo sempre il motore ad alti regimi. - Il consumo è il tallone d' achille della Mini, in città fà i 9 km/l mentre in strade extraurbane senza "spingere" sull' acceleratore fa tranquillamente i 13 km/l, sicuramente l' alto consumo è causato dal peso della vettura, che impone motori di alta cilindrata molto "assetati" e di costosa gestione. - Il cambio è sicuramente uno dei difetti più evidenti della Mini, che a soli 70.000 km è diventato troppo duro, nonostante aver rispettato la normale manutenzione, infatti fa molta fatica ad entrare la 1° marcia dando l' impressione che si incastri contro qualcosa, una scelta tecnica che io non condivido è aver messo la retromarcia inseribile senza dover azionare nessun tipo di meccanismo a pressione (pulsante sotto il pomello del cambio) che ritengo sia molto utile, visto che può succedere agli "sbadati", che passano da un cambio a 6 marce ad un cambio a 5 marce, di grattare molto duramente. - Lo sterzo è duro e forse un po' faticoso per le donne nelle manovre strette in città, ma è molto preciso e reattivo in qualsiasi situazione, il raggio di sterzata invece è nella norma, anzi forse da una macchina così piccola ci si aspetterebbe una maggior agilità nello "stretto". - La tenuta di strada è sicuramente il punto forte di questa macchina, che con la sua larghezza, assetto rigido (grazie alla geometria delle sospensioni che è configurata secondo la struttura a ruote indipendenti MacPherson all'avantreno e uno schema a bracci multipli (triple-link) al retrotreno), cerchi in lega da 16 pollici e al suo peso è ben fissata in terra e ha una tenuta davvero molto notevole sia nelle curve veloci che nelle curve strette, quasi come un go kart, il telaio sviluppato totalmente dalla BMW è davvero ottimo e molto rigido, la Mini soffre poco anche il sottosterzo, classico difetto delle auto a trazione anteriore. - Il confort non è di certo il punto forte della Mini, sia per le dimensioni interne che per le rigide sospensioni, inaspettatamente questa Mini si comporta molo bene anche sul bagnato soprattutto, grazie al sistema di antislittamento (ASR) a volte troppo invasivo, perchè tende a "smorzare" troppo il motore, ma fondamentale per far si che la macchina reagisca a dovere anche sul bagnato. - La frenata è molto buona grazie a 4 freni a disco che rendono la frenata graduale ma repentina, l' ABS si comporta molto bene sia in caso di emergenza "staccando all' ultimo" sia sul bagnato, evitando che le ruote si blocchino. - La visibilità al posteriore è pessima e molto limitata, sopratutto quando si hanno 2 passeggeri nei posti posteriori, il lunotto è molto picco e lo specchietto retrovisore interno non è dei migliori, quindi consiglierei i sensori di parcheggio posteriori, per l' anteriore la visibilità è molto buona e per i parcheggi è molto facile riuscire a vedere il muso della macchina, senza rischiare di sbattere, buona anche la visibilità laterale attraverso gli specchietti retrovisori esterni regolabili elettronicamente. - La posizione di guida è molto buona, il volante è regolabile in altezza, come il sedile del conducente, per quelli molto alti (190 cm o oltre) la posizione non è delle migliori, perchè se si abbassa il volante si tocca con le ginocchia, e se si tiene alto è scomodo perchè non dà la sensazione di essere in simbiosi con la macchina, non si ha l' impressione di essere un unica cosa, tra pilota e auto, ma il problema è risolvibile smettendo di crescere o cercando di abbassarsi.
La comprerei o ricomprerei?
Bhè, nonostante i difetti al cambio, una scarsa visibilità, uno spazio interno mal progettato e poco funzionale, agli elevati consumi, ad uno spoiler anteriore molto basso, tanto da toccare su molti dossi o tornanti ripidi e ad una posizione di guida non ottimale per la gente molto alta è una macchina che ricomprerei semplicemente perchè la Mini è la Mini, è bella affascinante, molto sexy, sopratutto cult e fa impazzire le ragazze, la parcheggi ovunque e se vuoi ti puoi anche divertire grazie ad un buon motore, poi anche se il prezzo è elevato ha comunque un ottimo rapporto qualità-prezzo. Quindi io la Mini, ve la consiglio sempre, indipendentemente dal modello o dalla serie, che sia la I°, II° o III° sia per la sua lunga storia automobilistica che per il suo design, però vi sconsiglio la Clubman non è affatto CULT ! ! !
Mini Mini
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
0
1
0
0
VOTO MEDIO
4,0
4
2
Aggiungi un commento
Ritratto di Puglio
19 gennaio 2010 - 19:26
6
mi dispiace ma la Mini nn l'ho mai amata...xkè tutti quelli ke la comprano lo fanno solo perkè è una Mini...di difetti ne ha...e tanti...ci sono molto utilitarie più belle, pratiche,sportive,comodo,eleganti e potrei continuare... No la Mini nn la compro per principio...
Ritratto di lenzy30
19 gennaio 2010 - 20:06
Bhè si ha i suoi difetti, però è una macchina molto bella e ben fatta, il motore non è male e ci si può anche divertire, poi secondo me la mini è una macchina che, piace tantissimo oppure non piace per niente, perchè è un auto molto particolare che piace o no, non lascia vie di mezzo
Ritratto di fastidio
20 gennaio 2010 - 13:28
4
utilitarie più belle? mah secondo me la mini è una delle più attraenti, stesso discorso per la sportività..
Ritratto di Oscar
27 gennaio 2010 - 19:44
la mini è veramente unica, vorrei chiederti 1 cosa, anche se il modello è (senza offesa) vecchio, il motore a 130 km/h quanto si sente? a quanti giri va il motore? non pretendo tanto dato che il modello è del 96'
Ritratto di lenzy30
28 gennaio 2010 - 09:20
No, aspetta, la presentazione fù fatta nel 96', ma il mio modello è del 2002, cioè lo stesso che presentarono nel 96'. Comunque credo che in 5° marcia ai 130 km/h sia sui 3.000 - 3.500 RPM (giri minuto) come rumorosità, bhè se si superano i 3.000 giri si sente, ma è abbastanza piacevole il "rombo", ma se si affonda l' acceleratore la rumorosità aumenta, ma non molto, invece se si spinge giù il pedale dell' acceleratore tutto in una volta, anche se si è sopra i 3.000 giri, il rumore aumenta notevolmente, poi diciamo che dai 5.000 giri il rumore (abbastanza forte) rimane quello fino ai 6.000 giri, oltre si sente che l' auto và "fuori giri". Quindi diciamo che l' insonorizzazione è soddisfacente e non la si sente molto, ma in autostrada se si và via ad un ritmo sostenuto il rumore sale un pochino come rumorosità, ma è sempre sopportabile. La mia Mini ha 8 anni e 87.000 km quindi può essere che le Mini più recenti e con meno chilometri sul "groppone" vadano meglio e facciano meno rumore. Spero di essere stato esauriente.
Ritratto di roberto88vv
4 febbraio 2010 - 15:25
bellissima recensione, completa di ogni dato utile. secondo me però è sbagliato considerare la mini come un'utilitaria (è stata definita così in un commento precedente). le utilitarie sono auto piccole e di poco costo capaci di offrire praticità ed essere usate in ogni condizione. La mini non può essere definita utilitaria solo perchè è piccola, è una macchina sfiziosa e passionale che può fare innamorare o lasciare indifferenti, ha ha una vocazione sportiva (strumentazione a parte), un prezzo da auto superiore (20.000 euro!!), vari spoiler a rischio sulle strade più dissestate e come praticità... meglio non parlarne! una volta sono salito al posto guida di una vecchiotta mini one D (a macchina ferma) e ho notato che lo spazio è scarso pure avanti, se non ricordo male (è stato 2-3 anni fa) la seduta era un pò alta, i pedali piccolissimi e il volante quasi sulle ginocchia, i sedili erano rivestiti di una pelle molto bella ma erano davvero stretti. mi ha dato l'impressione che guidandola sportivamente (ma è un'impressione, non l'ho mai guidata) avrei sbattuto gomiti e ginocchia un pò ovunque. dietro poi mi veniva la claustrofobia solo a guardarla. forse era meglio farla 2 posti + un grande bagagliaio. è una macchina che colpisce emotivamente, non una che si compra per avere un mezzo pratico ed economico. oggi troppe auto vengono definite utilitarie, ma come si può chiamare così una punto o una polo da 18000 euro o oltre? per me le utilitarie sono solo le auto di segmento A e quelle più economiche e spoglie di segmento B entro i 12-13000 euro. riguardo la tua mi sembra strano che un motore con una potenza specifica così bassa (56cv/l) sia fiacco ai bassi e vivace ai medio alti, questi motori di solito sono piacevoli, elastici e vivaci ai medi e bassi e tirano fino ai 5500 ma c'è sempre qualche eccezione
Ritratto di roberto88vv
4 febbraio 2010 - 14:56
personalmente sono uno di quelli che non è attratto dalla mini, mi sembra un'auto che sacrifica troppo la sostanza per l'apparenza e il design punta solo ad essere piacevolmente retrò sacrificando l'aerodinamica. le versioni sportive sono leggere e hanno un assetto ottimo, un punto di riferimento per tutte le auto a trazione anteriore, la cooper S ha un ottimo motore (i motori BMW sono sempre ottimi) con una potenza max (rilevata da automobilismo) superiore al dichiarato (dai 183 ai 189cv contro i 175 dichiarati) e un'ottima accelerazione, secondo me però l'allungo è penalizzato dalla forma quadrata
Ritratto di roberto88vv
4 febbraio 2010 - 15:00
comunque la cooper S è una bella sportiva, un'auto da appassionato, la JCW e la JCW GP invece mi sanno di presa per il c*lo. automobilismo ha provato una JCW del '05 rilevando 204cv, una GP del '06 rilevandone 211 (entrambi inferiori al dichiarato) con una velocità max di 228 e 229km/h (basse per la potenza) e uno 0-100 in 6,6'' che è ottimo ma poteva essere migliore visto il peso molto ridotto e la tanta potenza. e poi queste sono + o - le stesse prestazioni della cooper S del 2007 che costa molto molto meno e ha una potenza molto superiore al dichiarato e vicina a quella delle JCW. una clubman JWC del 2008 invece ha fatto rilevare 215cv e una vel max di ben 235km/h ma è stata molto + lenta sul km. se poi vedi questi dati (http://turboignoranti.blogspot.com/search/label/Mazda - http://turboignoranti.blogspot.com/search/label/0-180 ) sono ancora più scioccanti perchè le prestazioni rilevate di JCW e GP sono state addirittura inferiori a quelle della cooper S. com'è possibile? difficilmente ho visto prestazioni tanto variabili da un esemplare all'altro. e in ogni caso le prestazioni sono molto scarse considerando il rapporto peso/potenza, ci sono auto che fanno di meglio pesando 200kg in più)
Ritratto di roberto88vv
4 febbraio 2010 - 15:24
PS: so che questi dati non centrano nulla con la tua mini one, li ho citati perchè sono molto interessanti e sembrano suggerire che l'aerodinamica è talmente "particolare" che entro una certa velocità tutto ok ma oltre i 225-230 non vogliono andare anche se metti un missile nel cofano. è vero che la vel max, oltre un certo livello è il dato più insignificante perchè difficilissima da sfruttare sia in strada che in pista (tranne le autostrade tedesche) ma potrebbe spiegare i consumi un pò alti imputandoli all'eccessivo attrito aerodinamico oltre che al peso, 11-12 quintali sono pochissimi per una sportiva ma tanti per una 90cv. se vuoi vederlo ho pubblicato pochi giorni fa un mio articolo su un fiat coupè 20V turbo
Ritratto di lenzy30
4 febbraio 2010 - 22:32
Non sò cosa dire, hai pienamente ragione, la Mini non deve essere considerata utilitaria come una punto (macchina da tutti i giorni o da famiglia) ma la Mini è una 2° macchina, cioè qualcuno che compra una Mini vuol dire, se ha famiglia, che ha o un Alfa 159, Audi A4, BMW Serie 3, Mercedes C - B, Mazda 6, Renault Laguna, Citroen C5, Peugeot 407, una Volvo V50 oppure una Volkswagen Passat, Jaguar X Type, Ford Mondeo, Fiat Croma o Punto/Bravo, Lancia Delta, anche la Cadillac BLS, ma per intenderci, chi compera la Mini come dici tu, la compera non per la famiglia o per viaggiare, ma perchè è bella e affascinante, con quel suo stile retrò ma allo stesso tempo assolutamente moderno, poi è comoda in città per parcheggi molto stretti. Per fare lunghi viaggi, comodi con la propria famigliola e i terribili bambini, usa la berlina, la station wagon o l' utilitaria, ma di certo non usi la Mini, che è un auto da viaggi brevi e tranquilli. Concordo anche sul fatto che la Mini sia piccolissima, quasi claustrofobica, ma dall' altro canto se prendi una Mini, anche solo dal nome, non ti aspetti una Citroen C8, ma questi difetti diventano nulla, paragonati alla bellezza e alla sensualità delle sue rotonde linee. Sui consumi in effetti un 1.6cc 16v da 90CV benzina non è molto potente, soprattutto proporzionato al peso che è di 1200kg (200-300kg in più della Fiat 500) e alla scarsa aereodinamicità che ha. Anche io consiglierei la Mini cooperS, perchè stando ai dati che dici tu, và più veloce della più costosa JCW, che sulla carta è più prestante, ma probabilmente su pista non riesce a scaricare bene a terra tutta la potenza. Per me il problema stà proprio nella trazione, secondo me la più potente JCW ha più problemi a scaricare a terra tutti quei cavalli mentre la più "snella" cooperS scarica a terra meglio la sua potenza, la stessa accelerazione è "deludente", visto che la JCW pesa poco più di 1200kg con 211CV ci mette più o meno 6,6 sec da 0 a 100km/h tempo niente male, ma che se paragonato ad alcune rivali, Inglesi, come la Lotus è molto più lento (Lotus Elise 135 CV 6,1 sec) La velocità massima è compromessa sicuramente dalla linea, che se pur bella e travolgente è visivamente molto poco aerodinamica, e questo limita la velocità massima, che sembra bloccata a 225km/h, punta massima di tutto rispetto, ma non abbastanza per una macchina così piccola e leggera equipaggiata con 211CV. Sicuramente questa scarsa aerodinamicità causa anche una maggior resistenza all' aria, causando, oltre a una diminuzione di una velocità massima un vertiginoso incremento dei consumi, che aumentano ancor più se hai un motore "vecchio" e piccolino. Il 1.6 da 90CV non và male sotto i 3000RMP ma si sente che prende bene dopo i 3000 giri e sale bene fino ai 5500 giri, da li fino ai 6000 giri il motore và solo fuorigiri. Ok, leggerò e commenterò il tuo articolo domani, buona notte. E grazie mille per le tue considerazioni, sei veramente ben preparato :D
Pagine
listino
Le Mini
  • Mini Clubman
    Mini Clubman
    da € 23.300 a € 40.750
  • Mini Mini 5 porte
    Mini Mini 5 porte
    da € 18.800 a € 33.950
  • Mini Cabrio
    Mini Cabrio
    da € 24.300 a € 37.950
  • Mini 3 porte
    Mini 3 porte
    da € 17.950 a € 43.595
  • Mini Countryman
    Mini Countryman
    da € 25.600 a € 43.050

LE MINI PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE MINI

  • Lo specialista inglese David Brown propone una Mini prima generazione rivista in varie parti, con un motore potenziato, un interno modernizzato e caratterizzato da materiali pregiati.

  • Lo stile diventa più semplice e mette in evidenza i due “capisaldi”: la scritta Mini e le alette laterali. Ecco in breve la storia dei loghi della marca inglese.

  • Il raduno dedicato all’utilitaria, organizzato dal 1978, ha richiamato oltre 1.200 persone e 3.000 vetture.