Pubblicato il 6 dicembre 2010
Qualità prezzo
5
Dotazione
5
Posizione di guida
5
Cruscotto
4
Visibilità
3
Confort
5
Motore
4
Ripresa
5
Cambio
5
Frenata
5
Sterzo
5
Tenuta strada
5
Media:
4.6666666666667
Perchè l'ho comprata o provata
La Seat Leon 1.9 tdi rappresenta il giusto mix tra: sportività e comodità, grinta ed economia di esercizio, bellezza e solidità percepita. La sua linea affascinante si fa strada quando si decide di mettersi al volante. Mille regolazioni, garantiscono la posizione di guida ottimale, che gratifica sia la comodità di guida che l'impostazione sportiva. Fare un giro attorno all'auto, in un concessionario, significa riempire la vista di mille particolari studiati per dare una visione d'insieme accattivante, che rapisce le emozioni e lascia immersi in una sensazione di sportività che difficilmente le altre macchine sanno dare. Ruote posizionate agli estremi dell'auto, rimandano un senso di stabilità mai provato. La forte nervatura che percorre tutta la fiancata, sembra un solco lasciato, quasi si trattasse di muscoli ben definiti, in bella mostra. La coda morbida e sinuosa, col lunotto semi-ovale, contribuisce all'idea di un'auto che è letteralmente "schiacciata a terra". E non preoccupatevi, non stiamo parlando del modello di punta...tutto questo è disponibile già dall'entry-level!
Gli interni
Entrare nell'abitacolo di una Seat Leon, significa divenire d'un colpo padroni dello spirito di aggressivo ardore che scaturisce dalle forme sinuose della carrozzeria. Un volante quasi verticale, sedili che avvolgono il pilota, lancette che partono dal basso, con illuminazioni decise, danno poco spazio all'incertezza. Chi sale su quest'auto sa cosa desidera, dove vuole essere condotto... e sa anche di poter essere tra i pochi all'altezza di simili sensazioni. Girate lo sguardo verso destra: vi sembrerà di scorgere il vostro navigatore, piuttosto che un passeggero. Dietro l'automobile sembra non finire mai, tanto è spazioso l'abitacolo.
Alla guida
Accendo il quadro. Mille spie mi indicano che "tutto è sotto controllo". Qualche secondo e sento il rombo. Già al minimo è cupo, pieno, un leone in gabbia, che fa sentire la sua presenza senza infastidire. Alla guida le marce si succedono senza obbligare ad alcuno sforzo: basta avvicinarle "in sede", per far sì che vengano da sole risucchiate nella posizione desiderata. Lo sterzo è preciso; le varie curve vengono pennellate da cambi di posizione rapidi e decisi, senza che si avverta il minimo rollìo dell'auto, neppure nelle curve prese a gran velocità. Ottima la ripresa, con il motore rapido nel salire di giri. Qualche incertezza solo nelle marce alte e sotto i 1.800 giri, quando il motore borbotta e richiede di rilasciare di un grado il pedale dell'accelleratore. Frenata senza note di demerito: il pedale è sensibile alla pressione, in modo da permettere decelerazioni importanti senza tuttavia compromettere la resistenza dell'impianto.
La comprerei o ricomprerei?
Sicuramente un'ottima scelta la mia. Ricomprerei sicuramente questa macchina, con lo stesso allestimento e la stessa colorazione (rosso rubino).
Seat Leon 1.9 TDI Style DPF
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di tonino
28 dicembre 2010 - 14:32
1
Le seat sono auto fantastiche , ma purtroppo sono snobbate qua in italia .Vabbe' l'importante di chi le possiede gode di un'ottima auto, e non per tutti!!!Forza Seat.La leon e un'ottima auto ne ho avute due sono delle bombe .ora ho una Exeo st che macchina!!! Ciao
Ritratto di Etneo
28 dicembre 2010 - 17:38
Auto, bella linea, bei motori. Mi piace.
listino
Le Seat
  • Seat Mii
    Seat Mii
    da € 23.250 a € 23.250
  • Seat Tarraco
    Seat Tarraco
    da € 30.475 a € 44.410
  • Seat Ibiza
    Seat Ibiza
    da € 14.850 a € 20.950
  • Seat Alhambra
    Seat Alhambra
    da € 43.000 a € 47.700
  • Seat Leon ST
    Seat Leon ST
    da € 23.300 a € 48.570

LE SEAT PROVATE DA VOI

I VIDEO DELLE SEAT

  • Oltre a celebrare i 35 anni della Seat ibiza, la casa spagnola espone a Padova anche modelli che guardano al futuro: le Seat El Born e le Cupra.

  • Questa è la Tarraco più ecologica e più sportiva. Si chiama PHEV, è la versione ibrida plug-in della suv di casa Seat e porta al debutto anche il grintoso allestimento FR.

  • Due posti e un ingombro inferiore alla metà di un’auto. La Seat Minimó è un prototipo di quadriciclo elettrico pensato per la mobilità urbana.